NARDON Martina

Dati relazione

Periodo di riferimento 02/01/2013 - 01/01/2016
Afferenza Dipartimento di Economia
Ruolo Ricercatori universitari

Attività didattica

A.A.InsegnamentoCodice Voto (max 4)Voto medio area (max 4)
2012/2013MATEMATICAET00452.63.1
2012/2013MATEMATICA PER L'ECONOMIA E LA FINANZAET30093.13.2
2013/2014MATEMATICAET00453.13
2013/2014MATEMATICA PER L'ECONOMIA E LA FINANZAET30092.63
2014/2015MATEMATICA PER L'ECONOMIA E LA FINANZAET30092.53

Tesi

Anno solareTipologiaTesi RelatoreTesi Correlatore
2013Corso di laurea2
2013Corso di laurea magistrale1
2014Corso di laurea5
2014Corso di laurea magistrale9
2015Corso di laurea2
2015Corso di laurea magistrale1

Finanziamenti

  • MFIV - From model-based to model-free implied volatilities and the new generation of volatility derivatives
  • SYstemic Risk TOmography: Signals, Measurements, Transmission Channels, and Policy Interventions

Ricerche sviluppate e in corso

  • Approcci di finanza comportamentale per la valutazione di opzioni finanziarie
  • Metodi quantitativi per la valutazione di opzioni con caratteristiche esotiche e in ipotesi non standard
  • Rischio di credito
  • Volatilità e derivati sugli indici di volatilità

Pubblicazioni realizzate nel triennio

  • M. Nardon; P. Pianca (2015), Probability weighting functions , University Ca' Foscari of Venice, Dept. of Economics Research Paper Series in WORKING PAPER-DEPARTMENT OF ECONOMICS, CÀ FOSCARI. UNIVERSITY OF VENICE in WORKING PAPER-DEPARTMENT OF ECONOMICS, CÀ FOSCARI. UNIVERSITY OF VENICE, Venice, University Ca' Foscari of Venice, Department of Economics, vol. 29/WP/ 201 5, pp. 1-18 (ISSN 1827-3580) (Articolo su libro)
  • M. Nardon; P. Pianca (2014), Alcune osservazioni sulla strategia covered call writing in IL RISPARMIO, vol. LXII, pp. 37-59 (ISSN 0035-5615) (Articolo su rivista)
  • Martina NARDON; Paolo PIANCA (2014), A behavioural approach to the pricing of European options , Mathematical and Statistical Methods for Actuarial Sciences and Finance, Milano, Springer-Verlag Italia, pp. 217-228 (ISBN 9783319024981) (Articolo su libro)
  • M. Nardon; P. Pianca (2014), European option pricing with constant relative sensitivity probability weighting function , WORKING PAPER-DEPARTMENT OF ECONOMICS, CÀ FOSCARI. UNIVERSITY OF VENICE in WORKING PAPER-DEPARTMENT OF ECONOMICS, CÀ FOSCARI. UNIVERSITY OF VENICE in WORKING PAPER-DEPARTMENT OF ECONOMICS, CÀ FOSCARI. UNIVERSITY OF VENICE, Venice, DEPARTMENT OF ECONOMICS, CÀ FOSCARI. UNIVERSITY OF VENICE, vol. 25/WP/2014, pp. 1-32 (ISSN 1827-3580) (Articolo su libro)
  • Martina Nardon; Paolo Pianca (2014), The effects of curvature and elevation of the probability weighting function on options prices in C. Perna, M. Sibillo (eds), Mathematical and Statistical Methods for Actuarial Sciences and Finance, Springer International Publishing, pp. 149-152 (ISBN 9783319050133) (Articolo su libro)
  • M. NARDON; P. PIANCA (2013), Extracting Information on Implied Volatilities and Discrete Dividends from American Option Prices in JOURNAL OF MODERN ACCOUNTING AND AUDITING, vol. 9, pp. 112-129 (ISSN 1548-6583) (Articolo su rivista)

Partecipazione come referee di progetti di ricerca nazionali ed internazionali

FIRB 2012

Descrizione dell'attività di ricerca svolta nel triennio e gli obiettivi futuri

L’attività di ricerca si è sviluppata sui temi inerenti alla valutazione di derivati finanziari e loro rischi e metodi numerici per la finanza.
I punti principali sono di seguito descritti.

Un primo filone di ricerca è costituito dalla valutazione di derivati emessi su attività finanziarie che pagano dividendi. Si possono fare diverse ipotesi sul processo che governa il prezzo dell’attività sottostante in presenza di dividendi, ma spesso si tratta di approssimazioni. Un’ipotesi realistica consiste nel considerare i dividendi come pagamenti discreti in corrispondenza di determinate epoche; in tal caso, il prezzo dell’attività sottostante non è un processo di tipo moto browniano geometrico. Sotto l'ipotesi di dividendi discreti, sono state valutate opzioni sia di tipo europeo che americano, sia in modelli a tempo discreto e continuo. In particolare sono stati sviluppati modelli reticolari basati su una tecnica di interpolazione che permette di considerare il caso di dividendi multipli in maniera molto efficiente. I modelli analizzati sono utili non solo ai fini di pricing, ma anche per poter ottenere delle stime della volatilità e dei dividendi impliciti ricavati da dati di mercato.

Un secondo filone di ricerca riguarda l'applicazione di approcci comportamentali per la valutazione di opzioni finanziarie e strategie di trading con opzioni. Si è analizzato come in base alla Prospect Theory e alla considerazione degli aspetti di hedonic-framing e intertemporal-framing, la valutazione soggettiva delle opzioni possa differire da quella teorica. È noto che empiricamente si riscontrano sistematiche differenze fra i prezzi di mercato delle opzioni finanziarie e i corrispondenti prezzi teorici calcolati con il modello di Black e Scholes. Di norma si cerca di migliorare la performance dei modelli considerando dinamiche più complesse per i prezzi dei titoli sottostanti, ma lasciando invariate le preferenze del decisore nei confronti del rischio. Una tecnica alternativa consiste nel prezzare le opzioni considerando aspetti comportamentali degli operatori. Seguendo tale direzione, sono state valutate opzioni finanziarie nell’ambito della teoria del prospetto.
Successivamente, si è analizzato come l'avversione e propensione al rischio, l'avversione alle perdite e la percezione distorta delle probablità, assieme all'effetto di framing alternativi, influenzano le scelte di un investitore relativamente alle strategie di trading, in particolare, la famosa strategia covered call writing.

Un altro argomento di ricerca ha per oggetto gli indici di volatilità, che hanno come scopo principale la misurazione della volatilità implicita dei mercati a breve e medio termine. Il più noto e utilizzato è l’indice americano VIX, che viene divulgato in tempo reale dal CBOE e stima la volatilità a 30 giorni del famoso indice azionario S&P 500. Per il suo calcolo si considerano solo i prezzi di mercato di opzioni call e put out-of-the-money. Il valore dell’indice, pertanto, non solo risulta indipendente da ogni tipo di modello che può essere assunto per descrivere la dinamica dell’attività sottostante, ma consente anche di isolare la volatilità attesa dagli altri fattori che influenzano il prezzo delle opzioni quali i dividendi, i tassi di interesse e il tempo che manca alla scadenza. Il calcolo del VIX è basato su un’approssimazione discreta del valore teorico dei contratti di tipo variance swap e, in quanto tale, è inficiato da diversi errori che comportano delle implicazioni negative su numerosi strumenti finanziari negoziati sia sui mercati ufficiali che sui mercati OTC.

Lo sviluppo di software ad hoc è parte importante della ricerca descritta nei punti precedenti

Seminari su invito tenuti presso altre Università, Centri di Ricerca, Aziende, etc.

Seminario invitato "A behavioural approach to the pricing of European options", presso Faculty of Science, School of Mathematical Sciences, Monash University, Melbourne, Australia, aprile 2013.

Altre attività scientifiche

Membro del comitato organizzativo dell'International Conference "Mathematical and Statistical Methods for Actuarial Sciences and Finance" MAF2014 e MAF2016.

Ad hoc refereeing: European Journal of Operational Research, Mathematical Methods in Economics and Finance, Computational Statistics and Data Analysis, Computational Methods for Financial Engineering.

Altre attività didattiche

Corsi di laurea magistrale:
Theory and econometrics of insurance (in Inglese), Aix-Marseille School of Economics, Université Aix-Marseille, France (2015/16);
Insurance theory (in Inglese), Aix-Marseille School of Economics, Université Aix-Marseille, France (2014/15);
Derivati (2014/15), University of Verona.

Corsi in master di secondo livello:
Mathematics (in Inglese) IMEF - International Master in Economics and Finance (second-level Professional Master's Programme), Ca' Foscari University of Venice;
Stochastic processes for finance (in Inglese) IMEF - International Master in Economics and Finance (second-level Professional Master's Programme), Ca' Foscari University of Venice (dal 2006).

Financial Risk management (in Inglese), Master in Insurance and Risk Management programme 2014/15, MIB School of Management, Trieste.

Incarichi accademici e attività organizzative

Membro del Comitato Scientifico del Dipartimento di Economia, Università Ca’ Foscari Venezia (dal 2015).
Membro del Collegio Didattico del corso di laurea triennale in Commercio Estero e del corso di laurea magistrale in Sviluppo Economico d'Impresa.
Membro della Commissione Paritetica di Treviso (dal 2013 al 2015).
Membro della Commissione Lauree, campus economico, Università Ca’ Foscari Venezia.
Membro di commissioni per la selezione di assegni di ricerca.

Altre informazioni

Affiliazioni scientifiche: AMASES, Associazione Italiana per la Matematica Applicata alle Science Economiche e Sociali.