BAMPI Massimiliano

Qualifica Professore Associato
Telefono 041 234 5747
E-mail massimiliano.bampi@unive.it
massbam@tin.it
Fax 041 234 5706
Web www.unive.it/persone/massimiliano.bampi (scheda personale)
Struttura Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati
Sito web struttura: http://www.unive.it/dslcc
Sede: Ca' Bembo
Research team Creative arts, cultural heritage and digital humanities
Incarichi Delegato del Dipartimento per la Ricerca
DATI ANAGRAFICI

Nato a Trento il 30 maggio 1975

FORMAZIONE

Il 17 dicembre 1999 si è laureato in Lingue e Letterature Straniere presso la Facoltà di Lettere dell'Università di Trento, discutendo una tesi sul Namnlös och Valentin antico-svedese.
Il 12 luglio 2004 ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Filologia e Linguistica Germanica presso l'Università di Siena discutendo una tesi dal titolo "La ricezione svedese dei Septem Sapientes alla luce delle teorie dei Translation Studies".

POSIZIONE LAVORATIVA

Dal 1 gennaio 2004 al 22 luglio 2015 è stato ricercatore a tempo indeterminato di Filologia Germanica (SSD: L-FIL-LET/15) presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere e il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.
Dal 23 luglio 2015 è Professore Associato di Filologia Germanica presso il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

ATTIVITÀ DI RICERCA

Si occupa prevalentemente di temi della tradizione scandinava medievale (norrena, svedese e danese) e della letteratura cortese del Medioevo tedesco. In tale ambito ha pubblicato volumi e articoli principalmente su 1. il ruolo della traduzione nello sviluppo dei sistemi letterari nordici (islandese e svedese); 2. la questione dei generi della saga islandese in prospettiva sincronica e diacronica; 3. il Minnesang e l'epica cortese tedesca; 4. la ricezione e la riscrittura di testi germanici medievali in epoca moderna e contemporanea (nel mondo nordico e in quello tedesco).
Nel corso degli ultimi cinque anni ha intensificato le collaborazioni internazionali, che hanno portato alla costituzione di network di ricerca che coinvolgono diversi atenei prevalentemente europei. Uno di questi network ha recentemente ottenuto un finanziamento di otto anni da parte della fondazione svedese Riksbankens Jubileumsfond (vd. sotto, GRUPPI DI RICERCA). Un altro network (sui generi nella letteratura norrena) sta lavorando a una pubblicazione di prossima uscita per i tipi dell'editore britannico Boydell & Brewer.

GRUPPI DI RICERCA:

- fa parte del leader team di un gruppo di ricerca di quattro università (Oslo, Stoccolma, Tübingen, Ca’ Foscari) che ha ottenuto un finanziamento di otto anni dalla fondazione svedese Riksbankens Jubileumsfond per sviluppare un programma di ricerca intitolato "Modes of Modification: Variance and Change in Medieval Manuscript Culture" (2018-2025). Il PI del programma è il prof. Karl G. Johansson (Oslo). Il programma prevede tra l'altro l'attivazione di una nuova serie editoriale con l'editore tedesco Walter de Gruyter (con cui c'è già un accordo preliminare) per diffondere i risultati della ricerca. All'interno del programma di ricerca è responsabile di uno dei sei progetti ("Texts New and Old. The Dynamics of Texts and Genres in Manuscript Transmission") che lo compongono;
- fa parte di un gruppo di lavoro coordinato da Odd Einar Haugen (Università di Bergen- Research Group for Medieval Philology) per la preparazione di un manuale di lingue nordiche medievali per studenti delle università italiane. Del gruppo fanno parte anche Marina Buzzoni (Venezia, Ca’ Foscari), Andrea Meregalli (Milano, Università Statale) e Luca Panieri (Milano, IULM). Il volume sarà pubblicato dall’editore Novus di Oslo (Norvegia);
- fa parte di un gruppo di ricerca sullo studio dei generi della letteratura norrena. Il gruppo coinvolge le università di Cambridge, Oxford, Aarhus, Syddansk universitet, Oslo, Tübingen, Zurigo, University College London, Western Michigan University, University of Notre Dame, Università d’Islanda. Il lavoro di ricerca confluirà nella pubblicazione del seguente volume: Carolyne Larrington, Sif Ríkharðsdóttir, Massimiliano Bampi (eds), The Critical Companion to Old Norse Literary Genre, Woodbridge: Boydell & Brewer, la cui uscita è prevista nel 2019;
- ha fatto parte, come membro dell’unità di ricerca di Venezia, del progetto di ricerca biennale PRIN/06 - Composizione, trasmissione e instabilità del testo germanico medievale: nuovi criteri ecdotici e modelli di edizione
- ha partecipato in qualità di collaboratore esterno al progetto COFIN 2002-2004 intitolato Riscrittura e intertestualità: metamorfosi, interferenze e reinterpretazioni del testo medievale nell'ambito delle attività di ricerca dell'Unità di Venezia, occupandosi della ricezione delle saghe islandesi nella letteratura svedese del XX secolo (con particolare riferimento alla "Hrafnkels saga Freysgoða" nell'opera dello scrittore svedese P.O. Sundman
- ha partecipato a un network internazionale di sette università (Oslo, Aarhus, Venezia, Aberdeen, Birmingham, Zurigo e Háskóli Íslands/University of Iceland) e due istituti di ricerca islandesi (Stofnun Árna Magnússonar í íslenskum fræðum/The Árni Magnússon Institute for Icelandic Studies e Snorrastofa) che ha presentato il progetto “Creating the Past Constructing the Present” (CPCP) nell’ambito del programma Marie Curie ITN (Innovative Training Networks);

PRESENTAZIONI DI PROGETTI DI RICERCA

-Nel 2004 è risultato vincitore di una borsa di ricerca annuale del CNR (nell'ambito dell'iniziativa Promozione Ricerca 2004 sul tema "L'identità culturale come fattore d'integrazione") per il progetto “La ricezione della materia carolingia nella Scandinavia medievale”.
-Nel 2009 ha presentato come PI una proposta di progetto FIRB (2008) intitolata L'Occidente cristiano e i suoi Orienti: forme di contatto e modalità di percezione dell'Altro in Eurasia tra Medioevo e prima età moderna (sedi consorziate: Venezia, Milano, Trento). Pur ottenendo un buon punteggio complessivo, il progetto non è stato finanziato (commento generale: “The project is quite relevant as to the proposed topic of Eastern Otherness, investigated in and through the philological, textual, comparative analysis of the literary and iconographic, cultural texts chosen by the three units. The research program is qualified also by the good scientific profiles and activity of the members of the three units based in Venice and Milan”).
-Nel 2013 ha presentato in qualità di PI un progetto COST (non finanziato) intitolato Towards a Sociology of Genres in medieval Scandinavia che riuniva studiosi di università di 9 paesi europei (Università di Aarhus, Copenaghen, Oslo, Stoccolma, Oxford, Cambridge, Colonia, Tübingen, Università d’Islanda, Tartu e Universidad de Castilla-La Mancha).

SOGGIORNI DI RICERCA ALL'ESTERO:

- Copenaghen, marzo 2011: soggiorno di ricerca presso il Nordisk Forskningsinstitut della Københavns universitet;
- Reykjavík, giugno 2011: soggiorno di ricerca presso Stofnun Árna Magnússonar í íslenskum fræðum;
- Bergen, aprile 2012: soggiorno di ricerca presso l’Institutt for lingvistiske, litterære og estetiske studier della Universitetet i Bergen;
- Stoccolma, aprile 2016: gästforskare (visiting scholar) presso Institutionen för klassiska och romanska språk (Stockholms universitet)
- Zurigo, gennaio 2017: soggiorno (con grant del SNFS – Swiss National Science Foundation) presso l’Università di Zurigo per avviare il progetto di ricerca “The Eufemiavisor in Denmark and Sweden. Translation Studies in Courtly Literature in Late Medieval Scandinavia”. Il progetto ha ottenuto un finanziamento dalla Schweizerische Gesellschaft für Skandinavische Studien (SGSS) per organizzare il convegno internazionale “The Eufemiaviser and The Reception of Courtly Culture in Late Medieval Denmark” (Zurigo, 13-14 settembre 2018).

SEMINARI (SU INVITO):

- Pavia, 16. 03. 2010: "L'edizione delle due versioni (breve e lunga) dalle Gautreks saga" nell'ambito del Corso di Dottorato in "Lingue e Letterature Straniere Moderne" dell'Università degli Studi di Pavia;
- Oxford, 15. 11. 2011: “Generic Hybridity in Saga Literature: Patterns and Dynamics” Faculty of English language and literature della University of Oxford nell’ambito del ciclo di seminari “Old Norse in Oxford Research Seminar” (ONORS)
- Cambridge, 21. 11. 2011: “The role of translation in medieval literatures: a polysystemic approach” nell’ambito del Graduate Seminar del Department of Anglo-Saxon, Norse and Celtic Studies (Faculty of English language and literature, University of Cambridge)
- Bergen, 25. 4. 2012: “Översättning och ideologi i fornsvensk litteratur: från Eufemiavisorna till Sju vise mästare” (Institutt for lingvistiske, litterære og estetiske studier, Universitetet i Bergen (Norvegia);
- Milano, 19. 4. 2013: “Alle origini della letteratura svedese: dalle Eufemiavisor ai Sju vise mästare” (Università Statale di Milano);
- Torino, 12. 9. 2014: “Le saghe norrene e la questione dei generi” (Università degli studi di Torino);
- Venezia, 17. 9. 2014: “Il testo rif(r)atto: la saga islandese ieri, oggi e domani” nell’ambito del seminario di dottorato “Quel che resta del testo: filologia, ermeneutica e linguaggio” (Dottorato di Ricerca in Studi sull’Asia e sull’Africa);
- Pisa, 23. 10. 2014: “La saga islandese. Generi e sviluppo” (Università degli studi di Pisa);
- Zurigo, 20. 3. 2015: “Vernacular literature in medieval Sweden: current research trends and future perspectives (Universität Zürich)
- Venezia, 6. 5. 2015: “il canone come manipolazione: le saghe islandesi tra filologia e ideologia” nell’ambito del seminario di dottorato “Quel che resta del testo: filologia, ermeneutica e linguaggio” (Dottorato di Ricerca in Studi sull’Asia e sull’Africa)
- Uppsala, 6. 5. 2016: “Konung Alexander och hövisk litteratur i det medeltida Sverige” (Early North European Seminar, Uppsala universitet)
- Stoccolma, 7. 5. 2016: “Genrebeteckningar och deras betydelse i medeltidsforskning” (Äldretextseminariet, Stockholms universitet)
- Göteborg, 15. 4. 2016: “Översättningsverksamhet och aristokratisk ideologi i det medeltida Norden” (Medeltidskommittén, Göteborgs universitet)
- Reykjavík, 23. 3. 2017: “Approaching generic hybridity in saga literature. The case of Víglundar saga” (Miðaldastofa, Háskóli Íslands/ Centre for Medieval Studies, University of Iceland)

COMITATI SCIENTIFICI

- Fa parte del comitato scientifico della collana “Filologie medievali e moderne” delle Edizioni Ca’ Foscari.
- Ha fatto parte del comitato scientifico del numero 4 della rivista di fascia A “Filologia germanica – Germanic Philology”. La rivista ha carattere monografico.

AFFILIAZIONI AD ASSOCIAZIONI SCIENTIFICHE

Svenska fornskriftsällskapet (Uppsala)
AIFG (Associazione Italiana di Filologia Germanica)
Sällskapet för östnordisk filologi (Uppsala-København; membro del comitato direttivo).


ATTIVITÀ DI REFERAGGIO
Enti:
ANVUR (VQR)
Deutsche Forschungsgemeinschaft
Rannís (Icelandic Center for Research)
Riviste:
Scripta Islandica
Gripla
Linguistica e Filologia

INCARICHI ISTITUZIONALI

- dal 1 ottobre 2017: Delegato alla ricerca del Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati; Presidente del Comitato per la ricerca; membro della Giunta di Dipartimento;
-novembre 2014-settembre 2017: membro del Collegio Didattico LCSL (referente del curriculum Linguistico-Filologico-Glottodidattico) – membro del gruppo AQ del corso di studio triennale in Lingue, Civilità e Scienze del Linguaggio;
- 2013-2017: referente del Dipartimento alle attività di orientamento;
- 2012-2014: membro del Comitato per la ricerca del Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati;
- 2010-2011: membro del Collegio Didattico dei Corsi di Laurea in Lingue e Scienze del Linguaggio e Scienze del Linguaggio;
- 2006-2009: membro delle commissione orari della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere in qualità di referente per i corsi di laurea in Lingue e Scienze del Linguaggio (triennale) e in Scienze del Linguaggio (specialistica).
Curriculum completo in inglese  
Ultima modifica: 03/06/2018
Le informazioni riportate sono state caricate sul sito dell'Università Ca' Foscari Venezia direttamente dall'utente a cui si riferisce la pagina. La correttezza e veridicità delle informazioni pubblicate sono di esclusiva responsabilità del singolo utente.