RICCIONI Stefano

Qualifica Professore Associato
Telefono 041 234 7254
E-mail stefano.riccioni@unive.it
Web www.unive.it/persone/stefano.riccioni (scheda personale)
Struttura Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali
Sito web struttura: http://www.unive.it/dip.fbc
Sede: Malcanton Marcorà
Research team Creative arts, cultural heritage and digital humanities
Incarichi Delegato del Dipartimento per la Ricerca

Laureato con lode in Lettere e Filosofia con una tesi in Storia dell’arte medievale presso l’Università degli Studi di Firenze (1997), perfezionato presso l’Università degli Studi di Roma Tre in “Didattica generale e museale” (1998), diplomato presso l’Archivio di Stato di Roma in “Archivistica Paleografia e Diplomatica” (1999), ottiene il D.E.A. en Histoire de l’Art presso l’Université de ParisX-Nanterre (2000), nel 2004, consegue il dottorato di ricerca in Storia dell’arte presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, e, nel 2009, la Licence in Medieval Studies presso il Pontifical Institute of Mediaeval Studies di Toronto.

È stato borsista presso l’Université de Paris X-Nanterre (1991-92), l’École Française de Rome (1999 e 2000), il Pontifical Institute of Mediaeval Studies of Toronto (post dottorato 2005-2006), The Getty Foundation of Los Angeles (post dottorato 2006-2007).

Nel 1998 gli viene riconosciuto il Premio di laurea “Ezio Franceschini” per la miglior tesi di laurea in “Cultura Mediolatina”. Nel 2008 viene premiato con la “Honorable mention” al “Max Nänny Prize for Best Article in Word and Image Studies” - Word & Image (The International Association of Word and Image Studies/Association internationale pour l’étude des rapports entre texte et image).

Ha collaborato, con contratti e assegni di ricerca, con l’Università di Roma “La Sapienza” (PRIN 2004-2005, “Le vie del Medioevo”); l’Università della Tuscia, Viterbo (2005), e dal 2008, con l’Université de Lausanne, al progetto Corpus/Atlante della pittura medievale romana.

Dal 2004 collabora con il Laboratorio L.A.R.T.T.E., della Scuola Normale Superiore di Pisa, progetto Repertorio opere firmate nell’arte italiana / Medioevo. Rinascimento (dir. M.M. Donato), in qualità di revisore responsabile per l’edizione e lo studio dei testi epigrafici. Nell’ambito del progetto ha definito i criteri di trascrizione-edizione e le norme di descrizione delle iscrizioni; è autore dei volumi: Gli Orafi (con M. Tomasi), I Maestri di legname (con R.P. Novello) per la sezione Siena e Artisti senesi, in corso di stampa.

Dal 2007 è ricercatore associato presso l’unità di ricerca del CNRS, UMR 5594 – ARTeHIS Archéologie-Terre-Histoire-Sociétés, CEM Auxerre e Université de Dijon, dove svolge ricerche sulla Borgogna romanica.

Dal 2008 al 2011 è stato ricercatore a tempo determinato di Storia dell'arte medievale presso la Scuola Normale Superiore di Pisa.

Abilitato all’insegnamento della Storia dell’arte nelle scuole e gli istituti statali (2001), ha ottenuto la qualification del Consiglio Nazionale delle Università francesi (CNU - 2007), come Maître de Conférence (section 21 - Histoire, civilisation, archéologie et art des mondes anciens et médiévaux.). Ha insegnato come supplente nelle scuole statali; è stato incaricato di moduli didattici presso le Scuole di Specializzazione in Storia dell’arte delle Università di Padova e Roma “La Sapienza”; ha tenuto seminari presso l’Università di Firenze, l’University of California in Rome, l’University of Tennesse, Knoxville e il Centre d'Etudes Superieures de Civilisation Médiévale de l'Université de Poitiers; negli anni 2008-2009, è stato professore a contratto di Storia dell’arte medievale presso l’Institute for International Education of Students (IES) Abroad, sede di Roma; nel 2011, presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, ha tenuto un seminario per i perfezionandi della Classe di Lettere dal titolo "Scrittura e immagine tra mondo antico e medievale” (con G. Adornato).

Ha partecipato a numerosi convegni, tra i quali: International Colloquium of the IRC for Late Antiquity and Middle Ages, Motovun (Croatia) (1999, 2004); Journées d’études de l’Université de Lausanne (2004); International Medieval Congress, University of Leeds, Leeds (UK) (2006); Convegno Internazionale di Studi dell’AISAME, Parma (2004, 2007, 2011); Annual Meeting of Medieval Academy of America (2008); Kusthistorisches Institut in Florenz (2009).

Nel 2008 ha organizzato, con L.I. Hamilton, la giornata di studi: Twelfth-century Rome, Mirror of Mediterranean Religions, presso Drew University, New Jersey (USA), ora pubblicata in un volume edito da Brill Publishers.

Svolge ricerche nel campo della Storia dell’arte medievale, nonché dell’Epigrafia medievale, nell’area del Mediterraneo, in particolare in Italia e in Francia, focalizzando la sua attenzione sull’iconografia e le modalità di esposizione e ricezione delle opere, il loro pubblico e la committenza; i rapporti tra scrittura e immagine nei contesti figurativi; il ruolo dei procedimenti cognitivi e culturali nell’elaborazione delle immagini e nella produzione dei manufatti. Argomenti attinenti ai suoi studi riguardano anche la Storia della Chiesa, dei movimenti monastici e della nascita dei Comuni. In particolare, si è occupato della produzione artistica ed epigrafica di Roma in età cluniacense e durante la cosiddetta “Riforma gregoriana”; dell’arte abruzzese nei secoli XIV e XV; del Jura francese (sec. XV). Ha presentato e pubblicato una proposta metodologica denominata “Epiconografia” che, attraverso l’applicazione di strumenti critici epigrafici e iconografici, mira al superamento della dicotomia tra testo e immagine, considerando il monumento iscritto quale “discorso visivo complesso”, unità linguistica realizzata in funzione della sua esposizione pubblica (o privata).

Le informazioni riportate sono state caricate sul sito dell'Università Ca' Foscari Venezia direttamente dall'utente a cui si riferisce la pagina. La correttezza e veridicità delle informazioni pubblicate sono di esclusiva responsabilità del singolo utente.