Home > Ateneo > Organizzazione > Dipartimenti > Dipartimento di Management > Dipartimento > Persone > Ricerca Persone

Ricerca Persone

Cognome/Nome

Telefono/Fax:

Email

ROCCO Elena

Feed RSS Feed RSS degli avvisi personali

 

Al momento non ci sono avvisi

 

Venezia - San Giobbe - Dipartimento di Management - studio n. 39 piano terra ala C1 (ex Dip.to di Economia e Direzione Az.le)

 Previo appuntamento mail rakele@unive.it.

N.B. Si prega di verificare eventuali variazioni nell'apposita scheda "AVVISI"


Treviso - Studio L

Previo appuntamento e-mail: rakele@unive.it.

 



Attività e competenze di ricerca

Settore Scientifico Disciplinare (SSD) di afferenza
Aree e linee di ricerca

Competenze di ricerca

Analisi sinergie strategiche per la creazione di valore attraverso reti formali ed informali di attori pubblici e pprivati

Description
  • Analysis of strategic synergies for value creation through formal and informal networks among public and private entities
Parole Chiave
  • Communication technology, Social sciences, Neuropsychology
Codice ATECO
  • [59] - attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi, di registrazioni musicali e sonore

Ricerche sviluppate e in corso

La creazione di valore attraverso lo sfruttamento delle complementarità intra ed interorganizzative

SSD
  • SECS-P/08

Coopetition strategy

SSD
  • SECS-P/08

Negoziazione in contesti multiculturali

SSD
  • SECS-P/08

Nuovi media per l'edutainment dei bambini: la web radio

SSD
  • SECS-P/08

Innovazione Sociale in ambito educativo

SSD
  • SECS-P/08
Altri membri del gruppo di ricerca

Finanziamenti

nuovi modelli e prodotti editoriali per la divulgazione Scientifica nel web 2.0

Ente finanziatore
  • Regione Veneto
Tipologia
  • Bando FSE 2012 per Assegni di ricerca
Ruolo nel progetto
  • LD
Data inizio
  • Anno: 2012 Durata mesi: 12
Altri membri del gruppo di ricerca

Aree geografiche in cui si applica prevalentemente l'esperienza di ricerca

Internazionale: Europa

Lingue conosciute

  • Inglese (scritto: avanzato, parlato: avanzato)

Partecipazione a comitati editoriali di riviste/collane scientifiche

International Management of Organizational Studies; Management Research; Industrial and Corporate Change;

Pubblicazioni per Anno

2013

  • Mazzurana Paola, Lauto Giancarlo, Rocco Elena Academic Social Entrepreneurship: A New Model for the Third Sector?, FIRST INTERNATIONAL ENTREPRENEURSHIP RESEARCH EXEMPLARS CONFERENCE , Università di Catania, Convegno: FIRST INTERNATIONAL ENTREPRENEURSHIP RESEARCH EXEMPLARS CONFERENCE (Articolo in Atti di convegno)

2012

  • Giovanni Battista Dagnino, Vittorino Filippas, Arabella Mocciaro Li Destri, Elena Rocco Le alleanza strategiche. Quali percorsi di creazione di valore: un'ndagine qualitativa sulle alliance evolution capabilities, in FINANZA MARKETING E PRODUZIONE, vol. 3/2012, pp. 93-139 (ISSN 1593-2230) (Articolo su rivista)

2010

  • Elena Rocco, Vittorino Filippas Coopetition Strategy as a Catalyst for Strategic Innovation, Coopetition and Innovation, Convegno: 4th Workshop on Coopetition Strategy. Coopetition and Innovation. (Articolo in Atti di convegno)
  • Giovanni Battista Dagnino, Arabella Mocciaro Li Destri, Elena Rocco, Vittorino Filippas Keep Fit to Fit: The Dynamic Management of Strategic Complementarities in Evolving Alliances, Strategic Management at the Croassroads, Convegno: SMS 30th Annual International Conference (Articolo in Atti di convegno)
  • Elena Rocco La filiera della fiducia: Il caso Pinot Grigio Santa Margherita, Il Caso Pinot Grigio Santa Margherita, Convegno: Vinitaly, Verona, aprile 2010 (Abstract in Atti di convegno)
  • Elena Rocco, Vittorino Filippas Understanding and Managing Coopetiion tensions, Strategic Management at the Croassroads, Convegno: SMS 30th Annual International Conference, Rome, september 2010 (Poster in Atti di convegno)

2009

  • DAGNINO G.B; ROCCO E. Coopetition Strategy. Theory, Experiments and Cases, Routledge (ISBN 9780415438988) (Monografia o trattato scientifico)
  • GARRAFFO F; ROCCO E. Competitor analysis and interfirm coopetition: a two-step model to assess the rival's interest and commitment in a coopetitive agreement in DAGNINO; G.B.; ROCCO; E., Coopetition Strategy. Theory, Experiments and Cases, Routledge, pp. 44-63 (ISBN 9780415438988) (Articolo su libro)
  • DAGNINO G.B; ROCCO E. Conclusion: converting a "liquid" into tangible word" in DAGNINO G.B.; ROCCO E., Coopetition Strategy. Theory, Experiments and Cases, Routledge, pp. 290-298 (ISBN 9780415438988) (Articolo su libro)
  • BONEL E; ROCCO E. Coopetition and Business Model Change: a case-based framework of coopetition-driven effects in DAGNINO; G.B.; ROCCO; E., Coopetition Strategy. Theory, Experiments and Cases, Routledge, pp. 191-218 (ISBN 9780415438988) (Articolo su libro)
  • DAGNINO G.B; ROCCO E. Introduction-coopetition strategy: a "path recognition" investigation approach in DAGNINO G.B.; ROCCO E., Coopetition Strategy. Theory, Experiments and Cases, Routledge, pp. 1-22 (ISBN 9780415438988) (Articolo su libro)

2008

  • BONEL E; ROCCO E. L’architettura delle complementarità, ROMA, Carocci (ISBN 9788843048724) (Monografia o trattato scientifico)
  • BONEL E; PELLIZZARI P.; ROCCO E Coopetition and complementarities: modelling coopetition strategy and its risks at an individual partner level, in MANAGEMENT RESEARCH, vol. 6, pp. 189-204 (ISSN 1536-5433) Link DOI (Articolo su rivista)

2007

  • BONEL E; ROCCO E. Coopetition to survive. Surving to Coopetition., in INTERNATIONAL STUDIES OF MANAGEMENT & ORGANIZATION, vol. 37-02, pp. 70-96 (ISSN 0020-8825) (Articolo su rivista)

2005

  • CALCAGNO M.; FACCIPIERI S; ROCCO E CONSUMO CULTURALE "DI MASSA" e nuove forme di offerta: il caso Linea d'Ombra, in MICRO & MACRO MARKETING, vol. 3, pp. 495-514 (ISSN 1121-4228) Link DOI (Articolo su rivista)
  • RIGONI U.; E. ROCCO Trust in Internet Banking: a model and an empirical investigation, in FINANZA MARKETING E PRODUZIONE, vol. 2, pp. 73-90 (ISSN 1593-2230) (Articolo su rivista)
  • ROCCO E. Trust, Distance and Common Ground in KATINKA BIJLSMA-FRANKEMA; ROSALINDE KLEIN WOOLTHUIS, Trust under Pressure: Empirical Investigations of Trust and Trust Building in Uncertain Circumstances, Edgar Elgar (Articolo su libro)

2004

  • BONEL E.; ROCCO E. Impact of Coopetition at Individual Firm Level: the San Benedetto Case, Convegno: Eiasm Workshop : "Coopetition Strategy: Towards a New Kind of Interfirm Dynamics", September 2004 (Articolo in Atti di convegno)
  • CALCAGNO M.; FACCIPIERI S; ROCCO E New trends in cultural markets. The process of valure creation in the Linea d'Ombra case study, eiasm, Convegno: 2nd workshop on managing cultural organisations, Bologna, DICEMBRE 2004 (Articolo in Atti di convegno)

2003

  • CALCAGNO M.; FACCIPIERI S; ROCCO E Dynamic capabilities at work: a case from the art industry in SPINA G., VINELLI A., CAGLIANO R., KALCHSCHMIDT M., ROMANO P., SALVADOR F., one world? one view of OM?, padova, SGEditoriali, vol. III, pp. 717-726 (ISBN 8886281781) (Articolo su libro)
  • RIGONI U; ROCCO E. Initial Trust in Internet Banking: Investigating about determinants of adoption, Convegno: Trust Within and Between Organizations, EIASM, OCTOBER (Articolo in Atti di convegno)

2002

  • ROCCO E. Il dilemma della fiducia per il manager viandante, in ESPANSIONE, vol. 31 (ISSN 0014-0554) (Articolo su rivista)

2001

  • ROCCO E. L'ORGANIZZAZIONE DELLA FIDUCIA. NEGOZIAZIONE E COMUNICAZIONE MEDIATA DA COMPUTER, ROMA, CAROCCI (ISBN 9788843020072) (Monografia o trattato scientifico)
  • ROCCO E.; FINHOLT T.A.; HOFER E.C.; HERBSLEB J.D. Out of sight, short of Trust, Convegno: European Academy of Management, BARCELONA, APRIL (Articolo in Atti di convegno)
  • ROCCO E. Trust at distance, Convegno: Eiasm Workshop "Trust Within and Between Organizations", Amsterdam, October 2001 (Articolo in Atti di convegno)

2000

  • NARDUZZO A.; ROCCO E.; WARGLIEN M. Talking about routines in the field: the emergence of organizational capabilities in a new cellular phone network company in DOSI; WINTER, The nature and dynamics of Organizational Capabilities, NY, Oxford University Press (Articolo su libro)

1998

  • COVI; L.M.; OLSON; J.S.; ROCCO E.; E. A Room of Your Own: What do we learn about support teamwork from assessing teams in dedicated project rooms? in STREIZ N.; S. KONOMI AND H.J. BURTHARAT, Cooperative Buildings, VIENNA, Springer (Articolo su libro)
  • ROCCO E. Trust breaks down in electronic contexts but can be repaired by some initial face-to-face contact, Convegno: Human Factors in Computing System CHI, April (Articolo in Atti di convegno)

1995

  • ROCCO E.; WARGLIEN; M. La comunicazione mediata da computer e l'emergere dell'opportunismo elettronico, in SISTEMI INTELLIGENTI, pp. 89-114 (ISSN 1120-9550) (Articolo su rivista)

Curriculum di Elena ROCCO

 

Formato europeo per il curriculum vitae

 

 

 

Informazioni personali

 

Nome

 

Rocco, Elena

Indirizzo

 

S.Croce 1455 -- 30123 Venezia

Telefono

 

+39 349 8654789

Fax

 

 

E-mail

 

elena.rocco@unive.it

 

Nazionalità

 

Italiana

 

Data di nascita

 

07/07/1970

 

 

Esperienza lavorativa

Date (da – a)

 

Dal 2012 ad oggi

Nome e indirizzo del datore di lavoro

 

Fondazione Radio Magica ONLUS, sede legale via IV Novembre 29 Abano Terme (PD),
sede operativa via G. de Pastrovich 1 Trieste (TS)

Tipo di azienda o settore

 

Fondazione

Tipo di impiego

 

Segretario Generale

Principali mansioni e responsabilità

 

Direzione strategica, fund raising, progettazione europea e bandi speciali. Vincitrice del Premio Minerva Anna Maria Mammoliti  (Campidoglio,  2013), sezione Imprenditoria Sociale

 

Date (da – a)

 

Dal 2013 ad oggi

Nome e indirizzo del datore di lavoro

 

Ca’ Foscari Università di Venezia, Dorsoduro 3246 - 30123 Venezia

Tipo di azienda o settore

 

Università

Tipo di impiego

 

Delegato del Rettore per le iniziative a supporto dell’assistenza, integrazione e benessere delle persone alla disabilità

Principali mansioni e responsabilità

 

Progetti a sostegno e di valorizzazione di studenti con disabilità e DSA

 

 

Date (da – a)

 

Dal 2002 ad oggi

Nome e indirizzo del datore di lavoro

 

Dipartimento di Management (ex Economia Aziendale), Ca’ Foscari Università di Venezia, Cannaregio 873, 30121 Venezia

Tipo di azienda o settore

 

Università

Tipo di impiego

 

Professore aggregato

Principali mansioni e responsabilità

 

Ricerca, docenza (marketing internazionale, innovazione, modelli cooperativi), consulenza (marketing internazionale, innovazione strategica, alleanze tra imprese, modelli di cooperazione e co-opetition)

 

Date (da – a)

 

Dal 2000 al 2001

Nome e indirizzo del datore di lavoro

 

Dipartimento di Economia e Direzione Aziendale, Università di Venezia, Cannaregio 873, 30121 Venezia

Tipo di azienda o settore

 

Università

Tipo di impiego

 

Assegnista di ricerca

Principali mansioni e responsabilità

 

Ricerca, consulenza

 

 

Date (da – a)

 

1999

Nome e indirizzo del datore di lavoro

 

Collaboratory for Research on Electronic Work, School of Information, University of Michigan, Ann Arbor, USA

Tipo di azienda o settore

 

Università

Tipo di impiego

 

Ricercatore post-dottorato

Principali mansioni e responsabilità

 

Ricerca, consulenza

 

• Date (da – a)

 

1995

• Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione

 

Economics Department, University of California, Los Angeles (UCLA)

• Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio

 

Macro e microeconomia, economia industriale, psicologia, sociologia

• Qualifica conseguita

 

Fulbright Research Scholar

• Livello nella classificazione nazionale (se pertinente)

 

 

 

Istruzione e formazione

 

• Date (da – a)

 

Dal 1995 al 1998

• Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione

 

Corso di dottorato XI Ciclo “Economia e Gestione delle imprese” Facoltà di Economia, Università di Udine

• Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio

 

Marketing, organizzazione, psicologia, strategia, logistica, gestione della produzione e supply chain management, metodi qualitativi e quantitativi per la ricerca

• Qualifica conseguita

 

Dottore di Ricerca

• Livello nella classificazione nazionale (se pertinente)

 

 

 

 

• Date (da – a)

 

Dal 1996 al 1998

• Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione

 

School of Information, University of Michigan, Ann Arbor, USA

• Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio

 

Metodi di ricerca qualitativi e quantitativi, Sociologia, Economia, Psicologia, Sistemi informativi

• Qualifica conseguita

 

Research Scholar and Teaching Assistant

• Livello nella classificazione nazionale (se pertinente)

 

 

 

• Date (da – a)

 

Dal 1989 al 1994

• Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione

 

Corso di Laurea in Economia Aziendale, Facoltà di Economia, Università Ca’ Foscari, Venezia

• Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio

 

Macro e microeconomia, finanza, marketing, organizzazione, strategia, produzione e supply chain management, storia, sociologia

• Qualifica conseguita

 

Laurea, votazione finale 110 e Lode. Relatore: prof. M.Warglien. Supervisor straniero: Elinor Ostrom, Nobel in Economia 2009

• Livello nella classificazione nazionale (se pertinente)

 

 

 

• Date (da – a)

 

Dal 1984 al 1989

• Nome e tipo di istituto di istruzione o formazione

 

Liceo Scientifico Statale “G.B.Benedetti”, Venezia

• Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio

 

 

• Qualifica conseguita

 

Diploma, votazione finale 60/60

• Livello nella classificazione nazionale (se pertinente)

 

 

 

Capacità e competenze personali

Acquisite nel corso della vita e della carriera ma non necessariamente riconosciute da certificati e diplomi ufficiali.

 

Madrelingua

 

Italiano

 

Altra lingua

 

 

 

Inglese

Capacità di lettura

 

Eccellente

Capacità di scrittura

 

Eccellente

Capacità di espressione orale

 

Eccellente

 

Capacità e competenze relazionali

 

 

Public relation in ambienti multidisciplinari e contesti culturali eterogenei

Elevata propensione al lavoro di gruppo

Creatività

 

Capacità e competenze organizzative  

 

 

Direzione Strategica, Gestione ed organizzazione di team (gruppi di lavoro,  di ricerca) in ambienti tradizionali e mediati da computer.

 

Capacità e competenze tecniche

 

 

padronanza delle principali applicazioni windows e mac 

 

Patente o patenti

 

Patente B

 

Principali progetti in corso e passati di Elena Rocco

 

                 Start Up Digitale: Sviluppo di una piattaforma digitale (Radio Magica) per la fruizione di contenuti educativi e culturali per minori anche con bisogni educativi speciali. Il progetto inizia nel 2010 con un finanziamento del consorzio Impat – ENEA per la nascita di spin off universitari. Dopo una fase di incubazione di 18 mesi, nel 2012 viene creata la start up sociale Fondazione Radio Magica Onlus, con il sostegno di Fondazione Vodafone Italia, Fondazione Paideia Onlus e imprenditori privati. La Fondazione è il più innovativo esempio italiano di applicazione del paradigma della Open Innovation nell’ambito del sociale: oltre 20 case editrici, 5 musei, associazioni pediatriche e medico-sanitarie hanno aderito alla start up, mettendo a disposizione risorse economiche e know how a favore dei nativi digitali. Il progetto ha vinto i seguenti premi Premio Andersen (2014) e primo premio al concorso #web2salute 2013 organizzato dal Coordinamento Nazionale di marketing sociale e FIASO.

                 Digital storytelling. Il digital storytelling (d.s.) e' una tecnica di narrazione attraverso i prodotti digitali (audio, video, immagini, ...). Avvalendosi di numerosi linguaggi, le sue applicazioni , in ambito educativo e comunicativo piu' in generale, possiedono un forte impatto cognitivo ed emotivo. La ricerca si rivolge alle applicazioni del d.s. nel comparto bambini e ragazzi, individuando l'emergere di percorsi evolutivi innovativi a partire dal prodotto cartaceo albo illustrato. Tali percorsi oggi stanno superando i confini del settore editoriale dedicato all'infanzia, intersecandosi da un lato con nuove metodologie didattiche; dall'altro con strategie emergenti di valorizzazione di territori (marketing territoriale) o prodotti (marketing sociale) in linea con le attuali direttive in ambito di sostenibilita'.

                 Nuove strategie per il fund raising nell'epoca dei social. Grazie a Radio Magica è allo studio una ricerca comparativa sulle soluzioni innovative in tema di fund raising, sia su piattaforme di crowdfunding (es produzioni dal basso) , che personal funding (es.rete del dono). Queste piattaforme sono alimentate e alimentano la creazione di comunità temporanee di soggetti interessati a dare sostegno a progetti dedicati a temi ambientali o sociali, generando risultati di diversa ampiezza a seconda della compresenza di vari fattori. la ricerca si focalizza sulla comparazione e sperimentazione di questi modelli e sui fattori contestuali indispensabili per l'utilizzo efficace delle nuove strategie di fundraising e CSR nell'epoca dei social.

                 Leveraging complementarieties: Extra value creation within and among organizations (con V.Filippas di Hero Motors, Delhi, India) La ricerca si focalizza sulla definizione di nuovi modelli organizzativi per lo sfruttamento di complementarità interne ed esterne all’azienda attraverso alleanze a livello internazionale. Lo sfruttamento di complementarità esterne richiede la definizione di strategie ibride o competitive per la definizione e gestione di alleanze e impone quindi la ricerca di innovativi modelli di governance capaci di garantire la collaborazione in un contesto di variabile competizione tra partner (coopetition). La ricerca è corredata da un’analisi empirica di case studies (India, Germania, Canada, US, Francia, Italia).

                 L’architettura delle complementarità (con San Benedetto S.p.A. e Linea d’Ombra S.r.l. e con P.Pellizzari dell'U. di Ca' Foscari, Ve ed E.Bonel dell'U. di Trento) La ricerca, iniziata nel 2003, consiste in uno studio sul campo sul ruolo delle complementarità nell’evoluzione di modelli di business a supporto della definizione di nuovo strategie nell'ambito della produzione di beni fisici e dei servizi. La ricerca è corredata da modelli computer-based capaci di replicare le dinamiche di complementarità osservate nel campo e finalizzati a studiare l’emergere di soluzioni di coordinamento stabili tracciando un confronto con le soluzioni adottate realmente dall’impresa. 

                 Fiducia nell’Internet Banking (con U.Rigoni, dell'U. Ca' Foscari, Ve) Sulla base delle ricerche esistenti in questo settore, con particolare riferimento al recente modello di Kim e Prabahar (K&P 2000, 2002), si prendono in esame i fattori o driver che inducono all’adozione di strumenti Internet Banking. Il risultato della ricerca propone un’estensione del modello di K&P che tiene in considerazione l’effetto di variabili “non tecnologiche”, quali l’effetto dell’intermediario bancario, e della stessa qualità del sito Web come determinante della fiducia dell’utente.

                 Sviluppo nuovi prodotti in imprese distribuite geograficamente (con T.Finholt dell'U of Michigan USA e Lucent Technologies, USA). Il progetto consiste in uno studio empirico sulle problematiche di gestione del lavoro geograficamente distribuito.  Lo studio prende in esame interventi di tipo organizzativo e tecnologico a sostegno della collaborazione tra individui coinvolti in attività complesse ad elevata interdipendenza.  In particolare, la ricerca studia processi di collaborazione remota e soluzioni organizzative per lo sviluppo e manutenzione di prodotti software tra individui parte di uno stesso team distribuito tra 4 sedi (India, Germania, Inghilterra, USA).

                 Intelligenza Sociale e dilemmi sociali . Lo studio è rivolto all’analisi di dilemmi sociali tra agenti indipendenti coinvolti in giochi di non cooperazione e all’individuazione delle tecniche per superare tali dilemmi.  Usando modelli basati sulla teoria dei giochi ed esperimenti sia con individui che con agenti automatizzati, vengono analizzate le variabili gestibili in modo flessibile in ambienti on-line per risolvere problemi reali che sottendono dilemmi sociali.  Il progetto mira ad analizzare come gli individui siano in grado di acquisire «intelligenza sociale» partecipando a giochi sperimentali, suggerendo soluzioni strutturali (ad esempio tattiche basate sulla reciprocità di gruppo) ed istituzionali (ad esempio, sistemi di incentivo e punizione) per superare tali dilemmi.

                 L’apprendimento del linguaggio Java: l’esperienza di Java Factory. La ricerca consiste in uno studio etnografico condotto presso Sun Microsystems, Southfield, Michigan, nel 1997.  La ricerca è volta ad analizzare il ruolo di supporti visivi, tecnologie ed artifatti fisici (boundary object) a sostegno dell’apprendimento di gruppo in una comunità di programmatori.  L’esperienza Java Factory consiste nell’apprendimento intensivo di sei settimane del linguaggio di programmazione ad oggetti Java.

                 Comunicazione e sviluppo di routines in una nuova impresa: il caso Omnitel. (con M.Warglien U. Venezia e A.Narduzzo U. di Bolzano) Il progetto, condotto in Italia nel 1996 presso Omnitel Pronto Italia, società fornitrice di servizi di comunicazione cellulare.  All'epoca, l'attuale Vodafone era una neonata organizzazione impegnata in un rapido processo di accumulazione di competenze nelle attività critiche di installazione e gestione della rete fisica.  Tra gli obiettivi del progetto vi è la comprensione del ruolo chiave di fattori, quali condivisione di precedenti esperienze e provenienza dalla medesima società, nell’influenzare l’emergere di alcune pratiche di lavoro e procedure formali di coordinamento della nuova organizzazione.

                 Dilemmi sociali ed effetti della comunicazione faccia a faccia, elettronica e «mista»sull’emergere della fiducia. Lo studio consiste in un esperimento che replica una situazione di dilemma sociale tra n giocatori ed è rivolto alla verifica sperimentale di alcune ipotesi sull’emergere della fiducia in diversi ambienti caratterizzati da forme di comunicazione diverse (faccia a faccia, mediata da computer, mista).  I risultati sperimentali evidenziano i benefici in termini di cooperazione di forme di comunicazione che includano, almeno in parte, la comunicazione faccia a faccia.

© Ca'Foscari 2014