Home > Ricerca > Innovazione > Riviste telematiche > DEP Deportate, Esuli e Profughe > Numeri pregressi > n. 22, 05/2013 - Voci femminili dai lager sovietici (numero speciale) > Parte I > Nadia Cicognini, Nina Ljugovskaja, la storia di una “colpevole senza colpa”

Nadia Cicognini, Nina Ljugovskaja, la storia di una “colpevole senza colpa”

During the 1990s, in post-Communist Russia, several archives were declassified, revealing to academic researchers of Soviet history previously unpublished documentary sources. Found almost by chance in the KGB archives was the diary of  teenager Nina Lugovskaja, a victim of the 1937-38 repressions, which represents a discovery of great interest. The diary offers valuable historical evidence on how people really lived in the Soviet Union during the years of the Great Terror.

Negli anni Novanta, nella Russia post-comunista, numerosi archivi vengono dissecretati, rivelando fonti documentali inedite a ricercatori e studiosi di storia sovietica. Di eccezionale interesse a tale riguardo è la scoperta del diario dell’adolescente Nina Lugovskaja, vittima delle repressioni degli anni 1937-38, rinvenuto quasi per caso negli archivi del Kgb. Il diario costituisce una testimonianza storica preziosa sulla vita quotidiana in Unione Sovietica negli anni del Terrore staliniano.


04_Cicognini.pdf

File Adobe Acrobat
Tipo File: File Adobe Acrobat
Dimensione: 428169 Byte

Documento in formato Adobe Acrobat.

Per visualizzare questo documento è necessario aver installato nel proprio computer un programma che permetta di visualizzare i file pdf.

- Nei sistemi windows e macintosh utilizzare Adobe Acrobat Reader

- Nei sistemi linux utilizzare il comando xpdf nomefile

 

Se si utilizza il browser MSIE è possibile che il documento venga aperto direttamente, se l'utente vuole salvare una copia nel suo hard disk deve cliccare sull'icona qui a fianco con il tasto destro del mouse e selezionare la voce "Salva oggetto con nome..."

© Ca'Foscari 2017

Ultima modifica: 13/10/2013 da Rivista DEP