Home > Ricerca > Innovazione > Riviste telematiche > DEP Deportate, Esuli e Profughe > Numeri pregressi > n. 22, 05/2013 - Voci femminili dai lager sovietici (numero speciale) > Parte I > Francesca Fici, Olga Adamova Sliozberg, per non dimenticare

Francesca Fici, Olga Adamova Sliozberg, per non dimenticare

Olga Adamova-Sliozberg wrote her autobiography when she came out of exile and returned to civil life in Moscow. For eight years she had been writing it mentally, every day, every minute of her life. She thought of this book when she worked in the freezing woods of Kolyma, dreaming of seeing her children again; during the few hours of rest; when she listened to the dozen of stories of other women she met during the imprisonment. First mentally, and then in fact, her book filled with the stories of the other women, young and old, whom she met on her way.

Olga Adamova-Sliozberg ha scritto la propria autobiografia al ritorno dall’esilio, ma l’ha redatta mentalmente negli otto anni di prigionia. L’ha pensata di continuo, mentre lavorava nelle foreste gelate della Kolyma, sognando di rivedere un giorno i suoi bambini, durante le poche ore di riposo, o quando ascoltava le storie che le raccontavano le compagne di prigionia. E il suo libro è andato riempiendosi delle storie di tante altre donne, giovani e vecchie, incontrate lungo il suo cammino.


05_Fici.pdf

File Adobe Acrobat
Tipo File: File Adobe Acrobat
Dimensione: 368648 Byte

Documento in formato Adobe Acrobat.

Per visualizzare questo documento è necessario aver installato nel proprio computer un programma che permetta di visualizzare i file pdf.

- Nei sistemi windows e macintosh utilizzare Adobe Acrobat Reader

- Nei sistemi linux utilizzare il comando xpdf nomefile

 

Se si utilizza il browser MSIE è possibile che il documento venga aperto direttamente, se l'utente vuole salvare una copia nel suo hard disk deve cliccare sull'icona qui a fianco con il tasto destro del mouse e selezionare la voce "Salva oggetto con nome..."

© Ca'Foscari 2017

Ultima modifica: 19/05/2013 da Rivista DEP