Home > Ricerca > Innovazione > Riviste telematiche > DEP Deportate, Esuli e Profughe > Numeri pregressi > n. 23, 07/2013 - Femminismo e questione animale > Ricerche/La riflessione

Ricerche/La riflessione

Alicia Puleo, Presentazione

File Adobe Acrobat

Bruna Bianchi, Come i secchi nel pozzo

Based on an extensive analysis of the writings of Anna Kingsford, Mona Caird, Vernon Lee, and, above all, Frances Power Cobbe, the essay gives an account of women's activism in antivivisectionist campaigns and dwells on the themes of feminist theoretical reflection on the relationship between gender and science, violence against women and violence to animals, on the meaning of human progress and on the ways to achieve it.

Sulla base di un'analisi degli scritti di Anna Kingsford, Mona Caird, Vernon Lee e, specialmente, di Frances Power Cobbe, il saggio ricostruisce l'attività femminile nelle campagne antivivisezioniste illustra alcuni temi della riflessione femminista, sul rapporto tra genere e scienza, sul nesso tra violenza alle donne e violenza agli animali, sul significato del progresso umano e le vie per raggiungerlo.

File Adobe Acrobat

Melanie Bujok, Animals, Women and Social Hierarchies: Reflections on Power Relations

In western thought animals and women form the opposite and societal devalued pole to men and, to all characteristics ascribed to men. Women and animals become the antithesis of culture, civilization, reason and progress. This positioning legitimates their subjugation and use as material and symbolic instruments for men's accumulation of capital.

Nel pensiero occidentale gli animali e le donne appartengono alla polarità sociale opposta e svalutata rispetto agli uomini e a tutto ciò che li riguarda. Donne e animali sono viste in antitesi alla cultura, alla civiltà, alla ragione e al progresso. Questo posizionamento ne legittima la sottomissione e il loro uso come strumenti materiali e simbolici ai fini dell'accumulazione capitalistica.

File Adobe Acrobat

Maneesha Deckha, Animal Advocacy, Feminism and Intersectionality

The gendered and intersectional dimensions of the animal advocacy movement provide an important reason for “the animal question” to be embraced as a feminist issue and, concomitantly, for feminists to consider animal identity and human privilege as acceptable elements of an intersectional analysis.

Le dimensioni intersezionali e di genere nel movimento animalista sono ragioni importanti per includere la “questione animale” nel femminismo e contemporaneamente per consentire alle femministe di considerare l'identità animale e i privilegi umani come elementi delle analisi intersezionali.

File Adobe Acrobat

Lisa Kemmerer, Ecofeminism, Women, Environment, Animals

Feminist thinkers, focused on moving toward sex equality, turned their attention to the root causes of sexism and the oppression of women. In the process, thinkers and authors such as Carol Adams, Josephine Donovan, Greta Gaard, and Marti Kheel unearthed common ground between feminists, environmentalists, and animal activists, connecting with and advancing a comparatively new school of thought, Ecofeminism.

Tra le femministe che hanno rivolto la loro attenzione alle cause del sessismo e dell'oppressione delle donne, per realizzare l'uguaglianza tra i sessi Carol Adams, Josephine Donovan, Greta Gaard, e Marti Kheel hanno portato alla luce gli elementi comuni tra femministe, ambientalisti e animalisti, proponendo connessioni con il pensiero innovativo dell'ecofemminismo.

File Adobe Acrobat

Alicia Puleo, Uno sguardo econfemminista alla tauromachia

The paper offers some critical arguments on the bloody tradition of the bullfight, a concentration of androcentrism and anthropocentrism. The women that wanted to undertake the taurine career have always found many obstacles, and some feminists use the concept of “equal opportunies” to tear the wall that divide women from the taromachy.

Il saggio offre alcuni spunti critici sulla tradizione cruenta della corrida, quale concentrato di androcentrismo e antropocentrismo. Le donne che hanno voluto intraprendere la carriera taurina hanno trovato sempre molti ostacoli, e alcune femministe suggeriscono che anche questa barriera debba essere superata attraverso il concetto di “pari opportunità”.

File Adobe Acrobat

Agnese Pignataro, Allevamento di animali domestici ed etica del care: armonia o conflitto?

This paper discusses the inconsistency of the interpretation that animal husbandry in its essence, independently of its capitalistic outcome, is really compatible with the attitude of attention towards the “other” that Carol Gilligan theorized in the notion of care.

Il saggio presenta una riflessione critica dell'interpretazione che considera l'allevamento animale indipendente dalle sue finalità capitalistiche e lo dichiara incompatibile con gli atteggiamenti di attenzione e cura per l'”altro” secondo l'approccio di Carol Gilligan.

File Adobe Acrobat

© Ca'Foscari 2017

Ultima modifica: 09/08/2013 da System Administrators