Home > Ricerca > Innovazione > Riviste telematiche > DEP Deportate, Esuli e Profughe > Numeri pregressi > n. 23, 07/2013 - Femminismo e questione animale > Documenti

Documenti

Josephine Donovan, Diritti animali e teoria  femminista

This is a translation of Josephine Donovan’s article, Animal Rights and Feminist Theory, published in “Signs: Journal of Women in Culture and Society” XV, 1990, 2, pp. 350-375. Criticizing Tom Regan’s theories about natural rights and Peter Singer s’ utilitarian philosophy, the Author faces with the problem of animal rights, arguing that the ecofeminist approach offers a ethical perspective about the relationship between humans and animals. Recognizing that animals have feelings and can suffer, the solidarity and the empathy between women and animals could be the strongpoint for a new approach towards another forms of life.

Il saggio di Josephine Donovan, Diritti animali e teoria femminista, è la traduzione dell’articolo Animal Rights and Feminist Theory, pubblicato sulla rivista “Signs: Journal of Women in Culture and Society” XV, 1990, 2, pp. 350-375. L’Autrice affronta la questione dei diritti animali a partire dalla critica delle teorie di Tom Regan sul diritto naturale e di Peter Singer sulla filosofia utilitarista. Mentre il razionalismo, sin da Cartesio e Bacone, ha posto le basi per la giustificazione con pretesti scientifici della tortura sugli animali, l’approccio femminista offre invece un’etica di relazione tra umani e animali che parte dalla fatto che la scienza dominante li ha considerati esseri non razionali, da soggiogare (e annientare). Il riconoscimento che anche gli animali provano sentimenti, secondo Donovan, costituisce la base per costruire un nuovo modo di pensare e relazionarsi con le altre forme di vita.

File Adobe Acrobat

© Ca'Foscari 2017

Ultima modifica: 09/08/2013 da System Administrators