Home > Ricerca > Innovazione > Riviste telematiche > DEP Deportate, Esuli e Profughe > Numeri pregressi > n. 24, 02/2014 - Miscellaneo > Ricerche > Nicola Ruzza, Gli stupri etnici nelle guerre dell’ex Jugoslavia. Sguardo delle scrittrici migranti

Nicola Ruzza, Gli stupri etnici nelle guerre dell’ex Jugoslavia. Sguardo delle scrittrici migranti

This article investigates the problem of the ethnic rapes committed during the Yugoslav wars in 1990s. The analysis focuses on the books of four Balkan immigrant writers and it highlights violences used against women with the intention of defacing the enemy community and setting the conditions for ethnic hatred to perpetuate itself from generation to generation.

Questo articolo esamina il problema degli stupri etnici commessi durante le guerre jugoslave negli anni Novanta. L'analisi si concentra sui libri di quattro scrittrici balcaniche migranti e mette in luce le violenze usate contro le donne con l'intenzione di deturpare la comunità nemica e porre le condizioni affinché l'odio etnico si perpetui di generazione in generazione.


02_Ruzza.pdf

File Adobe Acrobat
Tipo File: File Adobe Acrobat
Dimensione: 546149 Byte

Documento in formato Adobe Acrobat.

Per visualizzare questo documento è necessario aver installato nel proprio computer un programma che permetta di visualizzare i file pdf.

- Nei sistemi windows e macintosh utilizzare Adobe Acrobat Reader

- Nei sistemi linux utilizzare il comando xpdf nomefile

 

Se si utilizza il browser MSIE è possibile che il documento venga aperto direttamente, se l'utente vuole salvare una copia nel suo hard disk deve cliccare sull'icona qui a fianco con il tasto destro del mouse e selezionare la voce "Salva oggetto con nome..."

© Ca'Foscari 2017

Ultima modifica: 02/02/2014 da Rivista DEP