Home > Ricerca > Innovazione > Riviste telematiche > DEP Deportate, Esuli e Profughe > Ultimo numero > n. 34, 07/2017 - Numero monografico > Documenti

Documenti

Nina Boyle, What is Slavery?, trad. e cura di Bruna Bianchi
Riassunto: Nel suo pamphlet, Nina Boyle affermò che la Convenzione contro la schiavitù era deliberatamente priva di misure di protezione delle donne dalla tratta e dal matrimonio forzato. La femminista identificava nella tratta delle donne a scopo di prostituzione e nella vendita di ragazze con scopo di matrimonio delle forme di schiavitù delle quali solo le donne erano vittime.

Abstract: In her pamphlet, Nina Boyle affirmed that the Anti-Slavery Convention was deliberately devoid of measures aimed at protecting women from trafficking and forced marriage. The feminist identified the trafficking of women for prostitution and the selling of girls to enter forced marriages as forms of slavery of which only women were victims.

File Adobe Acrobat

Comitato ONU sui diritti dell’infanzia e l’adolescenza, Il diritto del minore alla libertà da ogni forma di violenza, trad. di Aurora Granata, a cura di Sara De Vido
Riassunto: Il Commento Generale n. 13 del Comitato ONU sui diritti dell’infanzia e l’adolescenza descrive le forme di violenza di cui i minori sono vittime, inclusa la violenza psicologica, l’abbandono e forme di violenza “culturalmente motivate”.

Abstract:  General Comment no. 13 of the UN Committee on Rights of the Child analyses the different forms of violence of which minors are victims, including psychological violence, abandonment and forms of “culturally-motivated” violence.

File Adobe Acrobat

Ahmed Nafeez, Unworthy victims: Western wars have killed four million Muslims since 1990; Felicity Arbuthnot, Dedicated to Madeleine Albright, on behalf of the children of Iraq, whose lives were a "Price Worth it”, trad. di Alexandra David e Veronica Pietrobono, cura di Pietro Basso
Riassunto: I due articoli parlano di guerre e sanzioni, in Iraq and Afghanistan, che hanno avuto come vittime la popolazione civile, soprattutto i bambini e le bambine. Ciò è avvenuto nell’indifferenza della comunità internazionale,

Abstract: The two articles focus on wars and sanctions, in Iraq and Afghanistan, which have had the civilians as primary victims, in particular children. The international community has stood silent and indifferent. 

File Adobe Acrobat

© Ca'Foscari 2017

Ultima modifica: 11/01/2017 da System Administrators