Home > Ricerca > Innovazione > Riviste telematiche > DEP Deportate, Esuli e Profughe > Numeri pregressi > n. 33, 01/2017 - Numero miscellaneo > Ricerche

Ricerche

Laura De Giorgi, Esperienze e percorsi delle donne italiane nella Cina di Mao
The role of Italian women in creating and developing the relations with the People’s Republic of China during the Cold War and their contribution to the knowledge of Chinese civilization in Italy is still unexplored. As a starting point for future research, this paper focuses on the relationships between Italian and Chinese women’s organizations, and on the actual experiences of two Communist women activists living in the People’s Republic at that time, Maria Teresa Regard and Marisa Musu.

Il ruolo delle donne italiane nel creare e sviluppare relazioni con la Repubblica Popolare Cinese durante la Guerra fredda e il loro contributo alla conoscenza della civiltà cinese in Italia resta ancora inesplorato. Come punto di partenza per future ricerche, questo saggio si sofferma sulle relazioni tra le organizzazioni femminili italiane e cinesi e sulle esperienze di due attiviste comuniste che al tempo vivevano nella Repubblica popolare: Maria Teresa Regard e Marisa Musu.

File Adobe Acrobat

Dagmar Wernitznig, Scholar and Practitioner of Nonviolence: The Life and Work of Mary Elizabeth King
This article chronicles the life and work of Mary Elizabeth King, a scholar and practitioner of nonviolent civil resistance for more than five decades. “Scholar and Practitioner of Peace” attempts to contextualize Mary’s leadership for widening the understanding of nonviolent civil resistance, gender and peacebuilding, and women’s rights.

Questo saggio traccia un profilo della vita e dell’attività di Mary Elizabeth King, studiosa e attivista della resistenza nonviolenta per oltre un cinquantennio. Scholar and Pratictioner cerca di contestualizzare il suo impegno per estendere la comprensione della resistenza civile nonviolenta, del rapporto tra diritti delle donne e impegno per la pace.

File Adobe Acrobat

Sara Mirtillo, La storia vocazionale di Madeleine Slade
Madeleine Slade was born and grew up in London in an aristocratic family. Her story is rather well known since she met the French writer Romain Rolland in 1925. He was the biographer of Mahatma Gandhi, and he influenced her so greatly that she chose to become Gandhi’s spiritual daughter, taking the name Mirabehen. The aim of the present work is to examine the coherence of Madeleine’s path, taking into account her biography and her spiritual life.

La storia di Madeleine Slade, nata e cresciuta in una famiglia aristocratica londinese, è ben nota da quando, nel 1925, conobbe Romain Rolland, biografo di Gandhi. Lo scrittore francese la influenzò al punto che ella volle diventare figlia spirituale di Gandhi assumendo il nome di Mirabehen. Questo saggio si interroga sulla coerenza del percorso di Madeleine e prende in considerazione le sue vicende personali e la sua vita spirituale.

File Adobe Acrobat

Valeria Sforzini, Mariella Mehr
 - La bambina della strada
This paper offers an analysis of the life and of the autobiography of Mariella Mehr, Jenisch poet born in Zurich in 1947. The first part gives historical background information about the Jenisch ethnic group and the “Kinder der Landstrasse” plan, a program based on the eugenic studies carried out in Switzerland after the Second World War. The second part of this work aims at presenting some biographical aspects of the life of Mariella Mehr, underlining the main events included in her autobiographical novel “Steinzeit”.

Questo saggio offre un’analisi della vita e dell’autobiografia di Mariella Mehr, poetessa Jenisch nata a Zurigo nel 1947. La prima parte traccia un inquadramento informativo generale sul gruppo etnico Jenisch e sul progetto “Bambini della strada”, un programma basato su studi eugenetici e realizzato in Svizzera dopo la Seconda guerra mondiale. La seconda parte del saggio presenta alcuni aspetti della vita di Mariella Mehr sui quali la poetessa si sofferma nel suo romanzo autobiografico Steinzeit

File Adobe Acrobat

Guido Samarani, Seguire il marito... Donne italiane nella Cina tra guerra e pace (fine Ottocento- prima parte del Novecento)
The stories of the lives and experiences of Maria Gigli Cervi Pansa, Luisa Fabbri Chieri and Carina Balsamo Sforza introduce us to a world, China, where the three protagonists lived during the first part of their youth. Most of their experience was spent within the foreign concessions, far from the daily sufferance and drama which marked the lives of most Chinese at that time. However, in their memories none of them seems to have forgotten the “real China”. A China which was deeply and dramatically plunged into a spiral of violence.

Le storie di vita e le esperienze di Maria Gigli Cervi Pansa, Luisa Fabbri Chieri e Carina Balsamo Sforza ci introducono in un mondo, la Cina, dove le tre protagoniste hanno vissuto nella prima giovinezza. Gran parte delle loro esperienze furono vissute lontano dai drammi e delle sofferenze quotidiane della popolazione cinese del tempo. Tuttavia, nelle loro memorie, nessuna di loro sembra aver dimenticato la “Vera Cina”. Una Cina profondamente e drammaticamente immersa in una spirale di violenza.

File Adobe Acrobat

© Ca'Foscari 2017

Ultima modifica: 11/01/2017 da System Administrators