Home > Ricerca > Innovazione > Riviste telematiche > DEP Deportate, Esuli e Profughe > Numeri pregressi > n. 4, 03/2006 - Donne in fuga dalla guerra > Ricerche > D. Brighigni, Donne in guerra. Dalle carte dell'Archivio Diaristico Nazionale

D. Brighigni, Donne in guerra. Dalle carte dell'Archivio Diaristico Nazionale

L'archivio diaristico nazionale è stato fondato nel 1984 a Pieve Santo Stefano, un piccolo centro toscano, e raccoglie circa 5.000 racconti autobiografici di gente comune. Di questi, 670 sono scritti da donne e riguardano la Seconda guerra mondiale. I diari femminili hanno un valore particolare; le donne scrivono della loro guerra privata e raccontano l'altra faccia della guerra. Si tratta di narrazioni essenziali, introspettive, che parlano delle difficoltà quotidiane, della sopravvivenza nei lager, della deportazione, del dolore dell'attesa. Le storie conservate a Pieve consentono allo studioso di coòprendere la storia dell'"Italia minore", quella della gente comune e le donne affermano il loro diritto di essere ascoltate.

The National Diary Archive was founded in 1984 in Pieve Santo Stefano, a small town in Tuscany: it contains about 5000 autobiographic stories, written by common people. We have about 670 stories, experienced and written by women, regarding World War II. The war writings are the most numerous in the diaries, but the women’s ones have a particular value. It is a way of telling the other face of the war: women even tell their private war. It is an introspective but essential narration and it can convey to readers the everyday difficulties, the survival in lagers, deportation and the sorrow of waiting. Private memories define the identity of people and their truth is subjective and objective at the same time. The stories kept in Pieve permit scholars to understand the history of the “minor Italy” of common people, and women demand the right to be listened to. Their writings emerge from their rooms and become a portrait of a lifestyle and of a personal sensibility. To have more information about the Foundation’s activities you can visit www.archiviodiari.it


2_Donne_in_guerra.pdf

File Adobe Acrobat
Tipo File: File Adobe Acrobat
Dimensione: 109374 Byte

Documento in formato Adobe Acrobat.

Per visualizzare questo documento è necessario aver installato nel proprio computer un programma che permetta di visualizzare i file pdf.

- Nei sistemi windows e macintosh utilizzare Adobe Acrobat Reader

- Nei sistemi linux utilizzare il comando xpdf nomefile

 

Se si utilizza il browser MSIE è possibile che il documento venga aperto direttamente, se l'utente vuole salvare una copia nel suo hard disk deve cliccare sull'icona qui a fianco con il tasto destro del mouse e selezionare la voce "Salva oggetto con nome..."


2_Donne_in_guerra.rtf

Documento Rich Text Format
Tipo File: Documento Rich Text Format
Dimensione: 568320 Byte

Documento Rich Text Format.

Per visualizzare questo documento è necessario aver installato nel proprio computer una applicazione in grado di visualizzare i file RTF. Nei sistemi Windows e Macintosh si può usare l'applicazione Microsoft Word , nei sistemi linux, si può utilizzare OpenOffice o StarOffice.

Se si utilizza il browser MSIE è possibile che il documento venga aperto direttamente, se l'utente vuole salvare una copia nel suo hard disk deve cliccare sull'icona qui a fianco con il tasto destro del mouse e selezionare la voce "Salva oggetto con nome..."


2_Donne_in_guerra.zip

Archivio ZIP
Tipo File: Archivio ZIP
Dimensione: 105048 Byte

Archivio Zip.

Questo file è un archivio, cioè un file che contiene altri file compressi. Per visualizzare i file contenuti è necessario salvare il file sul proprio computer e quindi aprirlo utilizzando una applicazione in grado di decomprimere i file zip.

  • Nei sistiemi windows è possibile utilizzare WinZip scaricabile da http://www.winzip.com
  • Nei sistemi linux utilizzare il comando: unzip file.zip

© Ca'Foscari 2017

Ultima modifica: 14/06/2009 da Rivista DEP