Home > Ricerca > Innovazione > Riviste telematiche > DEP Deportate, Esuli e Profughe > Numeri pregressi > n. 5/6, 12/2006 - Diritti individuali e stato di eccezione > Ricerche > G. Procacci, L'internamento di civili in Italia durante la prima guerra mondiale

G. Procacci, L'internamento di civili in Italia durante la prima guerra mondiale

Durante la prima guerra mondiale in Italia migliaia di civili austriaci, abitanti nei territori occupati dall'esercito italiano, e Italiani, provenienti principalmente dalle zone di frontiera, furono internati in località lontane, soprattutto nel Sud e nelle isole. L'accusa loro rivolta era quella di sospetto spionaggio, di sentimenti antipatriottici e sovversivi. L'internamento veniva attuato dalle autorità militari, ed era un atto di polizia amministrativa; in quanto tale, non doveva essere preceduto da processo. Ciò permise arbitri ed abusi, che nell'ultimo anno di guerra furono sofferti soprattutto da quanti erano considerati possibili agitatori sociali. Molti militanti socialisti e numerosi parroci, per i quali non esistevano prove di colpevolezza, ma solo sospetti,  vennero quindi allontanati e internati. In questa fase il provvedimento fu preso non solo dalle autorità militari, ma anche da quelle civili di pubblica sicurezza. Il saggio analizza la normativa e i conflitti di competenza tra le due autorità   

During the First World War in Italy, thousands of Austrian civilians - who were living in the territories occupied by the Italian army - and Italian people mainly from areas near the border, were interned in very distant places, in particular in the South of Italy and the islands. They had been accused of suspect espionage and of anti-patriotic feelings. The internment, an act of administrative policing, was carried out by the army; therefore it required no trial. This led to an abuse of liberties for those who were considered political agitators during their last year of internment. Many socialist militants and several priests were interned without any evidence of guilt, but only on the basis of suspicions. During this phase of the conflict these measures were taken by the military authorities, but also by the civil authority who dealt with public security. The purpose of my essay is to analyse the norms and the conflicts arising between the two authorities.


3_Procacci.pdf

File Adobe Acrobat
Tipo File: File Adobe Acrobat
Dimensione: 326040 Byte

Documento in formato Adobe Acrobat.

Per visualizzare questo documento è necessario aver installato nel proprio computer un programma che permetta di visualizzare i file pdf.

- Nei sistemi windows e macintosh utilizzare Adobe Acrobat Reader

- Nei sistemi linux utilizzare il comando xpdf nomefile

 

Se si utilizza il browser MSIE è possibile che il documento venga aperto direttamente, se l'utente vuole salvare una copia nel suo hard disk deve cliccare sull'icona qui a fianco con il tasto destro del mouse e selezionare la voce "Salva oggetto con nome..."


3_Procacci.rtf

Documento Rich Text Format
Tipo File: Documento Rich Text Format
Dimensione: 3931208 Byte

Documento Rich Text Format.

Per visualizzare questo documento è necessario aver installato nel proprio computer una applicazione in grado di visualizzare i file RTF. Nei sistemi Windows e Macintosh si può usare l'applicazione Microsoft Word , nei sistemi linux, si può utilizzare OpenOffice o StarOffice.

Se si utilizza il browser MSIE è possibile che il documento venga aperto direttamente, se l'utente vuole salvare una copia nel suo hard disk deve cliccare sull'icona qui a fianco con il tasto destro del mouse e selezionare la voce "Salva oggetto con nome..."


3_Procacci.zip

Archivio ZIP
Tipo File: Archivio ZIP
Dimensione: 312969 Byte

Archivio Zip.

Questo file è un archivio, cioè un file che contiene altri file compressi. Per visualizzare i file contenuti è necessario salvare il file sul proprio computer e quindi aprirlo utilizzando una applicazione in grado di decomprimere i file zip.

  • Nei sistiemi windows è possibile utilizzare WinZip scaricabile da http://www.winzip.com
  • Nei sistemi linux utilizzare il comando: unzip file.zip

© Ca'Foscari 2017

Ultima modifica: 14/06/2009 da Rivista DEP