Home > Ricerca > Innovazione > Riviste telematiche > DEP Deportate, Esuli e Profughe > Numeri pregressi > n. 5/6, 12/2006 - Diritti individuali e stato di eccezione > Ricerche > I. Gjergji, Espulsione, trattenimento, disciplinamento. CPT e forza lavoro clandestina

I. Gjergji, Espulsione, trattenimento, disciplinamento. CPT e forza lavoro clandestina

Il saggio si propone di analizzare il rapporto tra i centri di detenzione temporanea per gli immigrati e il sistema economico contemporaneo; nella logica capitalistica infatti ogni istituzione si configura come un organismo produttivo, mentre lo scopo dichiarato della sua esistenza risulta irrilevante. L'attuale politica immigratoria a livello europeo, inclusa quella italiana, sembra essere orientata alla svalutazione della forza-lavoro immigrata in Occidente. I centri di permanenza temporanea sono l'emblema di tale politica perché contribuiscono a criminalizzare e a stigmatizzare l'immigrazione in se stessa a prescindere dai comportamenti individuali. Infatti gli immigrati sono trattenuti in questi centri solo in virtù del loro status di immigrati, senza aver commesso alcun reato. La detenzione degli immigrati è praticata per normalizzare l'intero processo della produzione dei lavoratori clandestini di cui le industrie occidentali hanno tanto bisogno.

The purpose of this essay is to analyze the existent connection between immigrant detention centres and the contemporary economic system, since, according to capitalistic logic, each institution becomes a productive organism, whose aim and justification of existence appear to be irrelevant. The current European – and Italian – policy on immigration seems to be oriented towards the devaluation of the immigrant work force in the West. Immigrant detention centres are the emblem of this immigration policy, since they contribute to crime and stigmatize migration, without considering real individual behaviour. As a matter of fact, immigrants are detained in these centres only because of their immigrant status, not because they have ever committed a crime. The detention of immigrant people is used to normalize the whole process of clandestine worker production, which is needed by Western industry.The purpose of this essay is to analyze the existent connection between immigrant detention centres and the contemporary economic system, since, according to capitalistic logic, each institution becomes a productive organism, whose aim and justification of existence appear to be irrelevant. The current European – and Italian – policy on immigration seems to be oriented towards the devaluation of the immigrant work force in the West. Immigrant detention centres are the emblem of this immigration policy, since they contribute to crime and stigmatize migration, without considering real individual behaviour. As a matter of fact, immigrants are detained in these centres only because of their immigrant status, not because they have ever committed a crime. The detention of immigrant people is used to normalize the whole process of clandestine worker production, which is needed by Western industry.

 


7_Gjergji1.pdf

File Adobe Acrobat
Tipo File: File Adobe Acrobat
Dimensione: 315275 Byte

Documento in formato Adobe Acrobat.

Per visualizzare questo documento è necessario aver installato nel proprio computer un programma che permetta di visualizzare i file pdf.

- Nei sistemi windows e macintosh utilizzare Adobe Acrobat Reader

- Nei sistemi linux utilizzare il comando xpdf nomefile

 

Se si utilizza il browser MSIE è possibile che il documento venga aperto direttamente, se l'utente vuole salvare una copia nel suo hard disk deve cliccare sull'icona qui a fianco con il tasto destro del mouse e selezionare la voce "Salva oggetto con nome..."


7_Gjergji1.rtf

Documento Rich Text Format
Tipo File: Documento Rich Text Format
Dimensione: 3673514 Byte

Documento Rich Text Format.

Per visualizzare questo documento è necessario aver installato nel proprio computer una applicazione in grado di visualizzare i file RTF. Nei sistemi Windows e Macintosh si può usare l'applicazione Microsoft Word , nei sistemi linux, si può utilizzare OpenOffice o StarOffice.

Se si utilizza il browser MSIE è possibile che il documento venga aperto direttamente, se l'utente vuole salvare una copia nel suo hard disk deve cliccare sull'icona qui a fianco con il tasto destro del mouse e selezionare la voce "Salva oggetto con nome..."


7_Gjergji1.zip

Archivio ZIP
Tipo File: Archivio ZIP
Dimensione: 302360 Byte

Archivio Zip.

Questo file è un archivio, cioè un file che contiene altri file compressi. Per visualizzare i file contenuti è necessario salvare il file sul proprio computer e quindi aprirlo utilizzando una applicazione in grado di decomprimere i file zip.

  • Nei sistiemi windows è possibile utilizzare WinZip scaricabile da http://www.winzip.com
  • Nei sistemi linux utilizzare il comando: unzip file.zip

© Ca'Foscari 2017

Ultima modifica: 14/06/2009 da Rivista DEP