Home > Ateneo > Organizzazione > Dipartimenti > Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati > Dipartimento > Persone DSLCC > Ricerca Persone

Ricerca Persone

Cognome/Nome

Telefono/Fax:

Email

COSTANTINI Alessandro

Feed RSS Feed RSS degli avvisi personali

 

esame domande stage

Data pubblicazione: 27/07/2014

Domani, lunedì 28 luglio, eccezionalmente il prof. Costantini sarà nel suo studio al Cosulich nel primo pomeriggio, verso/a partire dalle 15.45-16.00.

Chi volesse, può sottoporre progetti formativi per stage (anche lasciandoli per tempo in portineria): saranno esaminati - ed eventualmente approvati - seduta stante.

Leggere attentamente prima di scrivere al docente

Data pubblicazione: 24/07/2014

Leggere attentamente prima di scrivere al docente

 Cari studenti,

 un messaggio di posta elettronica può essere un mezzo rapido, diretto ed efficiente per comunicare con i docenti, ma è indispensabile attenersi a certe regole di base per garantire che svolga la sua funzione.

 PREMESSA: Oggi il traffico di email è massiccio, e ogni messaggio superfluo rallenta le risposte a quelli necessari e urgenti. Quindi, oltre a non aspettarvi una risposta immediata, ricordatevi che un docente può trovarsi a smistare decine di messaggi al giorno.

 NECESSITA'. Accertatevi bene che l'email sia davvero il modo migliore per trovare risposta alla vostra domanda e che il destinatario sia la persona competente per il vostro problema.

 PRIMA DI SCRIVERE consultate preliminarmente e molto attentamente le pagine web dell'università: solo se l'informazione che cercate non è disponibile, allora procedete a contattare il docente.

 SUPERFLUO? Non chiedete conferma di informazioni già annunciate da altri fonti ufficiali. Se si dice che il docente riceve giovedì alle 10.30, non scrivetegli per chiedere se è proprio così...

 OGGETTO. Delle parole chiave nell'oggetto del messaggio ("Esame Lingua 3", "Erasmus", "Appuntamento", ecc.) sono il modo migliore di annunciare la vostra richiesta.

 TONO. Non siate né troppo formali e cerimoniosi (Egregio Professore, mi permetto di disturbarLa....), né troppo informali (Salve Prof!). "Gentile Professore" è la forma più adatta.

 PRESENTAZIONE. Anche se non è sempre necessario, è utile presentarsi con nome e cognome, numero di matricola, e il corso che state seguendo.

 LUNGHEZZA Siate sintetici: poche, chiare righe sono quello che basta a comunicare la richiesta. In caso di approfondimenti sarà il docente a richiedere l'invio di chiarimenti o altre informazioni.

FIRMA. Firmatevi sempre con nome e cognome (Silvana Bresolin) e mai viceversa (Bresolin Silvana): la forma cognome-nome è una brutta abitudine burocratica italiana.

RISPOSTA. Aspettatevi una risposta sintetica e senza troppe formalità: Il modo migliore che il docente ha di aiutarvi è rispondere presto e velocemente a tutti. 

TESI DI LAUREA. La tesi di laurea è il punto di arrivo del vostro percorso e sarà il vostro lavoro più personale e importante. NON chiedete la tesi per posta elettronica (a meno che non siate all'estero) e venite a parlarne di persona.

Una buona comunicazione è utile a tutti.

Grazie.

Alessandro Costantini

(mutuato dagli avvisi del prof. Shaul Bassi)

 

STAGE: approvazione del progetto formativo e riconoscimento finale

Data pubblicazione: 17/07/2014

 

I)      PROCEDURA DA SEGUIRE PER IL RICONOSCIMENTO DEGLI STAGE - STAGE: INFORMAZIONI PRELIMINARI                  

Gli studenti che volessero informazioni circa gli stage, o il riconoscimento ufficiale degli stessi, devono presentarsi al ricevimento dei referenti (proff. Coin per il ‘politico-internazionale e RIC, Coonan per il ‘linguistico-glottodidattico’ e SL, Costantini per il ‘letterario-culturale’ e LLEAP), con tutte le informazioni necessarie all'istruzione o al perfezionamento della loro pratica.


Il referente NON DEV'ESSERE IN NESSUN MODO CONTATTATO PREVENTIVAMENTE VIA MAIL, ma direttamente in orario di ricevimento (anche telefonicamente, al limite),

Alle mail degli studenti riguardanti lo stage NON si darà risposta. Normalmente NON è previsto - nel normale periodo di ricevimento durante l'anno - alcun tipo di appuntamento.

 

Chi intraprende uno stage non preventivamente riconosciuto o approvato, rischia che lo stesso non abbia i requisiti necessari e che quindi possa non essere riconosciuto.

 

http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=44314


http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=44314#Convenzione

 

--------------------------

II)    STAGE: ISTRUZIONI PER L’APPROVAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO

 

Si deve consegnare (al ricevimento – cosa più rapida –, o in portineria, o per posta) il documento (scaricabile dal sito di Ateneo)che deve essere firmato dal referente.

Tale documento deve contenere:

a) tutti i dati ufficiali (nome e ubicazione dell'Ente/Azienda presso cui si è fatto il tirocinio ecc.), 

b) la firma del tutor locale/aziendale che accetta di dirigere lo stage,

c) la descrizione dell'attività da svolgere, che deve essere in accordo con gli studi intrapresi e deve avere quindi carattere culturale e/o linguistico.

 

Questo aspetto DEV’ESSERE ESPLICITATO nel progetto formativo, non può essere solo implicito. Per es.: non basta dire che lo stage si svolgerà in un hotel, o in un’agenzia turistica, senza precisare anche il ricorso alle competenze linguistiche dello stagista; neppure  basterà dire che, nel caso di stage in biblioteca, ci si occuperà della distribuzione dei libri o del loro ricollocamento a scaffale;

 

d) l'indicazione del numero di ore impiegate per lo stage.(e anche il periodo di tempo).

Se poi da tale documento non si evince la natura esatta dell'Ente/Azienda in questione, è necessario allegare anche la stampata di una pagina web o altro che fornisca tale informazione. Questo è superfluo per tutti gli stage effettuati a Ca' Foscari..

 

--------------------------------------------

III)   PER IL RICONOCIMENTO FINALE DELLO STAGE


Deve essere presentato, oltre all’attestazione del responsabile/tutor  dello stage, anche L’ORIGINALE DEL PROGETTO FORMATIVO APPROVATO A SUO TEMPO DAL REFERENTE (per verificare che lo stage fatto corrisponda sostanzialmente allo stage annunciato e autorizzato).

 

NON si devono allegare:né copie di eventuali richieste di variazione delle date dello stage,né registri delle presenze.

Tutto ciò è di competenza dell'Ufficio Stage, NON del referente.

 

Se si deve far riconoscere uno stage che sia già stato approvato in via generale e definitiva dal Collegio Didattico, ma che non risulti ancora incluso ufficialmente nell’elenco degli stage autorizzati, ci si deve attenere a quanto comunicato in proposito direttamente dal docente della materia, responsabile / organizzatore dello stage stesso. In particolare, lo studente si presenti al ricevimento del referente degli stage del suo curriculum,  munito dell’attestazione rilasciata dal docente in questione, che comprova l’avvenuto stage. Questo sarà sufficiente per il riconoscimento ufficiale dello stage e la relativa concessione dei crediti previsti.

 

Articles d’Alessandro Costantini en ligne/on line

Data pubblicazione: 01/07/2014

Articles d’Alessandro Costantini en ligne/on line:

 

Fantasmes de la violence et traumatismes de l'identité dans «Mémoire en colin�maillard» d'Anthony Phelps, "La deriva delle francofonie",  6 (vol. II � Les Antilles), 1992, pp. 129�156

http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=44480

 

Etre/Paraître: le problème de la narration aliénée dans les romans d'Anthony Phelps, "Caribana", 4, 1994-95, pp. 53-73

http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=44479

 

 Anthony Phelps, Ne révèle pas nos mots de passe / Non rivelare le nostre parole d'ordine, Venezia, Supernova, vol. "Nexus", 12.58 (nov. 2004-gen.2005), p.4, anche on line; vedi sul web: Anthony Phelps, “Île-en-île”, http://www.lehman.cuny.edu/ile.en.ile/paroles/phelps_revelepas.html (Traduzione)

 

 Bande dessinée franco-belge, petit-nègre et imaginaire colonial, in « Publif@rum », vol. 14, pp. 1 (telematica)-46 (telematica), La BD francophone, n. 14, 2011 [parole 19.621; caratteri (spazi inclusi) 124.274] ; url:  http://publifarum.farum.it/ezine_articles.php?art_id=207

 

"Haiti e il vodù”, interFrancophonies (Revue des littératures et cultures d'expression française), Mélanges, 2011 ; http://www.interfrancophonies.org/melanges.htm

 

 

LETTERATURE FRANCOFONE - : Letteratura Francese (6 cfu) Programma POSSIBILE per studenti di SL NON FREQUENTANTI

Data pubblicazione: 01/07/2014

GLI STUDENTI DEVONO PREVENTIVAMENTE CONTATTARE, E PER TEMPO, IL DOCENTE

 

In generale si propone di fornire agli studenti un’introduzione alle letterature francofone delle aree creolofone (Caraibi - principalmente Haiti – e Oceano Indiano) e non (eventualmente anche dell'Africa sub-sahariana e del Québec), attraverso l'esame - esemplificato nei testi -di problematiche essenziali per quelle culture.

L'approfondimento verterà su: espressionismo linguistico, plurilinguismo, diglossia letteraria e creolizzazione nei Caraibi francofoni e nell’Africa sub-sahariana.

 

I) BIBLIOGRAFIA  di  base preliminare (introduzione culturale)

 

DE ANGELIS, M. – FIALLEGA, C. – FRATTA, C., I Caraibi: la cultura contemporanea, Roma, Carocci, 2003, pp. 7-49 (bene: pp. 15-22; in breve: pp. 22-34 ; bene:pp. 34-42 ; in breve: pp. 42-49).

PICOCHE, J. MARCHELLO-NIZIA,C., Histoire de la langue française, paris, Nathan, 1991, pp. 36-38.

POMPILUS, P., La langue française en Haïti, in: A. Valdman, Le français hors de France, Champion, 1979 (pp. 119-143 : parti segnate)

CHAUDENSON, R., Les créoles, Paris, PUF, 1995 (almeno le pp. 8-11, 17-20, 21-30, 32-43, 52-54, 58-67,  73-81, 93)

 

 

II) BIBLIOGRAFIA  generale

 

a) testi

ROUMAIN, Jacques, Gouverneurs de la Rosée, Paris, Éditions Messidor / Temps Actuels, 1986 o altra ed.; vedi, eventualmente, la trad. it.: J. Roumain, Signori della rugiada, Roma, Ed. Lavoro, 1995

SCHWARZ-BART, Simone, Pluie et vent sur Télumée Miracle, Paris, Seuil, 1972 (o altra ed.)

KOUROUMA, Ahmadou, Les Soleils des Indépendances, Paris, Éds. du Seuil, 1970 o altra ed.

 

b1) storia letteraria e critica generale

HOFFMANN, L.�F., Haïti, in Littératures francophones. II. Les Amériques, Paris, Éditions  BELIN, 1998, pp. 7-85.

COSTANTINI, Alessandro, Fantasmi narrativi e sovversione linguistica nel romanzo haitiano moderno e contemporaneo, Milano, Cisalpino–Ist. Ed. Universitario, 2002, pp. 79-139

 

b2) approfondimenti critici

BERNABÉ, Jean, « Le travail de l’écriture chez Simone Schwarz-Bart », Présence Africaine, n.

121-122, 1982, pp. 166-179

BRUNZIN, Massimo, “Il sincretismo linguistico nei romanzi di Ahmadou Kourouma”, Annali di

Ca’  Foscari, XXXVI, 1-2, 1997, pp. 279-298

COSTANTINI, Alessandro, La langue polyphonique de Jacques Roumain, in : Jacques Roumain,

Œuvres complètes, Paris, ALLCA XX, 2003, pp. 1429-1467

AVENNE, Cécile Van den, Donner en français l'illusion du créole - Mélanges de langues et

frontières linguistiques - Positions de linguistes sur l'écriture littéraire, in Brasseur, P.,

Véronique, D. (ed.) Mondes créoles et francophones, Mélanges offerts à Robert

Chaudenson, Paris, L'Harmattan, 2007, pp. 41-50 ; scaricabile anche da :

http://209.85.129.132/search?q=cache:ATdmBewR6tEJ:halshs.archives-ouvertes.fr/halshs-00356211/en/+donner+en+fran%C3%A7ais+l%27illusion&cd=8&hl=it&ct=clnk&gl=it

 

e, a scelta, uno dei due saggi seguenti:

b2a) AVENNE, Cécile Van den, Passer d'un monde à l'autre, d'une langue à l'autre - Lecture de

deux incipits d'Ahmadou Kourouma, in Mochet M.A., Barbot M.J., Castellotti V., Chiss

J.L., Develotte C., Moore D. (éds) Plurilinguisme et apprentissage : Mélanges Daniel

COSTE, ENS-Editions, 2005 (7 p.) ; scaricabile anche da :

http://halshs.archives-ouvertes.fr/docs/00/35/62/13/PDF/incipits_kourouma_vandenavenne.pdf

oppure

b2b) CAITUCOLI, Claude, Ahmadou Kourouma et l’appropriation du français: théorie

et pratique, pp. 65-74, in :  Appropriation de la langue française dans les littératures

francophones de l’Afrique  subsaharienne, du Maghreb et de l’Océan Indien  (Actes des

Journées scientifiques des réseaux de chercheurs concernant la langue et la littérature –

Dakar (Sénégal)  23-25 mars 2006),

 http://www.dlf.auf.org/IMG/pdf/qa-2091-300-interreseaux-js-2006-03-dakar-actes.pdf

 

 

 

Modalità di esame

Gli studenti non frequentanti devono concordare le variazioni al programma con il docente.

L’esame consiste in un accertamento orale e verte sui testi sopra indicati, integrati dal materiale fornito dal docente (disponibile presso la Biblioteca di Dipartimento o la Portineria).

 

STORIA DELLA CULTURA DEI PAESI FRANCOFONI - : programma 2012-2013 e 2013-2014 per studenti non frequentanti

Data pubblicazione: 01/07/2014

Si invita lo studene non frequentante a contattare comunque il docente per ulteriori ragguagli sul programma d'esame (al fine di semplificare la preparazione),

 

In linea di massima, tutti i testi indicati si trovano, o si troveranno, nella cartellina depositata in Dipartimento (Portineria di Palazzo Cosulich) o in Biblioteca).

Contattare comunque il docente per tempo per verificare il programma (adattabile).

 

a) BIBLIOGRAFIA FONDAMENTALE

P. Pluchon, Les négriers.  Le commerce des esclaves africains, Paris, l'école des loisirs, 1981, pp. 5-19.

P. Pluchon, Haïti, République caraïbe, Paris, L’école des des loisirs, 1974 (pp. 31-49).

M. De Angelis – C. Fiallega – C. Fratta, I Caraibi: la cultura contemporanea, Roma, Carocci,

 2003 (pp. 7-49.

L. Hurbon, Pour une sociologie d'Haïti au XXIe siècle.  La démocratie introuvable, Paris, Éds.

Karthala, 2001 (pp. 23-36, 45-52).

L. Sala-Molins, Le Code Noir, Paris, P.U.F., 19933 (articoli: 2, 6, 14, 16, 33, 36, 38, 41, 44, 59; v.

            anche: 9, 12, 22, 24, 35, 43)

L. Hurbon, Dieu dans le vaudou haïtien, Paris, Payot, 1972 (pp. 88-97).

J. Picoche et C. Marchello-Nizia, Histoire de la langue française, Paris, Nathan, 1991, pp. 36-38.

P. Pompilus, La langue française en Haïti, in: A. Valdman, Le français hors de France, Champion,

1979 (pp. 119-143).

R. Chaudenson, Les créoles, Paris, PUF, 1995 1995 (solo le pp. 8-11, 17-20, 21-30, 32-43, 52-54,

 58-67,  73-81, 93)

J. Roumain, Gouverneurs de la Rosée, Paris, Éditions Messidor / Temps Actuels, 1986 o altra ed..

(in particolare, ma non solo, dell’ed. Messidor: pp. 11-24,  36-41, 46-49, 58-66, 80-89, 102-

107, 132-  138, 148-155, 160-181)

A. Costantini, Introduzione e note a: J. Roumain, Signori della rugiada, Roma, Ed. Lavoro, 1995,

 pp. VII-LI e passim.

J. André, Pastorale haïtienne, in Caraïbales  (Études sur la littérature antillaise), Paris, Éd.

                         Caribéennes, 1981 (pp. 21-50).

 

b) BIBLIOGRAFIA COMPLEMENTARE obbligatoria (solo le nozioni importanti)

X. Deniau, La Francophonie, Paris, P.U.F., 19922  (pp. 27-45).

J.-L. Mathieu, Histoire des DOM-TOM, Paris, P.U.F., 1993 (o u.e. ; pp. 5-18).

J. Meyer, Esclaves et négriers, Paris, Gallimard, 1986 (pp. 20, 26-28, 43, 47, 60-63, 80-85, 94-97)

J. Cauna, Au temps des isles à sucre, Paris, Karthala-ACCT, 1987  (pp. 57-60, 62-63, 82, 87-93,

 111-117, 119-125)

L. Hurbon, Préface, in D. Damoison – L.-Ph. Dalembert, Vodou! Un tambour pour les anges, Revue

Autrement – Collection Monde, n. 137, mars 2003, pp. 4-17

 

 

c) BIBLIOGRAFIA  COMPLEMENTARE FACOLTATIVA, SOLO per eventuali approfondimenti

M. Bitter, Haïti, Paris, Seuil, 1970 (pp. 5-18).

J.-M. Drot, La rencontre des deux mondes vue par les peintres d’Haïti, Roma, Ed. Carte Segrete,

1992 (appunti)

L. Hurbon, Les mystères du vaudou, Paris, Gallimard, 1993.

A. Métraux, Le vaudou haïtien, Paris, Gallimard, 1958 ; réédition coll. « TEL », 1977 (pp. 53-55,

86,  243-244, 249-251, 266-269).

J. Chevrier, Littérature nègre, Paris, A. Colin, 1984, pp. 5-11, 121-153

J. Chevrier, Littérature nègre, Paris, A. Colin, 1984 o u.e., capp. 7 (pp. 190-209) e 8 (pp. 223-242)

A. Phelps, Littérature négro-africaine d'Amérique: mythe, ou réalité?, "Collectif Paroles", n. 24,

juillet-août 1983, pp. 16-19 et 23  

P. Griolet, Cadjins et créoles en Louisiane, Paris, Payot, 1986, pp. 303-317

STORIA DELLA CULTURA FRANCESE - : scelta fra STORIA DELLA CULT. FRANCESE e STORIA DELLA CULT. DEI PAESI FRANCOFONI

Data pubblicazione: 01/07/2014

Corso di studi LCSL, 3° anno:

esami di “Storia della cultura dei paesi francofoni” e “Storia della cultura francese”

 

Per gli studenti è AMMINISTRATIVAMENTE ininfluente scegliere, per il proprio piano di studi, una denominazione o l'altra; tuttavia il docente ritiene preferibile che sia scelta la denominazione "Storia della cultura dei paesi francofoni", in quanto più coerente con il programma svolto.

 

 

Le 'etichette' d'esame sono due (per ragioni storiche e amministrative), mentre di corso - e relativo programma - ce n'è uno solo, per ragioni finanziarie e organizzative: così un esame/corso è mutuato dall'altro, mentre un tempo c’era un docente - e un corso - specifico e diverso per ciascuno dei due esami.

Nel caso che uno studente voglia sostenere entrambi gli esami, porterà, per il secondo dei due, un programma per studenti non frequentanti concordato con il docente.

Nel caso che lo studente voglia poi chiedere la tesi, è consigliabile – visti gli argomenti trattati a lezione – che opti per la dicitura “Storia della cultura dei paesi francofoni”.

LETTERATURE FRANCOFONE - : programma 2012-2013 per studenti non frequentanti

Data pubblicazione: 01/07/2014

Programma 2012-2013 per studenti non frequentanti

 

LETTERATURE FRANCOFONE  (LLEAP)LETTERATURA FRANCESE (SL)

a) Introduzione alla letteratura haitiana. b) Lo schiavo fuggitivo nelle letterature francofone.

 

Alessandro Costantini, Dipartimento di Studi linguistici e culturali comparati, Palazzo Cosulich, Zattere – Dorsoduro 1405, tel.: 0412347836, e-mail: costalex@unive.it

semestre primo          bimestre primo e secondo

anno secondo laurea magistrale     

 

Obiettivi Formativi

Il corso si propone di introdurre gli studenti principalmente alle letterature francofone delle aree creolofone (Caraibi, Oceano Indiano), ma anche di altre aree francofone, attraverso l'esame - esemplificato nei testi - di problematiche essenziali per quelle culture.

 

Prerequisiti

Buona conoscenza della lingua francese, soprattutto quanto a capacità di comprensione del testo scritto.
Per gli studenti che volessero chiedere la tesi in letterature francofone, è indispensabile, qualora non l’avessero già fatto in precedenza, sostenere l’esame di “Storia della cultura dei paesi francofoni” del corso di studi triennale. Tale esame è consigliato anche a tutti coloro che fossero particolarmente interessati ad approfondire le tematiche culturali connesse a tali paesi.

 Contenuti

Ricognizione sintetica (con letture) della letteratura haitiana nel suo sviluppo storico. devono essere letti brani significativi attinenti alla problematica dello schiavo ‘marron’ nelle letterature francofone.

 
Testi di riferimento

  

BIBLIOGRAFIA specifica
 

a)
Leon-Francois Hoffmann, Haiti, in Litteratures francophones. II. Les Ameriques, Paris, Editions BELIN, 1998, pp. 7-85.
 

Leon-Francois Hoffmann, Litterature d'Haiti, Vanves, EDICEF/AUPELF, 1995 (capitoli e brani indicati : pp. 120-140, 147-165, 183-196, 221-245 e passim).

Ghislaine Rey, Anthologie du roman haitien de 1859 a 1946, Sherbrooke, Naaman, 1882 (brani indicati : pp. 18-22, 35-36, 37-44, 45-50, 65-73, 82-86, 87-90, 97-98, 139-142, 159-161, 166-173, 178-183 ).

b)
Louis Timagene Houat, Les Marrons, Paris, Ebrard, 1844 (una qualsiasi riedizione).
Edouard Glissant, Le quatrième siecle, Paris, Gallimard, 1964.
Leonard Sainville, Dominique, negre esclave, Paris, Fasquelle, 1951 ; ried. : Paris, Presence Africaine, 1978

 

Gli studenti che non hanno sostenuto l'esame di "Storia della cultura dei paesi francofoni", SOSTITUIRANNO il romanzo di Sainville con::
b1) Jacques Roumain, Gouverneurs de la Rosee, Port-au-Prince, Impr. de l'Etat, 1944 o qualsiasi riedizione;

       J. André, Pastorale haïtienne, in Caraïbales  (Études sur la littérature antillaise), Paris, Éd. Caribéennes, 1981

(bene : pp. 21-32 ; da  non fare : 33-38 ; in breve: 39-50).

A. Costantini, Introduzione e note a: J. Roumain, Signori della rugiada, Roma, Ed. Lavoro, 1995,

pp. VII-LI e passim.

 

IN ALTERNATIVA, gli studenti che abbiano sostenuto l'esame di "Storia della cultura dei paesi francofoni" (alla triennale),potranno sostituire il romanzo di Sainville con un altro testo, da concordare con il docente.
 

 
c)
Marie-Christine Rochmann, L'esclave fugitif dans la litterature antillaise, Paris, Karthala, 2000 (pp. .5-8, 9-43, 45-75,

 211-245, 383-388).
Regis Antoine, Paroles perdues de l?Indien et du Negre marron, in : La litterature franco-antillaise (Haiti, Guadeloupe,

Martinique), Paris, Karthala, 1992, pp. 13-33.
Gabriel Debien, Le marronnage, in Les esclaves aux Antilles francaises (XVIIe ? XVIIIe siecles ), Basse-Terre et Fort-

de-France, Soc. d’Histoire de La Guadeloupe et de la Martinique, 1974, pp. 411-469.
Yves Chemla, Le Quatrieme siecle, in : Dictionnaire des Oeuvres des litteratures de langue francaise (Couty et

Beaumarchais), Paris, Bordas, 1994.
Carminella Biondi, ou la quete inaccomplie, in : C. Biondi - E. Pessini, Rever le monde. Ecrire le monde (Theorie et

narrations d?Edouard Glissant), Bologna, CLUEB, 2004, pp. 43-51.
Elena Pessini, Introduzione, in: Edouard Glissant, Il quarto secolo, Roma, Edizioni Lavoro, 2003, pp.VII-XVIII.

 

 

Bibliografia FACOLTATIVA per eventuali approfondimenti

J.-L. Mathieu, Histoire des DOM-TOM, Paris, P.U.F., 1993 (o u.e. ; pp. 5-18).

J. Cauna, Au temps des isles à sucre, Paris, Karthala-ACCT, 1987  (pp. 57-60, 62-63, 82, 87-93,

 111-117, 119-125)

 

Modalità di esame

Gli studenti non frequentanti devono concordare le eventuali variazioni al programma con il docente.

L’esame consiste in un accertamento orale (per buona parte in francese) e verte sui testi sopra indicati (disponibili presso la Biblioteca di Dipartimento o la Portineria).

Prof. Alessandro Costantini: ricevimento maggio-giugno-luglio 2014

Data pubblicazione: 01/07/2014

Nel mese di maggio 2013 il ricevimento studenti avr� luogo regolarmente, di norma il lunedì�pomeriggio o altro giorno precisato nell'avviso, con orario 16.30-18.30. ------05/05: dalle 17.15 alle 19.15 ------ 12/05: dalle 16.30 alle 18.30 ----- 19/05: dalle 16.30 alle 18.30 ----- 26/05 dopo l'appello (dalle 17.30 alle19.30, SE rimane tempo e su prenotazione)Nei mesi di giugno e luglio 2014, il docente riceve il lunedì� (MODIFICABILE, se necessario), prevedibilmente nelle seguenti date (per le quali è necessario prendere APPUNTAMENTO, anche se senza un orario preciso) :03 giugno, dalle 16.30 alle 18.30 (SU APPUNTAMENTO) ----- 09 giugno, dopo l'appello (17.30-19.30, SE rimane tempo e su prenotazione) --- 16 giugno dalle 16.30 alle 18.30(SU APPUNTAMENTO)  ----- 23 giugno dalle 16.30 alle 18.30 (SU APPUNTAMENTO) ----- 30 giugno dalle 17.00 alle 19.00 (SU APPUNTAMENTO)----- 07 luglio dalle 17.00 alle 19.00 (SU APPUNTAMENTO). --- 14 luglio dalle 17.00 alle 19.00 (SU APPUNTAMENTO) --- Per tutto il mese di luglio, i laureandi possono comunque - e devono - contattare il docente via mail, per eventuali incontri o consegna di materiale. Ove sia strettamente necessario e URGENTE, il docente resta contattabile per i laureandi anche nel mese di agosto.

TESI DI LAUREA (Triennale e Magistrale)

Data pubblicazione: 01/07/2014

Il docente, nei limiti della disponibilità, assegna tesi sulle letterature e sulle culture delle aree francofone; in particolare: Caraibi e Louisiana, Oceano Indiano e sulla letteratura dei Francesi d'Algeria (pre e post 1962).

A certe condizioni, possono essere assegnate anche tesi su:Africa subsahariana, Québec, Maghreb, Oceano Pacifico.

Sono possibili - eventualmente - anche tesi riguardanti i fumetti (nei contesti indicati).

I laureandi devono consegnare l'intero elaborato (o la sua ultima parte): per le lauree triennali, almeno 20 gg. prima dell'inizio della sessione di laurea; per le lauree magistrali, almeno 1 mese prima. All'inizio della sessione precedente quella di laurea, metà del lavoro dev'essere stato comunque consegnato.

Le tesi di laurea triennale saranno assegnate, in linea di massima, solo agli studenti che abbiano GIA' sostenuto l'esame di "Storia della cultura dei paesi francofoni" CON IL DOCENTE. La richiesta ufficiale di tesi deve perciò essere successiva all'esame.

Per per le tesi di laurea magistrale, si richiede di aver GIA' sostenuto l'esame di "Letterature francofone" con il docente, dopo averne seguito il relativo corso. La richiesta di tesi deve quindi essere successiva all'esame stesso (è possibile tuttavia manifestare l'interesse per un'eventuale tesi anche prima dell'esame).

Avranno generalmente la precedenza, nell'assegnazione della tesi magistrale, gli studenti che abbiano già sostenuto in precedenza, o sostengano nel biennio, ANCHE l'esame di "Storia della cultura dei paesi francofoni", vivamente consigliato ai fini di una preparazione più adeguata alla specificità della tesi stessa.

Vademecum per i laureandi

Data pubblicazione: 01/07/2014

AVVISO AI LAUREANDI (per tesi con relatore il prof. Alessandro Costantini)

 

1)      Una volta concordato ufficialmente l’argomento di tesi, il laureando verifica, tramite delle ricerche preliminari,  che esso corrisponda effettivamente ai suoi interessi e che quindi sia sua intenzione continuare quella tesi (e con ‘quel’ relatore; quindi: assoluta libertà di cambiare idea).

 

1 bis) a questo punto dev’essere compilata la domanda ufficiale di tesi al relatore (che fornirà il relativo modulo, da restituire  via mail: in allegato, ma anche all’interno della mail).

 

2)      Una volta appurato che la tesi inizialmente ipotizzata continua, il laureando non deve iniziare subito la stesura del primo  - o di qualsiasi altro – capitolo della tesi.

 

3)      Deve invece scrivere un 'progetto di tesi' di  1 o 2 pagine (max. 3-4), in italiano, in cui spiega per filo e per segno quel che intende(rebbe) fare nella tesi.

 

4)      DOPO che il relatore avrà letto il progetto di tesi e fatto le sue osservazioni ...

 

5)      ... solo dopo, dev’esser fare un vero e proprio plan , cioè una TABLE DES MATIÈRES o indice (per il momento ipotetico, certo) della tesi.

In questo modo sarà possibile vedere meglio, grazie all'impostazione schematica, l'articolazione della tesi stessa (parti principali, capitoli, paragrafi...).

Si dovrà indicare anche quante pagine si pensa - provvisoriamente - di dedicare a ogni capitolo, a ogni paragrafo.

 

6)      Prima di cominciare a scrivere la tesi, si deve stabilire col relatore da quale capitolo si comincerà.

Come si è già detto, non dall'introduzione/presentazione vera e propria, di 3-4 pagine (che è l’ULTIMA cosa da scrivere), ma neanche dalla prima parte generale . Nel tempo si è visto  che va quasi sempre a finire con parti generali e introduttive (soprattutto se di carattere storico) dilatate oltre misura.

Si deve invece cominciare da uno degli argomenti centrali.

 

7)      In totale dovranno essere ...

per TESI TRIENNALI: circa 10 pp. per ogni cfu previsto per la tesi; PER 3 CFU, 30 pagine circa, (min. 25, max. 40 pp.);

per TESI MAGISTRALI: circa 100 pp.. (max. 130).

Il numero di pagine si intende al ‘netto’, cioè senza contare il frontespizio, l’indice, la bibliografia, le dediche,  i ringraziamenti, le immagini (che possono anche essere numerose, purché pertinenti) ecc. .

 

------------------------------------------------------------------

 

Quindi, prima:

a) progettino - in italiano - di tesi;

poi, in seguito:

b) INDICE dettagliato (ancorché ipotetico) della tesi.

 

Solo dopo comincerà la stesura, rispettando più o meno i limiti stabiliti per ogni capitolo.

La penultima cosa da scrivere è la CONCLUSIONE (2-4 pp.). L'ultima l'INTRODUZIONE / PRESENTAZIONE (3-4 pp.).

 

 

STORIA DELLA CULTURA DEI PAESI FRANCOFONI - : 2013-2014 sospensione per un anno del corso. GLI ESAMI PERO' CONTINUANO

Data pubblicazione: 01/07/2014

Per impellenti ragioni amministrative e di riorganizzazione didattica, è stato necessario sospendere per il corrente a.a. 2013-2014 l'insegnamento, del corso di laurea triennale, "STORIA DELLA CULTURA DEI PAESI FRANCOFONI". Riprenderà l'anno prossimo, 2014-2015.

Nel frattempo, gli studenti che hanno già frequentato il corso possono ovviamente - E SEMPRE - sostenere il relativo esame con il prof. Alessandro Costantini, durante i prossimi appelli (anche quelli del 2013-2014).

Coloro che invece non hanno ancora incluso l'esame nel loro piano di studi (anche gli immatricolati nel 2013-2014), ma sono interessati a sostenerlo, possono farlo ugualmente da non frequentanti, con il programma (dettagliato) del 2013-2014 per non frequentanti (da richiedere al docente)

Per qualsiasi difficoltà si prega di contattare il docente.

 

ricevimento secondo semestre (studio docente – Palazzo Cosulich):

vedi calendario dettagliato dei ricevimenti negli avvisi personali

 



Attività e competenze di ricerca

Settore Scientifico Disciplinare (SSD) di afferenza
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) affine
Aree e linee di ricerca

Competenze di ricerca

Letterature e culture dei paesi francofoni, con particolare attenzione alle aree creolofone e alla dimensione comparatistica

Description
  • semiotica della diglossia letteraria e delle deviazioni linguistiche
Parole Chiave
  • Humanities

Ricerche sviluppate e in corso

fumetti 'coloniali' e Immaginario linguistico

SSD
  • L-LIN/03

la rappresentazione letteraria dell'Altro linguistico

SSD
  • L-LIN/03

le parler pataouète algérien et la littérature Pieds-Noirs

SSD
  • L-LIN/03

La letteratura della e sulla colonizzazione francese dei Caraibi (XVII° e XVIII° secolo)

SSD
  • L-LIN/03

i catechismi creoli dell' '800

SSD
  • L-LIN/04

Aree geografiche in cui si applica prevalentemente l'esperienza di ricerca

Internazionale: Europa, Africa Caraibi e Pacifico, America Latina

Lingue conosciute

  • spagnolo (scritto: intermedio, parlato: intermedio)
  • inglese (scritto: intermedio, parlato: base)
  • italiano (scritto: madrelingua, parlato: madrelingua)
  • francese (scritto: avanzato, parlato: avanzato)

Partecipazione a comitati editoriali di riviste/collane scientifiche

Membro dal 2005 del Comitato di Redazione, del Comitato scientifico poi e dal 2013 Direttore della rivista “Il Tolomeo (Le Nuove Letterature: inediti, articoli, recensioni)”, pubblicato dal Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Membro, dal 2006, del Comitato di Redazione della rivista telematica “InterFrancophonies” (università di Bologna). Membro dal 2009 del « Comité Scientifique di ‘Interculturel / Francophonies’ » (Università di Lecce - Alliance Française de Lecce). Membro dal 2009 del Direttivo del CISQ (Centro Italiano di Studi Quebecchesi).

Partecipazione come referees di progetti di ricerca nazionali ed internazionali

Referee dal 2008 per la rivista “Tangence” (Université du Québec). Referee dal 2011 per la rivista "Prospero. Rivista di Letterature Straniere, Comparatistica e Studi Culturali", del Dipartimento di Filosofia, Lingue e Letterature dell'Università degli Studi di Trieste. Referee dal 2011 per la rivista “Répères” (DORIF). Referee, dal 2012, per la rivista on line della Università del Salento "Lingue e Linguaggi". Referee, dal 2012, per la rivista dell'Università di Bologna "Francofonia".

Pubblicazioni per Anno

2012

  • COSTANTINI A. Un 'Phelps in progress': une réécriture durée trente ans, L'Italia vista da altrove (« Il Tolomeo. Articoli, recensioni e inediti delle Nuove Letterature »), Venezia, Edizioni Studio LT2, vol. XV, 2012 , pp. 167-171 (ISBN 9788897928188) (Articolo su libro)

2011

  • COSTANTINI A. Bande dessinée franco-belge, petit-nègre et imaginaire colonial, in PUBLIF@RUM, vol. 14, pp. 1 (telematica)-46 (telematica) (ISSN 1824-7482) (Articolo su rivista)
  • COSTANTINI A. “Haiti e il vodù”, in INTERFRANCOPHONIES, vol. Mélanges 2011, pp. 1-6 (rivista telematica) (ISSN 2038-5943) (Articolo su rivista)
  • A. COSTANTINI Regards sur Haïti in A. COSTANTINI, M.H. LAFOREST, Haïti. Une nation et sa narration / A Nation and Its Narration, Venezia, LT2, pp. 7-9 (ISBN 9788888028583) (Prefazione/Postfazione)
  • A. COSTANTINI Anthony Phelps. Textes choisis pour une lecture vénitienne / Testi scelti per una lettura veneziana, Haïti. Une nation et sa narration / A Nation and Its Narration, Venezia, Studio LT2, vol. « Il Tolomeo. Articoli, recensioni e inediti delle Nuove Letterature », XIII, 2° fasc., 2010, pp. 15-20 (ISBN 9788888028583) (Traduzione in Volume)
  • M.H. LAFOREST, A. COSTANTINI pòtoprens nan sewòn / Porto Principe con la flebo (di Louis-Philippe Dalembert), Haïti. Une nation et sa narration / A Nation and Its Narration, Venezia, Studio LT2, vol. « Il Tolomeo. Articoli, recensioni e inediti delle Nuove Letterature », XIII, 2° fasc., 2010, pp. 30-32 (ISBN 9788888028583) (Traduzione in Volume)
  • (a cura di) A. COSTANTINI, M.H. LAFOREST Haïti. Une nation et sa narration / A Nation and Its Narration (« Il Tolomeo. Articoli, recensioni e inediti delle Nuove Letterature »), Venezia, LT2, vol. XIII, 2° fasc., 2010, pp. 1-126 (ISBN 9788888028583) (Curatela)

2008

  • COSTANTINI ALESSANDRO Écrivez-vous petit-nègre? La parole française écrite en situation d’énonciation coloniale et sa représentation, in PONTS/PONTI, vol. 8, pp. 109-136 (ISSN 1827-9767) (Articolo su rivista)

2007

  • COSTANTINI ALESSANDRO recensione a: Jacques Rancourt, Antilles Guyane (anthologie de poésie antillaise et guyanaise de langue française), Pantin, Le Temps des Cerises, 2006, pp. 178, in IL TOLOMEO, vol. 10, pp. 53-54 (ISSN 1594-1930) (Recensione in rivista)
  • COSTANTINI ALESSANDRO Des chiens et des hommes: de la métonymie individuelle à la métaphore collective («Les chiens» haïtiens de F.-J. Roy et les autres) in Yves Chemla, Alessandro Costantini, Le roman haïtien: intertextualité, parentés, affinités, Lecce, Alliance Française de Lecce, vol. Interculturel-Francophonies, 12, pp. 77-121 (ISBN 9788895343013) (Articolo su libro)
  • (a cura di) CHEMLA YVES; COSTANTINI ALESSANDRO Le roman haïtien: intertextualité, parentés, affinités, in Interculturel - Francophonies, LECCE, Alliance Française de Lecce, vol. 12, pp. 1-254 (ISBN 9788895343013) (Curatela)

2005

  • COSTANTINI ALESSANDRO Un français bâtard, quelque peu bruni sous les tropiques, in FRANCOFONIA, vol. 49, pp. 79-93 (ISSN 1121-953X) (Articolo su rivista)
  • Costantini Alessandro recensione a: Chiara Molinari, Parcours d’écritures francophones. Poser sa voix dans la langue de l’autre, Paris, L’Harmattan, 2005, p. 244 , in IL TOLOMEO, vol. X, pp. 19-19 (ISSN 1594-1930) (Recensione in rivista)
  • COSTANTINI ALESSANDRO recensione a: Jacques Rancourt, Figures d’Haïti. 35 poètes pour notre temps (Pantin, Le Temps des Cerises, 2005), in IL TOLOMEO, vol. 9, pp. 63-64 (ISSN 1594-1930) (Recensione in rivista)
  • COSTANTINI A. Anthony Phelps, Ne révèle pas nos mots de passe / Non rivelare le nostre parole d'ordine, Venezia, Supernova, vol. "Nexus", 12.58 (nov. 2004-gen.2005), pp. 4-4 (Altro)

2004

  • COSTANTINI ALESSANDRO Jacques Roumain e l’invenzione della lingua, in IL TOLOMEO, vol. 8, pp. 83-86 (ISSN 1594-1930) (Articolo su rivista)

2003

  • COSTANTINI ALESSANDRO La langue polyphonique de Jacques Roumain in HOFFMANN, Léon--François, Jacques Roumain, Œuvres complètes, PARIS, ALLCA XX, (collection Archivos), vol. 58, pp. 1429-1467 (ISBN 9788489666689) (Articolo su libro)
  • (a cura di) HOFFMANN Léon-François; COSTANTINI ALESSANDRO "Dossier de l’œuvre", in Archivos, Paris, ALLCA XX (Association Archives de la Littérature Latino-américaine, des Caraïbes et Africaine du XXe siècle), vol. 58, pp. 1469-1650 (ISBN 9788489666689) (Curatela)

2002

  • COSTANTINI ALESSANDRO Fantasmi narrativi e sovversione linguistica nel romanzo haitiano moderno e contemporaneo, MILANO, Cisalpino - Ist. Ed. Universitario, collana "Le Bricole", vol. 9, pp. 1-235 (ISBN 9788832346190) (Monografia o trattato scientifico)
  • COSTANTINI ALESSANDRO Eros politico ed eros magico (Origini e peculiarità della rappresentazione dell’eros nelle letterature francofone dei Caraibi), in AFRICA-AMERICA-ASIA-AUSTRALIA, vol. 23, pp. 151-182 (ISSN 1120-5806) (Articolo su rivista)

2001

  • COSTANTINI ALESSANDRO Anthony Phelps: un poeta, un uomo senza prefissi in BARALDI MATTEO; GNOCCHI MARIA CHIARA, Scrivere = Incontrare (Migrazione, multiculturalità, scrittura), MACERATA, Quodlibet, pp. 19-30 (ISBN 9788886570978) (Articolo su libro)

1999

  • COSTANTINI ALESSANDRO Per un'introduzione alla letteratura haitiana: le opere tradotte in italiano, in AFRICA-AMERICA-ASIA-AUSTRALIA, vol. 22, pp. 235-249 (ISSN 1120-5806) (Articolo su rivista)

1995

  • COSTANTINI ALESSANDRO Jacques ROUMAIN, Signori della rugiada (a cura di A. Costantini), Roma, Edizioni Lavoro (ISBN 9788879106986) (Edizione critica)
  • COSTANTINI ALESSANDRO Etre/Paraître: le problème de la narration aliénée dans les romans d'Anthony Phelps, in CARIBANA, vol. 4, pp. 53-73 (ISSN 1122-2360) (Articolo su rivista)
  • COSTANTINI ALESSANDRO Forme e figure narrative della dittatura (Riflessioni sul romanzo francofono e ispanofono dei Caraibi), in AFRICA-AMERICA-ASIA-AUSTRALIA, vol. 18, pp. 113-135 (ISSN 1120-5806) (Articolo su rivista)

1992

  • COSTANTINI ALESSANDRO Fantasmes de la violence et traumatismes de l'identité dans «Mémoire en colin-maillard» d'Anthony Phelps in FRATTA Carla, Figures et fantasmes de la violence dans les Littératures francophones de l'Afrique subsaharienne et des Antilles, Bologna, CLUEB, vol. II (Les Antilles), pp. 129-156, Convegno: Figures et fantasmes de la violence dans les Littératures francophones de l'Afrique subsaharienne et des Antilles, Napoli, 29/XI-30/XI/-1/XII/1990. (Articolo in Atti di convegno)

1989

  • COSTANTINI ALESSANDRO Impegno e memoria linguistica nella letteratura haitiana («Gouverneurs de la rosée» di Jacques Roumain), in ANNALI DI CA' FOSCARI, vol. XXVIII, 4, pp. 87-96 (ISSN 1125-3762) (Articolo su rivista)
  • COSTANTINI ALESSANDRO L'altra lingua: esorcismo della memoria o strategia della liberazione? (Introduzione allo studio semio-linguistico di «Gouverneurs de la rosée» di Jacques Roumain), in ANNALI DI CA' FOSCARI, vol. XXVIII, 1-2, pp. 49-93 (ISSN 1125-3762) (Articolo su rivista)

1985

  • COSTANTINI ALESSANDRO Modalità dell'indiscrezione e indiscrezione delle modalità nella «Princesse de Clèves», in LECTURES, vol. VII, 16, pp. 37-64 (Articolo su rivista)

1983

  • COSTANTINI ALESSANDRO Semiotica dell'enunciazione e romanzo, in MATERIALI FILOSOFICI, vol. 9, pp. 33-49 (ISSN 0391-2558) (Articolo su rivista)
  • COSTANTINI ALESSANDRO Semiotica e ideologia delle voci narrative nell' «Histoire comique de Francion» di Ch. Sorel, in LECTURES, vol. V, 13, pp. 81-111 (Articolo su rivista)

1982

  • COSTANTINI ALESSANDRO «Gouverneurs de la Rosée» di Jacques Roumain o della via narrativa al socialismo, in ROMANICA VULGARIA. QUADERNI, vol. 4/5, pp. 219-270 (ISSN 0394-5715) (Articolo su rivista)

1981

  • COSTANTINI ALESSANDRO Il testo letterario e l'enunciazione (appunti per una teoria semiotica), in STRUMENTI CRITICI, vol. 46, pp. 442-457 (ISSN 0039-2618) (Articolo su rivista)

1980

  • COSTANTINI ALESSANDRO Per la semiotica letteraria, in ANNALI DI CA' FOSCARI, vol. XIX, 2, pp. 17-30 (ISSN 1125-3762) (Articolo su rivista)

1979

  • COSTANTINI ALESSANDRO L'ideologia formale ne «El Otoño del Patriarca», in STUDI DI LETTERATURA ISPANO-AMERICANA, vol. 9, pp. 63-69 (ISSN 1128-2355) (Articolo su rivista)

Curriculum di Alessandro COSTANTINI

Laurea in Lingue e letterature straniere a Venezia, nel 1978, con Stefano Agosti. Tra il 1976 e il 1983, soggiorno di studio a Parigi per più di quattro anni: prima come assistente d'italiano nei licei (Henri IV e Montaigne), poi come vincitore di varie borse di studio (M.A.E., C.N.R.). Nel 1980, all' 'École des Hautes Études en Sciences Sociales' di Parigi, "diplôme de l'École" (con Louis Marin) e 'D.E.A.' in semiotica (con A. J. Greimas). In Italia, nel 1987, titolo di 'dottore di ricerca in Scienze letterarie'. Dal novembre 1990 all'ottobre 1991 Advanced Fellowships Jr. N.A.T.O.-C.N.R., presso il il "Centre de Recherches Latino-Américaines - Université de Paris X - Nanterre. Ha usufruito di borse di studio anche presso le università di Bruxelles (U.L.B., 1975) e Salamanca (1979).

E' stato prima supplente e poi, dal 1984 al 1992, docente di ruolo (lingua francese) nella Scuola Media e Media Superiore. Dal 1992 è ricercatore confermato presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell'Università di Venezia, dove, da vari anni, insegna lingue, letterature e culture dei paesi di lingua francese (con particolare attenzione ai Caraibi e alle altre zone creolofone). Dal 2004 al 2010 referente dei piani di studio e membro di vari collegi didattici per i Corsi di Laurea  in Lingue e letterature/culture straniere. Dal 2008 al 2011 membro del Collegio docenti del "Dottorato in Letterature di lingua francese" con sede presso l'Università di Bologna.

2013: Ha conseguito l'Abilitazione Scientifica Nazionale al ruolo di Professore associato (settore 10/H1: Lingua, Letteratura e Cultura Francese).

Ha partecipato dal 1990 al 2002 al "Gruppo di studio delle culture letterarie dei paesi anglofoni, francofoni e iberofoni - C.N.R."; sempre nello stesso periodo ha iniziato a collaborare al progetto scientifico-editoriale "A.L.L.C.A. XX - Archives" [Unesco e C.N.R.S. francese], per l'edizione critica dei classici novecenteschi dei Caraibi francofoni (1990-2007). Dal 2005 membro del Comitato di Redazione, dal 2010 membro del Consiglio scientifico e dal 2013 Direttore della rivista "Il Tolomeo (Le Nuove Letterature)”, dell'Università Ca' Foscari Venezia. Dal 2006 membro del Comitato di Redazione della rivista telematica "InterFrancophonies", dell'Università di Bologna. Membro, dal 2008, del Conseil Scientifique della rivista "Interculturel/Francophonies", dell'Università del Salento - Alliance Française di Lecce. Ha tenuto conferenze in Italia e all'estero, presso università, centri di ricerca e istituzioni culturali; dal 2009 membro del Centro Interuniversitario di Studi Quebecchesi.

Interessi di ricerca

Di formazione narratologica e semiotico-linguistica, in passato si è occupato soprattutto di romanzo francese del '600 (Charles Sorel e Mme de La Fayette) e di teoria semiotica della letteratura (vari studi sui problemi dell'enunciazione narrativa). Da tempo le sue ricerche e analisi riguardano essenzialmente: le letterature e culture francofone comparate; le letterature di Haiti, dei Caraibi e delle altre zone creolofone; i problemi di bilinguismo/diglossia letteraria nelle letterature francofone; il francese fuori di Francia; la linguistica francofona storica (rapporti tra il francese e i suoi esiti coloniali); i problemi della traduzione dei testi postcoloniali.

In particolare, ha pubblicato saggi e studi su Jacques Roumain, Anthony Phelps, Francis-Joachim Roy, sul romanzo haitiano contemporaneo - anche in chiave comparatistica - ,sulla ricezione della letteratura haitiana in Italia, sulle filiazioni coloniali del francese ('petit-nègre') in letteratura e nei fumetti.

© Ca'Foscari 2014