Home > Ricerca > Innovazione > Riviste telematiche > DEP Deportate, Esuli e Profughe > Numeri pregressi > n. 15, 01/2011 - Miscellaneo > Ricerche > Il lungo processo dell’elaborazione narrativa del trauma (Natka Badurina)
23/11 fermo Esse3

Il lungo processo dell’elaborazione narrativa del trauma (Natka Badurina)

In this article two recently published testimonies by Nora Pincherle and Savina Rupel, both of them Ravensbrück survivors, are compared with their previous testimonies, which were different in language, media or literary genre, with an aim to demonstrate to what extent every narrative elaboration of trauma is conditioned by the discourse, its rhetorical work and contingency.

In questo saggio si mettono a confronto le testimonianze recentemente pubblicate di due sopravvissute a Ravensbrück con le testimonianze che esse hanno rilasciato in precedenza, testimonianze diverse per la lingua o il genere letterario. Lo scopo è quello di dimostrare fino a che punto ogni elaborazione narrativa del trauma è condizionata dalle contingenze o dall’aspetto retorico o discorsivo.


1_Badurina.pdf

File Adobe Acrobat
Tipo File: File Adobe Acrobat
Dimensione: 592731 Byte

Documento in formato Adobe Acrobat.

Per visualizzare questo documento è necessario aver installato nel proprio computer un programma che permetta di visualizzare i file pdf.

- Nei sistemi windows e macintosh utilizzare Adobe Acrobat Reader

- Nei sistemi linux utilizzare il comando xpdf nomefile

 

Se si utilizza il browser MSIE è possibile che il documento venga aperto direttamente, se l'utente vuole salvare una copia nel suo hard disk deve cliccare sull'icona qui a fianco con il tasto destro del mouse e selezionare la voce "Salva oggetto con nome..."

© Ca'Foscari 2017

Ultima modifica: 09/01/2011 da Rivista DEP