Festival internazionale
di letteratura a Venezia

Marzo 29 30 31
Aprile     1
2017      
home incroci

Bibliografia

Il ritorno, trad. di Anna Nadotti, Einaudi, 2017.

Anatomia di una scomparsa, trad. di Monica Pareschi, Einaudi, 2013;

Nessuno al mondo, trad. di Andrea Sirotti, Einaudi, 2008. 

Hisham Matar LIBIA / GRAN BRETAGNA

Sabato 1 aprile — ore 16.00 — Auditorium S. Margherita Ca’ Foscari

Hisham Matar nasce a New York nel 1970 da genitori libici. Tornata a Tripoli nel  1973, la famiglia Matar è costretta a fuggire in Egitto a causa delle persecuzioni politiche del regime di Gheddafi contro il padre Jaballa. Trasferitosi a Londra, Hisham completa gli studi in architettura. Nel 1990 l’autore vive il dramma del rapimento del padre, di cui si sono perse le tracce da allora. Nel 2007 la sua prima opera  Nessuno al mondo vince il Commonwealth’s Writers’ Prize Best First Book Award, oltre a molti altri premi, e viene tradotto in 28 paesi. Nel 2011 pubblica Anatomia di una scomparsa, ottenendo un grande successo di pubblico e di critica. Entrambi i suoi romanzi sono banditi in Libia. Il ritorno, fresco di stampa nella traduzione italiana di Anna Nadotti (Einaudi), ha ottenuto uno straordinario riscontro dalla stampa internazionale.

 

 


Hisham Matar conversa con

Anna Nadotti — consulente editoriale e traduttrice

Annalisa Oboe — Università degli Studi di Padova

 


Info

Incontro in lingua inglese (traduzione simultanea dall'inglese all'italiano disponibile); ingresso libero con prenotazione obbligatoria.

Con il sostegno di Consolato Generale degli Stati Uniti d'America a Milano 

In collaborazione con Giulio Einaudi editore