Festival internazionale
di letteratura a Venezia

Marzo 29 30 31
Aprile     1
2017      
home incroci

Bibliografia

La ragazza del treno d’oro, trad. di Roberta Zuppet, Rizzoli, 2013;

Sono una cattiva mamma, trad. di Francesca Novajra, Rizzoli, 2011;

L’amore e altri luoghi impossibili, trad. di Cinzia Antonioli, Giovanna Scocchera, Rizzoli, 2010. 

Ayelet Waldman ISRAELE / STATI UNITI

Giovedì 30 marzo — ore 16.00 — Auditorium S. Margherita Ca’ Foscari

Ayelet Waldman nasce nel 1964 a Gerusalemme. La sua famiglia si trasferisce prima in Canada, poi negli Stati Uniti, dove l’autrice consegue la Laurea in Legge presso la Harvard University. Dopo una lunga esperienza lavorativa come avvocato e successivamente come professoressa di Diritto alla University of California, la Waldman decide di dedicarsi alla scrittura. Conosciuta principalmente per le sue opere sul tema della maternità, è anche una prolifica scrittrice di romanzi gialli. Fra le sue opere di maggior successo, si ricordano L’amore e altri luoghi impossibili (2010), Sono una cattiva mamma (2011) e La ragazza del treno d’oro (2013). Vive a Berkeley col marito, Michael Chabon, e i loro quattro figli.

I posti disponibili sono esauriti. Vi consigliamo di presentarvi comunque sul luogo dell'evento 15 minuti prima dell'inizio. Potrebbero esserci posti disponibili. 

 

 


Ayelet Waldman e Simona Vinci conversano con

Chiara Valerio — scrittrice


Info

Incontro in lingua inglese e italiana (traduzione simultanea disponibile); ingresso libero con prenotazione obbligatoria.

Con il sostegno del Consolato Generale degli Stati Uniti d'America a Milano 

In collaborazione con Giulio Einaudi editore e Fondazione Campiello