Michele

BUGLIESI

Assegnazione FFO 2017 e Progetti per i "Dipartimenti di Eccellenza"

18. September 2017

Nei giorni scorsi il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca ha trasmesso agli Atenei le assegnazioni a valere sul Fondo di Finanziamento Ordinario per l'anno 2017, determinate secondo il nuovo modello di riparto che ha rivisto l'assetto definito nel 2016 con l'introduzione dell'indicatore della cosiddetta "Autonomia Responsabile".


L'applicazione del nuovo modello ha avuto come conseguenza un riequilibrio significativo della distribuzione dei fondi, determinando per molti degli Atenei premiati dal riparto del 2016 una rilevante riduzione dell'assegnazione (per Ca' Foscari si tratta di un importo pari a € 1.360.000).

La riduzione non corrisponde in alcun modo a una flessione nella performance ma alle diverse modalità di calcolo degli indicatori. Più precisamente, gli indicatori introdotti dal nuovo modello non misurano la performance assoluta nei diversi ambiti ma la sua variazione, e premiano solo l'eventuale miglioramento di ciascuna università, senza dare alcun peso ai valori assoluti degli indicatori. Con ciò si determina evidentemente una riduzione drastica delle distanze e il conseguente riequilibrio delle assegnazioni.


Ora, non si contesta qui la volontà di premiare il miglioramento (infatti, pur consapevoli delle conseguenze dei nuovi indicatori, questi erano stati accettati da tutti gli Atenei). Ma non tenere conto dei valori assoluti è profondamente sbagliato, oltre che ingiusto, in quanto significa non tenere in alcun conto della reale differenza di risultato tra gli Atenei.

 

Questa, in ogni caso, è la situazione per l'anno 2017. Dal punto di vista del bilancio di Ateneo, le conseguenze sono minime, considerato che nella nostra previsione avevamo prudenzialmente stimato un'assegnazione sostanzialmente in linea con quella ricevuta. Per il futuro, e in vista dell'assegnazione del prossimo anno, stiamo condividendo tra vari Atenei i passi di un'azione congiunta per ottenere dalla CRUI e dal Ministero una rettifica di quello che in tutta evidenza è stato un passaggio infelice delle politiche ministeriali.


Nel frattempo dobbiamo prepararci al meglio per l'ormai imminente scadenza per la presentazione dei progetti per il finanziamento ai Dipartimenti di eccellenza. Come ben noto, sette dei nostri Dipartimenti figurano tra i 350 migliori Dipartimenti di ricerca in Italia e concorrono alla selezione del MIUR che assegnerà complessivamente 270 milioni di euro alle 180 strutture giudicate migliori.


Entro il 10 ottobre gli Atenei dovranno presentare al MIUR i progetti elaborati. I nostri Dipartimenti sono stati affiancati da un gruppo di lavoro formato dai Prorettori e dal personale delle Aree di Pianificazione, Didattica, Ricerca e Risorse Umane, sotto la guida della Prorettrice Vicaria, Tiziana Lippiello.  A tutti  - Dipartimenti e a chi li ha assistiti - un sincero ringraziamento per l'ottimo lavoro e il grande impegno con cui hanno partecipato e stanno partecipando alle varie fasi di stesura dei progetti.

0 comments  
New comment

0 comments