Michele

BUGLIESI

Stanziamenti e procedure per borse di studio e esenzioni dalle tasse

07. November 2017

Con l'avvio della programmazione per l'offerta formativa 2018-2019, in queste settimane si sono attivate anche le procedure per l'erogazione delle borse di studio a valere sui finanziamenti straordinari decisi nelle sedute estive del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione.Si tratta, come forse ricorderete, di uno stanziamento di 2.400.000 euro reso possibile dai risultati di bilancio del 2015 e del 2016.

Le modalità di erogazione, elaborate nelle settimane scorse in accordo con i rappresentati degli studenti in Senato e in Consiglio di Amministrazione sono strutturate secondo le seguenti misure:

 

  •     uno stanziamento di 900.000 euro per gli anni accademici 2018-2019 e 2019-2020 per 90 borse di studio di 5.000 euro per ciascun anno  riservate a studenti internazionali;
  •     uno stanziamento di 600.000 per gli anni accademici 2018/19 - 2020/21, per 100 fee waivers all'anno riservate a studenti internazionali;
  •     uno stanziamento di 900.000 per i tre anni accademici 2018/19 - 2020/21, per un totale di 500 borse di studio e fee waivers  riservati a studenti nazionali.


In tutti i casi l'assegnazione viene decisa in base a criteri di merito e di provenienza geografica. Per gli studenti internazionali, le borse sono riservate agli studenti che hanno superato i test di pre-ammissione e successivamente selezionati, per una quota, da una commissione di docenti di Ateneo, e per un'altra quota da parte di omologhe commissioni di alcune delle università nostre partner di diplomi congiunti e di progetti di scambio Erasums o Erasums+.

Per gli studenti nazionali, l'erogazione è decisa sulla base del voto di diploma (per gli studenti che si iscrivono alle lauree triennali) o voto di laurea (per gli studenti che si iscrivono alle lauree magistrali) e distanza della sede di residenza.


Complessivamente è un investimento significativo, che intende sostenere il diritto allo studio e allo stesso tempo contribuire a diversificare la nostra popolazione studentesca, favorendo l'ingresso di studenti internazionali e di residenti fuori regione, due categorie per cui i costi di soggiorno incidono in modo più significativo nella loro esperienza di studio a Ca' Foscari.


Grazie alle prorettrici Tiziana Lippiello e Ricciarda Ricorda, alla dirigente Francesca Magni, a tutto lo staff di ADisSS,  di URI e dei Dipartimenti per il lavoro svolto, e grazie ai rappresentanti degli studenti in Senato e CdA per la preziosa collaborazione nell'individuare i criteri di assegnazione.

0 comments  
New comment

0 comments