CafoscariNEWS

Cybersecurity: prima conferenza italiana a Ca' Foscari

Ca' Foscari ospiterà la prima conferenza italiana sulla cybersecurity che si terrà dal 17 al 20 gennaio 2017 a San Giobbe. Nata in seno al Laboratorio Nazionale Cybersecurity del Consorzio interuniversitario nazionale per l'informatica, la conferenza punta a mettere assieme l'accademia, la componente industriale e il settore governativo. La conferenza ITASEC17 sarà multidisciplinare, annuale e itinerante e spazierà dalla tecnologia all'economia, alla sociologia, alla politica, alla giurisprudenza.

 

Tra i temi di attualità che saranno approfonditi: difesa cyber della nazione, policy nazionali ed europee, partnership pubblico-privato, protezione delle infrastrutture critiche, intelligence sul web, malware analysis, attack detection.

 

Interverranno, tra gli altri, Pier Paolo Baretta, sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze, Domenico Rossi, sottosegretario al Ministero della Difesa, Paolo Ciocca, vicedirettore del Sistema Informazione Sicurezza della Repubblica.

 

La conferenza sarà multidisciplinare, annuale e itinerante e spazierà dalla tecnologia all'economia, alla sociologia, alla politica, alla giurisprudenza.

 

A Venezia, nello Spazio Stakeholder, ad accesso libero, si alterneranno ospiti internazionali nell'Aula Magna Cazzavillan. Tra questi, Matthew Barret del NIST USA, Andrea Servida (EU DG Connect), Luigi Rebuffi (ECSO) e Harry Perper (National Cybersecurity Center of Excellence, MITRE).

 

Folta la presenza di soggetti pubblici e privati, tra i quali Cisco, IBM, Leonardo, Microsoft, TrendMicro, PaloAlto Networks, Blu5, Business-e, Check Point, inthecyber, Saiv, RSA, Var Group, Deloitte, KPMG, Accenture, Hermes Bay, Banca d'Italia, Confindustria, Enel, Associazione Italiana Infrastrutture Critiche, Enisa, Sogei, CERT Nazionale (MiSE) e CNR.

Lo Spazio Tecnico/Scientifico vedrà invece alternarsi tre filoni principali: una Scientific Track sulla cybersecurity, una Demo Track mirata a presentare strumenti innovativi sviluppati da industrie, centri di ricerca, e università e una Fil-Rouge Track comprendente una serie di sessioni multidisciplinari su 'temi caldi' della sicurezza informatica. In tutto più di sessanta presentazioni selezionate da oltre quaranta università e dai maggiori centri di ricerca italiani.

Il comitato di selezione è stato guidato dai professori Riccardo Focardi, dell'Università Ca' Foscari Venezia, Alessandro Armando dell'Università di Genova e Roberto Baldoni, direttore del Laboratorio Nazionale Cybersecurity del CINI e docente dell'Università di Roma La Sapienza. Del comitato hanno fatto parte più di 60 tra accademici e ricercatori di profilo internazionale, provenienti da oltre quaranta tra università e centri di ricerca. Il programma dettagliato è consultabile sul sito www.itasec.it