CafoscariNEWS

'Due donne che ballano' a Teatro Ca' Foscari

Giovedì 23 febbraio 2017, alle 20.30, al Teatro Ca’ Foscari Maria Paiato e Arianna Scommegna in Due donne che ballano. Di Josep Maria Benet i Jornet. Regia Veronica Cruciani. Produzione Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano – Milano

Una donna anziana e una giovane chiamata a farle da badante. Tutte e due schive, energiche, sarcastiche ed eroiche. Si odiano e si detestano perché sono simili, perché ognuna ha bisogno dell’altra, e, nella solitudine delle rispettive vite, sono l’una per l’altra l’unica presenza confortante. Consumano le poche ore alla settimana che passano insieme beccandosi, pungendosi e confessando di sé quello che solo a un estraneo si riesce a confessare.
Ballano. Come balla una nave in balìa delle onde. Ballano la danza dell’esistenza dura e difficile di chi porta dentro una sofferenza ma fuori esibisce una faticosa immagine di forza e autosufficienza. Ballano come una coppia estratta dal mazzo della casualità, quando nelle balere due sconosciuti si trovano a ballare insieme. E per questo ballo non ci sono cavalieri, non ci sono uomini possibili, non ci sono mariti, padri o figli ad accompagnarle. Ma solo due donne che ballano. Avrebbero potuto non incontrarsi mai e continuare a ballare da sole come hanno sempre fatto, e invece per loro fortuna il sollievo della coppia finalmente addolcisce un po’ la fatica.

Veronica Cruciani
racconta una minuscola storia come tante ne accadono nei grandi condomini di qualsiasi città, un microcosmo, un ecosistema esistenziale, che attraverso la scrittura di Benet I Jornet diventa un modo gentile, amaro e profondamente ironico di raccontare un’intera società, in cui le persone difficili e scomode sono estromesse e confinate ai margini, ad affrontare in solitudine la pista da ballo del proprio destino.

Josep Maria Benet i Jornet
, nato nel 1940, è considerato uno dei massimi autori del teatro spagnolo contemporaneo e il padre del teatro catalano. Ha influenzato almeno due generazioni di autori catalani, ha ricevuto numerosi riconoscimenti e le sue opere sono state rappresentate in tutta Europa, in Argentina e negli Stati Uniti.
Una curiosità che lega la sua biografia a questo testo è la sua grande passione per i fumetti del passato di cui fa collezione, passione che condivide con la più anziana delle Due donne che ballano.

Brevi biografie delle due interpreti
Maria Paiato è considerata una delle più sensibili e raffinate tra le grandi attrici italiane del nostro tempo. Dopo il diploma  all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio d'Amico nel 1984, ha recitato con importanti registi come Luca Ronconi, Mauro Bolognini, Giancarlo Sepe, Maurizio Scaparro, Antonio Calenda, Nanni Loy, Roberto Guicciardini, Giampiero Cicciò, Valerio Binasco.
Al cinema è stata diretta, tra gli altri, da Francesca Archibugi (Lezioni di volo, 2007) e Marco Martani (Cemento armato, 2007).
È stata poi interprete nel 2009 del ruolo di magistrato nel film della Comencini Lo spazio bianco. Ha poi interpretato Ida Rosselli nel film di Luca Guadagnino Io sono l'amore, al fianco di Tilda Swinton. Questo film è stato candidato ai Golden Globes 2010 nella categoria "film straniero" ed ha ottenuto un lusinghiero successo negli Stati Uniti.
Ha vinto numerosi premi tra cui il Premio Borgio Verezzi (1994), il Premio Flaiano (2001), il Premio Olimpici del Teatro (2004), la Maschera d'oro (2005), e due Premi Ubu (2005 e 2006).
Il 14 settembre 2007 le è stato assegnato il Premio Olimpici del Teatro per il monologo Un cuore semplice nella categoria One woman show, mentre il 12 ottobre 2009 ha ricevuto il premio intitolato a Eleonora Duse come migliore attrice per la stagione teatrale 2008-2009.

Arianna Scommegna, attrice di talento, pluripremiata (Premio Lina Volonghi ’96; Premio della Critica 2010; Premio Hystrio 2011; Premio Ubu 2014) , si diploma nel 1996 presso la “Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi” di Milano. Dal 1996 è socia fondatrice della compagnia teatrale A.T.I.R. di Milano, con cui ha preso parte agli spettacoli diretti da Serena Sinigaglia, tra i quali :Troiane di Euripide (2004/2006); Donne in parlamento di Aristofane (2007); Utoya di Edoardo Erba (2015). Ha lavorato con registi come Peter Stein nel ruolo di Ruth in Ritorno a casa di Pinter, per il quale ha vinto il Premio Ubu 2014; Gigi Dall’Aglio da cui è stata diretta negli spettacoli: Terrore e miseria del terzo Reich di Brecht; Cleopatràs e Mater Strangosciàs di Testori. Con la regia di Gabriele Vacis è stata interprete dello spettacolo La Molli, divertimento alle spalle di Joyce di Vacis e Scommegna.  Con la regia di Cristina Pezzoli ha recitato nello spettacolo Madre Coraggio  nel 2008 con Isa Danieli, produzione Gli Ipocriti, Napoli. Nel cinema ha interpretato il ruolo della madre in Scialla! regia di Francesco Bruni (Vincitore di Controcampo Italiano al Festival di Venezia 2011); nel film  La variabile umana di Bruno Oliviero ha interpretato il ruolo di Ruth. Ha inoltre preso parte al film Il dolce rumore della vita di Giuseppe Bertolucci, nel ruolo di una giovane attrice. È inoltre impegnata come attrice e trainer nel progetto di A.T.I.R. “Gli spazi del teatro”: laboratorio permanente di teatro sociale per persone diversamente abili.

I biglietti si acquistano giovedì 23 febbraio dalle 17.00 alle 20.00, presso la biglietteria del Teatro Ca’ Foscari a Santa Marta, Dorsoduro 2137.
Si consiglia vivamente la prenotazione all’indirizzo  biglietteria.teatrocafoscari@unive.it