CafoscariNEWS

Dai big data alla conoscenza: Ca’ Foscari riunisce 270 esperti da tutto il mondo

Come gestire e trarre conoscenza da quantità enormi di dati? Se lo chiedono le imprese alle prese con big data prodotti nel processo produttivo o acquisiti dai clienti, ma la domanda è soprattutto un campo di ricerca in continua evoluzione sul quale farà il punto la conferenza internazionale di data management e database systems EDBT/ICDT, organizzata da Ca’ Foscari e ospitata all’isola di San Servolo dal 21 al 24 marzo. Partecipano 270 esperti, dal mondo accademico ma anche dall’industria, provenienti da oltre 30 Paesi.

Tra gli interventi i massimi esperti a livello internazionale, tra i quali Ramakrishnan Srikant e Rakesh Agrawal, studiosi che saranno premiati con il Test of Time Award per aver raggiunto risultati che hanno fatto la storia della disciplina ispirando applicazioni che hanno lasciato il segno. In questo caso, la ricerca ha influenzato il marketing negli ultimi vent’anni: era uno dei primi esempi di data mining (l’estrazione di informazione da grandi quantità di dati) applicato agli scontrini abbinati al carta fedeltà dei supermercati.

Etica, diritti e comportamento nell’ambito delle tecnologie di gestione dei dati saranno al centro di uno degli approfondimenti che saranno affrontati. Inoltre, forte la presenza delle industrie, con rappresentanti dalle principali multinazionali interessate, che toccheranno anche la questione dell’analisi dei dati a vantaggio della cosiddetta industria 4.0.

L’organizzazione è stata coordinata da Salvatore Orlando, professore di Informatica al Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica.