CafoscariNEWS

Un’attività unica: Tutorato specialistico per studenti con disabilità e DSA

Il tutor è colui che fornisce consulenza agli studenti e li accompagna in momenti specifici del loro percorso accademico. Esistono diverse tipologie di tutor specialistici: alcuni sono preposti ad attività di accoglienza, assistenza e didattica integrativa verso tutti gli studenti di un determinato corso di laurea, mentre altri si occupano dell’Orientamento e del Placement, promuovendo Ca’ Foscari in diversi eventi fieristici e Istituti secondari del Veneto.

Ca’ Foscari, da sempre interessata ad agevolare l’esperienza accademica di tutti i suoi studenti, ha promosso un ulteriore tutorato, incentivando, grazie al Servizio Disabilità e DSA, la didattica di piccolo gruppo e formando delle figure apposite per accompagnare gli studenti disabili e con Disturbi Specifici dell’Apprendimento durante lo studio universitario.

Nasce così la figura del Tutor specialistico per studenti con disabilità e DSA, che, per un intero semestre, segue lo studente a lui assegnato, aiutandolo a preparare un determinato esame, già sostenuto dal tutor selezionato. Il percorso inizia con la partecipazione ad un incontro per conoscere le linee guida sulle modalità di supporto degli studenti con disabilità e DSA, a cui segue la conoscenza dello studente che il tutor dovrà affiancare.

Si avvia un percorso che è quasi riduttivo chiamare di tutorato, perché il tutor non sarà solo un consulente, non dovrà semplicemente intervenire attraverso spiegazioni di supporto e delucidazioni rispetto al dato insegnamento, ma dovrà cercare, insieme al suo studente, una strategia educativa e di studio per facilitarne l’apprendimento.

Egli metterà in campo non solo le nozioni e gli approfondimenti utili allo studio di una disciplina, ma svilupperà una serie di capacità molto utili sia nell’ambito universitario, sia nel mondo del lavoro.
Imparerà ad essere semplice, chiaro, conciso ed essenziale nelle spiegazioni, focalizzandosi su uno studente che avrà bisogno di un percorso individualizzato e molto specifico.

Potenzierà l’empatia e la comprensione dell’Altro, poiché si prenderà cura di una persona che conoscerà giorno dopo giorno, a cui dedicherà le sue attenzioni, e che rimarrà nei suoi pensieri anche dopo il termine dell’attività stessa, perché è impossibile staccare completamente la spina quando si prende a cuore qualcuno.
Il rapporto che si crea tra tutor e studente, sviluppato nell’arco di trenta ore, permette la creazione di una relazione, di un legame che unisce le due parti e che consente di raggiungere un obiettivo comune. Questo fine non è soltanto il superamento di un esame, sicuramente prova oggettiva dell’impegno profuso dallo studente e dal tutor, ma è la crescita personale e professionale di entrambi.

Il tutor ha una grande responsabilità etica e accademica: deve dirigere, insieme al suo studente, la rotta di una nave, e arrivare al porto, superando gli ostacoli di un mare in gran tempesta, che non deve rappresentare un deterrente, ma un’opportunità per farcela e superare la difficoltà.

L’esperienza come tutor specialistico per studenti con disabilità e DSA è unica e significativa, essa rappresenta un valore aggiunto per gli studenti cafoscarini, che possono accedere a queste attività e mettersi in gioco, ed è un passo molto importante verso l’integrazione degli studenti con disabilità e DSA.

Pubblicazione del bando di Tutorato specialistico per studenti con disabilità e DSA
È stato pubblicato il bando di tutorato specialistico per attività di sostegno alla didattica (la lista degli insegnamenti è reperibile nel testo del bando) a favore degli studenti con disabilità e DSA, rivolto a tutti gli studenti cafoscarini iscritti ai corsi di laurea magistrale e dottorati di ricerca.
La scadenza per presentare la domanda di partecipazione è il 13 febbraio 2018 ore 12.30.

A cura di Charlotte Gandi