Venetonight: da quali pericoli ‘invisibili’ la ricerca ci può salvare?

Partiamo dai Pericoli, uno dei quattro temi - insieme a Mondi, Forze e Barriere – che quest’anno animano Venetonight ‘invisibile’ (Ca’ Foscari esposizioni, 28 settembre-4 ottobre). Quali sono, come ci possiamo difendere ma soprattutto come la ricerca ci può aiutare?

Il web è un ottimo esempio. Prenotiamo l’hotel su Booking, gestiamo i nostri risparmi attraverso l’App della banca, affidiamo a Facebook confessioni e ricordi privati. Usiamo le nostre credenziali per collegarci a una moltitudine di siti web…ma siamo sicuri di essere sempre su quelli giusti? Il phishing, la truffa on line, è un pericolo concreto e in tema di sicurezza informatica il punto debole della catena siamo proprio noi umani.

Una parte della ricerca sviluppata dal dipartimento di Scienze ambientali, informatica e Statistica, scopre gli attacchi e svela le tecniche per difendersi dagli hacker.

Stefano Calzavara, ricercatore ed esperto di sicurezza informatica, diventerà a Venetonight un ‘ladro di byte’ e ci farà sperimentare una delle insidie più pericolose del web. Utilizzando credenziali usa e getta, ci collegheremo con il nostro cellulare a uno dei colossi dell’e-commerce: e-Bay. Attenzione però: siamo davvero su e-Bay o siamo capitati su un sito ‘esca’, che può rubare le nostre credenziali (e il nostro numero di carta di credito?).
Saremo così accorti da capire il trucco? Mettiamoci alla prova. Per ora abbiamo un unico suggerimento: verificare bene il nome del dominio, le insidie si possono nascondere lì dentro.

Sempre in ambito web, grazie all’attività proposta da Marco Squarcina, potremo scoprire i ‘punti deboli’ dei siti sui quali navighiamo tutti i giorni, porte d'ingresso che gli hacker possono usare per rubare i nostri dati.

Pericoli invisibili sono anche attorno a noi, nell’ambiente dove viviamo. Per la prima volta vedremo con i nostri occhi i pezzettini microscopici di plastica che invadono le nostre spiagge. Un’enorme massa invisibile ma molto pericolosa (‘Nascondino’ del ricercatore Giulio Pojana del dipartimento di Filosofia e Beni Culturali) della quale siamo diretti responsabili. Potremo anche sperimentare la vulnerabilità del nostro Pianeta, attraverso gli effetti diretti sulla nostra quotidianità dovuti alla fusione dei ghiacciai (Francois Burgay e Fabrizio de Blasi, del dipartimento di Economia). E capiremo che i nostri gesti, seppur piccoli, possono ridurre i rischi.  

Venetonight 2018 è un evento in collaborazione con Science Gallery Venice. Tutte le info al sito web www.unive.it/venetonight
E-mail:  venetonight@unive.it