Garanzia giovani

T.A.L.E.N.T for Neet

È la seconda fase del piano europeo Garanzia Giovani, il cui scopo è quello di offrire nuove opportunità di inserimento lavorativo ai giovani attraverso esperienze pratiche di tirocinio e di lavoro anche in mobilità transnazionale, integrate con attività preparatoria di formazione linguistica.
Il piano di attuazione regionale di Garanzia Giovani prevede due linee progettuali:

  • territoriale - per una singola provincia veneta
  • strategico - per i seguenti 4 ambiti strategici: industrie creative, sistema moda, sistema casa, manifattura smart.

A chi si rivolge

Garanzia Giovani - T.A.L.E.N.T for Neet si rivolge ai giovani laureati che non abbiano compiuto i 30 anni e che non siano impegnati in un’attività lavorativa né inseriti in un percorso scolastico o formativo, i cosiddetti NEET (Not in Education, Employment or Training).

Per partecipare ai progetti di Garanzia Giovani, è necessario inoltre essere cittadini comunitari residenti in Italia o stranieri extra UE regolarmente soggiornanti e avere il domicilio nella Regione Veneto.

Documenti allegati

Come iscriversi

Per partecipare a Garanzia Giovani è necessario innanzitutto iscriversi al portale www.cliclavoroveneto.it/, cliccando sul pulsante “Registrazione Garanzia Giovani”.

Una volta effettuata la registrazione, dovrai recarti entro 60 giorni presso lo Youth Corner istituito dal Servizio Placement, per completare la procedura di  profilatura e ottenere il patto di servizio. Gli operatori ti illustreranno inoltre tutte le opportunità offerte dai progetti attivati.

Lo sportello è attivo dal lunedì al venerdì mattina su appuntamento.


Le Storie

Antonio Di Candia (Amministrazione, finanza e controllo)

Qual è stato il tuo percorso di studi?

Il mio percorso di studi è stato abbastanza lineare. Mi sono diplomato come ragioniere, mi sono laureato in “Economia e Commercio” a Ca’ Foscari e ho concluso il mio percorso universitario veneziano con la Laurea Magistrale in “Amministrazione, Finanza e Controllo”.

Come hai incontrato il progetto Garanzia Giovani e quanto ti è stato utile il servizio Stage&Placement per iniziare questo tuo percorso?

Dopo aver portato a termine il percorso universitario avevo intrapreso la strada degli studi professionali ma dopo poco meno di un anno ho scelto di rimettermi in gioco interrompendo questo percorso e provando ad entrare nel mondo lavorativo aziendale. Dopo una serie di candidature e colloqui che non sono andati a buon fine, ho deciso di candidarmi ad uno dei percorsi di formazione promossi dal servizio Stage&Placement nell’ambito del progetto Garanzia Giovani di cui sono venuto a conoscenza tramite le mail ricevute periodicamente dal servizio Placement per pubblicizzare questo tipo di iniziative.

Qual è l'aspetto del progetto in HR Specialist che hai trovato maggiormente interessante?

Certamente l’aspetto maggiormente interessante è la possibilità di associare un cospicuo numero di ore di formazione, ben 200, ad uno stage aziendale di 480 ore mirato ad applicare i concetti teorici appresi durante la formazione in aula.

Di cosa ti occupi oggi e qual è il tuo ruolo nell'azienda? 

Sono stato inserito come impiegato nel reparto amministrativo-contabile e mi occupo principalmente della gestione amministrativa del personale e della contabilità dei fornitori.

Che progetti hai per il futuro?

Io credo che al giorno d’oggi per un giovane sia molto difficile fare progetti a lungo termine perciò cerco di progettare il mio futuro un passo alla volta nell’ottica di rendermi economicamente indipendente e costruire una famiglia. Tutte cose comunque possibili solo lavorando sodo giorno dopo giorno per confermare la fiducia che mi è stata data dall’azienda che mi ha assunto. Posso quindi dire che il mio progetto per il futuro è quello di lavorare a testa bassa.

Raccontaci la tua giornata tipo

La mia giornata tipo dal punto di vista lavorativo è difficile da raccontare in quanto mi sono trovato ad essere inserito in un ufficio molto dinamico e flessibile alle esigenze aziendali che giorno dopo giorno si presentano. Certamente posso dire che la mia giornata inizia solitamente alle 08.30 e termina tra le 17.30 e le 18.30, con un’ora di pausa pranzo. Posso garantire che il tempo vola e le cose da fare sono sempre molte di più del tempo a disposizione. Di certo non c’è pericolo di annoiarsi.