Certificazione LEED

Il 19 settembre 2013 Palazzo Foscari, la sede gotica sul Canal Grande dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, ha ufficialmente ricevuto la certificazione LEED - Leadership in Energy and Environmental Design diventando l’edificio più antico al mondo con questo riconoscimento.

Il traguardo raggiunto da Ca’ Foscari è il frutto della partnership con Habitech, consulente per la riqualificazione sostenibile degli edifici esistenti e Coster, azienda operante nel settore del controllo dell’energia.
La certificazione LEED per edifici esistenti è nota come LEED EB: O&M, acronimo di Existing Building: Operation & Management (LEED Edifici Esistenti: Impianti&Manutenzione).

Che cos'è la certificazione LEED

La certificazione LEED, promossa dal Us Green Building Council americano, attesta il livello di sostenibilità di un edificio nelle attività di conduzione e nelle operazioni di gestione e manutenzione dell’immobile e prevede il conseguimento di criteri più stringenti di quelli attualmente in atto. Il protocollo predilige interventi poco invasivi e a basso costo, azioni concentrate sulle pratiche quotidiane e sul comportamento degli occupanti dell’edificio, audit energetici e misurazioni delle performance di sostenibilità dell’edificio.


Perché questa certificazione per Ca' Foscari

Ca’ Foscari costituisce un importante case study anche per il contesto operativo, caratterizzato da margini ristretti in termini di possibilità d’intervento, infatti si tratta di un palazzo storico del Cinquecento, sottoposto a vincoli di tutela storico-artistica e che ha già subito una profonda ristrutturazione nel suo recente passato.

La certificazione ottenuta dall’Ateneo è un valido strumento di riferimento e rappresenta una strada d’immediata applicazione per abbattere l’inquinamento e tagliare i costi di gestione e manutenzione.

La sfida per il futuro sarà di diffondere il know how e di applicare i criteri di efficienza energetica della certificazione LEED ad altri edifici antichi in Italia. L’auspicio è che questa esperienza porti altre strutture analoghe ad interrogarsi sulla effettiva necessità di un risparmio energetico complessivo.


Quali sono i requisiti LEED di Ca’ Foscari

In base ai requisiti del protocollo, Habitech e Coster hanno progettato e realizzato una serie di interventi sulla struttura esistente.
Di seguito gli ambiti presi in considerazione dal Green Building Council  e le azioni svolte da Ca’ Foscari che hanno soddisfatto i requisiti necessari alla certificazione.

EFFICIENZA IDRICA

Consumo di acqua potabile ridotto del 28% in un anno, grazie a interventi mirati su rubinetterie, cassette WC e aeratori. Si è passati da una baseline di riferimento di 7074m3/anno ad un valore di 5106 m3/anno, l’equivalente del consumo medio annuo di 31 residenti in provincia di Venezia (dati Istat).

RISPARMIO ENERGETICO E APPROVVIGIONAMENTO DA FONTI RINNOVABILI

L'utilizzo di lampade a basso impatto energetico, gli interventi di regolazione degli impianti e l'installazione di nuovi generatori di calore ad alta efficienza hanno consentito di ridurre i consumi energetici. Ca’ Foscari inoltre aderisce alla convenzione Consip "Energia Elettrica 10" che prevede l’utilizzo al 100% di energia elettrica prodotta da sole fonti rinnovabili per tutte le sedi. Si monitorano continuamente i consumi per attuare nuove strategie mirate di intervento.

ACQUISTI VERDI

A Ca’ Foscari il 60% degli acquisti è ‘verde’, sia per quanto riguarda i beni di consumo e la cancelleria - carta, toner batterie, eccetera - sia per quanto riguarda i beni durevoli di ufficio - computer, stampanti, fotocopiatrici, arredi.  Per essere prodotti verdi devono rispondere a determinate caratteristiche di sostenibilità, ovvero il contenuto di materiali riciclati pre e post consumo o di materiali rapidamente rinnovabili, contenuto di prodotti derivati da foreste certificate FSC, e batterie riciclabili. Le lampadine utilizzate sono a risparmio energetico e per la maggior parte mercury-free.

GESTIONE RIFIUTI

Dal 2012 Ca’ Foscari ha attivato la raccolta differenziata nelle sedi di ateneo(progetto Ra.Di.Ca. - Raccolta Differenziata a Ca’ Foscari). 
Nell’ambito di Ra.Di.Ca. è stata attuata la sostituzione dei questionari cartacei, pari a 60.000 copie all’anno, con rilevazioni telematiche che permettono una riduzione di 300 kg di carta annui. A questo si aggiunge la sostituzione del classico librettodegli studenti e dei verbali di laurea con gli omologhi digitali, che permettono di risparmiare 235 kg di carta ogni anno. Queste due misure hanno portato ad unrisparmio economico totale di 80.000 Euro annui.
Grazie alle politiche esistenti e alle implementazioni del Green Procurement, a Palazzo Foscari si potrà differenziare l’80% del volume/peso totale di rifiuti di beni di consumo prodotti. 
Per quanto riguarda il ciclo di vita dei beni durevoli, Ca’ Foscari utilizza fornitori che hanno un loro programma per il riciclo e il riutilizzo dei materiali che possiedono ancora una loro funzionalità.

PRODOTTI DELLE PULIZIE SOSTENIBILI E A BASSA TOSSICITÀ

Per garantire il benessere e la salute di chi utilizza gli spazi di Ca' Foscari, il 60% dei prodotti per le pulizie usati è certificato Ecolabel, il marchio europeo usato per certificare il ridotto impatto ambientale dei prodotti o dei servizi offerti dalle aziende che ne hanno ottenuto l'utilizzo.

MOBILITÀ SOSTENIBILE

La percentuale di spostamenti alternativi rispetto all'auto privata ha superato il 90%, facendo ottenere il massimo punteggio di 15/15 punti sulla scheda di valutazione LEED.