Dottorato industriale

Il Decreto Ministeriale 8 febbraio 2013 n. 45 prevede una nuova modalità di collaborazione tra Università e mondo del lavoro: il Dottorato industriale.  

Questo tipo di collaborazione consente alle aziende di formare, rafforzandone le competenze, i propri dipendenti a tempo indeterminato nell’ambito di un Corso di dottorato di ricerca.

L’aggettivo “industriale” deve essere inteso in senso ampio “includendo tutti i settori del mercato del lavoro privato e pubblico, dalle imprese profit, alle istituzioni pubbliche, fino a ONG e istituzioni di tipo caritatevole o culturale”(Commissione Europea 2011).

Il percorso formativo viene costruito di comune accordo dall'azienda e dal Collegio docenti del Corso di dottorato coinvolto e prevede sia la frequenza di corsi universitari che lo svolgimento dell'attività di ricerca. Il dottorando viene seguito da due supervisori, uno accademico ed uno aziendale.

Per accedere a questa opportunità l’azienda deve inviare all’Ufficio Dottorato di ricerca ( phd.office@unive.it) l’allegata manifestazione d’interesse, che verrà sottoposta all’attenzione del Collegio dei docenti.

A seguito del positivo accoglimento della richiesta si procederà alla stipula della convenzione e all’inserimento nel bando d’ammissione ai Corsi di dottorato dei posti riservati ai dipendenti.

I dipendenti saranno ammessi al Dottorato solo a seguito di superamento della relativa selezione.

Per quanto riguarda il prossimo bando d’ammissione (34° ciclo) per l'a.a. 2018/2019, le manifestazioni d’interesse dovranno pervenire entro febbraio 2018.