Teatro

Teatro Ca' Foscari

Il programma 2017/2018 del Teatro Ca’ Foscari punta l’attenzione sugli slittamenti di senso che incontriamo sul nostro cammino, nello spazio che abitiamo e in ogni particella che forma il nostro pensiero e che non riesce a stabilire una giusta frequenza con le altre.

Lo sguardo di Leonardo Mello su Lettere dalla notte, che ha inaugurato la stagione

Documenti allegati

Chi va in scena

Venerdì  24 novembre 2017, alle 20.30, al Teatro Ca’ Foscari, la Compagnia Frosini-Timpano presenta Acqua di colonia. Testo, regia, interpretazione Elvira Frosini e Daniele Timpano. Consulenza Igiaba Scego

Acqua di colonia è finalista al Premio UBU 2017 nella sezione Miglior nuovo testo italiano o scrittura drammaturgica.  

Lo spettacolo è ospitato in collaborazione con l'International Center for the Humanities and Social Change e collegato al Convegno Memorie d'Africa. Tracce coloniali nella cultura italiana, che si terrà il 24 novembre, alle ore 15, nell'Aula Magna di Ca' Dolfin.

biglietti si acquistano il giorno dello spettacolo dalle 19.00 alle 20.00 presso la biglietteria del Teatro Ca’ Foscari. Si consiglia la prenotazione all'indirizzo  biglietteria.teatrocafoscari@unive.it.

Programma 2017/2018

Biglietti e contatti

  • intero € 12,00
  • ridotto € 7,00
  • studenti (università, conservatori, accademie e scuole) e associati Ca’ Foscari Alumni € 3,50
  • per gli spettacoli Monogamia, Starlùc, Cessi pubblici e Il violinista di Praga il biglietto di ingresso è al prezzo unico di € 5,00; studenti € 3,50.

Riduzioni
Giovani fino a 28 anni, over 65, docenti e dipendenti Università Ca’ Foscari e IUAV, soci CRC Ca’ Foscari, soci CRC IUAV, diversamente abili (anche l’accompagnatore ha diritto al biglietto ridotto).
È necessario presentare in biglietteria il documento che attesti il diritto alla riduzione.

Prenotazioni 


Cosa abbiamo realizzato in questi anni

Il Teatro Ca’ Foscari riapre con la stagione 2009/2010, dopo un periodo di chiusura successivo alla gestione 2001-2004, affidata in convenzione a una struttura esterna.
Aver riportato il teatro all’interno dell’Ateneo,dopo l’esperienza folgorante e irripetibile di Giovanni Poli fondatore nel 1953 del Teatro Ca’ Foscari a Palazzo Giustinian dei Vescovi, ha favorito lo sviluppo di un forte senso di appartenenza nella comunità cafoscarina e ha rigenerato uno spazio che è prima di tutto dell’università, ma anche dell'intera città di Venezia.
Da allora, con le attività e i progetti di Teatro Ca' Foscari, l'Ateneo continua a offrire a studenti, docenti, cittadini, appassionati e artefici dello spettacolo un luogo in cui è possibile recuperare il senso di un impegno comune e rinnovare lo spirito di creatività, il gusto per il dibattito artistico e la capacità di giudizio critico.

  • Spettacoli: 118
  • Residenze artistiche: 29
  • Laboratori/workshop: 29
  • Posti a sedere: 186
  • Presenze in sala: 25147
  • Studenti collaboratori e stagisti: 67
ico2016/2017
Correlazioni – Stare al mondo; Altre destinazioni
700 K
ico2015/2016
Latitudini – Paesaggi teatrali
750 K
icoFebbraio-giugno 2015
LineaMenti – Profili del pensiero
812 K
icoOttobre-dicembre 2014
RiGenerAzioni – Ripensare la scena
360 K
ico2013/2014
GenerAzioni teatrali. A chi appartiene il mondo?; Molecole
835 K
ico2012/2013
Sussulti, ancora; Molecole: esperienze, laboratori, spettacoli e letture
388 K
ico2011/2012
Litanie del Caos; Molecole: esperienze, laboratori, spettacoli e letture
420 K
ico2010/2011
Atelier; Ri-scontri: laboratori e proposte
158 K

Cantiere Teatro Ca' Foscari

Concluso il laboratorio 2016/2017, arrivederci alla prossima edizione

Cantiere Teatro Ca' Foscari è uno spazio di studio, sperimentazione, produzione teatrale e culturale, aperto agli studenti di tutti i Dipartimenti dell'Ateneo, dove si affrontano temi legati al mondo del teatro.
Per l'a.a. 2016/2017 Cantiere Teatro Ca’ Foscari ha proposto un programma teorico-pratico sul tema del tempo, con una serie di appuntamenti realizzati nella cornice del Campus di via Torino.

Lo spettacolo finale si è svolto mercoledì 24 maggio 2017 con pubblico numeroso e ampio coinvolgimento della comunità cafoscarina.

L’Istituto per la regolazione degli orologi, testo liberamente tratto dall’opera di Ahmet Hamdi Tanpinar.

Video dell'evento