Lisa Danese si racconta: inclusione, accessibilità e opportunità imprenditoriali!

“Se parli con un uomo in una lingua a lui comprensibile, arriverai alla sua testa. Se gli parli nella sua lingua, arriverai al suo cuore”, affermava Nelson Mandela: mai frase più adatta a descrivere chi sono e cosa faccio. Sono Lisa Danese, laureata magistrale a Ca’ Foscari in Scienze del Linguaggio con una tesi sperimentale su un tema poco esplorato a livello scientifico: la traduzione dall’italiano alla LIS di un testo turistico-culturale. Una guida di Venezia, la splendida città che ospita il nostro Ateneo.

Terminati gli studi accademici, grazie all’opportunità garantita da tre assegni di ricerca, ho potuto approfondire le ricerche nell’ambito della traduzione e dell’accessibilità ai contenuti: inizialmente con due progetti di ricerca cofinanziati da Ca’ Foscari e Accademia Europea di Bolzano (Eurac) sul tema della traduzione in LIS e svolti principalmente a Bolzano che mi hanno permesso di entrare in contatto con una realtà scientifica e culturale che, seppur sul territorio Italiano, per la sua natura storico-geografica ha forti contatti con il mondo germanico e anglosassone, poi, tornata a Ca’ Foscari, con un terzo progetto ho potuto proseguire e completare le ricerche nell’ambito della semplificazione linguistica dei contenuti per facilitare la comprensione di un testo scritto a tutti i lettori, analizzando come ridefinire contenuti in maniera più semplice, ma non banale.

Questi studi caratterizzano ora la mia biografia e il mio profilo professionale. Tali competenze mi hanno permesso, conclusi gli anni dedicati alla ricerca, di contribuire alla nascita di una startup che ha la mission di abbattere delle barriere della comunicazione applicata ai servizi digitali. VEASYT srl (www.veasyt.com), spin-off dell’Università Ca’ Foscari Venezia, è una realtà che coniuga la valenza sociale con quella economica, due aspetti che spesso si pensa essere difficilmente compatibili. I principali servizi sviluppati sono VEASYT Live! (video-interpretariato professionale da remoto, che permette a chiunque di avere un interprete a portata di click) e VEASYT Tour (guida culturale multimediale accessibile). VEASYT persegue innovazione, impatto sociale e crescita economica, con molto orgoglio da parte mia, dei miei soci co-fondatori, dei colleghi (cafoscarini laureati in diversi Dipartimenti) e collaboratori.

Oltre al mio impegno aziendale, ho fortemente desiderato mantenere attiva anche l’attività di ricerca collaborando con il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati all’interno di un ambizioso progetto europeo “Spreadthesign” (www.spreadthesign.com) che mira a raccogliere in un video-dizionario gratuito tutte le lingue dei segni del mondo.

A livello personale, nel 2014 ho ricevuto il riconoscimento di Girl in Tech Italia per il contributo allo sviluppo di VEASYT. Ma, ancora di maggior orgoglio per me è il riconoscimento ricevuto un anno dopo, nel 2015, dall’Associazione Ca’ Foscari Alumni, di Alumna dell’Anno: un grande stimolo e un nuovo punto di partenza.