Aperti al mondo

News

150 anni di “Lezioni Magistrali” – selezionato il cast cafoscarino

Trenta studenti provenienti da differenti percorsi di studio, ma tutti accomunati dalla passione per il mondo del teatro, saranno i protagonisti dello spettacolo di Massimiliano Finazzer Flory.

Racconta in prosa o in versi la tua Ca' Foscari

Ca’ Foscari indice un concorso letterario dedicato ai suoi 150 anni, un invito creativo aperto a tutta la comunità cafoscarina a celebrare l’ateneo in prosa o in versi. Premiazione del vincitore durante Incroci di Civiltà 2018

Racconta i 150 anni di Ca' Foscari in un video

Il Concorso cinematografico Racconta i 150 anni di Ca’ Foscari in 150 secondi invita a raccontare la vita universitaria passata, presente e futura. Il bando è aperto a tutta la comunità cafoscarina.

I 150 anni di Ca' Foscari: call for photos

In occasione dei 150 anni dell’Ateneo, che si celebreranno nel 2018, Ca’ Foscari Tour promuove una call for photos rivolta a tutti i cafoscarini: docenti, dipendenti, collaboratori, alumni, studenti.

Appuntamenti

Caricamento...

Ricordi

In ricordo di Gaetano Cozzi

Nel ricordare i docenti che hanno fatto la storia dell'Ateneo mi piacerebbe fosse ricordato con enfasi particolare Gaetano Cozzi. La figura che racchiude in sè le anime più belle e significative e significative della nostra Università. Gaetano Cozzi, storico della Repubblica di Venezia e delle sue istituzioni giuridiche  di levatura internazionale, solo per questo aspetto meriterebbe di essere ricordato nel momento in cui si celebra un'istituzione che è parte intima e indissolubile della città di Venezia e della sua storia.
Ma Gaetano Cozzi, per tutta la sua esistenza è stato anche un volitivo combattente per i diritti umani e per la libertà, sempre con logiche umanitarie e svincolate da ottiche partitistiche.
Il terzo aspetto, per cui Gaetano Cozzi merita di essere ricordato, è il fatto che lo studioso era paraplegico sin dall'età di vent'anni. Questo fatto non gli impedì studi brillanti, di insegnare e operare in una città con un alto livello di inaccessibilità. Il ricordo di Gaetano Cozzi, che con la sua carrozzina non si ferma davanti a nulla, rappresenta veramente l'anima più nobile e pervicace di una città e di un'istituzione che non vuole fermarsi, neanche di fronte alle difficoltà più estreme.

Antonio Tripodi

Ritratti

Alessandra Zorzi

«Ho avuto il privilegio di laurearmi nell’aula magna di Ca’ Dolfin, che ho visto per la prima volta proprio il giorno in cui ho discusso la mia tesi. Era il luglio del 1987. Il fulcro della tesi era un romanzo di un'autrice australiana che avevo analizzato con fatica, poichè allora non avevamo a disposizione servizi di ricerca bibliografica assistita né di prestito inter-bibliotecario.
Avevo intorno a me tutta la mia famiglia: genitori, sorelle, cognati e nipoti, persino la zia australiana che mi aveva aiutato a trovare dei documenti non rintracciabili in Italia, le persone e gli amici che amavo. L’emozione della vivace discussione, la bellezza stupefacente dell’aula magna, la condivisione della gioia del momento con i miei cari, la degna conclusione col “calcio accademico” nel cortile di Ca’ Foscari.... Indimenticabili».

«Da Ca’ Foscari non sono più andata via…Sono rimasta a lavorare per lavorare in un settore come quello delle biblioteche, che negli anni ‘90 ha vissuto una profonda trasformazione, sia organizzativa che tecnologica. Ho potuto vivere l’avvento di Internet, l’evoluzione della rete. Ricordo la conversione retrospettiva dei cataloghi cartacei e la successiva creazione del catalogo di Ateneo, la comparsa delle risorse elettroniche, la nascita e lo sviluppo delle biblioteche di area, a scaffale aperto e con ampio orario di apertura. Un’esperienza formativa e professionale che continua ad accompagnare la mia vita. Difficoltà? Certo, sarebbe impossibile negarle. Ma guardando indietro, si avverte il significato del proprio operato, si sente di aver contribuito alla creazione di un valore: ed è questo, in essenza, ciò che mi ha dato Ca’ Foscari».

Storia

1898 L’Associazione antichi studenti

Il 5 giugno gli antichi studenti di Ca' Foscari residenti a Venezia si radunano per fondare un'associazione.
Nel giro di pochi mesi aderiscono 185 membri, destinati ad aumentare negli anni a venire.
L’associazione che oggi riunisce i laureati cafoscarini sparsi nel mondo è Ca’ Foscari Alumni.