ISEE inferiore a 13.000 Euro

Se il tuo ISEE è compreso tra 0 e 13.000 Euro verserai per l'intero anno accademico 2018/2019 solamente:

  • la tassa regionale per il diritto allo studio di 169,00 Euro ;
  • l'imposta di bollo pari a 16,00 Euro.

N.B. La tassa regionale per il diritto allo studio viene determinata proporzionalmente al valore ISEE per le prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario dichiarato dagli studenti, cosi come riportato nella seguente tabella:

Fascia Valori ISEE Importo tassa regionale
1 da 0,00 Euro a 15.748,78 Euro da 127,00 a 146,99 Euro
2 da 15.748,79 Euro a 31.497,56 Euro da 147,00 a 168,99 Euro
3 da 31.497,57 in poi 169,00 Euro

Attenzione

Se non effettuerai la procedura richiesta di seguito riportata o non rispetterai i requisiti previsti sotto elencati, sebbene in possesso di una condizione economica ISEE inferiore a 13.000 Euro, sarai assoggettato alla contribuzione massima prevista per la generalità degli studenti iscritti ai corsi di Laurea e Laurea magistrale.

Procedura

Per poter beneficiare dell'agevolazione economica dovrai:

  • chiedere l'attestazione ISEE per le prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario;
  • compilare e trasmettere la richiesta agevolazioni on line nella tua area riservata. Attenzione: affinché la richiesta venga correttamente recepita dagli uffici è necessario compilarla totalmente e trasmetterla con l'apposito pulsante "presenta Richiesta agevolazioni"; al termine sarà rilasciata la ricevuta di avvenuta presentazione che dovrai conservare.

Potrai effettuare le operazioni sopra indicate entro il:

  • 1 ottobre 2018;
  • 17 dicembre 2018 con l'addebito della mora di 50,00 Euro;
  • 17 dicembre 2018, senza mora, se sei trasferito o ti iscrivi al primo anno di un corso di Laurea magistrale;
  • 31 marzo 2019, senza mora, se sei rinunciatario alla domanda di laurea.

Requisiti

Per usufruire del suddetto regime contributivo dovrai necessariamente:

  • iscriverti all'anno accademico 2018/2019, versando la prima rata delle tasse entro le scadenze amministrative decise per l’anno accademico 2018/2019;
  • non possedere, se sei iscritto ad un corso di laurea, un'altra laurea, sia del vecchio (anche ante DM 509/1999) che del nuovo ordinamento conseguita in Italia o all’estero, il diploma rilasciato da un Conservatorio/Accademia delle belle arti, o il diploma accademico di primo livello (triennio) rilasciato ai sensi della Legge n.508/1999;
  • non possedere, se sei iscritto ad un corso di laurea magistrale, un'altra laurea ante DM 509/1999, laurea specialistica, laurea magistrale, conseguita in Italia o all’estero, il diploma rilasciato da un Conservatorio/Accademia delle belle arti, o il diploma accademico di secondo livello (biennio) rilasciato ai sensi della Legge n.508/1999;
  • non essere iscritto ad un corso di laurea del vecchio ordinamento ante DM n.509/1999;
  • aver conseguito tra l'11 agosto 2017 e il 10 agosto 2018 i requisiti minimi (crediti effettivamente registrati nel libretto) di seguito indicati:

Corsi di laurea 

Anno* Crediti formativi studenti full-time Crediti formativi studenti part-time
1 0 0
2 almeno 10 annui 0
3 almeno 25 annui almeno 5 annui
4 almeno 25 annui almeno 5 annui
5 - almeno 12 annui
6 - almeno 13 annui

Corsi di laurea magistrale

Anno* Crediti formativi studenti full-time Crediti formativi studenti part-time
1 0 0
2 almeno 10 annui 0
3 almeno 25 annui almeno 5 annui
4 - almeno 5 annui

(*) Per “Anno” si considera il numero di anni di iscrizione a partire dal primo anno di immatricolazione per la prima volta a qualsiasi Ateneo, come nei casi di trasferimento da altra Università o di passaggio interno di corso.

Ai fini del calcolo del merito per l'ottenimento dei benefici, non vengono conteggiati eventuali anni di sospensione dagli studi, tranne nel caso in cui la sospensione sia stata determinata da provvedimenti disciplinari. Inoltre non possono essere considerati i crediti derivanti da:

  • esami/tirocini riconosciuti da precedenti carriere concluse col conseguimento del titolo o a seguito di ritiro/decadenza o da altre attività, anche sostenute prima dell'immatricolazione per le quali si sia ottenuto un esonero in carriera;
  • esami sostenuti come corsi singoli precedenti all'immatricolazione al corso;
  • esami che non sono stati sostenuti nella loro interezza (non si considerano gli esami parziali).

Dopo sei anni (per i corsi di laurea) o quattro (per i corsi di laurea magistrale) di iscrizione part-time lo studente acquisisce lo status di full-time con le conseguenti regole di determinazione del merito.

Per lo studente, immatricolatosi al corso frequentato con lo status “part-time” e che nel prosieguo della carriera universitaria sia divenuto “full-time”, ai fini della determinazione del numero di anni e del conseguente requisito di merito di cui alla tabella soprastante, due anni accademici frequentati con lo status di “part-time” vengono conteggiati come un anno “full-time”; il singolo anno accademico frequentato con lo status di “part-time” verrà comunque considerato come un anno “full-time”. Per lo studente, immatricolatosi al corso frequentato con lo status full-time e che nel prosieguo della carriera universitaria abbia optato per lo status “part-time”, ai fini della determinazione del numero di anni e del conseguente requisito di merito di cui alla tabella soprastante, ciascun anno accademico frequentato con lo status di “full-time” viene conteggiato come due anni part-time.

Come pagare meno la prima rata

Se hai un ISEE per le prestazioni agevolate per il diritto allo studio universitario inferiore a 20.000,00 Euro potrai versare l’importo ridotto per tutto l’a.a. 2018/2019 anziché la prima rata di 700,00 Euro, solo nel caso in cui effettui la seguente procedura prima delle scadenze.
Se ti immatricoli al primo anno, dopo aver concluso la procedura di preimmatricolazione e prima di pagare la prima rata dovrai entro le scadenze previste per l’immatricolazione:

  • Richiedere l’ISEE 2018 per le prestazioni agevolate per il diritto allo studio;
  • Completare e trasmettere la richiesta di agevolazioni online nella tua area riservata.

Se ti iscrivi ad anni successivi al primo, dopo aver verificato di rispettare i requisiti di merito, e prima del pagamento della prima rata, dovrai:

  • Richiedere l’ISEE 2018 per le prestazioni agevolate per il diritto allo studio;
  • Completare e trasmettere la richiesta di agevolazioni online nella tua area riservata.

Se invece ti trasferisci da un altro Ateneo sarai tenuto a versare la prima rata a importo pieno.


I rata

La prima rata è di 700,00 Euro e comprende:

  • la tassa regionale per il diritto allo studio pari a 169,00 Euro;
  • l'imposta di bollo pari a 16,00 Euro;
  • il contributo onnicomprensivo.

Puoi versare al momento dell'iscrizione solo la tassa regionale per il diritto allo studio e l'imposta di bollo se sei uno studente:

  • beneficiario di borsa di studio regionale o risultato idoneo alla stessa nell'anno accademico 2017/2018 e non ti iscrivi ad un anno fuori corso; sei inoltre in possesso dei requisiti previsti dal bando e ripresenti la domanda di borsa di studio per l'anno accademico 2018/2019. Nel caso in cui manchi anche una sola di queste condizioni dovrai contattare anticipatamente il Settore Diritto allo studio;
  • con un'invalidità riconosciuta pari o superiore al 66% o con handicap riconosciuto ai sensi dell'articolo 3 comma 1 della Legge 5 febbraio 1992, n.104.

La determinazione dell'importo effettivamente dovuto avverrà:

  • nel mese di novembre 2018 se, entro il 1 ottobre 2018, effettuerai correttamente la procedura di richiesta della riduzione e sarai in possesso di tutte le condizioni necessarie per l'ottenimento del beneficio;
  • nel mese di aprile 2019 se effettuerai la procedura successivamente alla scadenza del 1 ottobre 2018; in questo caso ti sarà addebitata la mora di 50,00 Euro. In attesa del ricalcolo di aprile, dovrai in ogni caso versare l'importo della seconda rata.

Nel caso in cui l'importo versato sia superiore a quanto effettivamente dovuto, la differenza ti verrà rimborsata in ogni caso nel periodo estivo esclusivamente mediante accredito sulla CartaConto dell'Ateneo.

Il pagamento dell'importo della prima rata per gli iscritti ad anni successivi al primo è previsto entro il 1 ottobre 2018.

Per gli immatricolati nell’anno accademico 2018/2019 è previsto, invece, al momento dell'iscrizione e comunque entro il 1 ottobre 2018. Solo per i corsi di Laurea ad accesso libero è consentita l'immatricolazione con il versamento della prima rata entro il 31 ottobre 2018 con l'addebito della mora di 50,00 Euro.

E' concessa la possibilità di immatricolarsi ai corsi di Laurea magistrale ad accesso libero versando la prima rata anche dal 14 novembre al 14 dicembre 2018.

Per i corsi di Laurea e Laurea magistrale ad accesso programmato la scadenza è quella prevista dai rispettivi bandi di concorso.

Diritto di mora

Il pagamento in ritardo rispetto a queste scadenze è consentito ma comporta il versamento di un diritto di mora di:

  • 50,00 Euro per il pagamento della prima rata dal 2 ottobre 2018 al 31 ottobre 2018;
  • 200,00 Euro per il pagamento della prima rata dal 1 novembre 2018 in poi.

II rata

La seconda rata è dovuta solo se non hai i requisiti previsti dallo "Student Act" o se tu debba versare degli importi di mora.

La seconda rata è data dalla differenza tra l'importo dovuto da pagare e l'importo versato con la prima rata e può assumere un importo massimo di 500,00 Euro

Se, entro il 1 ottobre 2018, effettuerai correttamente la procedura di richiesta della riduzione e sarai in possesso di tutte le condizioni necessarie per l'ottenimento del beneficio, la seconda rata non sarà addebitata in quanto non dovuta. Se, invece, effettuerai la procedura successivamente al 1 ottobre 2018, ma comunque entro il 17 dicembre 2018, sarà addebitata nella tua area riservata la seconda rata che in ogni caso dovrai versare; dovrai attendere il successivo ricalcolo delle tasse effettivamente dovute per l'intero anno accademico nel mese di aprile.

Il pagamento dell'importo della seconda rata è previsto entro il 17 dicembre 2018.

Diritto di mora

Il pagamento in ritardo rispetto a queste scadenze è consentito, ma comporta il versamento di un diritto di mora di:

  • 50,00 Euro per il pagamento della seconda rata dal 18 dicembre 2018 al 27 dicembre 2018;
  • 200,00 Euro per il pagamento della seconda rata dal 28 dicembre 2018 in poi.

III rata

La terza rata è dovuta solo se non hai i requisiti previsti dallo "Student Act" o se tu debba versare degli importi di mora.

La terza rata è data dalla differenza tra l'importo dovuto da pagare e l'importo versato con la prima e la seconda rata e sarà determinata nel mese di aprile 2019 a seguito del ricalcolo delle tasse effettivamente dovute per l'intero anno accademico.

Il pagamento dell'importo della terza rata è previsto entro il 15 maggio 2019.

Diritto di mora

Il pagamento in ritardo rispetto a queste scadenze è consentito, ma comporta il versamento di un diritto di mora di:

  • 50,00 Euro per il pagamento della seconda rata dal 16 maggio 2019 al 25 maggio 2019;
  • 200,00 Euro per il pagamento della seconda rata dal 26 maggio 2019 in poi.

Ritiro o decadenza

L'eventuale ritiro o decadenza dagli studi comporta il versamento delle tasse previste dalla contribuzione massima oppure calcolate sulla base della propria condizione di merito/reddito (qualora tu possa beneficiare delle agevolazioni) perdendo, comunque, il diritto ad un eventuale rimborso.

Solo se presenterai la domanda di ritiro entro il 28 febbraio 2019, sarai esonerato dal pagamento della terza rata di tasse qualora dovuta, ma non potrai in alcun caso ottenere il rimborso dell'importo della prima e della seconda rata versate per l'iscrizione all'anno accademico 2018/2019.

Laureati nella sessione autunnale/straordinaria

Se hai pagato la prima rata per il nuovo anno accademico e ti laurei nella sessione autunnale (ottobre - dicembre) del precedente, la stessa ti verrà rimborsata d'ufficio (al netto dell'importo della marca da bollo e della tassa regionale per il diritto allo studio) nel periodo estivo esclusivamente mediante accredito sulla CartaConto dell'Ateneo.

Se hai pagato anche la seconda rata per il nuovo anno accademico e ti laurei nella sessione nella sessione straordinaria (febbraio - aprile) del precedente, la stessa ti verrà rimborsata d'ufficio unitamente alla prima rata.

Detraibilità

Le spese sostenute per l'iscrizione ai corsi di studi universitari possono essere detratte con la dichiarazione dei redditi. Sono ammesse in detrazione le spese di iscrizione (tasse e contributi) al corso di Laurea / Laurea magistrale.

Situazione amministrativa

Accedendo all'Area riservata del sito www.unive.it (selezionando il menu Servizi Segreteria Studenti> Pagamenti), potrai verificare:

  • la regolarità dei pagamenti pregressi;
  • i dati relativi agli importi versare. 

Last update: 27/08/2018