Deposito tesi

Deposito tesi

Entro le scadenze stabilite per ciascun ciclo il dottorando dovrà:

  • effettuare l'upload della versione digitale della tesi nella propria Area riservata;
  • consegnare alla segreteria didattica del Dottorato una copia cartacea della tesi per l'Archivio di Ateneo.
Contatti e prenotazioni

La tesi sarà sottoposta ad un controllo teso ad evidenziare l'eventuale uso improprio delle fonti disponibili in rete.

Autovaluzione autenticità

Durante la stesura della tesi il dottorando potrà verificare in qualsiasi momento parte del suo lavoro per individuare le parti del testo potenzialmente ambigue, ritrovare le fonti da citare e costruire correttamente i riferimenti bibliografici. La verifica è gratuita fino a quattro "crediti di analisi" che corrispondono a circa 60 pagine.

Per accedere al servizio compilare il form web presente al seguente indirizzo: https://www.compilatio.net/studium-inscription/aqtw5.
Ti ricordiamo che iscrivendosi al servizio direttamente dal sito web compilatio.net non sarà possibile usufruire dei crediti di analisi gratuiti offerti dall'università.

Upload documento definitivo 

L’upload va effettuato all’interno della propria area riservata seguendo il percorso: Servizi Segreteria Studenti - Esse3 > Laurea > Upload tesi di laurea e verifica accettazione relatore > Carica la tesi
Il file deve essere in formato PDF/A e le sue dimensioni non devono essere superiori a 10 Mbyte.

Dopo aver effettuato l'upload ricorda di verificare ed eventualmente aggiornare tutti i dati relativi alla domanda di esame finale, in particolare: titolo tesi, abstract tesi, lingua tesi, attività didattica, parole chiave, consultazione tesi.

L’upload può essere effettuato più volte all’interno del periodo di apertura.
Il mancato upload della tesi nel periodo indicato comporterà l'esclusione dalla discussione di dottorato.

Verifica similarità con altre fonti

Al termine del periodo di upload, l’Ateneo procederà con il controllo di tutti i documenti tramite il software COMPILATIO.NET. I risultati del controllo saranno visibili all’interno dell’area riservata > Upload tesi di laurea e verifica stato domanda laurea a partire dal:

  • 9 giugno 2016 per i dottorandi del 28° ciclo in proroga semestrale
  • 20 dicembre 2016 per i dottorandi del 29° ciclo e 28° in proroga annuale
  • 16 marzo 2017 solo per i dottorandi iscritti a "Scienze dell'Antichità" e "Storia delle Arti" del 29° ciclo

Qualora venisse rilevata una percentuale significativa di similarità con altre fonti, il tutor valuterà se approvare la tesi o, qualora ritenesse necessarie delle modifiche, potrà concedere al dottorando 14 giorni per effettuarle.

Consegna copia cartacea

Entro le scadenze stabilite il dottorando dovrà consegnare alla segreteria didattica del Dottorato:

  • una copia cartacea della tesi per l'Archivio di Ateneo;
  • un abstract sia in lingua italiana che in lingua inglese e/o in altra lingua straniera indicata dal Collegio dei docenti del dottorato (rilegato con la tesi);
  • la liberatoria: dichiarazione di deposito elettronico della tesi (rilegata con la  tesi).

La tesi finale può essere redatta anche in lingua straniera previa autorizzazione del Collegio dei docenti del dottorato.

Le copie della tesi devono essere tutte controfirmate dal Supervisore e dal Coordinatore del Dottorato.

Non appena sarà stata resa nota la composizione della Commissione esaminatrice, il dottorando dovrà inviare una copia della tesi a ciascuno dei componenti della Commissione. 

Caricamento nell'Archivio istituzionale

Una volta superata la fase di verifica, la tesi sarà automaticamente caricata nell'Archivio istituzionale ad accesso aperto.

La procedura di autoarchiviazione elettronica assolve anche l'obbligo di deposito legale della tesi presso le Biblioteche Nazionali Centrali.
La procedura di autoarchiviazione elettronica delle tesi rientra nel progetto dell'archivio istituzionale ad accesso aperto.

Per ulteriori informazioni, rivolgersi al Settore Carriere Post Lauream.

Archivio istituzionale ad accesso aperto

Nel giugno del 2005 l'Università Ca' Foscari ha aderito alla Dichiarazione di Berlino per l'Accesso Aperto alle produzioni intellettuali di ricerca che prevede la creazione di archivi ad accesso aperto (Open Access), i quali costituiscono un significativo supporto per la diffusione della conoscenza tra le istituzioni accademiche.

Inoltre, a seguito dell'entrata in vigore del Regolamento recante norme in materia di deposito legale dei documenti di interesse culturale destinati all'uso pubblico (DPR 3 maggio 2006, n. 252 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 191 del 18 agosto 2006), in particolare riferendosi alle previste "modalità di deposito e acquisizione dei documenti diffusi tramite rete informatica" (art. 37 c. 1 del Regolamento citato) e per facilitare l'accesso alle tesi il gruppo Open Access della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI) ha messo a punto un sistema per facilitare e rendere omogenee le procedure per il deposito delle tesi di dottorato presso le Biblioteche Nazionali centrali di Roma e Firenze in formato elettronico, anziché cartaceo. La circolare ministeriale 1746 del 20 luglio 2007 ha di fatto riconosciuto la validità della procedura CRUI anche da un punto di vista amministrativo autorizzando il deposito delle tesi in formato elettronico.

Si è così iniziata la sperimentazione di una procedura di deposito legale delle tesi di dottorato tramite connessione della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze agli archivi istituzionali ad accesso aperto delle Università italiane.

L'Università Ca' Foscari, consapevole dell'importanza delle tesi di dottorato la cui ricchezza intellettuale è normalmente mal diffusa e poco conosciuta, ha quindi predisposto l'Archivio Istituzionale ad accesso aperto, uno 'spazio' digitale per il loro deposito e la loro consultazione, inserendosi nella procedura di deposito legale per via telematica.