Veste grafica tesi

Veste grafica tesi

Versione cartacea

Tutte le copie devono essere controfirmate dal Supervisore e dal Coordinatore del Dottorato.

  • Frontespizio: deve contenere l'indicazione del corso di Dottorato, del ciclo e dell'eventuale Ateneo partner per le tesi in cotutela; il titolo della tesi nella sua forma completa, compreso l'eventuale sottotitolo; il nome del Supervisore (o dei Supervisori in caso di cotutela di tesi) e del Coordinatore del Dottorato; il nome del dottorando e la sua matricola; il codice del Settore Scientifico Disciplinare cui fa riferimento la tesi (nel caso di più settori disciplinari interessati, deve essere indicato quello prevalente nella trattazione della tesi). Per individuare tale codice si consulti l'elenco SSD pubblicato nel sito del MIUR. Per il frontespizio i dottorandi devono utilizzare il modello disponibile in allegato.
  • Testo: si raccomandano pagine con almeno 30 righe di 60 battute (per un totale di circa 1800-2000 battute per pagina). I caratteri e i colori sono liberi.
  • Stampa: in formato A4 (a scelta su una sola facciata ovvero su entrambe le facciate fronte retro).
  • Estratto per riassunto (abstract): il modulo (disponibile tra gli allegati di questa pagina web) va compilato, firmato e rilegato come ultimo foglio della tesi.
  • Rilegatura: è preferibile, ma non obbligatoria, la rilegatura rigida (in cartone rigido, similpelle o altro) al fine di assicurare la migliore conservabilità della tesi nel tempo. Eventuale materiale allegato (diapositive, fotografie, tavole, videocassette, ecc.): deve essere consegnato in contenitori o custodie adatti, sulle quali deve essere scritto il proprio nome, cognome, matricola.

Versione elettronica

Tutto il testo contenuto nella tesi (compresi frontespizio, dediche, ringraziamenti, prefazione, sommari, indici, bibliografie etc. e comprese immagini, tabelle, grafici integrati nel testo) anche se in origine consta di più file, deve essere fornito in un unico file in formato PDF/A di dimensioni non superiori a 10 Mbyte.

L’upload va effettuato all’interno della propria area riservata > Servizi Segreteria studenti - Esse3 > Laurea > Upload tesi di laurea e accettazione relatore > carica la tesi.

Istruzioni per la conversione in PDF/A:

PDF/A è uno standard internazionale (ISO19005), sottoinsieme dello standard PDF, appositamente pensato per l'archiviazione nel lungo periodo di documenti elettronici.
Tale standard garantisce che il documento sia visualizzabile sempre allo stesso modo, anche a distanza di tempo e con programmi software diversi.
Lo standard PDF/A è suddiviso in due parti. Solo il PDF/A-1 è approvato, ed è suddiviso in due livelli:

  • PDF/A-1a = massimo richiesto dallo standard
  • PDF/A-1b = minimo richiesto dallo standard 

PDF/A contiene le sole informazioni necessarie per visualizzare il documento come nel momento in cui è stato formato. Tutto il contenuto visibile del documento deve essere incluso, come il testo, le immagini, vettori grafici, fonts, colori e altro. Un documento PDF/A non può contenere macro-istruzioni o riferimenti ad elementi od informazioni (come i font) non contenuti nel file stesso.

Strumenti per la creazione del formato PDF/A:

Sono commercialmente disponibili diversi prodotti e tools per la creazione, elaborazione e verifica di documenti in formato PDF/A. In particolare si segnalano i seguenti strumenti: 

Open Office

Utilizzare il prodotto OpenOffice, a partire dalla versione 2.4, scaricabile gratuitamente dal sito.
Istruzioni per produrre un PDF/A con OpenOffice:

  • aprire il documento di testo relativo all'atto redatto con i propri relazionali (anche se in formato .doc od .xls) utilizzando il software (swriter) di OpenOffice installato
  • dalla voce menu "File" scegliere quindi l'opzione "Esporta nel formato Pdf….."
  • dal Menu "Opzioni PDF" che si presenta, nella sezione "Generale" , impostare la casella "PDF/A-1"
  • attivare il tasto "Esporta".
  • salvare il documento.

Il documento così salvato (con estensione .pdf ) sarà in formato PDF/A.

Adobe

Utilizzare il prodotto Adobe Professional, a partire dalla versione 8 (prodotto a pagamento).
Istruzioni per produrre un PDF/A con Adobe Professional:

  • dall'applicazione di creazione (ad es. da Word) scegliere File>Stampa, quindi scegliere "Adobe PDF" come stampante;
  • fare clic su "Proprietà";
  • scegliere l'opzione PDF/A dal menù delle impostazioni;
  • salvare il documento.

Il documento così salvato (con estensione .pdf ) sarà in formato PDF/A.

Microsoft

Microsoft ha reso disponibile un componente aggiuntivo scaricabile separatamente in modo gratuito per l'ultima versione della suite dei prodotti MS-Office2007, che permette la creazione di documenti compatibili al formato PDF/A direttamente a partire dai prodotti Office.

Dopo aver installato il componente denominato "SaveAsPDFandXPS" 2/2 per Office 2007:sarà possibile salvare qualsiasi tipo di file Word od Excel in formato PDF/A:

  • selezionare dalla funzione "salva con nome" il formato "PDF o XPS"
  • impostare il parametro "Conforme a ISO 19005-1 (PDF/A)" nella pagina delle opzioni PDF
  • salvare il documento.

Verificare se un documento è in formato PDF/A:

La verifica di un documento in formato PDF/A si ottiene tramite prodotti specializzati. Si segnalano tra gli altri:

  • Adobe Acrobat 8 Professional e superiori (a pagamento);
  • vari strumenti per cui esistono versioni di prova e a pagamento (per un elenco si veda il sito PDFA).

Verificare se un documento non è in formato PDF/A:

Un primo controllo per il formato PDF/A si ha con Acrobat Reader nella versione 9.0  

  • aprire Acrobat Reader e dal menu "Modifica" selezionare la voce "Preferenze" quindi verificare/impostare l'opzione "visualizza i documenti in modalità PDF/A" con il valore "Solo per documenti PDF/A" (in genere opzione predefinita in installazione).
  • Acrobat Reader 9 evidenzia in automatico ad inizio pagina l'informativa "il documento viene visualizzato in modalità PDF/A". In tal caso il documento può essere PDF/A, ma la sicura certificazione di questo formato è data dagli altri strumenti sopra indicati.

L'uso di Acrobat Reader 9 è quindi utile per verificare se un documento NON è PDF/A, infatti se non appare la dicitura sopra indicata il file non è PDF/A. Se appare la dicitura indicata, il documento può essere PDF/A, ma la certificazione del formato deve essere verificata con gli strumenti di cui al paragrafo precedente.