Progetti di ricerca

Il Dipartimento di Management svolge attività di ricerca teorica e applicata attraverso i suoi centri e laboratori di ricerca, ma non solo.

I nostri docenti sviluppano e partecipano attivamente a progetti di ricerca nazionali e internazionali, per alcuni dei quali il Dipartimento è project leader.

Scopri i nostri progetti attivi.

Hi-TEACH: a new trainer teaching framework in the post-Covid era

Acronimo: Hi-TEACH
Responsabile scientifico: Fabrizio Panozzo
Ruolo DMAN: lead partner;
Durata: 24 mesi - dal 01/06/2021 al 31/05/2023;
Budget totale: € 299.995,00;
Quota DMAN: € 35.205,00; 
Team di ricerca: Fabrizio PanozzoAurora Zambello.

Il Dipartimento di Management è Lead partner del progetto HI-TEACH, finanziato dal Programma ERASMUS +.

HI-TEACH nasce in risposta alle criticità e agli impatti dall’emergenza COVID-19 sull'istruzione, i più diffusi nella storia dell’insegnamento, che hanno costretto le università di gran parte del mondo a trasferire online le attività didattiche dando vita al più grande esperimento di digitalizzazione mai realizzato.

Il progetto mira a creare un inedito programma di formazione per formatori con lo scopo di tramutare l’e-learning in una componente strategica e permanente della didattica, favorendo, al tempo steso, l’evoluzione del docente verso un “Hi-Teacher”.

Quest’ultimo sarà in grado di valutare, interpretare e soddisfare la pluralità dei bisogni educativi mediante il presidio di metodologie e tecnologie didattiche web-based inclusive che guardano all’uso dell’audiovisivo e del gaming quali terreni di sperimentazione per introdurre elementi di flessibilità, semplicità, accessibilità, interattività e personalizzazione nell’apprendimento aperto. Così concepito, il progetto aiuterà inoltre a incentivare la cooperazione transnazionale dell’HE estesa per generare capitale relazionale, scientifico e metodologico ad alto valore aggiunto.


Maritime and multimodal sustainable passenger transport solutions and services

AcronimoMIMOSA
Responsabile scientifico: Andrea Stocchetti
Ruolo DMAN: partner e Work Package Leader WP 3; 
Durata: 36 mesi - dal 01/01/2020 al 31/12/2022; 
Budget totale: € 7.140.000,00; 
Quota DMAN: € 493.300,00; 
Team di ricerca: Andrea Stocchetti, Serena Favaro, Raffaele Pesenti, Pietro Lanzini, Giovanni Fasano

Il Dipartimento di Management è partner scientifico e Work Package Leader del progetto europeo MIMOSA - “MARITIME AND MULTIMODAL SUSTAINABLE PASSENGER TRANSPORT SOLUTIONS AND SERVICES” finanziato da Interreg V-A Italy-Croatia CBC Programme 2014-2020.

Il progetto ha come obbiettivo principale quello di migliorare l’offerta multimodale dei servizi di trasporto passeggeri nell’intera area di Programma: una superficie di oltre 85.500 chilometri quadrati e una popolazione di oltre 12,4 milioni di abitanti l’area ammissibile del Programma Italia–Croazia si estende lungo le due sponde dell’Adriatico.

L’approccio del progetto parte dall’analisi approfondita della situazione attuale dei trasporti (marittimi e delle aree costiere) a livello transfrontaliero tenendo in particolare considerazione i collegamenti regionali, al fine di rendere più accessibile, sostenibile e a basse emissioni di carbonio la mobilità dei passeggeri nell'intera area di programma.

I collegamenti tra la Croazia e l'Italia mostrano colli di bottiglia e mancanza di infrastrutture che possano favorire i collegamenti intermodali da un paese all’altro e all’interno degli stessi paesi verso l’entroterra. Al tempo stesso va aggiunta la necessità di favorire soluzioni multimodali con basso impatto ambientale (soprattutto in termini di GHG) e ad alta efficienza (nodi di connessione integrata tra trasporto stradale, marittimo ferroviario ed aereo). La predominanza in questo contesto del trasporto su strada provoca infatti importanti conseguenze negative sia a livello ambientale che socio-economico.

Smart Accelerators of Cultural Heritage Entrepreneurship

AcronimoSACHE
Responsabile scientificoFabrizio Panozzo
Ruolo DMAN: partner
Durata: 36 mesi - dal 01/04/2019 al 31/03/2022
Budget totale: € 2.062.753,85
Quota DMAN: € 196.996,00

Il Dipartimento di Management è uno dei partner del Progetto SACHE, finanziato dal Programma - INTERREG CENTRAL EUROPE 2014-2020 e guidato dalla CCIAA di Venezia Rovigo.

SACHE ha l’obiettivo di fornire strategie di sviluppo locale integrate sulla base di strumenti e approcci che accelerano l'imprenditorialità creativa legata al patrimonio culturale.

Basandosi su un modello dell'Europa centrale di recente sviluppo, il progetto espanderà e rafforzerà il ruolo dei siti, dei simboli e valori del patrimonio culturale trasformandoli in "Smart Accelerator of Creative Heritage Entrepreneurship" (SACHE).

Musei, gallerie, teatri e festival saranno concepiti non solo come luoghi di educazione o intrattenimento ma anche come “smart accellerator”, cioè motori culturali che mettono in moto e alimentano le energie delle piccole imprese creative. Questo approccio consentirà di ampliare l'accesso al patrimonio culturale e la produzione di servizi a valore aggiunto, e di promuovere lo sviluppo di clustering innovativo delle Industrie Culturali e Creative attorno a ciascun SACHE.

Così concepito, il progetto aiuterà inoltre a incentivare la cooperazione intersettoriale con altri settori industriali e di servizi, in particolare nelle tecnologie digitali.


Culture and Creative Industries COOPERATION COLLIDER

AcronimoCOCO4CCI
ResponsabileGiovanni Vaia
Ruolo DMAN: partner
Durata: 36 mesi - dal 01/04/2019 al 31/03/2022
Budget totale: € 2.377.444,50

Il Dipartimento di Management è uno dei partner del progetto , finanziato dal Programma - INTERREG CENTRAL EUROPE 2014-2020 e guidato dalla CCIAA della Slovenia.

Il progetto darà impulso cooperazione intersettoriale nella produzione avanzata (AVM) creando una rete transnazionale di collider delle Industrie Culturali e Creative (CCI).

Sulla base di una mappatura di potenziali ICC e di una roadmap, COCO4CCI svilupperà il concetto di collider, in cui gli hub CCI e le organizzazioni di supporto alle imprese lavorano in tandem, completandosi a vicenda con le conoscenze e le esperienze del proprio settore. Inoltre, formerà facilitatori che daranno vita a un programma di formazione online e faccia a faccia per le CCI in tre aree: sviluppo tecnologico, tendenze future e mentalità nella produzione avanzata.

Le CCI coinvolte dai partner di progetto parteciperanno a diversi formati di match-making con le aziende AVM, applicando metodi aperti e innovativi come il design thinking, che si tradurrà in una cooperazione intersettoriale efficiente.

Cross-border Ecosystem for Industry 4.0

AcronimoECOS4IN
Responsabile scientificoVladi Finotto
Ruolo DMAN: partner
Durata: 36 mesi - dal 01/04/2019 al 31/03/2022
Budget totale: € 1.464.250,00
Quota DMAN: €218.550,00

Il Dipartimento di Management è uno dei partner del Progetto ECOS4IN, finanziato dal Programma - INTERREG CENTRAL EUROPE 2014-2020 e guidato dalla Regione Ústi della Repubblica Ceca.

Il progetto sostiene una stretta cooperazione tra i soggetti coinvolti nell’implementazione delle strategie di specializzazione intelligente (RIS3) in attuazione dell’Industria 4.0. Analizzerà da vicino la situazione attuale dell'implementazione dell'industria 4.0 nei paesi coinvolti, definirà, a partire dai dati emersi, il modello di ecosistema regionale del futuro e doterà i partner di piani d'azione che forniranno materiale pertinente per le prossime revisioni delle strategie RIS3.

 

The Industry 4.0 is an inevitable revolution affecting all industrial sectors. Its impacts depend on the readiness of regions to respond, accept and adopt the changes. Transnational cooperation can help to strengthen the regional innovation capacities and make our regions more future-ready.

The ECOS4IN project will do so by supporting close cooperation between stakeholders, who are involved in smart specialisation strategies (RIS3) on the implementation of Industry 4.0.  It will closely analyse the current situation of Industry 4.0 implementation and create a tool “ECOS4IN Knowledge Base”, which will be tested in pilots as an essential source of information to raise awareness about Industry 4.0. Moreover, the project will design the ecosystem model according to the regional conditions and context and equip the participating regions with action plans that will provide relevant material for forthcoming revisions of RIS3 strategies.

Smart strategies for sustainable tourism in LIvely DEStinations

AcronimoS.LI.DES.
Responsabile scientificoMichele Tamma
Ruolo DMAN: lead partner
Durata: 42 mesi - dal 01/01/2019 al 30/06/2022
Budget totale: € 2.504.981,90
Quota DMAN: € 412.810,00
Team di ricercaMichele TammaRaffaele PesentiStefania FunariAndrea Ellero

 

 

Strategie intelligenti per il turismo sostenibile in destinazioni culturali movimentate.

Il progetto S.LI.DES. ha l’obiettivo di migliorare la governance del turismo, gestire la pressione antropica sul patrimonio naturale e culturale territoriale e promuovere la sostenibilità e la competitività dell'economia locale basata sul turismo.

Il progetto punta ad uno sviluppo territoriale sostenibile ed equilibrato, attraverso la promozione del patrimonio culturale materiale e immateriale, ponendosi come obiettivo la rivitalizzazione dell’ambiente urbano e sociale oltre che la diversificazione dell’economia locale. Il progetto vede coinvolte 5 città che si affacciano sull’Adriatico (Venezia, Ferrara, Bari, Dubrovnik e Sibenik), che elaboreranno strumenti e strategie per promuovere la sostenibilità dei flussi turistici.

Partner del progetto:

Collabora al progetto, per lo sviluppo dell’indagine sulle modalità operative e i fabbisogni delle imprese dell’artigianato artistico e tradizionale, delle produzioni tipiche, e delle collegate Industrie Culturali e Creative (ICC) nella città di Venezia, la Camera di Commercio di Venezia Rovigo.

Nano-Region: una rete aperta per l'innovazione attraverso le nanotecnologie

Acronimo: NANO-REGION
Responsabile scientificoCarlo Bagnoli
Ruolo DMAN: partner
Durata: 36 mesi - dal 01/02/2019 al 31/01/2022
Budget totale: € 3.529.323,50
Quota DMAN: € 207.000,00 

Nano-Region: una rete aperta per l'innovazione attraverso le nanotecnologie: una rete aperta per l'innovazione attraverso le nanotecnologie.

Il Dipartimento di Management è uno dei partner del Progetto NANO-REGION (INTERREG ITALIA-SLOVENIA - Call 5/2018 -  Strategic Project Proposal - IP 1b tema 1 ). Il progetto si pone l’obiettivo di sviluppare una rete di centri di ricerca e parchi a vocazione nano-tecnologica focalizzata alla promozione del trasferimento tecnologico. La rete, rivolta alle imprese, offrirà accesso alle tecnologie abilitanti e contribuirà a creare una nuova cultura dell’ innovazione, tramite un programma di eventi aperti mirati, un servizio di consulenze e di studi di fattibilità, rispondendo delle esigenze manifestate dalle singole imprese e stimolando la creazione di nuovi prodotti, mercati e imprese.

 

Pubblicazioni

 

 

Enhancing touristic development and promotion through prism of culture

AcronimoArtVision+
Responsabile scientificoFabrizio Panozzo
Ruolo DMAN: partner
Durata: 18 mesi. Inizio previsto 1 gennaio 2018
Budget totale: 1.006.360,00 €

CROSSMOBY

Pianificazione della mobilità e servizi di trasporto passeggeri, sostenibili e transfrontalieri, all’insegna dell’intermodalità.

Il Dipartimento di Management è uno dei partner del Progetto CROSSMOBY (Progetto Europeo finanziato dal Programma - INTERREG V-A ITALIA-SLOVENIA 2014-2020), guidato dalla Regione Friuli Venezia Giulia. L'obiettivo del progetto è migliorare la qualità e la sostenibilità della mobilità transfrontaliera tra Slovenia e le aree italiane limitrofe (Friuli Venezia Giulia e Provincia di Venezia). Le azioni consisteranno nello sviluppo di una nuova linea ferroviaria transfrontaliera che congiunge Trieste e Lubiana e in un nuovo approccio alla pianificazione della mobilità, attraverso lo sviluppo di piani di mobilità urbana sostenibile in una serie di aree pilota.

Acceleratore d'impresa transfrontaliero per le Strategie di Specializzazione Intelligente

Acronimo: CAB
ResponsabileCarlo Bagnoli
Ruolo DMAN: partner
Durata: 24 mesi. Inizio previsto 2 ottobre 2017
Budget totale: € 1.110.170,31
Quota DMAN: € 200.000,00

Il progetto Crossborder Acceleration Bridge affronta una sfida comune dell’area Programma che riguarda la scarsa efficacia del trasferimento tecnologico alle imprese dei risultati della ricerca, con l’obiettivo di migliorare la capacità di innovazione dell’area Programma – in particolare insistendo sui settori di specializzazione individuati dalle S3- incrementandone la competitività complessiva e rafforzando la collaborazione tra gli attori chiave dell’ecosistema transfrontaliero dell’innovazione.

Creare una rete di soggetti italiani e sloveni che testeranno e implementeranno nel lungo periodo un nuovo servizio transfrontaliero per l’accelerazione d’impresa, capace di promuovere gli investimenti nello sviluppo di prodotti/servizi innovativi e il trasferimento di tecnologie dai centri di R&S alle imprese è infatti l’obiettivo di CAB.

Strumenti di marketing innovativi per la competitività globale e lo sfruttamento delle sinergie tra PMI nell’area transfrontaliera

AcronimoNUVOLAK2
Responsabile scientificoCarlo Bagnoli
Ruolo DMAN: partner
Durata: 30 mesi. Inizio previsto 1 ottobre 2017
Budget totale: € 1.110.170,31
Quota DMAN: € 208.982,50

 

 

Smart atmospheres of social and financial innovation for innovative clustering of creative industries in MED area.

AcronimoSMATH
Responsabile scientificoFabrizio Panozzo
Ruolo DMAN: partner
Durata: 30 mesi (inizio previsto 1 febbraio 2018)
Budget totale: € 2.170.196,50
Quota DMAN: 286.860,00

Acronimo del progetto: SMATH

Titolo del progetto: Smart atmospheres of social and financial innovation for innovative clustering of creative industries in MED area.

Numero del progetto:3225

Identificativo call: Interreg MED -2nd modular call - single module- Priority Axis 1: Promoting Mediterranean innovation capacities to develop smart and sustainable growth

Responsabile: Fabrizio Panozzo

Status: partner

Durata:30 mesi. Inizio previsto 1 febbraio 2018

Costo totale progetto: 2.170.196,50

Contributo del dipartimento: 286.860,00

Gruppo di ricerca: Fabrizio Panozzo

Opinion Dynamics and Cultural Conflict in European Spaces

AcronimoODyCCEuS
Responsabile scientificoMassimo Warglien
Ruolo DMAN: partner
Durata: 48 mesi (inizio previsto 1 gennaio 2017)
Budget totale: € 5.800.000
Quota DMAN: € 600.000
Team di ricercaMassimo Warglien, Marco LiCalzi, Simon Levis Sullam

ODyCCEuS (Opinion Dynamics and Cultural Conflict in European Spaces), finanziato dal programma europeo Horizon 2020, ha come obiettivo studiare come nascono e si diffondono i conflitti sociali e culturali, basandosi sull'analisi del linguaggio e il suo utilizzo nel web e nei social media. All'interno del progetto è prevista la creazione di una piattaforma digitale 'open', Penelope, che permetterà di integrare strumenti di raccolta e integrazione dei dati, analisi e (geo)visualizzazione.

Inoltre, saranno costruiti due strumenti partecipatori, l'Opinion Observatory e l'Opinion Facilitator, grazie ai quali i cittadini, le associazioni e i media potranno visualizzare e condividere dati e tools per mappare e monitorare i luoghi e termini delle crescenti crisi e conflitti sociali in tempo reale.

Progetti conclusi

Spaces of possibility for creative re-use of Europeana's content

AcronimoEuropeana Space
Responsabile scientificoLeonardo Buzzavo
Ruolo DMAN: partner
Durata: 03/02/2014 - 31/01/2017
Budget totale: € 4.956.267,50
Quota DMAN: € 98.000,00
Team di ricercaLeonardo Buzzavo, Tomaso Borzomì

Europeana Space è un progetto europeo che ha l'obiettivo di creare nuove opportunità di lavoro e di crescita economica nel settore delle industrie creative, sulla base delle ricche risorse culturali europee disponibili in formato digitale. Alla base del progetto vi è il concetto di raccolta e riuso creativo di beni culturali digitali europei nelle seguenti sei aree di pertinenza: televisione, fotografia, giochi, editoria aperta, musei e danza.

Il progetto cerca di supportare le PMI creative a sviluppare i loro servizi e le loro applicazioni attraverso il marketing e il supporto nella modellazione del business, attività di mentoring e servizi di incubazione, sia attraverso la partecipazione a eventi del progetto sia tramite il networking online.

Change, Organizational Plasticity, and Evolution

AcronimoCOPE
Responsabile scientificoMassimo Warglien
Ruolo DMAN: partner
Durata: 01/01/2014 - 31/12/2018
Quota DMAN: € 212.000,00 
Team di ricerca: Andrea Collevecchio, Marco Li CalziMassimo Warglien

Il progetto europeo COPE (Change, Organizational Plasticity, and Evolution), finanziato dal Danish Council for Independent Research e svolto in cooperazione con la Southern Denmark University, affronta il tema della plasticità organizzativa: la capacità delle organizzazioni di adattarsi in risposta a cambiamenti radicali nell’ambiente economico e sociale.

La domanda centrale del progetto è: le organizzazioni possono adattarsi efficientemente a molteplici e radicali cambiamenti nel loro ambiente? Il progetto COPE combina modelli computazionali e metodologie sperimentali per offrire nuove e rigorose risposte a queste domande di ricerca.

Anni precedenti

Smart PORt Terminals - SPORT

Obiettivo del progetto è la definizione di metodologie innovative al fine di implementare una piattaforma software in grado di fornire un supporto agli operatori della logistica portuale nella gestione delle attività intermodali.

Per ottenere questo scopo l'approccio SPORT prevede che la piattaforma sia organizzata su due livelli: un livello di base che gestisca le funzioni integrate trasversali come la comunicazione e le interfacce utente, i database e gli strumenti per la modellizzazione, l'ottimizzazione e  la simulazione e un livello applicativo, con una serie di moduli integrati, ognuno relativo a uno specifico problema rilevante per la gestione delle attività di interesse.

Acronimo del progetto: SPORT
Titolo del progetto:  Smart PORt Terminals - SPORT
Numero del progetto: 2015XAPRKF_007
Identificativo call: 2015
Responsabile: nazionale: Walter Ukovich (Univ. Trieste), locale: Raffaele Pesenti
Status: attivo
Durata: 3 anni (05/02/2017 - 05/02/2020)
Costo totale progetto: 29.428 Euro (locale)   146.000 Euro (nazionale)
Contributo del dipartimento:  8.571 euro
Gruppo di ricerca: Giovanni Vaia, Giovanni Fasano, Dario Bauso (Università di Sheffield e Palermo), Giacomo di Tollo (dip. Economia)

Finanza pubblica e fiscalità per la salvaguardia e la promozione del patrimonio culturale storico ed artistico

Nonostante la Carta Costituzionale imponga la tutela e la promozione del paesaggio e del patrimonio storico-artistico, l’insufficienza di fondi pubblici non solo per la valorizzazione ma anche per la semplice salvaguardia di tali beni collettivi è tristemente cronica.

La ricerca si tradurrà in concrete proposte di intervento per delineare una quadro sistematico ed efficiente di misure fiscali e di finanza pubblica volte a garantire risorse sufficienti non solo per la salvaguardia ma anche per la promozione del patrimonio culturale, nell'ambito delle azioni e dei vincoli europei, nonché dei diversi livelli d’intervento (statale, regionale e locale). Inoltre sarà sviluppata un’indagine empirica da un lato per verificare l’implementazione nelle città d’arte delle misure a sostegno del patrimonio culturale e dall'altro per individuare i fattori che incentiverebbero l’investimento privato nel settore.

Titolo del progetto:  Finanza pubblica e fiscalità per la salvaguardia e la promozione del patrimonio culturale storico ed artistico
Numero del progetto: 2015ZFWYX2
Identificativo call:
Responsabili:  Del Federico Lorenzo (Chieti-Pescara), Cordeiro Guerra Roberto (Firenze), Tosi Loris (Ca' Foscari Venezia), Basilavecchia Massimo (Teramo)
Status: attivo
Durata: 3 anni
Costo totale progetto:
Contributo del dipartimento
Gruppo di ricerca: Del Federico Lorenzo (Chieti-Pescara), Cordeiro Guerra Roberto (Firenze), Tosi Loris (Ca' Foscari Venezia), Basilavecchia Massimo (Teramo)

Capitale sociale di comunità e valore nel veneziano

La ricerca studierà i temi della Responsabilità Sociale di Impresa e dell’Innovazione Strategica Sociale, con particolare attenzione agli aspetti di comunità e ambiente. Verrà inoltre effettuata una analisi dei contributi della letteratura al fine di modellizzare i processi attraverso cui le imprese producono impatti sociali ed economici nelle comunità territoriali in cui operano e una analisi dei questionari ministeriali da sottoporre alle imprese partner del progetto nel territorio veneziano. 

titolo progetto: Capitale sociale di comunità e valore nel veneziano
bando: DGR 948 del 22/06/2016 -Programma Operativo Regionale - Fondo Sociale Europeo 2014-2020 - Asse II Inclusione sociale – “ResponsabilMente – Promuovere l’innovazione sociale e trasmettere l’etica – Percorsi di RSI” – Avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali – Anno 2016.
ruolo UNIVE: partner
responsabile: Chiara Mio
soggetto proponente: Istituto Veneto per il Lavoro - IVL
importo totale progetto: € 497.180,00
quota UNIVE: € 24.000,00
durata: 01/09/2017- 30/08/2018

Comunità e ambiente responsabili nel territorio vicentino

Le attività di ricerca hanno come risultato finale un apposito report conclusivo (preceduto da un abstract) in grado di fornire una rappresentazione dello stato dell’arte delle PMI vicentine in materia di RSI e sostenibilità, congiuntamente all’elaborazione, per ciascuna azienda partecipante all’iniziativa, di specifici percorsi e modelli di intervento finalizzati a favorire iniziative di innovazione sostenibile e di sinergica interazione con i territori di appartenenza e con le comunità locali.

titolo progetto: Comunità e ambiente responsabili nel territorio vicentino
bando:  DGR 948 del 22/06/2016 -Programma Operativo Regionale - Fondo Sociale Europeo 2014-2020 - Asse II Inclusione sociale – “ResponsabilMente – Promuovere l’innovazione sociale e trasmettere l’etica – Percorsi di RSI” – Avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali – Anno 2016.
ruolo UNIVE: partner
responsabile: Chiara Mio
soggetto proponente: Fondazione Centro Produttività Veneto - CPV
importo totale progetto: € 500.000,00
quota UNIVE: € 24.000,00
durata:  01/09/2017-30/08/2017

Apprendimento e Responsabilità Sociale per la competitività

Il progetto si propone di studiare e modellizzare i processi attraverso i quali le imprese venete producono impatti sociali ed economici nelle comunità territoriali ove operano. L’indagine coinvolgerà direttamente le aziende del padovano, coadiuvandole nella compilazione di un questionario ministeriale finalizzato a conoscere cosa hanno già fatto concretamente in quest’ambito, a quale scopo e come lo hanno praticato. La ricerca consentirà di effettuare un’analisi delle politiche di ESG promosse dalle imprese mediante un confronto diretto con la dirigenza aziendale.

titolo progetto: Apprendimento e Responsabilità Sociale per la competitività
bando:  DGR 948 del 22/06/2016 -Programma Operativo Regionale - Fondo Sociale Europeo 2014-2020 - Asse II Inclusione sociale – “ResponsabilMente – Promuovere l’innovazione sociale e trasmettere l’etica – Percorsi di RSI” – Avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali – Anno 2016.
ruolo UNIVE: partner
responsabile: Chiara Mio
soggetto proponente: FOREMA SRL
importo totale progetto: € 499.744,50
quota UNIVE:  € 24.000,00
durata: 01/09/2017-30/08/2017

 

CSR e TERRITORIO: Competitività e Sviluppo Responsabile

La ricerca verterà sui temi dell’evoluzione della Responsabilità Sociale di Impresa e dell’Innovazione Strategica Sociale con particolare focus sull’impatto sociale ed economico dell’impresa nel territorio trevigiano. Verranno analizzati i contributi della letteratura sul tema ed il questionario ministeriale che dovrà essere sottoposto ai manager delle aziende partner. Saranno inoltre studiate ed elaborate metodologie di raccolta ed analisi dati con l’obiettivo di ottenere indicatori di perfomance aziendali sia quantitativi sia qualitativi in relazione alle politiche RSI applicate ed al livello di sensibilità sul tema, internamente alle singole aziende e sul territorio in analisi. 

titolo progetto: CSR e TERRITORIO: Competitività e Sviluppo Responsabile (cod. 52-1-948-2016)
bando: DGR 948 del 22/06/2016 -Programma Operativo Regionale - Fondo Sociale Europeo 2014-2020 - Asse II Inclusione sociale – “ResponsabilMente – Promuovere l’innovazione sociale e trasmettere l’etica – Percorsi di RSI” – Avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali – Anno 2016.
ruolo UNIVE: partner
responsabile: Chiara Mio
soggetto proponente: IRECOOP VENETO
importo totale progetto: € 499.952,00
quota UNIVE: € 24.000,00
durata: 01/10/2017 -30/09/2018

Transmedia Web Graphic Editor - Work Experience di tipo specialistico

La fusione di design, business e tecnologia in un profilo - Transmedia Web graphic Editor - che riunisce in sé conoscenze e competenze di strategia e marketing e il competente utilizzo degli strumenti tecnologici di ultima generazione è l'approccio che si è voluto dare al progetto formativo. Un progetto studiato con le aziende partner affinché il design metta a servizio del business il suo contributo di innovazione e problem-solving creativo, adottandone il pensiero strategico e tattico. Il progetto di Work Experience nasce dalla consapevolezza della necessità di un’azione professionale di sostegno alla motivazione e alla capacità di rispondere al contesto che la realtà attuale del mercato rende esigente.

titolo progetto: Transmedia Web Graphic Editor - Work Experience di tipo specialistico (cod.  2120/3/1358/2015)
bando: POR FSE Regione Veneto 2014/2020 Reg.to UE n. 1303/2013 e 1304/2013 Asse I - Occupabilità - Obiettivo Tematico 8 - Priorità d'investimento 8.i - Obiettivo Specifico 1 - DGR 1358 del 09/10/2015 - Direttiva per la realizzazione di interventi di "Work Experience" e DGR 2020 del 23/12/2015 - Stanziamento aggiuntivo di risorse finanziarie e apertura nuovi sportelli - Anno 2016
ruolo UNIVE: Soggetto Proponente
responsabile: Fabrizio Panozzo
partenariato: E.B.R.A.L. ARTIGIANATO VENETO; E.F.A. ENTE FORMAZIONE ARTIGIANA; FORMINNOVA S.A.S. DI CARLO D'AMICIS & C.; A.P.A.C. ASSOCIAZIONE PROVINCIALE ARTIGIANATO COSTRUZIONI E INDUSTRIA MANIFATTURIERA; FEDERCLAAI VENETO; FEDERTERZIARIO CLAAI DEL VENETO; VENICECOM S.R.L.; NEXTEP S.R.L.; VDV S.R.L.; N2 LABS S.R.L.; AMBIENTE UFFICIO S.R.L.; ESTE CERAMICHE PORCELLANE S.R.L.; TO BE PLUS DI LUCA MARTON; ASOLO SERVIZI S.R.L.; STUDIO TAMASSOCIATI; CA' ZANARDI S.R.L.; EAMBIENTE S.R.L.; MARIO BERTA BATTILORO DI BERTA SABRINA & C. S.N.C.; EGA S.R.L.; ARBOS S.R.L.; BOTTEGA ORAFA ABC DI D'Agostino Andrea
importo totale progetto: € 118.080,00
quota UNIVE: € 118.080,00
durata: dal 01/07/2016 al 31/03/2017

ICT, Branding e marketing evoluto per le industrie creative  e culturali del lusso

Il progetto fa dialogare e mette in rete il mondo della produzione di alta gamma con le imprese creativa dei settori ICT e marketing per sviluppare un processo incrementale di: incorporazione dell'innovazione tecnologica nei processi produttivi del lusso, aumento del valore del prodotto e del brand, sviluppo di nuove strategie di marketing evoluto, aumento delle opportunità di internazionalizzazione. Il comparto del lusso, una delle produzioni centrali delle cultural and creative industries che si compone di Fashion e Artigianato artistico, segue una logica di sviluppo prodotto sempre meno trainata dai gusti di mercato ma valorizzando sempre di più la dimensione creativa della proposta di stile, accentuando le componenti artistiche e culturali che entrano nel processo progettuale.

titolo progetto: ICT, Branding e marketing evoluto per le industrie creative  e culturali del lusso (Cod. 4049/1/1/784/2015)
bando: Bando Regione Veneto – DGR 784 del 14/05/2015 -POR FSE 2014-2020 - Asse I Occupabilità Aziende in rete nella formazione continua – Strumenti per la competitività delle imprese venete  – Anno 2015 - Avviso per la realizzazione di progetti complessi per lo sviluppo delle imprese venete
ruolo UNIVE: Project partner
responsabile: Fabrizio Panozzo
soggetto proponente: Adecco Formazione srl
importo totale progetto: € 151.106,60
quota UNIVE: € 72.000,00
durata: dal 29/02/2016 al 28/02/2017

Narratori delle Innovazioni Industriali, Artigianali e Sociali (NARIAS)

Il progetto è frutto del crescente interesse che le imprese venete manifestano per forme creative di comunicazione fondate sul concetto di “narrazione”. Le imprese venete sono immerse in una fitta rete di narrazioni: non soltanto strumenti, discorsi, storie, provenienti dall’azienda stessa ma anche racconti ed esperienze che derivano dal vissuto degli stakeholder. La figura che si intende formare - il “narratore dell’innovazione aziendale” - sarà in grado di far diventare “storie” i discorsi con cui imprenditori e manager cercano di costruire la mission aziendale, veicolare il valore generato dall’azienda e aggregare le risorse umane rielaborando in termini visuali i messaggi diffusi all’interno dell’organizzazione e i significati che fornitori e clienti attribuiscono alle proprie esperienze collaborazione e consumo.

titolo progetto: Narratori delle Innovazioni Industriali, Artigianali e Sociali (cod.  2120/1/1358/2015)
bando: POR FSE Regione Veneto 2014/2020 Reg.to UE n. 1303/2013 e 1304/2013 Asse I - Occupabilità - Obiettivo Tematico 8 - Priorità d'investimento 8.i - Obiettivo Specifico 1 - DGR 1358 del 09/10/2015 - Direttiva per la realizzazione di interventi di "Work Experience" e DGR 2020 del 23/12/2015 - Stanziamento aggiuntivo di risorse finanziarie e apertura nuovi sportelli - Anno 2016
ruolo UNIVE: Soggetto Proponente
responsabile: Fabrizio Panozzo
partenariato: Luigi Bevilacqua s.r.l., Fedon & Figli s.p.a.,OMP Engineering s.r.l., Fabbrica Pinze Schio s.r.l., Tecnica Group s.p.a., Irinox s.p.a., Videotec s.p.a., Came Cancelli Automatici s.p.a., Nuova Menon s.r.l., Prospettive s.r.l., Prospettive s.r.l., Altana s.p.a., Ligabue s.p.a., Verde Sport s.p.a., Lago s.p.a., Rehateam s.r.l.
importo totale progetto: € 128.713,20
quota UNIVE: € 128.713,20
durata: dal 12/02/2016 - al 30/09/2016

TIC -  TAC. Una Rete per il Lavoro nella Moda

Il progetto vuole favorire l'inserimento di giovani tra i 19 e i 25 anni non impegnati in alcuna attività scolastica e/o lavorativa, nel mondo del lavoro e dotarli di risorse tecniche, motivazionali e di opportunità concrete affinché trovino un impiego. Per i giovani il progetto si pone gli obiettivi di: incrementare il numero di utenti che si inseriscono nel programma della Garanzia Giovani, favorire la conoscenza del settore moda e calzaturiero tramite i percorsi di orientamento di I e II livello, far acquisire competenze professionali e tecnico specialistiche coerenti con i livelli di ingresso e le aspettative professionali e sviluppare nuova occupazione con l'inserimento stabile in impresa.

titolo progetto: TIC -  TAC. Una Rete per il Lavoro nella Moda (cod. 2121/1/1/2747/2014)
bando: Bando DGR 2747 del 29/12/2014 - UNA RETE PER I GIOVANI - Progetti per l'incremento dell'impatto delle policy del Piano regionale di Garanzia Giovani e il potenziamento dell'azione della rete dei servizi per la formazione e il lavoro
ruolo UNIVE: Project partner
responsabile: Fabrizio Panozzo
soggetto proponente: Politecnico Calzaturiero Scarl
partenariato: Università Ca’ Foscari Venezia – Dipartimento di Management;  Fondazione Centro Produttività Veneto;  FABRICA S.p.A.;  T2i – Trasferimento Tecnologico e Innovazione S.c. a r.l.;  UMANA S.p.A.; G27
importo totale progetto: € 996.766,00
quota UNIVE: € 9.600,00
durata: dal 21/04/2016  al 30/09/2016

Packaging, grafica, pubblicità e comunicazione: opportunità in rete per i giovani

La radicale trasformazione che il mondo della stampa e della grafica sta subendo genera la necessità di nuove figure professionali adatte proprio ai giovani. Si deve sostituire parte della stampa tradizionale con nuovi servizi quali distribuzione, logistica, progettazione, supporto vendite, servizi web e social media marketing, la disciplina che ha rivoluzionato il marketing online. Molte aziende stanno compiendo un decisivo viraggio verso la comunicazione, smarcandosi in parte dalla stasi delle stamperie tradizionali, ricercando nuove figure professionali (es. Social Media Specialist).

titolo progetto: Packaging, grafica, pubblicità e comunicazione: opportunità in rete per i giovani (codice 4358/0/1/2747/2014)
bando: Bando DGR 2747 del 29/12/2014 - UNA RETE PER I GIOVANI - Progetti per l'incremento dell'impatto delle policy del Piano regionale di Garanzia Giovani e il potenziamento dell'azione della rete dei servizi per la formazione e il lavoro
ruolo UNIVE: Project partner
responsabile: Fabrizio Panozzo
soggetto proponente: Formaset Scarl
partenariato: T2i Trasferimento Tecnologico e Innovazione; Verona Innovazione; Università IUAV di Venezia; Università Ca’ Foscari Venezia – Dipartimento di Management; Università Ca’ Foscari Venezia - ADiSS Ufficio Orientamento, Stage e Placement; Adecco Formazione; CIF Opere Assistenziali; Engim Veneto; Format – F. Tecnica; Isfid Prisma; Adecco Italia; Crea Lavoro S.r.l.; Boscolo S.r.l.; Career Counseling S.r.l.; SUMO s.c.s.; Ist. Parini (Mestre); Ist. Dante Alighieri (Mestre); Ist. Leonardo da Vinci (Belluno); Ist. Guggenheim (Venezia); Mc Project S.n.c.; Provincia di Rovigo; Comune di Marcon; Comune di Mogliano Veneto; Comune di Quarto d’Altino; Camera di Commercio di Siviglia; EUSA di Siviglia; Enaip Veneto; Coop. Sociale “Il Raggio Verde”; AssoretiPMI; Fondazione Ca’ Foscari
importo totale progetto: € 577.839,01
quota UNIVE: € 8.080,00
durata: dal 01/08/2015 al 30/04/2016

Ri-creazioni. Il gusto italiano torna al lavoro

All’interno del progetto Garanzia Giovani, con cui la Regione Veneto garantisce ai giovani un'offerta valida di lavoro o formazione entro quattro mesi dall'inizio della disoccupazione, il Dipartimento di Management coordina un percorso formativo con stage che mira a definire un nuovo ruolo manageriale che faccia da ponte tra aziende e creatività artistica: l’innovatore culturale.

Questa figura punta a recuperare la tradizione di collaborazione e interazione tra i due mondi, valorizzando i segnali recenti di interesse per l’arte nel marketing, nella responsabilità sociale e comunicazione aziendale. Il corso forma un esperto di storytelling, in grado di attivare le potenzialità dell’audiovisivo e dei social media per sviluppare forme innovative di presenza dell’azienda sul mercato.

titolo progetto: RI-creazioni. Il gusto italiano torna al lavoro
bando: Bando DGR 2747 del 29/12/2014 - UNA RETE PER I GIOVANI - Progetti per l'incremento dell'impatto delle policy del Piano regionale di Garanzia Giovani e il potenziamento dell'azione della rete dei servizi per la formazione e il lavoro
ruolo dipartimento: Soggetto Proponente
responsabile: Fabrizio Panozzo
partenariato: ADECCO ITALIA, ADECCO FORMAZIONE, SUMO, FORMASET, FORMINNOVA, EBRAL, EFA, FONDAZIONE CA' FOSCARI
importo totale progetto: 557.392,00 €
quota dipartimento: 232.300,00 €
durata: 02/04/2015 -01/04/2016

Anni precedenti

Ricerca d'impatto

Odyceus
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - FET

WARGLIEN Massimo

Opinion Dynamics and Cultural Conflict in European Spaces
Sito web: https://www.odycceus.eu/

H2020 Project ODYCCEUS (Opinion Dynamics and Cultural Conflict in the European Spaces)
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - FET

LEVIS SULLAM Simon, LI CALZI Marco, WARGLIEN Massimo

Social media and the digitization of news and discussion fora are having far-reaching effects on the way individuals and communities communicate, organize, and express themselves. Can the information circulating on these platforms be tapped to better understand and analyse the enormous problems facing our contemporary society? Could this help us to better monitor the growing number of social crises due to cultural differences and diverging world-views? Would this facilitate early detection and perhaps even ways to resolve conflicts before they lead to violence? The ODYCCEUS project answers all these questions affirmatively. It will develop the conceptual foundations, methodologies, and tools to translate this bold vision into reality and demonstrate its power in a large number of cases. ODYCCEUS stands for Opinion Dynamics and Cultural Conflict in European Spaces. The project seeks conceptual breakthroughs in Global Systems Science, including a fine-grained representation of cultural conflicts based on conceptual spaces and sophisticated text analysis, extensions of game theory to handle games with both divergent interests and divergent mindsets, and new models of alignment and polarization dynamics. The project will also develop an open modular platform, called PENELOPE, that integrates tools for the complete pipeline, from data scraped from social media and digital sources, to visualization of the analyses and models developed by the project.
Sito web: https://www.odycceus.eu/

•Time Machine H2020-FETFLAG-2018-2020
Horizon2020 - H2020 - Excellence Science - FET

DE RUBEIS Flavia, RAINES Dorit, TORSELLO Andrea, VAIA Giovanni

FETFLAG-01-2018 - Preparatory Actions for new FET Flagships: Area 1) ICT and Connected Society, sub area: ICT for Social Interaction and Culture: Europe urgently needs to restore and intensify its engagement with its past as a means of building a common path for the generations to come. Time Machine will give Europe the technology to renew itself against globalisation and increased social exclusion, by investing in its precious cultural heritage. The FET Flagship is structured around the development of a large-scale digitisation and computing infrastructure mapping millennia of European historical and geographical evolution, transforming kilometres of archives, large collections from museums and other geohistorical datasets into a distributed digital information system. To succeed, a series of fundamental breakthroughs are targeted in Artificial Intelligence, Robotics and ICT, boosting these key enabling technologies in Europe. Massive digitisation infrastructures and High-Performance Computing will be coupled with Machine Learning techniques to produce a multiscale simulation of more than 5000 years of history. Time Machine will make Europe the leader in the extraction and analysis of Big Data of the Past. It will profoundly transform research methods and practices in the Humanities, allowing bolder questions to be asked and new levels of understanding to be reached. It will bring a new era of open access to sources, where past and on-going research are open science. This constant source of new knowledge will be an economic motor, giving rise to new professions, new services and new products, impacting not only on education, cultural heritage and creative industries, but also policy making, and economic societal and environmental modelling. Time Machine is based on Europe's unique assets: its long history, its multilingualism and multiculturalism. It is designed to bring together European research institutions, cultural heritage stakeholders, decision makers, businesses and the general public in a unique endeavour: turning the history of Europe into a living resource for co-creating its future.
Sito web: https://www.timemachine.eu/

ISEED
Horizon2020 - H2020 - Science with and for society

WARGLIEN Massimo

ISEED – Inclusive Science and European Democracies, is an international research project funded by the European Union’s Horizon 2020 Research and Innovation Programme (2021-2024). ISEED responds to the EU’s call for supporting inclusive, innovative and reflective societies in Europe, specifically by “Developing deliberative and participatory democracies through experimentation”. Our idea in ISEED is to explore modes to engage citizens, and non-citizens, in knowledge-based public deliberation by using lessons derived from the field of citizen science. Citizen science works by inviting and including non-scientists in the collection and production of scientific knowledge. You can find some citizen science projects here, for example using penguin-watching, or recording whale vocalisations, to understand these animal populations. ISEED analyses cases of successful citizen science to explore what conditions can ensure people’s informed inclusion and participation in creating knowledge-based democratic deliberation. Our insight is applied to cases of public debate on science-based issues, for example climate change or vaccination programmes, paying attention to publics traditionally included but also to counter-publics marginalised in these debates.
Sito web: https://iseedeurope.eu/

DC-ren - Drug combinations for rewriting trajectories of renal pathologies in type II diabetes
Horizon2020 - H2020 - Societal Challenges

SILVESTRI Claudio, SLANZI Debora

Diabetic Kidney Disease (DKD) is highly prevalent in type 2 diabetes, with major impact on patients and healthcare systems. The complex disorder, further modulated by cardiovascular comorbidities, presents as an accumulation of risk factors, which we treat with drug combinations. While the overall benefit of this approach is evident on a cohort level, individual patients show remarkable heterogeneity in drug response, and lack of guidance on personalized medication results in suboptimal control of the disorder. For resolving variability, we propose a new concept for personalization of drug combinations beyond the cohort-centric perspective. We improve patient stratification based on equivalence relations of clinical presentation, disease pathophysiology and drug combinations. The approach is derived from dynamical systems theory, aimed at reducing probabilistic assignment of patient-specific disease evolution and matching drug combinations. The availability of a large European repository holding DKD patients in routine care with diverse drug combinations, complemented by high-throughput screening for improving patient phenotyping, and molecular network modelling of pathology, embedded risk factor combinations and consequence of drug effect allows a systems representation of patient groups. Integrating clinical presentation and molecular architecture in a novel computational framework will establish a decision support software prototype. We will validate this tool for predicting optimized personalized drug combinations in a study using given clinical trial repositories. Demonstration will expand to other available drugs, which in combination with approved drugs promise benefit for groups of DKD patients. With a clear route toward uptake in the clinical setting, and generalization capacity of our approach to other complex disorders we foster next steps in personalization, anticipate major patient benefit, and see novel translation and business opportunities.
Sito web: https://cordis.europa.eu/project/id/848011

MATHEmatics of Multi-level Anticipatory Complex Systems
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

LI CALZI Marco

INSPIRE - Developement of systematic packages for deep energy renovation of residential and tertiart buildings including enevelope and systems
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

POLI Irene, SLANZI Debora

MICREAGENTS - Microscale Chemically Reactive Electronic Agents
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

POLI Irene, SLANZI Debora

COBRA - Coordination of Biological & Chemical IT Research Activities
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

POLI Irene, SLANZI Debora

Sito web: http://www.ecltech.org

ASSYST - Action for the Science of complex Systems and socially intelligent ICT
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

POLI Irene, SLANZI Debora

MATHEMACS
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

WARGLIEN Massimo

SYstemic Risk TOmography: Signals, Measurements, Transmission Channels, and Policy Interventions
VII PQ - VII Programma Quadro - Cooperation

BARRO Diana, BILLIO Monica, CASARIN Roberto, GARDENAL Gloria, LUCCHETTA Marcella, NARDON Martina, PARADISO Antonio, PELIZZON Loriana, SARTORE Domenico

Sito web: http://syrtoproject.eu/

Co-generazione di conoscenza competitiva tra le università e le PMI - Know US
Interreg - Interreg IV Italia - Slovenia

BAGNOLI Carlo

Smart accelerators of cultural heritage entrepreneurship - SACHE
Interreg - Interreg V Central Europe

PANOZZO Fabrizio

It is widely expected that culture and heritage automatically inspire innovation and new creative entrepreneurship but research shows that this is rarely the case. It is therefore necessary to challenge and reinterpret the role of cultural and creative industries (CCIs) for regional development. The SACHE project will develop and deliver integrated local development strategies based on tools and approaches that accelerate creative entrepreneurship within and around cultural heritage. The project will expand and strengthen the role of cultural heritage sites, symbols and values by transforming them into “Smart Accelerators of Creative Heritage Entrepreneurship” (SACHE) based on a newly developed central European model. Museums, galleries, theatres and festivals will be conceived not only as sites of education or entertainment but also as accelerators, i.e. cultural engines that mobilise and nurture the energies of small creative businesses. This will expand access to cultural heritage as well as the production of value enhancing services, the development of innovative clustering of CCIs around each SACHE. It will also help to foster cross-sectoral cooperation with other industrial and service sectors especially in digital technologies.
Sito web: https://www.interreg-central.eu/Content.Node/SACHE.html

ARCA ADRIATICA
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

BELTRAME Carlo, CASARIN Francesco, VALLERANI Francesco

S.LI.DES. - Smart strategies for sustainable tourism in LIvely cultural DEStinations
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

PESENTI Raffaele

The S.LI.DES. project aims at fostering cross border cooperation among cultural destinations in the Programme area and the joint planning of smart strategies to support more sustainable and balanced territorial development through the promotion of tangible and intangible cultural heritage, in particular those assets shaping the identity of the destinations
Sito web: https://www.italy-croatia.eu/web/slides

S.LI.DES Smart strategies for sustainable tourism in LIvely cultural DEStinations.
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

TAMMA Michele

The project aims at developing a cross-border smart methodology and strategy to preserve and valorize unexploited tangible and intangible cultural heritage, and to promote sustainable territorial development, focusing in particular on ‘living heritage’, ie. craft activities and creative industries. Through a set of innovative tools and methods, S.LI.DES will develop a Smart Destination Ecosystem to dynamically analyze different aspects of the project cultural destinations#-# heritage, monitor visitors’ mobility patterns and identify the potential of valuable skills and “know-how” to enhance visitors’ experience. All data will concur to assess the competitive and sustainable performance of the destinations, to support the development of actions aimed at diversifying tourism offer through targeted investments in cultural heritage and to design a cross border smart strategy transferable at EU level.
Sito web: https://www.italy-croatia.eu/web/slides

MIMOSA – Maritime and Multimodal Sustainable Passenger Transport Solutions and Services
Interreg - Interreg V Italia - Croazia

BALLARIN Andrea, CAGNIN Alessandra, FASANO Giovanni, FAVARO Serena, LANZINI Pietro, PANJAKO Ana, PENTUCCI Pier Paolo, PESENTI Raffaele, SIROTIĆ Miljen, STOCCHETTI Andrea

MIMOSA is focused on changing a low level of cross-border connectivity by developing visible outputs, ranging from multimodal solutions to innovative and smart tools and technologies. It tackles the common challenge of increasing multimodality and reducing the impact of transport on the environment. MIMOSA is focused on EUSAIR Strategies and in Italy Croatia Programm Specific Objective 4.1: to improve the quality, safety and environmental sustainability of marine and coastal transport services and nodes by promoting multimodality in the Programme area
Sito web: https://www.italy-croatia.eu/web/mimosa

CROSSMOBY :Pianificazione della mobilità e servizi di trasporto passeggeri, sostenibili e transfrontalieri, all’insegna dell’intermodalità
Interreg - Interreg V Italia - Slovenia

PESENTI Raffaele

Il progetto CROSSMOBY affronta la sfida volta a migliorare le capacità in materia di pianificazione della mobilità sostenibile e a fornire collegamenti di trasporto pubblico transfrontalieri basati un forte approccio di cooperazione istituzionale, per conseguire risultati concreti per i cittadini dell’area del Programma, anche in termini di riduzione delle emissioni derivanti dal trasporto. Il principale obiettivo del progetto è la creazione di nuovi servizi di trasporto transfrontalieri e sostenibili ed il miglioramento della pianificazione della mobilità attuata all’interno dell’intera area. I cambiamenti sostanziali attesi si concretizzeranno attraverso la sperimentazione di nuovi servizi ferroviari per passeggeri ed in un nuovo approccio alla pianificazione della mobilità, basato sulla già esistente metodologia PUMS applicata ad un numero limitato di progetti pilota. Gli output principali di progetto riguardano la riattivazione di servizi ferroviari transfrontalieri per passeggeri e un piano d’azione strategico transfrontaliero sulla mobilità sostenibile, che contribuiscono a rendere CROSSMOBY un progetto originale e nuovo, dal momento che non ci sono mai stati progetti precedenti, nei programmi di cooperazione Italia-Slovenia, che abbiano portato a simili risultati. Inoltre, per affrontare la mancanza di opzioni di mobilità sostenibile e per migliorare l’accessibilità a livello transfrontaliero, la cooperazione transfrontaliera si rivela necessaria laddove le autorità responsabili e le altre organizzazioni dell’Italia e della Slovenia siano in grado di sviluppare servizi in modo coordinato.
Sito web: https://www.ita-slo.eu/it/crossmoby

CROSSMOBY - Pianificazione della mobilità e servizi di trasporto passeggeri, sostenibili e transfrontalieri, all’insegna dell’intermodalità
Interreg - Interreg V Italia - Slovenia

CAGNIN Alessandra, LANZINI Pietro, PESENTI Raffaele, STOCCHETTI Andrea

Il progetto CROSSMOBY affronta la sfida volta a migliorare le capacità in materia di pianificazione della mobilità sostenibile e a fornire collegamenti di trasporto pubblico transfrontalieri basati un forte approccio di cooperazione istituzionale, per conseguire risultati concreti per i cittadini dell’area del Programma, anche in termini di riduzione delle emissioni derivanti dal trasporto. Il principale obiettivo del progetto è la creazione di nuovi servizi di trasporto transfrontalieri e sostenibili ed il miglioramento della pianificazione della mobilità attuata all’interno dell’intera area. I cambiamenti sostanziali attesi si concretizzeranno attraverso la sperimentazione di nuovi servizi ferroviari per passeggeri ed in un nuovo approccio alla pianificazione della mobilità, basato sulla già esistente metodologia PUMS applicata ad un numero limitato di progetti pilota. Gli output principali di progetto riguardano la riattivazione di servizi ferroviari transfrontalieri per passeggeri e un piano d’azione strategico transfrontaliero sulla mobilità sostenibile, che contribuiscono a rendere CROSSMOBY un progetto originale e nuovo, dal momento che non ci sono mai stati progetti precedenti, nei programmi di cooperazione Italia-Slovenia, che abbiano portato a simili risultati. Inoltre, per affrontare la mancanza di opzioni di mobilità sostenibile e per migliorare l’accessibilità a livello transfrontaliero, la cooperazione transfrontaliera si rivela necessaria laddove le autorità responsabili e le altre organizzazioni dell’Italia e della Slovenia siano in grado di sviluppare servizi in modo coordinato.

Studio dell'attuale sistema di gestione dell’accessibilità nautica del Porto di Venezia basato su indicatori di performance.
Interreg - Interreg V Spazio Alpino

CANESTRELLI Elio, CORAZZA Marco, PESENTI Raffaele

Studio e prestazione complementare dell’attuale sistema di gestione dell’accessibilità nautica del porto di Venezia.
Interreg - Interreg V Spazio Alpino

CANESTRELLI Elio, CORAZZA Marco, DE NADAI Giuseppe, PESENTI Raffaele

Europeana Space - Spaces of possibility for the creative reuse of digital cultural content
Altri programmi europei - COMPETITIVENESS AND INNOVATION FRAMEWORK PROGRAMME (CIP)

BUZZAVO Leonardo

Project 621037. The aim of the Europeana Space project (2014-2017) was to create new opportunities for employment and economic growth within the creative industries sector, based on Europe’s rich digital cultural resources. The project created an open environment for the development of applications and services based on digital cultural content. The use of this environment will be fostered by a vigorous, wide-ranging and sustainable programme of promotion, dissemination and replication of the Best Practices developed within the project, and the extensive resources and networks of the Europeana Space consortium will be maintaned in the framework of a Memorandum of Understanding also beyond the end of the EC funding period.
Sito web: http://www.europeana-space.eu

La rappresentazione delle conoscenze organizzative: modelli e applicazioni digitali a supporto dei sistemi distribuiti di imprese.
Bandi ministeriali - FIRB/FIR/SIR

WARGLIEN Massimo

Lavoro e diritti nella rivoluzione di internet: una comparazione con paesi extra-UE
Bandi ministeriali - MIUR-MAECI - Cooperazione allo sviluppo - track scientifico

FALSONE Maurizio

Equità distributiva nei protocolli di scambio e condivisione
Bandi ministeriali - PRIN

LI CALZI Marco

Qualità della disclosure, previsioni degli analisti finanziari e strategie di investimento
Bandi ministeriali - PRIN

BERTINETTI Giorgio Stefano, BIFFIS Paolo, CAVEZZALI Elisa, MANTOVANI Guido Massimiliano, PROTO Antonio, RIGONI Ugo

Oltre le previsioni degli analisti. Caratteristiche dei report e potenziali reazioni del mercato
Bandi ministeriali - PRIN

RIGONI Ugo

Disegni sperimentali evolutivi
Bandi ministeriali - PRIN

PARPINEL Francesca, PIZZI Claudio, POLI Irene, SLANZI Debora

Categorizzazione, interazione, organizzazione
Bandi ministeriali - PRIN

WARGLIEN Massimo

Risposte strategiche della filiera automobilistica italiana alla crisi internazionale
Bandi ministeriali - PRIN

STOCCHETTI Andrea, VOLPATO Giuseppe, ZIRPOLI Francesco

PRIN 20079PLLN7 “Nonlinear Optimization, Variational Inequalities, and Equilibrium Problems”
Bandi ministeriali - PRIN

FASANO Giovanni

Le dimensioni dell’imprenditorialità: variabili demografiche e sociali, competenze, orientamento imprenditoriale
Bandi ministeriali - PRIN

GERLI Fabrizio

Modelli Statistici multivariati per la valutazione dei rischi
Bandi ministeriali - PRIN

BILLIO Monica, CASARIN Roberto, LUCCHETTA Marcella, MANTOVANI Guido Massimiliano, PARPINEL Francesca, PELIZZON Loriana, PIZZI Claudio, SARTORE Domenico

INTERNAZIONALIZZAZIONE E RUOLO DELLA DISTRIBUZIONE NELLE STRATEGIE DI MARCA: I PRODOTTI MADE IN ITALY AD ALTO VALORE SIMBOLICO IN DIVERSI CONTESTI SOCIO-CULTURALI. IL MERCATO CINESE.
Bandi ministeriali - PRIN

CHECCHINATO Francesca, HU Lala, PERRI Alessandra, PONTIGGIA Andrea, VESCOVI Tiziano

Smart PORt Terminals - SPORT
Bandi ministeriali - PRIN

PESENTI Raffaele

Dis/Connection: Labor and Rights in the Internet Revolution: nuovi lavori, subordinazione e autonomia, esigenze di tutela
Bandi ministeriali - PRIN

FALSONE Maurizio

Strategie per la valorizzazione commerciale del pesce azzurro dell'Adriatico: le esigenze del consumatore
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

MAURACHER Christine, TREVISAN Giovanna

Modelli e metodi di ottimizzazione per il routing di veicoli marini, in condizioni meteo-marine note.
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CORAZZA Marco, FASANO Giovanni, PESENTI Raffaele

Sito web: http://www.mit.gov.it/mit/site.php?o=vh&id_cat=172

Unità Operativa SP1.WP1.A3.UO2 all'interno del progetto nazionale bandiera RITMARE
Bandi ministeriali - Altri programmi ministeriali

CORAZZA Marco, FASANO Giovanni, GIOVE Silvio, PESENTI Raffaele

Sito web: http://www.ritmare.it/

INNOVAREA Il modello di sviluppo imprenditoriale Veneto Venti Venti
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - LR 9/2007 - MainReim

BAGNOLI Carlo, RICCIONI Stefano

Venice Strategic Innovation Center
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2007-2013)

BAGNOLI Carlo

Scenari competitivi e soluzioni organizzative per l'indotto automotive della Regione Veneto
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2007-2013)

ZIRPOLI Francesco

Smart Cities: il contributo della Data Science per la qualità e la sostenibilità delle esperienze di visita
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FESR (2014-2020)

TAMMA Michele

Nuove figure professionali per lo sviluppo di strategie improntate alla sostenibilità come fonte di vantaggio competitivo di imprese e sistemi di imprese nel Veneto Orientale
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

BAGNOLI Carlo, PACCAGNAN Elisa, STOCCHETTI Andrea

Nuove figure professionali per lo sviluppo competitivo sostenibile del Distretto dell’Occhial
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

STOCCHETTI Andrea

NUOVE FIGURE PROFESSIONALI PER LO SVILUPPO COMPETITIVO SOSTENIBILE DEL DISTRETTO DELL’OCCHIALE - Cod. Intervento 3 Edizione 101 / 5 / 2215 Titolo dell’intervento: Esperto di innovazione strategica per Medio Grandi Imprese
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

FINOTTO Vladi, STOCCHETTI Andrea

Rendere l’etica calcolabile: problematiche di misurazione, standardizzazione e verifica della Corporate Social Responsibility
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

PANOZZO Fabrizio

Mobilità sostenibile come fonte di vantaggio competitivo
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

STOCCHETTI Andrea

Agenti di sviluppo per il distretto culturale evoluto. L’adattamento strategico dell’economia delle produzioni culturali
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CALCAGNO Monica, LUSIANI Maria, PANOZZO Fabrizio

Il tema attorno a cui è costruita questa proposta di ricerca è la produzione di valore e l’innovazione attraverso la cultura. Come viene declinata l’ innovazione nell’ambito delle produzioni culturali? Esiste una riflessione sul tema del valore e delle modalità con cui tale valore è generato, prodotto, proposto agli utilizzatori finali? Esiste spazio per una modalità “open” nell’ambito della produzione culturale? La riflessione che si vuole aprire riguarda il concetto di valore nelle produzioni culturali e in particolare il concetto di valore sostenibile. Perché parlare di valore sostenibile? Sostenibile rispetto a chi e a cosa? Il tema della sostenibilità nelle produzioni culturali può avere tre principali declinazioni. In primo luogo la sostenibilità è una sostenibilità economica. Il mondo delle produzioni culturali si confronta da anni con il problema della riduzione costante di fondi pubblici e dell’assenza di sponsorship private adeguate a finanziare i progetti artistici e culturali. Questo rende particolarmente stringente il tema di una gestione efficiente dei processi creativi combinata con la capacità di supportare adeguatamente le proposte più innovative che, invece, in una logica puramente di mercato, potrebbero venire sacrificate per lasciare spazio a produzioni caratterizzate da un più sicuro consenso di mercato ma forse meno innovative. Un secondo livello di sostenibilità riguarda il contesto territoriale in cui le produzioni culturali si inseriscono. Da più parti si dice con sempre maggiore forza che la logica dell’evento fine a se stesso va sostituita con la logica di una produzione capace di attivare nel profondo i processi creativi di un territorio e le economie che su questi si fondano. Tali meccanismi non funzionano, o non soltanto, grazie al fatto che le produzioni culturali creano un volano di investimenti e ricchezza mediante il fenomeno del turismo culturale. La questione della creatività di un territorio è più profonda e risiede nella capacità di esprimere idee, contributi creativi e iniziative imprenditoriali. Tali attività si realizzano in un territorio anche grazie al “consumo di cultura” che caratterizza lo stesso territorio e che alimenta la mente di creativi e imprenditori, ispirandone le iniziative e innescandone i processi innovativi. Le produzioni culturali diventano quindi sostenibili quando la loro presenza in un luogo sostiene e alimenta i processi creativi e innovativi che caratterizzano le attività che in quel luogo si svolgono. Come? Ad esempio supportando la creatività delle persone che vengono coinvolte attivamente nella fruizione dei prodotti culturali, coinvolgendo i fruitori in processi aperti di co-produzione di significato grazie a forme nuove di allestimento, rappresentazione, creazione. Infine, la sostenibilità di una produzione artistica e culturale è legata alla qualità del processo creativo e realizzativo. Quando un processo si può dire di qualità? Il successo di un processo di creazione e realizzazione è legato alla sua capacità di realizzare rapidamente e fedelmente l’idea del creatore ed è quindi collegato alla soddisfazione di chi ha concepito l’idea (singolo o gruppo) che vede nella sua realizzazione la propria soddisfazione personale di artista o di curatore. C’è poi la soddisfazione fruitore. Il successo di un processo di creazione-produzione di prodotti culturali significa più prodotti realizzati, maggiore varietà, più nicchie di mercato soddisfatte, maggiore possibilità di realizzare il proprio desiderio di consumo culturale. Il tentativo che qui si vuole fare è quindi di analizzare, studiare e valutare le produzioni culturali utilizzando i tre diversi livelli di sostenibilità per valutare la capacità di successo delle iniziative studiate. I percorsi di ricerca proposti per un’analisi del valore sostenibile delle produzioni culturali sono fra loro diversi per settore di appartenenza ma hanno una matrice comune: lavorano seguendo un approccio “aperto”, un approccio ispirato alla collaborazione, alla co-produzione di prodotti, alla co-creazione di significati costituendo forme di innovazione di quella che è la relazione tra chi produce e chi “consuma” cultura con una reale contaminazione di ruoli.
Sito web: http://Regione Veneto

Cod. progetto 2120/1/3/1739/2011 - Titolo Imprint: metodologie per l'accompagnamento dell'imprenditorialità veneta nella crescita e nel passaggio generazionale
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

FINOTTO Vladi

Promuovere il consumo dei prodotti sostenibili: Analisi dei presupposti comportamentali e cognitivi per la valorizzazione dei caratteri di sostenibilità dei prodotti locali presso i consumatori
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

GIACHETTI Claudio

nuovi modelli e prodotti editoriali per la divulgazione Scientifica nel web 2.0
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

COLAPINTO Cinzia, ROCCO Elena

Artimprendo. L'arte contemporanea entra in azienda. E viceversa
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

PANOZZO Fabrizio

Sito web: https://artimprendo.wordpress.com

2. Manifattura italiana e innovazione sostenibile. Rifunzionalizzare il patrimonio culturale attraverso la costruzione degli archivi aziendali
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CALCAGNO Monica, CAVRIANI Erika

Uno stile di vita veneziano: pratiche di consumo e identità culturali nella città del turismo.
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

FAVERO Giovanni, RE Valeria Emilia

Industria Cultura Creativa e Sviluppo - Progetto ICCS
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

CALCAGNO Monica, LUSIANI Maria, PANOZZO Fabrizio, TAMMA Michele

Sogni nei cassetti: connettere generazioni di makers in Italy
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

PANOZZO Fabrizio

Sito web: http://www.sognineicassetti.it

Modelli e strumenti competency-based a supporto dello sviluppo e dell'innovazione di prodotto
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

BONESSO Sara, GERLI Fabrizio

Soft skills imprenditoriali per l’innovazione e rete sociale dell’imprenditore
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2007-2013)

BONESSO Sara, GERLI Fabrizio

Optimization of HVAC (Heating, Ventilation, Air Conditioning) systems for energy saving
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

SLANZI Debora

Intelligent integration of Small and Big Data statistical techniques for research and innovation
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

SLANZI Debora

Rigenerazione urbana e competitività del territorio tramite l’innovazione sociale, le industrie creative e l’imprenditorialità culturale - Industrie creative: sostenibilità, innovazione e valorizzazione competitiva dei saperi tradizionali.
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

TAMMA Michele

Gestire il design in contesti di innovazione: pratiche e processi di apprendimento
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

CALCAGNO Monica

Robotica e intelligenza artificiale per l'innovazione nei processi: una sperimentazione nell'ambito dei business dell'ospitalità
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

TAMMA Michele

Il valore della formazione per il lavoro che cambia. Alla ricerca di indicatori di performance multidimensionali
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

MANCIN Moreno, PANOZZO Fabrizio

Il progetto di ricerca nasce dal presupposto che le tradizionali metriche di misurazione della performance di un’impresa di tipo economico-finanziario non sono sempre in grado di rilevare – soprattutto nel breve periodo – gli effetti positivi derivanti dall’investimento in formazione e nello sviluppo del capitale umano. I dati di bilancio, infatti, riescono a misurare i riflessi dell’investimento in conoscenza in grado di generare nel breve periodo ritorni positivi in termini di efficienza o produttività. Partendo da tali premesse e in considerazione del fatto che i benefici in esame sono più facilmente misurabili all’interno di imprese industriali/manifatturiere, il progetto si propone di analizzare un campione di imprese del territorio che abbiano adottato negli ultimi anni progetti di formazione del personale o di sviluppo del capitale umano al fine di verificare quale tipologia di ritorni/incrementi di performance sono riscontrabili nei numeri di bilancio delle rispettive imprese in aggiunta a quelli tradizionalmente attesi in termini di produttività.

Processi editoriali e innovazione 4.0: recuperare valore attraverso la sinergia fra analogico e digitale
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

CALCAGNO Monica, CAVARA Rachele

Smart Cities: il contributo del Data Science per la qualità e la sostenibilità delle esperienze di visita
Fondi regionali (FSE, FESR, Leggi Regionali) - POR FSE (2014-2020)

PESENTI Raffaele

Interazione in sistemi economici complessi: Innovazione, contagio e crisi
Fondi di Ateneo - Fondo ricerche e scavi archeologici

CAVEZZALI Elisa, COLAPINTO Cinzia, ELLERO Andrea, GEROTTO Luca, LI CALZI Marco, PELLIZZARI Paolo, TOLOTTI Marco

Sito web: http://www.unive.it/pag/12221/

Strategie alternative di etichettatura ecologica per il consumo sostenibile di prodotti agroalimentari
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

MAURACHER Christine

Inter- and intra- organizational global knowledge networks: a multi-level analysis of antecedents and implications
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

MORETTI Anna, PERRI Alessandra, ZIRPOLI Francesco

This projects aims at investigating (1) how knowledge networks are designed and managed within multinational corporations (MNCs) and (2) how knowledge sourcing in these networks influences MNCs’ entry into new technological domains in response to environmental uncertainty. Combining International Business literature with studies on Strategic Human Capital, we extend existing research that has mainly adopted a subunit-level of analysis, and focus on the role that the home-base inventors designated by the headquarters to collaborate with peers in foreign subsidiaries play in the intra-MNC transfer and utilization of knowledge. Furthermore, we add to the Innovation Studies literature by conducting an in-depth analysis of the portfolio of knowlegde sourcing strategies that motivate these networks. Empirically, we combine firm-level, patent-level and inventor-level data on a sample of MNCs operating in the pharmaceutical, semiconductor and automotive industries over a 30-year period.

Mapping the complexity of cultural & creative ecosystems as knowledge pools: a mixed-methods exploration
Fondi di Ateneo - Progetti di Ateneo

LUSIANI Maria, PANOZZO Fabrizio

The goal of the research project is to combine a fine-grained quantitative representation of the distribution, organization, and economic value of cultural and creative organizations with a deeper understanding of the knowledge and symbolic values they generate and mobilize. The research, therefore, aims to provide a clearer representation of what creative and cultural productions are, their geographical dispersion, and the connections that can actually be activated between the two. This contribution will be obtained by combining a quantitative representation with GIS mapping and data analysis with a more in-depth and qualitative analysis of the meanings, symbols, and values that characterize the respective knowledge pools. The research will exploit the potential of data analysis combined with complexity theory to shed new light on otherwise invisible and unmapped dimensions of work and cultural production. The knowledge network approach and the mapping of relevant actors will help to clarify how cultural and creative ecosystems could really look by representing them as a pool of knowledge rather than as statistical aggregations. The goal is to enrich the debate on the cultural and creative economy by multiplying the possibilities of analytical investigations at a more organizational and managerial level. The results of the research will also have to contribute to the definition of public policies for the cultural and creative sector which up to now has been based on an extremely simplified representation of the sector. By creating new visibility of the "non-commercial" side of the cultural and creative economy, the research will offer policymakers a more sophisticated tool to selectively intervene in specific areas where support measures are truly needed.

"Disegnio di valutazione ex-ante e di monitoraggio degli impianti socio-economici della Laguna di Marano e Grado"
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Consulenza e analisi

MIO Chiara

Analisi della disponibilità a pagare del consumatore per il branzino da acquacoltura biologica
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Consulenza e analisi

MAURACHER Christine

Analisi economico-territoriale per la definizione dei piani di gestione della pesca nell’Alto e Medio Adriatico: aspetti metodologici e strumenti applicativi
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Consulenza e analisi

MAURACHER Christine, TREVISAN Giovanna

Perequazione specifica aziendale
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Consulenza e analisi

BERTINETTI Giorgio Stefano, SOSTERO Ugo

Ricerca sulla Perequazone Specifica Aziendale
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Consulenza e analisi

BERTINETTI Giorgio Stefano

realizzazione bilancio sociale Teatro Verdi Pordenone
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Consulenza e analisi

MIO Chiara

Sito web: http://con Fondazione Ca' Foscari

Proventi attività di certificazione dei contratti di lavoro
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Consulenza e analisi

ZILIO GRANDI Gaetano

Sito web: http://Www.unive.it/fondazionecafoscari

Proventi attività di certificazione dei contratti di lavoro
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Consulenza e analisi

ZILIO GRANDI Gaetano

Sito web: http://Www.unive.it/fondazionecafoscari

Proventi attività di certificazione dei contratti di lavoro
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Consulenza e analisi

ZILIO GRANDI Gaetano

Sito web: http://Www.unive.it/fondazionecafoscari

Analisi, modellizzazione e realizzazione di un prototipo I.T.S. per la pianificazione degli arrivi e delle partenza nell'area portuale veneziana.
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Consulenza e analisi

CANESTRELLI Elio, CORAZZA Marco, DE NADAI Giuseppe, PESENTI Raffaele

Analysis, modelling and setting up of an ICT prototype for the management of ship arrivals and departures in the Venice Port area
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Consulenza e analisi

CANESTRELLI Elio, CORAZZA Marco, PESENTI Raffaele

calcolo carbon footprint in ecodistretto
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Consulenza e analisi

MIO Chiara

Una valutazione economica degli ecosistemi marini e un’analisi di scenario economico al 2020
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Consulenza e analisi

CARRARO Carlo, MAURACHER Christine, SORIANI Stefano

Principi contabili internazionali per le società non quotate
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

SACCON Chiara

Convezione Conto Terzi DMA-INSEAN,
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

FASANO Giovanni

Ricerca sugli assetti di Governance
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

PONTIGGIA Andrea

Politiche di marketing territoriale per la provincia di Belluno
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

PANOZZO Fabrizio

Orientamento universitario e mondo del lavoro: competenze trasversali e nuove strategie didattiche
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

BONESSO Sara, GERLI Fabrizio

Modellazione e ottimizzazione delle scelte di circolazione in linee e stazioni ferroviarie
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

PESENTI Raffaele

La misurazione della performance negli enti locali
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

PANOZZO Fabrizio

Studio, analisi, previsione ed ottimizzazione per un sistema di Automated Teller Machine.
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

CORAZZA Marco, PESENTI Raffaele

Definizione, addestramento ed aggiornamento di una rete neurale artificiale per il riconoscimento automatico di dati forniti.
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

CORAZZA Marco, FASANO Giovanni, MASON Francesco

MAW: Mercato del lavoro e modelli di business delle agenzie del lavoro
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

BAGNOLI Carlo, PONTIGGIA Andrea

L'innovazione strategica nel settore del packaging: il caso PAC Service s.r.l.
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

BAGNOLI Carlo

Meaning strategy innovation: il caso Oikos Venezia s.r.l.
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

BAGNOLI Carlo

I modelli di business delle imprese performanti
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

BAGNOLI Carlo

Studio di un modello di valutazione per le società in house
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

VAIA Giovanni

Perequazione specifica aziendale per le imprese minori
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

BERNARDI Bruno, BERTINETTI Giorgio Stefano

INGLESINA: COMPORTAMENTO D'ACQUISTO E STRUTTURE DISTRIBUTIVE PER I PRODOTTI DELLA PRIMA INFANZIA IN CINA
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

VESCOVI Tiziano

Politiche di sostenibilità
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

FASAN Marco, MIO Chiara

ELLEDI: CULTURA DEL CIBO E COMPORTAMENTO DI CONSUMO DEI PRODOTTI DOLCIARI IN CINA
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

CHECCHINATO Francesca, HU Lala, PONTIGGIA Andrea, VESCOVI Tiziano

Profilo di sostenibilità dell'azienda La Sportiva
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

FASAN Marco, MIO Chiara

Impatto della transizione tecnologica sull'occupazione in Italia
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

MORETTI Anna, ZIRPOLI Francesco

Ricerca sul ruolo del welfare civile nel welfare mix
Ricerca - Conto terzi - Conto terzi - Prestazioni di ricerca

MARCON Giuseppe

DICE - Designing Informative Combinatorial Experiments for living technology
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

DE LUCREZIA Davide, POLI Irene, SLANZI Debora

La co-evoluzione di strutture di network e comportamento individuale nelle multinazionali
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

WARGLIEN Massimo

Istituzioni mercantili e processi di globalizzazione: le diaspore genovese e fiorentina a Venezia in età moderna
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

FAVERO Giovanni

International Corporate Governance and Accounting: analogies and differences in the European harmonisation process
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

SACCON Chiara

Dual Undegraduate Degree In International Economics and Modern Languages/ Economics and Management
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

RIGONI Ugo

Sito web: http://www.unive.it/nqcontent.cfm?a_id=121041

PROTUMA - Novel protein markers for tumor diagnosis and therapy
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

DE LUCREZIA Davide, POLI Irene, SLANZI Debora

Group dimension in consolidated financial statements: international regulations and national consequences
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

SACCON Chiara

Imprese al cinema. Incentivi e nuove opportunità di business nelle produzioni cinematografiche
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

PANOZZO Fabrizio

Metodi e strumenti di ricerca sperimentale attraverso il Web nelle discipline di management
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

WARGLIEN Massimo

Line guida per il carbon project di Ateneo
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

MIO Chiara

Sito web: http://Ca' Foscari

Il moderno imprenditore agricolo
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

CASARIN Francesco, FINOTTO Vladi, MAURACHER Christine

Progetto OLTRE IL PIL
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

FASANO Giovanni

Sito web: http://www.oltreilpil.it/

Politiche gestionali ambientali e Pmi in provincia di Venezia
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

MIO Chiara

Imprenditoria giovanile in Veneto
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

FINOTTO Vladi, MANCIN Moreno

Venezia città creativa
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

CALCAGNO Monica, PANOZZO Fabrizio

Sito web: http://venezia

Impatti delle produzioni culturali e neo-imprenditorialità culturale per la crescita sostenibile dell’economia veneziana
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

CALCAGNO Monica, PANOZZO Fabrizio, TAMMA Michele

Sito web: http://provincia di venezia

IL MERCANTE E IL DRAGONE: STRATEGIE DI ACCESSO AI MERCATI DELLA CINA
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

CHECCHINATO Francesca, HU Lala, PONTIGGIA Andrea, VESCOVI Tiziano

Palestra di competenze
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

BONESSO Sara, GERLI Fabrizio

Pure imitation and creative imitation: antecedents and performance implications
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

CABIGIOSU Anna, GIACHETTI Claudio, MORETTI Anna, STOCCHETTI Andrea

Osservatorio della spesa regionale sanitaria (Regione Veneto)
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

MARCON Giuseppe, RUSSO Salvatore

Assessing Individual and Team Entrepreneurial Potential / Evaluar el potencial emprendedor individual y del equipo”, I+D. EDU2015-68610-R, ESADE-Universitat Ramon Llull
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

BONESSO Sara, GERLI Fabrizio

CEVID 2016
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

CORTESI Agostino, DEI ROSSI Gian-Luca, ORLANDO Salvatore, ORSINI Renzo, SPANO' Alvise, VAIA Giovanni

Sito web: http://cevid.unive,it

Apprendere e valutare le soft skills nei percorsi di alternanza scuola-lavoro
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

BONESSO Sara, GERLI Fabrizio

La nuova finanza per le imprese del Nordest
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

CAVEZZALI Elisa, CRUCIANI Caterina, PROTO Antonio, RIGONI Ugo, SIMION Giorgia

La ricerca è nata dalla preoccupazione della Fondazione Venezia relativamente alla situazione che si è venuta a determinare a seguito della rilevante crisi economica globale che, iniziata esplicitamente nel 2008, ha dominato i primi anni del secondo decennio, evidenziando notevoli difficoltà nei sistemi finanziari di molti Paesi occidentali, in particolare nel comparto bancario. La situazione del sistema bancario italiano che, in un primo tempo, era apparsa migliore rispetto a quella di altri Paesi, grazie a una relativamente scarsa presenza di titoli tossici nel suo portafoglio, si è velocemente deteriorata negli ultimi anni, coinvolgendo sia banche di minori dimensioni, sia banche medio grandi, sia banche maggiori, soprattutto, ma non solo, a causa dell’aumento considerevole degli NPL. I riflessi a livello locale sono stati molto pesanti, in primo luogo per il crollo delle principali banche popolari venete. D’altra parte, l’assetto del sistema produttivo del Nord Est sotto il profilo dimensionale non è molto cambiato da quando questo territorio era diventato il traino dell’economia del Paese. Certamente le imprese di oggi sono complessivamente migliori di quelle di allora, sia perché hanno aumentato mediamente il loro livello di internazionalizzazione, sia perché sono più managerializzate, sia perché sono comunque riuscite a sopravvivere a un lungo periodo di crisi, ma, seppur tenute in più attenta considerazione, le loro problematiche finanziarie sono rimaste sostanzialmente le stesse. La ricerca, tenuto conto di questi aspetti, delle forze a disposizione e dell’esigenza di formulare alcune prime considerazioni e proposte in tempi ragionevoli, ha privilegiato due filoni di approfondimento: - l’analisi della situazione pre crisi e attuale delle imprese non finanziarie, sotto il profilo economico e finanziario e, analogamente, l’analisi del sistema bancario locale; - la valutazione del rapporto banca-impresa, con particolare attenzione alle procedure di valutazione e di concessione del credito. I risultati ottenuti evidentemente non consentono di dare risposta a tutte le problematiche che debbono essere affrontate nella ricerca delle soluzioni ottimali nel finanziamento delle imprese, in particolare delle PMI, ma sicuramente, oltre a fornire interessanti spunti di riflessione che sollecitano proposte operative, si pongono come base assai utile, se non necessaria, per ulteriori approfondimenti.

Innovative Pricing Approaches in the Alpine Skiing Industry (IPAASKI)
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

HINTERHUBER Andreas

Research, workshops and collaborations with managers on designing and implementing revenue innovative pricing approaches in the alpine skiing industry. Project period: 2018-2022 Financing: 1,5 mill € Project team members: Prof. Erik Haugom, project leader, Inland Norway University of Applied Sciences (Norway) Dr. Iveta Malasevska, Inland Norway University of Applied Sciences (Norway) Prof. Gudbrand Lien, Inland Norway University of Applied Sciences (Norway) Prof. Andreas Hinterhuber, Ca Foscari University of Venice (Italy)
Sito web: http://www.ipaaski.com

Traditional industries and the fourth industrial revolution: new trends in the creation and protection of innovation in the global automotive industry
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

MORETTI Anna, PERRI Alessandra, ZIRPOLI Francesco

The extraordinary pace of innovation in digital-related technological cores experienced in the Fourth Industrial Revolution (4IR) has raised compelling questions about the opportunities and challenges for the actors involved. This project aims to investigate how the emergence and growing centrality of 4IR-related technologies modifies the relative competitive positions of incumbents and new entrants in a traditional industry, as well as their respective knowledge sourcing and knowledge creation strategies and the resulting patenting behaviour. In doing so, the project explores and characterizes the nature of technological knowledge underpinning 4IR-related innovations. More specifically, the project aims at addressing the following research questions: (i) how and to what extent is the evolution of technologies underpinning the 4IR modifying the knowledge eco-system of traditional industries? (ii) how are competitive dynamics linked to innovation and knowledge generation changing the relative position of incumbents and new entrants in traditional industries? (iii) how are incumbents changing their vertical network of suppliers in order to source relevant external knowledge and remain competitive in the shift towards the 4IR paradigm? (iv) how and to what extent does the patenting behaviour of firms’ operating at different stages of an established industry’s value chain change as a consequence of 4IR innovation trends? The empirical setting chosen for the analysis is the largest manufacturing industry in the world, i.e. the global automotive industry. The 4IR paradigm forces the industry original equipment manufacturers (OEMs) to adjust to the rapidly changing scenario to remain competitive: the expansion of the range of relevant technological domains and the emergence of a new “distributed innovation” model represent some of the main challenges of the industry. The project will offers fresh evidence about the strategic, innovative and organizational dynamics spurred by the 4IR in a traditional industry. More specifically, the project will not only provide a longitudinal analysis of the global automotive industry’s knowledge base, but will also allow to detect the emergence of new entrants responsible for the generation and diffusion of 4IR-related technologies, and their patenting behaviour. This will informs policy making in the design of (1) appropriate incentive plans to foster the development of innovation competences in key 4IR-related technologies; (2) appropriate incentive plans for the development of collaborative innovation in traditional industries; (3) appropriate institutional and legal frameworks that ensure an effective leverage of intellectual property rights in emerging technological fields. The project also has significant implications for industry practitioners, who will be able to gain better understanding of (1) the changing dominant positions in the generation of innovation; (2) the most successful organizational arrangements for sourcing knowledge that is “external” to the industry core technologies; (3) the key emerging technological fields spurred by 4IR; (4) the evolution of patenting strategies in the industry

Fabbisogni finanziari, rapporti con le banche e fonti di finanziamento alternative al credito bancario per le imprese del Nord Est
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

CARTA Nicola, CAVEZZALI Elisa, CRUCIANI Caterina, PROTO Antonio, RIGONI Ugo

La ricerca promossa sviluppa tre temi di ricerca che rappresentano le peculiarità del sistema locale del Nord Est. I primi due temi affrontano gli estremi della distribuzione reddituale delle imprese che caratterizzano il tessuto produttivo della regione (le micro imprese che lamentano scarso accesso al credito e quelle che invece sono in grado di bypassare il sistema bancario e rivolgersi direttamente al mercato finanziario), il terzo approfondisce il fenomeno delle imprese in rete.

Traditional Industries and the Fourth Industrial Revolution: New Trends in the Creation and Protection of Innovation in the Global Automotive Industry
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

ZIRPOLI Francesco

Data Driven Business Models
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

MASSARO Maurizio

Il progetto "Data Driven Business Models" si propone di mettere a punto una metodologia per permettere un'analisi scientificamente fondata e tecnicamente attuabile delle potenzialità di trasformazione digitale dei modelli di business delle imprese consolidate. L'obiettivo è quello di rendere possibile mappare le attività aziendali, i processi e l'offerta, in termini di dati (sia quelli prodotti che quelli consumati) ed individuare come glistrumenti di Artificial Intelligence e Big Data Analysis possano sfruttare tali dati per abilitare modelli di business completamente alternativi in grado di moltiplicare il potenziale di crescita dell'azienda. Perché questo sia possibile ed efficace è necessario mettere a punto diverse attività di ricerca che sono fortemente collegate allo specifico settore verticale di applicazione della metodologia. Tali attività includono l'analisi dei case studies di successo per il settore presenti in letteratura e la sintesi delle loro caratteristiche determinanti, la definizione di una serie di modelli di business innovativi base che possano essere declinati nei casi aziendali specifici, la definizione di KPI specializzati per valutarne il successo, l'analisi delle tecnologie chiave e la loro applicazione in letteratura, la definizione di specifici processi per la loro introduzione allo scopo di realizzare gli stessi modelli di business innovativi.

The Emergence of New Industry Architectures for Sustainable Mobility (NASM)
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

BALZARIN Lisa, ZIRPOLI Francesco

Osservatorio Digital marketing & food
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

AGOSTINI Marisa, CHECCHINATO Francesca, FINOTTO Vladi, MARCON Carlo, MAURACHER Christine

l progetto di ricerca si inserisce nelle attività dell’Osservatorio sul futuro del food e mira a: Misurare la diffusione del digitale presso le medie imprese del comparto food, con particolare attenzione al suo utilizzo in chiave comunicativa, promozionale e distributiva; Individuare le determinanti della maturità digitale delle medie imprese del food del Triveneto; Ricostruire i processi decisionali e le determinanti organizzative e di settore sottostanti i diversi profili di adozione del digitale in azienda.
Sito web: https://www.agrifoodlab.it/course/osservatorio-marketing-digitale-food/

Atlante dei modelli di business nell'agrifood del Nord Est
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

CHECCHINATO Francesca, FINOTTO Vladi, MAURACHER Christine, VIGNOTTO Alessandra

L2 - Artefact Design
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

MASSARO Maurizio

Il progetto "L2 - Artefact Design 4 All LAB (AD4A)” nasce dalla necessità di analizzare, progettare e sviluppare prodotti e servizi inclusivi utili ad orientarsi, muoversi e spostarsi negli spazi fisici. Con l'obiettivo formare gli stessi borsisti coinvolti nel progetto, attraverso un percorso di ricerca applicata e le connesse innovazioni (organizzative, di processo, di prodotto), saranno attivati due interventi di approfondimento: - Il primo sarà dedicato alla creazione di business model combinati per connettere e mettere a sistema, grazie alle nuove tecnologie data-driven, pubbliche amministrazioni ed imprese che oggi richiedono soluzioni di Design for All. L'obiettivo finale è quello di esplorare il potenziale di estensione del business model di ciascun operatore della filiera, sia esso un'azienda o un'istituzione che opera nell'area di crisi, sia esso un fornitore esterno, permettendo così di integrare i diversi modelli affinché possano dialogare e creare nuove collaborazioni. - Il secondo è orientato all'analisi delle possibili applicazioni dei Big Data e dell'Intelligenza Artificiale (AI) nel contesto della metodologia progettuale "Design for All", in particolare per la progettazione di prodotti e servizi digital first. Nel prossimo futuro l'uso di tecniche e strumenti di AI e Big Data Analysis potrà diventare determinante per sviluppare e fornire prodotti e servizi accessibili e utilizzabili dal più ampio numero di utenti, anche con abilità differenti. L'obiettivo è quello di rendere possibile la definizione di nuovi prodotti e di nuove possibilità di brief progettuali in un'ottica di design inclusivo, utilizzando dati e informazioni come materiale della progettazione stessa.

L2 - Tourism and cultural heritage
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

MASSARO Maurizio

Il progetto " L2 Tourism and Cultural Heritage LAB (TCHL)” nasce dalla necessità di sviluppare le metodologie abilitanti la transizione digitale del comparto del turismo, con l'obiettivo formare gli stessi borsisti coinvolti nel progetto, attraverso un percorso di ricerca applicata e le connesse innovazioni (organizzative, di processo, di prodotto), saranno attivati due interventi di approfondimento: Il primo sarà orientato all'analisi delle possibili applicazioni dei Big Data e dell'Intelligenza Artificiale (AI) nel comparto turistico e in particolare del turismo di impresa, per la valorizzazione del capitale territoriale e del patrimonio depositato nell'area di crisi. L'AI può essere utilizzata per memorizzare e analizzare dati per tracciare domande potenziali di beni e turisti. Il secondo sarà dedicato alla creazione di business model combinati per connettere e mettere a sistema, gra-zie alle nuove tecnologie datadriven, i settori oggi fortemente verticalizzati del turismo, della valorizzazione del terri-torio, del patrimonio artistico veneziano e industriale depositato nell'area di crisi.

The new craft sector: Creative clusters and the evolution of knowledge and skills
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

LUSIANI Maria, PANOZZO Fabrizio, TANGHETTI Jessica

This project explores how a craft cluster’s industrial past relates to its contemporary post- industrial creative productions. How to create value being both authentic to traditional skills and competitive in today’s economic dynamics, for crafts, is not clear. Management and creative industries research has only tangentially addressed this issue: there is a need to advance empirically grounded knowledge of craft clusters practices and their evolution, if we want to support and further this important sector of the creative economy. The project will be carried out through a qualitative multiple case study based in Scotland, in collaboration with the University of Dundee. Halley Stevenson (industry partner) will be the key case study and a set of other local textile firms will be part of the project too as additional case studies. Using qualitative interviews, archival research and observational data from extensive fieldwork in these sites, the research will explore how textile makers in the Dundee area relate their work to the local traditions of industrial textile manufacturing and also how knowledge, networks and cultures of making are passed on.
Sito web: https://www.fondazionecrui.it/wp-content/uploads/2020/07/Elenco-degli-atenei-beneficiari-degli-assegni-%E2%80%9CGo-for-IT_.pdf

UR-Beira: rafforzamento dei servizi di emergenza urgenza medica nella città di Beira. UR-Beira: strengthening of emergency medical services in the City of Beira
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

PENTUCCI Pier Paolo, RULLANI Francesco, STOCCHETTI Andrea

Il progetto intende promuovere il rafforzamento dei servizi sanitari di emergenza/urgenza gestiti dalle autorità locali nel distretto di Beira con un focus sulle emergenze ostetriche e pediatriche, contribuendo alla riduzione della mortalità e della morbilità della popolazione, legate alle emergenze mediche. La ricerca scientifica realizzata dall’Università Ca’ Foscari e sostenuta dalla Regione Veneto in collaborazione con l’Università Cattolica del Mozambico, verterà sul tema del costo-efficacia del sistema sperimentato in ambito progettuale, al fine di promuovere l’adozione del modello da applicare su scala nazionale.

Garantire la continuità della filiera agroalimentare: la digitalizzazione dei mercati all'ingrosso
Ricerca - Altro - Altri finanziamenti per progetti di ricerca

CHECCHINATO Francesca, COLAPINTO Cinzia, FINOTTO Vladi, MAURACHER Christine

Le filiere agroalimentari sono una voce di peso nell’economia nazionale e hanno garantito approvvigionamenti su tutto il territorio nazionale durante la fase di lockdown a seguito della pandemia da Covid-19. La robustezza e la continuità di business del sistema che collega produzione, logistica, distribuzione e consumo di alimentari e prodotti agricoli garantiranno beni di prima necessità alla popolazione e la tenuta economica del comparto. Tali robustezza e continuità richiedono di ripensare modalità di transazione e relazione che oggi avvengono prevalentemente in presenza e che possono avviare focolai di contagio. I mercati all’ingrosso di prodotti agroalimentari in Italia sono 142. Durante il lockdown, alcuni hanno sperimentato difficoltà gestionali dovute all’impossibilità di operare secondo le logiche classiche –co-presenza di un elevato numero di operatori all’interno delle strutture deputate alla contrattazione e alle transazioni – o hanno dovuto operare in regime di “emergenza”. ll progetto mira a risolvere tale problema, sviluppando un prototipo di piattaforma per la digitalizzazione dei mercati che consenta: 1. di valutare la merce in compravendita attraverso sistemi di intelligenza artificiale per la valutazione della qualità dei prodotti; 2. di replicare online le dinamiche sottostanti i rapporti di fiducia tra operatori legati alla loro reputazione.

Progetti Erasmus+ - Key Action 1 – International Credit Mobility (1/6/2015 - 1/6/2017)
Programmi di istruzione e formazione (LLP, Erasmus..) - Erasmus+

MASIERO Pia, MASO Stefano, SACCON Chiara

Progetti Erasmus+ - Key Action 1 – International Credit Mobility (1/6/2016 - 1/6/2018)
Programmi di istruzione e formazione (LLP, Erasmus..) - Erasmus+

MASO Stefano, SACCON Chiara, VAIA Giovanni

Sito web: http://www.unive.it/pag/11680/

Erasmus + ICM KA107 con il Giappone 2018
Programmi di istruzione e formazione (LLP, Erasmus..) - Erasmus+

BENEDETTI Alvise, BERTINETTI Giorgio Stefano, CAROLI Rosa, SELVA Maurizio

Con questo progetto si vuole consolidare le relazioni con atenei giapponesi di eccellenza, per permettere il raggiungimento degli obiettivi strategici di rafforzamento delle relazioni con l’Oriente (obiettivo 3.4 Piano Strategico), accrescimento della qualità dell’offerta formativa tramite la mobilità internazionali per studenti e docenti (con 461 candidature per mobilità verso gli atenei partner, il Giappone è una delle mete più attraenti per gli studenti di UNIVE), sviluppo della qualità della ricerca e del posizionamento di UNIVE nei rankings internazionali (obiettivi 1 e 3.5). Al fine di giungere a risultati di alto profilo, perseguendo un approccio multidisciplinare, il progetto coinvolgerà: Kyoto Institute of Technology (KIT), Kyoto University (KU), Nagasaki University (UN), Kobe University (Kobe).

Progetto di mobilità docenti e studenti tra l'Università Ca' Foscari e l'Università dell'Oregon
Programmi di istruzione e formazione (LLP, Erasmus..) - Erasmus+

AGORNI Mirella, VAIA Giovanni

Il progetto valido nel triennio 2018-2020 compreso, mira a consentire una mobilità docenti di 4 settimane e di un intero semestre per studenti di Laurea Magistrale e Triennale nell'ambito delle discipline linguistiche e soprattutto della traduzione. IL progetto permette ai docenti di confrontarsi sulla formazione, ma interessa anche la ricerca legata alle applicazioni didattiche.

Cultura e consumo
Programmi di istruzione e formazione (LLP, Erasmus..) - LLP - Erasmus

CASARIN Francesco, ROSIN Umberto

Sito web: http://www.coberen.eu

Summer School "City Dynamcs. Past, present and future"
Programmi di istruzione e formazione (LLP, Erasmus..) - LLP - Erasmus

PANOZZO Fabrizio

Competenze in Pillole
Istruzione e Formazione - Altro - Altri finanziamenti per attività di didattica/formazione

GERLI Fabrizio

Competenze emotive e sociali per le professioni del futuro
Istruzione e Formazione - Altro - Altri finanziamenti per attività di didattica/formazione

GERLI Fabrizio