COSTA Massimiliano

Qualifica Professore Associato
Telefono 041 234 7287
E-mail maxcosta@unive.it
Fax 041 234 7296
Sito web www.unive.it/persone/maxcosta (scheda personale)
Struttura Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali
Sito web struttura: http://www.unive.it/dip.fbc
Sede: Malcanton Marcorà

Dati relazione

Periodo di riferimento 20/10/2015 - 19/10/2018
Afferenza Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali
Ruolo Professori associati

Attività didattica

A.A.InsegnamentoCodice Voto (max 4)Voto medio area (max 4)
2015/2016ECONOMIA DELLA FORMAZIONE SP.FM00543.53.3
2015/2016PEDAGOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONIFT03673.63.3
2015/2016TEORIE DELL'ISTRUZIONE, AUTONOMIA SCOLASTICA E POLITICHE FORMATIVEPAS009
2016/2017ECONOMIA DELLA FORMAZIONE SP.FM00543.33.3
2016/2017PEDAGOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONIFT03673.53.3
2016/2017PEDAGOGIA GENERALE IIFT01603.63.3
2017/2018ECONOMIA DELLA FORMAZIONE SP.FM0054
2017/2018PEDAGOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONIFT0367
2017/2018PEDAGOGIA GENERALE IFT0159
2017/2018PEDAGOGIA GENERALE IIFT0160

Tesi

Anno solareTipologiaTesi RelatoreTesi Correlatore
2015Corso di laurea1
2016Corso di dottorato1
2016Corso di laurea1
2016Corso di laurea magistrale3
2017Corso di dottorato1
2017Corso di laurea2

Finanziamenti

  • REACT: Reinforcing Entrepreneurship in Adults through Communication Technologies

Ricerche sviluppate e in corso

  • Cerificazione, valutazione e validazione degli apprendimenti non formali e informali
  • Comunità e network nei processi di innovazione territoriale
  • Innovazione e creatività: l'azione delle università a favore dello sviluppo
  • La Pedagogia del lavoro nel post fordismo
  • PRIN- Ontologie pedagogiche e valutazione della ricerca scientifica
  • Pedagogia del lavoro nei contesti di innovazione
  • Valutazione della ricerca educativa

Pubblicazioni realizzate nel triennio

  • Costa, Massimiliano (2018), Il talento capacitante in Industry 4.0 in FORMAZIONE & INSEGNAMENTO, vol. 2 (ISSN 1973-4778) (Articolo su rivista)
  • Costa, Massimiliano; Strano, Andrea (2018), Boosting Entrepreneurship Capability in Work Transitions in Costa, Massimiliano;Andrea,Strano, Employability & Competences Innovative Curricula for New Professions, Firenze University Press, pp. 389-398 (ISBN 978-88-6453-671-2) (Articolo su libro)
  • Costa, Massimiliano (2018), Capacitare l’innovazione. La formatività dell’agire generativo , Il lavoro 4.0 La Quarta Rivoluzione industriale e le trasformazioni delle attività lavorative, Firenze University Press, pp. 213-224 (ISBN 978-88-6453-648-4; 978-88-6453-649-1; 978-88-6453-650-7) (Articolo su libro)
  • Costa, Massimiliano (2018), Industry 4.0: la trasformazione dell'agire lavorativo , Educazione in età adulta Ricerche, politiche, luoghi e professioni, Firenze, Firenze University Press, vol. 1, pp. 203-211 (ISBN 978-88-6453-751-1) (Articolo su libro)
  • Costa, Massimiliano (2018), La formatività del lavoro , Work-Based Leargning, Milano, Franco Angeli (ISBN 8891771767) (Prefazione/Postfazione)
  • Costa, Massimiliano (2018), Lo sviluppo capacitativo del sistema prescolastico: nuove traiettorie di ricerca in Costa, Massimiliano, Lo sviluppo professionale docente dalle competenze alla capacitazione, Milano, Franco Angeli, vol. 1, pp. 290-300 (ISBN 978-88-917-3465-5) (Prefazione/Postfazione)
  • Costa, Massimiliano; Strano,Andrea (2017), Imprenditività come leva per il nuovo lavoro in FORMAZIONE & INSEGNAMENTO, vol. XV, pp. 399-411 (ISSN 1973-4778) (Articolo su rivista)
  • Costa, Massimiliano (2017), La governancecapacitante per lo sviluppo del sistema scolastico in FORMAZIONE & INSEGNAMENTO, vol. XV, pp. 165-178 (ISSN 1973-4778) (Articolo su rivista)
  • Costa, Massimiliano (2017), Liquidità vs Generatività: riqualificare e ripersonalizzare il lavoro ai tempi di Industry 4.0 in METIS, vol. 1 (ISSN 2240-9580) (Articolo su rivista)
  • Costa, Massimiliano (2017), Formatività e innovazione: un nuovo legame per industry 4.0, di Massimiliano Costa , ATLANTE DI PEDAGOGIA DEL LAVORO, Milano, Franco Angeli, pp. 219-234 (ISBN 9788891761613) (Articolo su libro)
  • Costa, Massimiliano (2016), CAPACITARE L'INNOVAZIONE LA FORMATIVITA' DELL'AGIRE LAVORATIVO , Milano, Franco Angeli, vol. 1, pp. 17-213 (ISBN 978-88-917-4206-3) (Monografia o trattato scientifico)
  • Costa, Massimiliano (2016), L’apprendimento permanente come leva generativa per un nuovo learnfare in FORMAZIONE & INSEGNAMENTO, vol. 2, pp. 63-78 (ISSN 1973-4778) (Articolo su rivista)
  • Costa, Massimiliano; Strano, Andrea (2016), L’imprenditività per la tras-formazione dell’agire lavorativo in PROSPETTIVA EP, vol. XXXIX, pp. 19-31 (ISSN 1125-3975) (Articolo su rivista)
  • Roberta, Caldin; Manuela, Gallerani; Costa, Massimiliano (2016), Le competenze per l’apprendimento permanente , L’educazione permanente a partire dalle prime età della vita in EDUCAZIONE PER TUTTA LA VITA, Franco Angeli, vol. 1, pp. 891-898 (ISBN 9788891734198) (Articolo su libro)
  • Costa, Massimiliano (2015), Capacitare lo sviluppo organizzativo e professionale del sistema scolastico in PEDAGOGIA OGGI, vol. 2, pp. 181-199 (ISSN 1827-0824) (Articolo su rivista)
  • Morselli, Daniele; Costa, Massimiliano (2015), Il Laboratorio Imprenditoriale per la formazione degli insegnanti all’imprenditività in RICERCAZIONE, vol. 7, pp. 111-124 (ISSN 2036-5330) (Articolo su rivista)
  • Costa Massimiliano; Morselli Daniele; Polesel John; Rice Suzanne (2015), Strategies for Structural Youth Unemployment: a Capability Approach for Guidance in PEDAGOGIA OGGI, vol. 1, pp. 91-114 (ISSN 1827-0824) (Articolo su rivista)
  • Costa Massimiliano (2015), Capacitare all’imprenditorialità come leva per una migrazione inclusiva in Costa Massimiliano, Pedagogia militante Diritti, culture, territori, Edizioni ETS, vol. 1, pp. 578-588 (ISBN 978-884674372-5) (Articolo su libro)
  • COSTA MASSIMILIANO (2015), Capacitare le professionalità della green economy: il valore generativo oltre la competenza in Costa Massimiliano, IL DIBATTITO SULLE COMPETENZE. Quale prospettiva pedagogica?, La Pensa Editore, vol. 1, pp. 93-117 (ISBN 978-88-6760-324-4) (Articolo su libro)
  • Costa, Massimiliano (2015), L’EDUCAZIONE ALL’IMPRESA NELLA FORMAZIONE TECNICA E PROFESSIONALE Uno studio comparativo tra Italia e Australia in Morselli, L’EDUCAZIONE ALL’IMPRESA NELLA FORMAZIONE TECNICA E PROFESSIONALE. Uno studio comparativo tra Italia e Australia, Lecce, La Pensa, pp. 13-17 (ISBN 978-88-6760-305-3) (Prefazione/Postfazione)
  • Massimiliano Costa (2015), Prefazione al libro: Enterprise Education in Vocational Education A Comparative Study Between Italy and Australia in massimiliano costa, Enterprise Education in Vocational Education, Palgrave Macmillan, pp. 13-15 (ISBN 9781137552594) (Prefazione/Postfazione)

Partecipazione come referee di progetti di ricerca nazionali ed internazionali

Referee Prin 2011
Referee ANVUR 2012

Partecipazione a comitati editoriali di riviste/collane scientifiche

Comitato Scientifico Italia della Rivista(fascia A): Formazione & Insegnamento (Pensa Editore)
Comitato Scientifico della collana: Le Scienze dell’apprendimento: Cognizione e Formazione (Fracno Angeli). Direzione: Umberto Margiotta

Descrizione dell'attività di ricerca svolta nel triennio e gli obiettivi futuri

Pedagogia del lavoro e capability approach nel postfordismo

L’azione del lavoratore nei network globali perde la mera matrice utilitaristica, in cui il benessere è dato dalla realizzazione delle preferenze ordinabili secondo una razionalità certa dovuta dal processo produttivo controllabile; oggi il valore dell’azione dipende dall’ampiezza delle scelte a disposizione di molto aumentate rispetto al passato grazie alla connettività che il sistema sociale e produttivo consente, e quindi la libertà “sostanziale” diventa per il lavoratore la libertà di mettere in atto scelte alternative presenti nel proprio corso di azione al fine di garantirsi sia “stili di vita alternativi” che stili di lavoro creativi e innovativi.
Formare deve tradursi nell'opportunità offerta a tutti nel loro percorso di vita e di apprendimento di sviluppare oltre le competenze di ricerca anche l'acquisizione di una cultura del lavoro e dell'innovazione in grado di promuovere al contempo autonomia, consapevolezza, agency: rafforzare in questo modo la capability in esercizio dello studente diventa occasione per lo stesso di costruire e progettare il proprio futuro lavorativo sulla relazione dinamica fra ciò che ‘piacerebbe fare’ e ciò che la realtà offre per sostenere, promuovere, innescare e realizzare i processi di ricerca e innovazione.
In questa prospettiva si è proceduto ad indagare il rapporto tra formazione e innovazione non solo come puro dato di correlazione, ma come espressione emergente e condivisa di un valore capace di coniugare il senso con la cogenerazione di valore, sia esso inteso come economico ma anche professionale, culturale, sociale e etico.
Come ricaduta della ricerca a livello di sistema si è rilevato come sia cambiata la concezione di scelta e di intervento educativo e formativo, sia esso letto all’interno di dinamiche organizzative, sia in termini di politiche pubbliche, attraverso la lettura di modelli di razionalità correlati alle scelte di investimento formativo .
Le dimensioni sottoposte ad indagine in questi anno sono state pertanto:

1) La dimensione pedagogica e la formatività del lavoro. Il legame oggi esistente tra pedagogia e lavoro esprime tutte le tensioni di inadeguatezza che caratterizzano il rapporto tra formazione e uomo nella società della conoscenza. La formazione, non è espressione di una realtà tecnocratica dove il lavoro risultava la sua oggettivazione produttiva, ma è un modo di lavorare in cui la produzione di valore non avviene tramite l’applicazione di sapere precedentemente appreso, che ci si limita a replicare o ad usare, ma richiede una rielaborazione attiva, una trasformazione generativa, di quanto si sa. La pedagogia del lavoro parte da questo riconoscimento della centralità della formatività come spazio di riflessività e di generatività del valore.

2) La flessibilità del mercato del lavoro in rapporto ai modelli di politica formativa centrati sul learnfare. La precarizzazione del lavoro, la flessibilizzazione che disperde più che sedimentare competenze, la schizofrenia di un mercato del lavoro che chiede più competenze e qualifiche che poi non riesce ad assorbire, hanno prodotto una progressiva disaffezione del ruolo degli attori istituzionali del campo educativo e formativo (scuola, università, agenzie formative) nella promozione attiva dei talenti. La ricerca ha puntato ad indagare come i modelli dell’EQF possano esprimere una nuova tensione al talento e alla performance coerentemente con le priorità delle politiche europee e nazionali del lifelongleanirng,

3) Il ripensamento del ruolo della formazione e il consolidamento di nuovi prospettive di capability approach. Le strutture formative oggi sono in forte crisi di identità e di riconoscimento sociale del ruolo. L’ambito della ricerca pertanto si è qualificato per una attenta ridefinizione del modello di welfare il quale ha prodotto un progressivo abbassamento della qualità dell’offerta di istruzione e formazione professionale che vede premiare solo i poli di eccellenza piuttosto che la che la crescita di modelli di governance scolastica attiva e partecipata.

4) Rapporto tra agency e formatività. Affermare il valore dell’agency umana rende prioritaria la ricerca del formativo come insieme di direzionalità, sistematicità e selettività dell’interazione umana che qualifica l’essere persona tanto come processo che come problema, come condizione plurale e aperta. La ricerca deve pertanto indagare la generatività dell’agire umano all’interno delle reti come libertà consapevole e attiva entro cui le pratiche ed esperienze della multi appartenenza globalizzata possano creare valore per l’uomo a partire dal suo essere-con-il mondo. La pedagogia in questo contesto deve esser legata all’uomo-come-libertà, da pensare oltre la razionalità biotecnologica, in un multiverso della formazione giocato sull’interpretazione e interazione intersoggettiva (di sé, di sé nel mondo, del mondo, etc.) consapevole, responsabile e libera.

5) Imprenditorialità e employability. Sulla base del capability approach, diventa l'opportunità con cui realizzare inclusione e cittadinanza attiva. Risulta necessario rileggere il rapporto tra capacitazione e agire lavorativo avendo attenzione alla dimensione realizzativa al proprio progetto di vita. Il ruolo della formazione per qualificare il sinolo Imprenditorialità e employability si traduce in una visione formativa centrata sul soggetto capace di far leva sul potenziale della propria agency capacitativa a partire dai contesti lavorativi caratterizzati dall'innovazione.

6) Innovazione, creatività, lavoro Se l’innovazione si basa sulla creatività umana ovvero sulla capacità di connettere opportunità cercando di dare loro un senso compiuto, di farle divenire qualcosa di concretamente possibile, ecco allora che il senso dell’azione è quello realizzativo inteso come libertà. Formare le competenze per l'innovazione significa pertanto potenziare attraverso una didattica attiva non solo le abilità tecniche della ricerca ma il senso di libertà declinato in termini di autonomia, responsabilità, possibilità di scelta, possibilità di azione e decisione, abitare consapevolmente un ambiente che consenta alla persona di svolgere il proprio lavoro esprimendo se stessa in ciò che fa. È fondamentale, pertanto, cercare di comprendere i criteri di azione perché la libertà di scelta diviene estremamente condizionante per l’evoluzione del singolo, in termini di empowerment individuale e di sviluppo del contesto lavorativo in cui si muove. È necessario in tale prospettiva promuovere una visione della formazione capace di esprimere capacitazioni prima che competenze, ovvero qualificare profili professionali che abbiano la possibilità di conoscere e poter scegliere tutti quei fattori che influenzano e condizionano in termini di risultato finale e di genesi i processi di innovazione all’interno e all'esterno dell’azienda.

Per gli anni prossimi rimarrano gli stessi ambiti di ricerca

Menzioni e premi ricevuti

Premio Nazionale di Pedagogia 2017 per il libro Capacitare Innovazione

Relazioni invitate presso convegni o workshops

Relatore scientifico in occasione del Convegno Nazionale della Società Italiana Ricerca Educativa e Formativa "I futuri della scuola e la ricerca pedagogica" Relazione su invito referata dal 07-01-2015 al 09-09-2015
Relatore scientifico in occasione del Seminario Nazionale Siped "Ripensare la scuola nella società di oggi La formazione degli insegnanti" Relazione su invito referata dal 26-03-2015 al 27-03-2015

Relatore scientifico in occasione del Convegno Nazionale Società Italiana Ricerca Educativa e Formativa-Summer School: “I FUTURI DELLA SCUOLA E LA RICERCA PEDAGOGICA. Relazione su invito referata dal 07-09-2015 al 09-09-2015
Relatore scientifico in occasione del convegno internazionale organizzato da Università Roma "European Conference SMEs in Europe: key competencies for enhanced employability Roma" Relazione su invito referatadal 15-10-2015 al 15-10-2015
Relatore scientifico o e coordinamento gruppo: Le competenze per l’apprendimento permanenten occasione del Convegno Internazionale Siped Bressanone Educazione Permanente a partire dalle prime età della vita dal 03-12-2015 al 05-12-2015
Relatore scientifico in occasione della XI Edizione della Siref (Società Italiana di Ricerca Educativa e Formativa) Summer School “GENERATIVE EDUCATION dopo il Rapporto Delors: Modelli, principi e strategie della ricerca educativa per la scuola del XXI secolo dal 08-09-2016 al 10-09-2016
Relazione Stimolo e Coordinamento Gruppo:" Scuola e lavoro: nuovi modelli per l’alternanza" all'interno Convegno Nazionale Siped Scuola Democrazia Educazione. Relazione Introduttiva referata dal 27-10-2016 al 29-10-2016
Relatore scientifico in occasione del Seminario Nazionale "Pedagogia del Lavoro tra entrepreneurship e occupabilità" organizzato dall'Università di Macerata
Relazione su invito referata dal 11-11-2016 al 11-11-2016
Relatore scientifico in occasione della Convegno Internazionale "Employability & Competences. Innovative Curricula for New Professions" organizzata da Università di Firenze. Relazione su invito referata dal 10-03-2017 al 10-03-2017
Relatore scientifico in occasione della XII Edizione della Siref (Società Italiana di Ricerca Educativa e Formativa) Summer School “SPONSABILITA' PEDAGOGICA E RICERCA EDUCATIVA: INTELLIGENZA COLLABORATIVA, FORMAZIONE DEI TALENTI E TECNOLOGIE DELL’ARTIFICIALE dal 013-09-2018

Altre attività scientifiche

Comitato Scientifico Seminario Nazionale Siped Ripensare La scuola nella società di oggi. La formazione degli insegnanti dal 26-03-2015 al 27-03-2015
Comitato Scientifico Convegno Internazionale SIped L'educazione Permanente a partire dalle prime età della vita. Bressanone dal 03-12-2015 al 05-12-2015
dal 10-03-2017 al 10-03-2017

Altre attività didattiche

Ciclo di incontri Dottorato di Filosofia e Scienze della Formazione
Attività didattiche in corsi per la formazione di insegnanti PAS-TAF-24cfu (2015-2018)

Componente di Collegi didattici, Comitati e Commissioni di Dipartimento, Commissioni di Ateneo

AA 2017 2018 Coordinatore Curricolo Scienze della Formazione Dottorato Filosofia e Scienze della Formazione ,
AA 2017-2018 Direttore del CISRE
AA 2018 Delegato Stage e Tirocinio;
AA 2013-2016 Componente Giunta Dipartimento;
AA 2016 Referente Qualità di Dipartimento;
AA 2016 Presidente Commissione Partitetica;
AA 2015 Componente AQ;