PEDAGOGIA DELLA DISABILITA'

Anno accademico 2016/2017 Programmi anni precedenti
Titolo corso in inglese PEDAGOGY OF DISABILITY
Codice insegnamento FT0375 (AF:194429 AR:126578)
Modalità Convenzionale
Crediti formativi universitari 6
Livello laurea Laurea
Settore scientifico disciplinare M-PED/01
Periodo 4° Periodo
Obiettivi Formativi
Conoscere i modelli teorici, culturali e metodologici per promuovere l'inclusione dei soggetti con bisogni educativi speciali nei processi di apprendimento formale, non formale e informale, con particolare attenzione alle differenti appartenenze (sociali, culturali, di genere, di contesti), alla progettazione educativa e alle pratiche educative.
Riconoscere e situare nelle casistiche del disagio sociale le differenze fra deficit ed handicap, i sistemi di classificazione (ICDH, ICF- CY), le tipologie di interventi d'aiuto, di supporto, di cura.
Costruire interventi di supporto educativo socio-relazionale alle persone con disabilita, riconoscendo l'originalità e le potenzialità di ogni soggetto, cogliendo le difficoltà e le risorse per ridurre gli svantaggi e riorganizzare il life-long / life-wide / life-deep / cultural-life learning.
Attivare relazioni di aiuto e percorsi multidisciplinari capaci di sostenere la famiglia, e gli altri attori coinvolti, nella costruzione del progetto di integrazione e inclusione sociale.
Costruire percorsi socio-educativi in continuità con le agenzie del territorio per l?implementazione della rete dei servizi di sostegno all'inclusione.
Contribuire alla costruzione, in sinergia con le altre figure professionali, del progetto educativo individualizzato e del progetto di vita volto all'inclusione del soggetto con bisogni educativi speciali in una prospettiva sistemica ecologica ed evolutiva.
Prerequisiti
Nessuno. Possono frequentare il corso anche gli studenti degli altri corsi di laurea dell'Ateneo, interessati ai temi connessi alla disabilita e all'inclusione.
Contenuti
1. Fondamenti teorici e metodologici della Pedagogia Speciale
2. La disabilità nella storia. Tra orrore ed emarginazione, carità e accoglienza
3. Diritti esistenziali e diritti di cittadinanza
4. Le classificazioni (ICF/DSM-5): diagnosi e progetti
5. Pregiudizi e stereotipi
6. La relazione d'aiuto. L'Analisi Transazionale
7. La relazione difficile. Il triangolo drammatico
8. Il trauma familiare. Resistenza, resilienza e antifragilità
9. Affettività e sessualità
10.Il self-empowerment
Testi di riferimento
A)F. Tessaro, Pedagogia della disabilità. (dispense e materiali on line)

B)Un testo a scelta tra:
- Baratella P., Littame E., I diritti delle persone con disabilita. Dalla Convenzione ONU alle buone pratiche, Erickson, 2009
- Bocci Fabio, Una mirabile avventura. Storia dell’educazione dei disabili da Jean Itard a Giovanni Bollea, Le Lettere, Firenze 2011
- Cyrulnik B., Malaguti E., Costruire la resilienza, Erickson, 2005
- Dettori Filippo, Perdere e ritrovarsi. Una lettura pedagogica della disabilità in età adulta, FrancoAngeli, Milano 2011
- Fratini Tommaso, Esclusione, emarginazione, integrazione sociale. Nuove prospettive pedagogiche, ETS, Pisa 2012
- Ghedin E., Ben-essere disabili. Un approccio positivo all'inclusione, Liguori 2010
- Goussot Alain, Autismo: una sfida per la pedagogia speciale. Epistemologia, metodi e approcci educativi, Aras, Fano 2012
- Pavone Marisa, L’inclusione educativa: indicazioni pedagogiche per la disabilità, Mondadori, Milano 2014
- Schianchi M., Storia della disabilità. Dal castigo degli dèi alla crisi del welfare, Carrocci, Roma 2012

C) Un testo a scelta tra:
- Canevaro A., Le logiche del confine e del sentiero, Erickson, Gardolo di Trento 2006.
- Imprudente C., Una vita imprudente. Percorsi di un diversabile in un contesto di fiducia, Erickson, Trento 2003.
- Paolini M., Chi sei tu per me? Persone con disabilita e operatori nel quotidiano, Erickson, Gardolo di Trento 2009.
- Pontiggia G., Nati due volte, A. Mondadori, Milano 2000.
- (Lo studente può concordare con il docente un testo C inerente la pedagogia della disabilità e dell'inclusione, in relazione al proprio curriculum di studi).

D) Per i non frequentanti: un ulteriore testo tra quelli indicati al punto B.
Modalità di esame
scritto e orale
Metodi didattici
Lezioni e didattica laboratoriale. Tecniche attive analitiche e decisionali (studio di caso, incident, autobiografia), simulative (role play, drammatizzazione, copione, in basket), in situazione (action learning, dimostrazioni e esercitazioni), sociali (brainstorming, cooperative learning, peer tutoring).
Lingua di insegnamento
Italiano
Altro
Coloro che non frequentano il corso, sono tenuti a recuperare il materiale proposto nel web (per pw bisogna scrivere a tessaro@unive.it)
Sostenibilità
  • Insegnamento sostenibile
  • CFU sostenibili: 6
  • Dispense e materiali di approfondimento e di autovalutazione disponibili online; testi di riferimento in formato e-book
  • Forum virtuali, blog, wikis
  • Piattaforme e-learning, moodle
  • Utilizzo strumenti open-source