LINGUA FRANCESE 3

Anno accademico
2017/2018 Programmi anni precedenti
Titolo corso in inglese
FRENCH LANGUAGE 3
Codice insegnamento
LT007L (AF:220363 AR:103655)
Modalità
In presenza
Crediti formativi universitari
12
Livello laurea
Laurea
Settore scientifico disciplinare
L-LIN/04
Periodo
II Semestre
Anno corso
3

L’insegnamento è costituito da un modulo semestrale e da esercitazioni linguistiche annuali ad esso strettamente integrate e coordinate dalla docente. Obiettivo generale dell’insegnamento è consolidare la competenza metalinguistica della lingua francese in particolare a riguardo del francese parlato e raggiungere una competenza linguistica pari al livello C1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue (QCER). Il raggiungimento dei risultati dell’apprendimento attesi è verificato in una prova d’esame strutturata.

1. Conoscenza e comprensione. Approfondimento degli aspetti fonetici, morfologici, sintattici, lessicali, e pragmatici di livello alto, consapevolezza degli impliciti, sensibilizzazione ai registri linguistici con particolare riguardo all’orale (dallo scritto oralizzato al parlato spontaneo).
2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione. La competenza metalinguistica sviluppata nel modulo consente di migliorare l’apprendimento consapevole della competenza linguistica.
Lo studente dovrà comprendere in modo fine tenendo conto di aspetti culturali impliciti testi lunghi scritti, discorsi e interazioni autentiche (radio, video, film) e produrre testi adeguati alle situazioni d’uso allo scritto e all'orale. Deve essere capace di leggere oralmente e di parlare con scioltezza e con poco accento.
3. Autonomia di giudizio. Lo studente dovrà saper analizzare, interpretare e sintetizzare in lingua straniera testi complessi in modo personale e efficace.
4. Abilità comunicative. Per il livello C1 del Quadro Europeo Comune per le lingue sulle 4 abilità, lo studente deve saper esprimersi in modo chiaro e strutturato con pochi errori. Viene sviluppata la capacità di mediazione tramite la traduzione dall’italiano al francese.
5. Capacità di apprendimento. Lo studente deve essere in possesso di abilità per gestire il proprio apprendimento: saper comprendere testi accademici e saper renderne conto in una scheda di lettura scritta per poter prepararsi alla stesura della tesina, saper prendere appunti durante un ascolto.

Competenze e capacità acquisite nei corsi di Lingua francese 1 e lingua francese 2
Modulo : Generi e forme dell’orale in francese
1. I vari generi: dall’orale letto al francese spontaneo
2. I generi e la fonetica: liaisons, encha¡inement, “e” muta, ritmo e intonazione.
3. Il francese orale spontaneo: strutture sintattica, lessico del registro colloquiale, le espressioni idiomatiche
4. Teatro, racconti e fiabe come generi orali.

Esercitazioni
- sintesi di documenti
- comprensione di documenti orali e produzione orale
- traduzione dall'italiano al francese di un brano autentico.

Esercitazioni
Françoise Bidaud, Nouvelle Grammaire Française pour italophones UTET + exercices (Nouvelle édition UTET)

Per approfondimenti personali
Françoise Bidaud, Traduire le français d’aujourd’hui, UTET (2014)
Un Dictionnaire bilingue et un dictionnaire monolingue

Modulo:
→ Les genres et les formes de l’oral en français Schede disponibili sul Centro multimediale.
http://lingue.cmm.unive.it/
Per ripasso e approfondimento:
Pierre Léon. Phonétisme et prononciation du français. Paris, Armand Colin, 2011

→ Lettura a scelta per recensione
- Catherine Rouayrenc, vol. 1, Le français oral, Les composantes de la chaine parlée, vol 2. L’organisation et la réalisation de l’énoncé oral, Paris, Belin, 2010 (uno dei volumi a scelta)
- Marion Sandré, Analyser les discours oraux, Paris, Armand Colin, 2013
- Dario Pagel, Edith Madeleni, François Wioland, Le Rythme du français parlé, Paris, Hachette, 2012.
- Virginie Gaugey et Hugues Sheeren, Le français dans le mouv', le lexique du français contemporain sous toutes ses coutures. Le Lettere Università, 2015.
- Jean Pierre Ryngaert, Introduction à l’analyse du théâtre, 3e édition, Paris, Armand Colin, 2014.

→ Letture a scelta per preparare la prova di dizione
Molière: Les Femmes savantes, L’Avare
Marivaux: Les jeux de l’amour et du hasard,
Anouilh : Antigone
Giraudoux : La guerre de Troie
Ionesco : La cantatrice chauve
Beckett : En attendant Godot
Eric Emmanuel Schmitt : Petits crimes conjugaux
Yasmina Reza: Art
Fables de la Fontaine (due lunghe o tre corte)
Daudet, Les Lettres de mon moulin
Charles Perrault, Les Histoires ou contes du temps passé.

scritto e orale
La verifica dei risultati dell’apprendimento attesi è strutturata come segue:
1. Prove scritte, ognuna su 30 punti.
a. Sintesi (c. 300 parole) di 2/3 documenti scritti di 1000 parole ciascuno (tipo DALF, 2,5 ore), (per la verifica delle competenze 1, 2, 3 e 4)
b. Comprensione orale di un documento autentico, risposta a un questionario (tipo DALF, 30 minuti) (per la verifica delle competenze 1 e 4)
c. Traduzione di un brano dall’italiano al francese (1,5 ore) (per la verifica delle competenze 1 e 2)

2. Prova orale su 30 punti : 27 punti complessivi + 3 punti per il portfolio di cui 2 per la scheda opzionale
L'esame orale si svolge interamente in lingua francese e consiste in:
- verifica delle conoscenze sulle materie discusse durante il corso (per la verifica delle competenze 1, 3)
- lettura di un passo di teatro o di un racconto con attenzione alla dizione, ritmo e intonazione (competenza 4).
- interazione con la docente sull’opera letta e sul portfolio che raggruppa il lavoro svolto durante l’anno in modo autonomo e la scheda di lettura di un saggio a scelta (competenze 1, 4 e 5)
Saranno valutate le capacità analitiche e sintetiche del candidato nonché le sue abilità espressive (competenza 2 e 4)

Il voto finale sarà la media tra le 3 prove scritte e la prova orale.
La prova scritta del DALF C1, sostenuta non prima di due anni prima, può essere riconosciuta e sostituire la prova di sintesi.
Le prove parziali devono essere tutte superate entro il IV appello del presente anno accademico. Se questo non si verifica, si dovrà sostenere l’intero esame nell’anno accademico successivo.
Didattica frontale per il modulo. Le attività fatte in classe per il modulo sono disponibili on line sul CMM (centro multimediale)
http://lingue.cmm.unive.it/course/view.php?id=12

E1: Esercitazioni con il gruppo intero per la sintesi e la grammatica.
E2: Esercitazioni a piccoli gruppi a settimane alterne
- per lo sviluppo della competenza orale (classi AL e MZ)
- per la competenza nelle lingue settoriali dei diversi curricula (classe A letterario e classe B linguistico+politico)
Le attività fatte in classe durante le esercitazioni sono disponibili on line sul CMM.
http://lingue.cmm.unive.it/course/view.php?id=101

Esercizi di autovalutazione sono disponibili sulle stesse pagine di lingua francese 3 del CMM, e sull’ “Aula virtuale”: http://lingue.cmm.unive.it/course/view.php?id=73
Altra lingua
Gli studenti non frequentanti sono pregati di contattare il docente. Il programma di studio rimane invariato. Il portfolio deve essere presentato con i lavori individuali fatti durante l’anno per testimoniare il raggiungimento delle ore di studio per 12 crediti.

  • Dispense e materiali di approfondimento e di autovalutazione disponibili online; testi di riferimento in formato e-book
  • Piattaforme e-learning, moodle
Data ultima modifica programma: 27/06/2018