LINGUA GIAPPONESE 3 MOD.2

Anno accademico 2018/2019 Programmi anni precedenti
Titolo corso in inglese JAPANESE LANGUAGE 3 MOD.2
Codice insegnamento LT007N (AF:225887 AR:121278)
Modalità Convenzionale
Crediti formativi universitari 12
Partizione Classe 1
Livello laurea Laurea
Settore scientifico disciplinare L-OR/22
Periodo II Semestre
Anno corso 3
Sede VENEZIA
Inquadramento dell'insegnamento nel percorso del corso di studio
L'insegnamento ricade tra gli insegnamenti caratterizzanti del terzo anno del curriculum Giappone del corso "Lingue, Culture e Società dell'Asia e dell'Africa Mediterranea".
I suoi obiettivi formativi rientrano nell'area di apprendimento delle competenze linguistiche.
L'insegnamento ricade tra gli insegnamenti caratterizzanti del terzo anno del curriculum Giappone del corso "Lingue, Culture e Società dell'Asia e dell'Africa Mediterranea" e si inserisce in continuità con gli insegnamenti di "Lingua giapponese 1", "Lingua giapponese 2" e "Lingua giapponese 3.1" del semestre precedente.

Il corso corrisponde a 12 CFU = 300 ore di impegno complessivo (cfr. regolamento didattico art. 16 sui CFU; https://www.unive.it/pag/8251/ ):
30h docente + 150 h esercitazioni + 120h Studio Individuale

Il corso, nel suo complesso, mira a sviluppare HOTS (higher-order-thinking-skills) tramite la lingua straniera e a consolidare, anche tramite le esercitazioni, conoscenze approfondite della grammatica e della scrittura.

Scopo dell’insegnamento è che i partecipanti
1. acquisiscano conoscenze e capacità di comprensione della lingua giapponese, anche legate a temi contemporanei
2. applichino le proprie conoscenze linguistiche per comprendere e sostenere argomentazioni e risolvere problemi
3. abbiano la capacità di raccogliere e interpretare dati in lingua giapponese
4. sappiano comunicare informazioni, idee, problemi e soluzioni a interlocutori specialisti e non specialisti

I corso è costituito da:
1) Corso docente titolare: Attività creativa-collaborativa: “Watashi no shōrai - Il mio futuro" (prof.ssa Mariotti, titolare del corso, 30h in classe)
2) Esercitazioni madrelingua (150h in classe):
mod.3.A: comprensione del testo (dott.ssa Sugiyama, AL-MZ) (60h)
mod 3B: manuale Bunka Chukyu (dott.ssa Ueda, AE,FO,PZ) (60h)
mod 3.C: conversazione e piccoli gruppi (dott.sse Sugiayama, Suzuki A. e Ueda) (30h)

Il voto finale è costituito dalla media fra le due parti, 1) e 2), del corso.

L'intero processo di apprendimento sarà pervasivo nelle varie attività linguistiche.
Il calendario delle lezioni dettagliato è inserito in moodle.unive.it

Il livello che gli studenti dovrebbero raggiungere alla fine del corso dovrebbe attestarsi intorno a un livello B1+ del QCER/CEFR (intorno al livello N3 del Japanese Language Proficiency Test).
L'insegnamento si inserisce in continuità con gli insegnamenti di "Lingua giapponese 1", "Lingua giapponese 2" e "Lingua giapponese 3.1" del semestre precedente.
Risultati di apprendimento attesi
Al termine dell'insegnamento lo/la studente/ssa sarà in grado di:
1. Conoscere e comprendere strutture grammaticali, scrittura, lessico e registri della lingua giapponese di livello pre-intermedio

2. Applicare conoscenze linguistiche per argomentare e comprendere le idee proprie e altrui, individuare e risolvere problemi:
a. Saper produrre, leggere, comprendere e riassumere in modo efficace testi e conversazioni in lingua giapponese di livello intermedio.
b. Saper interagire nelle situazioni comunicative previste dal livello B1+ del QCER/CEFR (vd. PDF Lezione 1)
c. Saper comprendere e produrre testi orali e scritti d’accordo con il livello B1+ del QCER/CEFR. (vd. PDF Lezione 1)
d. Perfezionare l'abilità di utilizzare il dizionario elettronico e altri strumenti online per la produzione/traduzione di testi

3. raggiungere una buona autonomia di giudizio:
a. argomentare concetti elementari e produrre esempi a sostegno o a confutazione in lingua giapponese.
b. sottoporre a esame critico miti e pregiudizi correnti sulla lingua giapponese (es. presunta intraducibilità, opacità, ecc.).

4. sviluppare abilità comunicative scritte e orali come previste dal livello B1+ del QCER/CEFR.

Obiettivo al termine del processo di apprendimento:
FREQUENTANTI (oltre l'80% della presenza in classe e rispetto di TUTTI i compiti e scadenze fissate): Pubblicazione online in sezione dedicata al progetto di gruppo: collezione di report individuali generati grazie alle strategie individuate dal gruppo stesso. Verrà richiesto di firmare il "consenso informato" sia per l'eventuale registrazione dell'interazione in classe, che per la pubblicazione online del report finale.
Contenuto dei report individuali "watashi no shōrai": totale 10-15 pagine (1200 caratteri/pagina), suddivise in:
1. Testo motivazionale: individuazione del tema/questione (1-3 pagine).
2. Attività di dialogo: citazioni selezionate e considerazioni (10 pagine)
3. Conclusioni: effetti del dialogo sulle prospettive inerenti le questioni proposte nel proprio tema (1-2 pagine)
4. Considerazioni sull'esperienza concreta svolta.

NON FREQUENTANTI: Report individuale, costituito dalle medesime caratteristiche di quello sviluppato dai singoli frequentanti grazie all'interazione con il proprio gruppo. Solo se lo studente non frequentante lo desidererà, il report finale potrà essere inserito nel sito dedicato, previa firma del "consenso informato". Per compilare al meglio il report leggere attentamente questo syllabus, nonché, in MOODLE, il ppt e l'audio della prima lezione, la sezione 'hitsudoku' e tutti gli allegati presenti in essa, la sezione dedicata ai non frequentanti, tutti gli 'oshirase to shokudai'. Si possono consultare esempi di report in virgo.unive.it/mariotti Il report dovrà essere caricato online e consegnato stampato nel giorno di esame di ciascun appello, in cui si svolgerà anche la presentazione ppt.
Prerequisiti
Giapponese di livello pre-intermedio (approssimativamente livello N4 del Japanese Language Proficiency Test).
Contenuti
Corso titolare: Active Learning/Attività creativa-collaborativa: “Watashi no shōrai - Il mio futuro" (Mariotti, 30h in classe + attività di studio individuale fuori classe e online, interamente in lingua giapponese);
calendario FREQUENTANTI (DA STUDIARE DETTAGLIATAMENTE QUELLO FORNITO IN MOODLE):
4 febbraio: spiegazione del corso e avvio attività (classe e commenti moodle). Output> prima stesura "report motivazionale".
11-18-25 febbraio: organizzazione autonoma di gruppi "responsabili" di lavoro, individuazione dei singoli progetti e motivazioni tramite "domande perspicaci e ascolto riflessivo" (classe e commenti moodle). Output> riflessione e ri-scrittura del "report motivazionale 2".
4-11-18 marzo: individuazione partner di dialogo (in classe), e svolgimento dialogo secondo keyword (attività esterna). Output> dialogo
25 marzo: relazione/riflessione sui dialoghi svolti (in classe, individuale, focalizzazione punti da citare nel report e motivi). Output > "Report motivato del dialogo".
1- 8 aprile: riflessione/discussione sugli output consegnati (gruppi, classe, moodle). Output> "Conclusioni" (caricare entro il 25 aprile)
15 aprile: discussione criteri di valutazione (gruppi, classe, moodle): riflessione sul processo decisionale adottato e sulle implicazioni di tale processo.
29 aprile: presentazioni e valutazioni di classe
6-20 maggio: presentazioni e valutazioni di classe
[13 maggio: lezione online da recuperare a fine corso per la consegna dei report da pubblicare nel sito]
Gli OUTPUT saranno raggiunti tramite compilazione di worksheet predisposti.
Il sito predisposto per la pubblicazione sarà fornito a inizio del corso e riportato successivamente in questo syllabus.
Potranno essere presenti 'facilitatori al processo di apprendimento attivo'.
NON FREQUENTANTI: cfr. quadro "Risultati di apprendimento attesi".
Materiali di esame per la parte di esercitazioni CEL: http://lingue.cmm.unive.it/course/view.php?id=55
Esercitazione su manuale, comprensione, conversazione (60 ore: Ueda);
comprensione testuale, ascolto, composizione (60 ore: Sugiyama);
esercitazioni di gruppo (30 ore: Ueda, Suzuki Akane, Yasuda).
Testi di riferimento
1) La lingua giapponese, (Mariotti), Carocci 2014
2) Shiminsei keisei to kotoba no kyōiku. Bogo, daini gengo, gaikokugo o koete. (Citizenship Formation and ​​Language Education: Beyond Native, Second, and Foreign Language), HOSOKAWA; OTSUJI; MARIOTTI, Kuroshio Shuppan 2016.
3) jalea.unive.it (grammatica online)
4) a4edu.unive.it (dizionario JA-ITA online)
5) Grammatica Giapponese, (Mastrangelo M., Ozawa N., Saito M.), Hoepli, Milano, 2006.
6) Grammatica di Giapponese Moderno (Kubota), Venezia, Cafoscarina, 1989.
7) Bunka Chūkyū Nihongo (vol. 1), ed.Bunka Institute of Language, Tokyo, 1994 (Unità 5-8)

NB: I materiali per frequentanti verranno di volta in volta consegnati dal docente nel sito moodle, con le scadenze per la consegna degli stessi.
NB2: I NON FREQUENTANTI sono tenuti a leggere da pag. i a pag. 20 del testo 2) sopra citato su cui vertirà una domanda dell'esame orale prima della presentazione (CFR. riquadro "Modalità di verifica dell'apprendimento".
Modalità di verifica dell'apprendimento
1) Verifica di apprendimento esercitazioni:
test scritto di grammatica e kanji: 40 minuti
dokkai (comprensione): dokkai
prova orale composita (la settimana dopo lo scritto)

2) Verifica dell' <apprendimento d'azione/active learning> "Watashi no shōrai":
FREQUENTANTI: frequenza del corso in tutti i suoi aspetti, presentazione orale in classe e report scritto durante il processo di interazione con il gruppo e la classe. Valutazione: 40% fra pari, 60% della docente. Eventuali facilitatori presenti nei gruppi, non parteciperanno alla valutazione.

NON FREQUENTANTI: domanda sui contenuti del testo Shiminsei keisei to kotoba no kyōiku. Bogo, daini gengo, gaikokugo o koete. (Citizenship Formation and ​​Language Education: Beyond Native, Second, and Foreign Language), HOSOKAWA; OTSUJI; MARIOTTI, Kuroshio Shuppan 2016., da pag. i a pag. 20 , presentazione orale (ppt di 8 minuti massimo, lo stesso giorno dello scritto) sul processo di scrittura del report, report finale, consegnato su moodle nel giorno dell'esame scritto. Se desiderato dallo/a studente/ssa, potrà comunque essere reso pubblico nel sito dedicato. Valutazione: 100% della docente, secondo i criteri che verranno stabiliti dalla responsabilità/coscienza di classe.

Il voto finale è costituito dalla media fra le due parti, 1) e 2), del corso.

Metodi didattici
Apprendimento d'azione in presenza del docente e online, esercitazioni di lettorato e tutorato.
Le lezioni saranno caratterizzate da un'intensa interazione. E' richiesta la partecipazione attiva alle lezioni affinché i partecipanti possano sviluppare una coscienza linguistica autonoma attraverso le esercitazioni presentate in classe dal docente. La frequenza non è obbligatoria ma fortemente raccomandata.
Altre informazioni
Per i programmi delle CEL consultare l'area moodle di ciascuna CEL.
Gli studenti troveranno materiali di esercitazione online al sito del Laboratorio linguistico del dipartimento: http://lingue.cmm.unive.it
Modalità di esame
scritto e orale
Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile

Questo insegnamento tratta argomenti connessi alla macroarea "Povertà e disuguaglianze" e concorre alla realizzazione dei relativi obiettivi ONU dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile

Programma definitivo.
Data ultima modifica programma
16/06/2019