DIRITTO DELL'INFORMATICA

Anno accademico 2018/2019 Programmi anni precedenti
Titolo corso in inglese INFORMATION TECHNOLOGY LAW
Codice insegnamento CT0066 (AF:230281 AR:164898)
Modalità Convenzionale
Crediti formativi universitari 6
Livello laurea Laurea
Settore scientifico disciplinare IUS/01
Periodo I Semestre
Anno corso 3
Sede VENEZIA
Inquadramento dell'insegnamento nel percorso del corso di studio
Il corso si propone di fare comprendere i rapporti tra l'odierna tecnologia, informatica e telematica e il diritto. La tecnologia è, per un verso, strumento del diritto: si pensi alla informatizzazione del processo o alle nuove forme di documentazione e attribuzione dell'attivita giuridica, come la firma digitale. Per altro verso, la tecnologia stessa diviene oggetto del diritto, che deve disciplinare fenomeni nuovissimi: si pensi al diritto alla riservatezza in un contesto in cui tutta l'attivita compiuta su Internet puo essere monitorata, alla dematerializzazione degli strumenti finanziari, che rende obsoleti i titoli di credito cartacei, ai mezzi di pagamento elettronici, al diritto d'autore, al commercio elettronico e ai suoi riflessi su principi e forme classici del diritto dei contratti.
Risultati di apprendimento attesi
conoscenza dei problemi connessi alla tecnologia informatica; capacità di comprendere i rischi e le potenzialità che l’informatica comporta; saper individuare i comportamenti illegittimi che possono derivare da un uso superficiale della tecnologia; conoscere i problemi sociali connessi all’informatica ed in particolare l’alfabetizzazione informatica ed il principio di net neutrality

Prerequisiti
non è richiesto alcun prerequisito
Contenuti
La privacy; la tutela del software; i documenti informatici; la posta elettronica certificata; i reati informatici; la net neutrality; social network
Testi di riferimento
GIOVANNI PASCUZZI, IL DIRITTO DELL'ERA DIGITALE (2016) Edizioni Il Mulino
Modalità di verifica dell'apprendimento
Esame scritto ed orale. Il superamento con esito positivo della prova scritta (test a risposte multiple) è condizione di ammissione alla prova orale.
Il test scritto è articolato su domande inerenti il programma svolto durante il corso ed è diretto a verificare che lo studente abbia approfondito tutti gli argomenti. Sono escluse domande puramente nozionistiche; la prova orale serve a consentire allo studente di chiarire eventuali errori del testo scritto ed a migliorare il voto.
Poichè si tratta di un corso di diritto, non si chiede allo studente di essere competente in tale scienza, difettando delle basi minime indispensabili ma di apprendere, a titolo di conoscenza, i fondamenti di alcuni elementi comunque necessari per chi operi nell'informatica: dalla necessità di proteggere i dati personali, essendo previste sanzioni molto gravi, all'esistenza di forme di protezione per chi progetti software (diritto d'autore) e così via come da programma, fino ad approfondire concetti che sembrano solo teorici ma invece appena messi in crisi dalle notizie della recente politica decisa negli Stati Uniti in ordine al principio di neutralità della rete.
La prova scritta consiste in 15 domande a risposta multipla; a ciascuna risposta esatta vengono assegnati 2 punti. La risposta mancante equivale a risposta errata. Il superamento con esito positivo della prova scritta è condizione di ammissione alla prova orale. La prova scritta è superata con esito positivo ove le risposte esatte siano almeno 9 su 15. La prova scritta serve ad attestare una conoscenza di base degli istituti giuridici.
La prova orale valuta la conoscenza e la comprensione degli istituti fondamentali; oggetto di valutazione sarà anche la capacità dello studente di esporre quanto appresso utilizzando un linguaggio tecnico - giuridico adeguato.
Metodi didattici
convenzionale - lezioni frontali
Lingua di insegnamento
Italiano
Altre informazioni
Accessibilità, Disabilità e Inclusione
Accomodamenti e Servizi di Supporto per studenti con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento
Ca' Foscari applica la Legge Italiana (Legge 17/1999; Legge 170/2010) per i servizi di supporto e di accomodamento disponibili agli studenti con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento. Se hai una disabilità motoria, visiva, dell’udito o altre disabilità (Legge 17/1999) o un disturbo specifico dell’apprendimento (Legge 170/2010) e richiedi supporto (assistenza in aula, ausili tecnologici per lo svolgimento di esami o esami individualizzati, materiale in formato accessibile, recupero appunti, tutorato specialistico a supporto dello studio, interpreti o altro) contatta l’ufficio Disabilità e DSA: disabilita@unive.it.
Modalità di esame
scritto e orale
Programma definitivo.
Data ultima modifica programma
23/09/2018