FILOLOGIA GERMANICA

Anno accademico 2018/2019 Programmi anni precedenti
Titolo corso in inglese GERMANIC PHILOLOGY
Codice insegnamento LT0080 (AF:248330 AR:135888)
Modalità In presenza
Crediti formativi universitari 6
Partizione Cognomi P-Z
Livello laurea Laurea
Settore scientifico disciplinare L-FIL-LET/15
Periodo I Semestre
Anno corso 2
Sede VENEZIA
Spazio Moodle Link allo spazio del corso
Inquadramento dell'insegnamento nel percorso del corso di studio
Il modulo offre agli studenti la possibilità di conoscere e comprendere l'origine delle lingue e delle culture studiate, in prospettiva storico-diacronica. Contribuisce, perciò, a sviluppare tutte le abilità declinate sopra (per es. contatto linguistico, plurilinguismo, variazione interlinguistica e proprietà universali del linguaggio, analisi di testi di fasi precedenti della lingua studiata), e si inserisce in particolare nella conoscenza e comprensione dei fenomeni che sottintendono il mutamento linguistico.
Risultati di apprendimento attesi
Il corso si pone i seguenti obiettivi formativi:

1. Conoscenza e comprensione.
1a. Conoscere e comprendere, in prospettiva comparativa, i principali fenomeni del mutamento linguistico riguardante l’ambito germanico, soprattutto in funzione di un’adeguata comprensione delle caratteristiche delle lingue appartenenti alla famiglia germanica nella fase odierna;
1b. Conoscere e comprendere le principali manifestazioni storico-culturali e letterarie del mondo germanico durante il medioevo attraverso la documentazione testuale a noi nota;
1c. Conoscere e comprendere le dinamiche di produzione dei testi nel medioevo e della loro disseminazione attraverso il tempo e lo spazio.

2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione.
2a. Saper riconoscere i principali fenomeni di mutamento linguistico delle lingue germaniche e saperne illustrare la rilevanza per dar conto di alcune delle peculiarità di queste lingue nella fase odierna;
2b. Saper affrontare, a partire da un’opportuna contestualizzazione, l’analisi linguistica e storico-culturale di un testo medievale, avvalendosi degli strumenti d’indagine discussi nel corso;
2c. Saper utilizzare in modo corretto la terminologia filologica negli ambiti principali in cui si articola l’insegnamento (linguistico e storico-culturale).

3. Autonomia di giudizio.
Essere in grado di orientarsi nel dibattito critico su un dato tema di pertinenza filologica, per poter affrontare in maniera consapevole la valutazione di ipotesi alternative riguardanti il medesimo fenomeno (linguistico, letterario, storico-culturale) o formulare ipotesi su vari aspetti dello studio del mondo germanico medievale.

4. Abilità comunicative.
Essere in grado di comunicare in maniera chiara i contenuti del corso, utilizzando un registro adeguato alla situazione comunicativa.

5. Capacità di apprendimento.
Essere in grado di riproporre in maniera organica i contenuti del corso.
Essere in grado di leggere in modo consapevole e possibilmente critico i testi di riferimento.
Prerequisiti
Nessun prerequisito specifico per la disciplina. Il modulo è rivolto a principianti di filologia germanica.
Contenuti
Il corso si configura come un'introduzione (soprattutto metodologica) alla Filologia germanica:
1) Cenni di linguistica storico-comparativa. Le lingue germaniche moderne e medievali nel panorama delle lingue indeuropeee.
2) La prima mutazione consonantica e la legge di Verner.
3) Le rune.
4) I Germani in Tacito: etnogenesi; aspetti giuridici (assemblea) e sociali (Sippe e comitatus).
5) Gli dèi dei Germani.
6) Artigianato: gioielli, navi vichinghe e usi funerari.
7) Gli anglosassoni e l'inglese antico.
8) Un "love poem" enigmatico : "Il messaggio dell'amante" (commento e traduzione di alcuni versi).
9) I Germani continentali e le fonti di area tedesca.
10) Il Minnesang.
11) La poesia d'amor cortese tedesca (commento di un breve testo e traduzione).
12) Lettura: I Germani settentrionali e le fonti nordiche (saghe, poesia eddica, poesia scaldica).
13) Lettura: Un "lai" antico norvegese (commento di un breve passo e traduzione).
14) Lettura: Storia e lingua dei Goti
Testi di riferimento
Per gli studenti frequentanti

Materiale obbligatorio:
- appunti delle lezioni;
- schede (una per ciascun tema trattato, che verranno caricate tra i materiali Moodle);
- cartine e passi delle opere presentati in classe (disponibili anch'essi tra i materiali Moodle).

Manuale di consultazione (non obbligatorio per chi frequenta regolarmente):
N. Francovich Onesti, Filologia germanica. Lingue e culture dei germani antichi, Roma: Carocci 2002.

Per gli studenti non frequentanti

Materiale obbligatorio:
- quanto previsto per gli studenti frequentanti escluso gli appunti delle lezioni;
- un agile manuale che fornisce una visione d'insieme sulla disciplina: N. Francovich Onesti, Filologia germanica. Lingue e culture dei germani antichi, Roma: Carocci 2002.
Modalità di verifica dell'apprendimento
Il compito scritto sarà articolato in una prima parte contenente domande a scelta multipla e una seconda parte contenente domande a risposta libera.
- Durata totale: 50 minuti (+/-10).
- PARTE PRIMA, quindici (15) domande a scelta multipla (3 risposte possibili di cui solo una corretta). Ogni domanda vale due (2) punti per un totale di 30/30. Errori ammessi per superare questa parte: sei (6).
- PARTE SECONDA, Una (1) domanda a risposta aperta da scegliere fra tre (3) tracce proposte, che verrà corretta solo se il multiple choice è sufficiente.
- Le domande a scelta multipla permettono di verificare l'acquisizione delle conoscenze di base, stimolando anche il pensiero logico (http://www.studygs.net/tsttak3.htm ); le domande a risposta libera permettono di verificare il grado di elaborazione della materia, la scrittura scientifica e il pensiero critico.
Nello specifico:
- Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding): verificate tramite domande a scelta multipla;
- Conoscenza e capacità di comprensione applicate (applying knowledge and understanding): verificate tramite esercizi pratici di derivazione di forme linguistiche, manipolazione di testi, etc.;
- Autonomia di giudizio (making judgements): verificata tramite la domanda aperta;
- Abilità comunicative (communication skills): verificate tramite la domanda aperta;
- Capacità di apprendere (learning skills): verificata tramite l'autonomia di giudizio desumibile dalla domanda aperta.
Metodi didattici
Lezioni frontali, discussioni in classe stimolate dalla docente.
Lingua di insegnamento
Italiano
Altre informazioni
Per motivi logistici (capienza aule, organizzazione esami, etc.) è cruciale rispettare la partizione in classi (Buzzoni: P-Z). Eventuali cambiamenti devono essere limitati ai casi di comprovata sovrapposizione con altri corsi e comunque autorizzati da entrambi i docenti dell'insegnamento.
Modalità di esame
scritto
Obiettivi Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile

Questo insegnamento tratta argomenti connessi alla macroarea "Capitale umano, salute, educazione" e concorre alla realizzazione dei relativi obiettivi ONU dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile

Programma definitivo.
Data ultima modifica programma
19/12/2018