STORIA DELLE RELAZIONI MEDITERRANEE

Anno accademico
2017/2018 Programmi anni precedenti
Titolo corso in inglese
HISTORY OF MEDITERRANEAN RELATIONS
Codice insegnamento
LM2130 (AF:254187 AR:139869)
Modalità
In presenza
Crediti formativi universitari
6
Livello laurea
Laurea magistrale (DM270)
Settore scientifico disciplinare
M-STO/02
Periodo
II Semestre
Anno corso
1
Spazio Moodle
Link allo spazio del corso
Il corso costituisce un approfondimento critico sulla funzione del commercio nello sviluppo delle relazioni internazionali, delle libertà politiche e dei processi di democratizzazione, in prospettiva storica e a partire dall'area mediterranea.
1a) Conoscenze teoriche: l'obiettivo e' di analizzare le caratteristiche specifiche e la funzione delle relazioni commerciali nello sviluppo storico delle politiche ddi democratizzazione.
1b) Conoscenze pratiche: capacità di operare adeguate scelte interpretative sulle prospettive della cooperazione intermediterranea, con particolare attenzione al ruolo svolto dalla diplomazia internazionale e alle principali questioni strategiche emerse nella storia
2a) Abilità comunicative: saper interagire in lingua italiana a qualunque livello di complessità su temi di politica e storia delle relazioni mediterranee e dei processi di democratizzazione; saper progettare e strutturare i contenuti un intervento di presentazione in lingua italiana della propria ricerca partendo da fonti in altre lingue straniere.
2b) Abilità pratiche: saper progettare e raccogliere dati, nonché strutturare i supporti (handout; power point; altro) necessari per un'efficace presentazione dei risultati della ricerca. Saper trasmettere le conoscenze acquisite con particolare riferimento a: 1) il Mediterraneo come laboratorio di scambi e relazioni commerciali; 2) l'evoluzione del sistema dei trattati commerciali come caratteristica delle relazioni mediterranee.

Obiettivi di apprendimento (secondo i descrittori di Dublino)
1) Conoscenza e capacità di comprensione in un ambito di studi universitari di secondo livello che includa anche i temi più avanzati nel campo dell’analisi delle relazioni mediterranee, con particolare riferimento ai fenomeni politici e istituzionali e ai fondamenti storici della cooperazione mediterranea.
2)Conoscenza e capacità di comprensione applicate alle politiche del Mediterraneo, alla realizzazione di forme di cooperazione basate sulla cittadinanza e sul patrimonio culturale mediterraneo, nonché alla progettazione della presentazione di proprie ricerche e ipotesi di lavoro.
3)Autonomia di giudizio: capacità di selezionare le fonti, di valutare punti di forza e criticità nella cooperazione intermediterranea, di criticare costruttivamente le politiche mediterranee alla luce degli obiettivi del processo di Barcellona e dell'Unione per il Mediterraneo.
4)Abilità comunicative: saper comunicare anche in lingua inglese gli obiettivi e i risultati della propria ricerca; saper comunicare in modo efficace (anche in italiano) le conoscenze acquisite nell'ambito della cooperazione intermediterranea, in contesti accademici e professionali quali enti e organizzazioni di livello internazionale.
v)Capacità di apprendere: proseguire il consolidamento delle competenze nell'ambito delle relazioni internazionali, elaborare progetti di ricerca e proposte interpretative e di analisi del contesto mediterraneo in un modo auto-gestito o autonomo.

Conoscenza dei lineamenti generali della storia internazionale acquisiti nel ciclo triennale di studi e corrispondenti ai 6 cfu di base richiesti nei requisiti d'accesso del CdS RIC per l'ambito storico e attraverso l'insegnamento di Storia delle relazioni internazionali mod. 1 del CdS magistrale RIC.
Il tema verrà affrontato attraverso lo studio - in chiave storica - dei processi economici e dei trattati commerciali come (possibile) veicolo valori culturali, sociali e politici dall'età moderna e sino ai giorni nostri.
La prima parte - introduttiva, corrispondente alle prime 10 lezioni - sarà dedicata ad un quadro generale nelle relazioni commerciali nell'area mediterranea in età moderna e contemporanea.
La seconda parte riguarderà un'analisi storica e politica della funzione dei trattati commerciali, nel loro senso politico, istituzionale e giuridico. In quest'ambito sono previsti anche due seminari che si svolgeranno alla fine del mese di aprile assieme al prof. Koen Stapelbroek dell'University of Helsinki. Verranno approfonditi i problemi di geopolitica del Mediterraneo tra XVIII e XX secolo, dell'origine, sviluppo e funzioni dei trattati commerciali.
Il corso si collega ai contenuti dell'insegnamento di Diritto internazionale avanzato e in questo senso richiamerà i contenuti del manuale di Diritto internazionale avanzato (Prof. Marrella-D. Carreau) e in particolare i capp. IV e V(I trattati conclusi fra gli Stati; gli accordi conclusi fra enti non-statali).
Per la preparazione dell'esame per i FREQUENTANTI si indicano due testi così distribuiti:
1) per quanto riguarda l'inquadramento generale un testo a scelta tra:
- CHABOD, F., "Storia politica del Mediterraneo", Brescia, Morcelliana, 2014
- BONO, S.: "Un altro Mediterraneo: una storia comune tra scontri e integrazioni", Roma, Salerno editrice, 2008
2) per quanto riguarda il tema trattati commerciali, le lezioni saranno basate su una selezione di testi che verranno anticipati ogni settimana dal docente in modo da consentirne una discussione in aula il più possibile interattiva.
I testi saranno tratti dal volume a cura di K. Stapelboek e A. Alimento, "The Politics of Commercial Treaties in the Eighteenth Century. Balance of power, balance of trade", Palgrave 2017.

Per i NON FREQUENTANTI
1)un testo a scelta tra:
- NOUSCHI, A.: "Il Mediterraneo contemporaneo. Il XX secolo", Lecce, SalentoBooks, 2013 (ed. or. "La Méditerranée au 20e siècle", Paris, Armand Colin, 1999).
- CAFARO, S. (a cura di), "Le relazioni euro-mediterranee. Dai primi accordi all'Unione per il Mediterraneo", Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane,2013
2) il testo di
- K. Stapelboek e A. Alimento, "The Politics of Commercial Treaties in the Eighteenth Century. Balance of power, balance of trade", Palgrave 2017
orale
La verifica dell'apprendimento consiste in una prova orale della durata di 20-30 minuti e si struttura in un esercizio di comprensione e di riformulazione critica sui temi del corso. Si articola in tre domande volte a verificare il grado di approfondimento e la capacità di formulare giudizi critici sui temi del corso in relazione agli obiettivi formativi previsti dal corso e ai risultati di apprendimento attesi secondo la struttura del CdS. La valutazione terrà conto del grado di interazione manifestato dallo studente nel corso delle lezioni.
Per gli studenti frequentanti è possibile in forma del tutto facoltativa, a scelta dello studente e concordandola con il docente, l'elaborazione di un breve testo (5-10 pagine) o di esercizio di ricerca da preparare durante l'anno e da discutere in aula o in sede d'esame, che sostituisca all'esame la prima delle tre domande previste.
Lezioni frontali; powerpoint; utilizzo di supporti multimediali adatti alla trasmissione delle conoscenze in un contesto di relazioni internazionali; conferenze e incontri con operatori del settore in relazione agli obiettivi formativi del corso di studi e del corso specifico; coinvolgimento degli studenti nella discussione e utilizzo di metodi didattici funzionali allo sviluppo della loro capacità e autonomia di giudizio.
Italiano
La verifica dell'apprendimento consiste in una prova orale e si struttura in un esercizio di comprensione e di riformulazione critica sui temi del corso. Si articola in tre domande volte a verificare il grado di approfondimento e la capacità di formulare giudizi critici sui temi del corso in relazione agli obiettivi di approfondimento. per gli studenti frequentanti è possibile, a scelta dello studente e concordandola con il docente, l'elaborazione di una tesina o di esercizio di ricerca da preparare durante l'anno, con la presentazione orale sul tema di ricerca.
  • Insegnamento sostenibile
  • CFU sostenibili: 6
  • Dispense e materiali di approfondimento e di autovalutazione disponibili online; testi di riferimento in formato e-book
  • Piattaforme e-learning, moodle
  • Utilizzo strumenti open-source
Data ultima modifica programma: 25/02/2018