LINEAMENTI DI MUSEOLOGIA ARCHEOLOGICA SP.

Anno accademico
2017/2018 Programmi anni precedenti
Titolo corso in inglese
PRINCIPLES OF ARCHAEOLOGICAL MUSEOLOGY
Codice insegnamento
FM0447 (AF:258894 AR:150358)
Modalità
Blended (in presenza e online)
Crediti formativi universitari
6
Livello laurea
Laurea magistrale (DM270)
Settore scientifico disciplinare
L-ANT/06
Periodo
I Semestre
Sede
VENEZIA
Spazio Moodle
Link allo spazio del corso
Il corso si propone di accrescere un approccio critico al tema della comunicazione archeologica. Si intende porre l'attenzione sulle istituzioni museali, così come su aree e parchi archeologici ed ancora sul tema della comunicazione per gli scavi archeologici.
Un inquadramento chiaro della struttura burocratico amministrativa in cui si inquadra il patrimonio culturale archeologico e che influenza le differenti modalità di spiegare e trasmettere i dati archeologici e le nuove scoperte. Il tema è quello di implementare il livello di attrazione del patrimonio archeologico per una migliore conoscenza e fruizione del patrimonio; in questo senso si porrà l'accento sull'utilizzo delle nuove tecnologie.
Nessuno
Il corso si pone come obiettivo un approfondimento delle tematiche di gestione e valorizzazione del patrimonio archeologico. In primo luogo si prende in esame la struttura burocratico-amministrativa all’interno della quale si articolano in Italia i Musei, le aree e i parchi archeologici. La definizione degli ambiti oggetto di studio sarà seguita da una riflessione sui temi della corretta comunicazione delle caratteristiche del patrimonio archeologico che si configura come un ambito di nicchia. Attenzione particolare sarà destinata all’applicazione delle nuove metodologie di ricostruzione-animazione e della realtà aumentata, e alle nuove tematiche di public archaeology.
Saranno illustrati casi-studio al fine di stimolare la riflessione sulle modalità di costruzione di nuovi percorsi, oggi particolarmente ricercati nelle realtà museali, per innescare una riflessione interattiva e dinamica su casi esemplari, tanto in senso positivo che negativo.
- Comunicare l'archeologia: ricerca e interazione in dieci anni di didattica, Atti della 11a giornata regionale di studio sulla didattica museale, Este, 24 settembre 2007, Venezia 2008.
- I. Colpo, A. Di Mauro, E.F. Ghedini, Standard nazionali di qualità per le professioni nei MUsei, Antenor Quaderni 18, Roma 2010.
- Oltre il silenzio delle cose. Professionisti in dialogo per la comunicazione educativa nei musei, Atti della 15a giornata regionale di studio sulla didattica museale, Montebelluna (TV), 14 novembre 2011, Venezia 2012.
- Archeomusei. Musei Archeologici in Italia 2001-2011, Atti del Convegno, Adria 21-22 giugno 2012, Firenze 2013.
- C. Dal Maso, F. Ripanti, Archeostorie. Manuale non convenzionale di archeologia vissuta, Milano 2015.
- A. De Pascale, Archeologia e divulgazione: limiti, confini, orizzonti, in M. Cupitò, M. Vidale. A. Angelini, Beyond Limits. Studi in onore di Giovanni Leonardi, Antenor Quaderni 39, Padova 2017, pp. 725-735.
- S. Roman, Il museo: confine tra le culture del passato e quelle del presente, in M. Cupitò, M. Vidale. A. Angelini, Beyond Limits. Studi in onore di Giovanni Leonardi, Antenor Quaderni 39, Padova 2017, pp. 771-777.
orale
Gli studenti devono dimostrare di conoscere la struttura amministrativa in cui si inquadrano i musei archeologici, le aree e i parchi archeologici e le principali normative alla base del funzionamento delle istituzioni.
Devono inoltre dimostrare di aver acquisito in modo critico le problematiche inerenti la comunicazione museale, l’organizzazione di eventi (mostre, convegni, attività varie), la disseminazione dei risultati delle attività e i temi della public archaeology con riferimento ai principali contesti italiani e stranieri.
Faranno parte integrante della valutazione le esercitazioni che verranno svolte on.line.
Lezioni frontali
Lezioni on.line
Italiano
Il corso verrà erogato in modalità blended con 4 lezioni on.line e 6 lezioni frontali