STORIA CONTEMPORANEA 1

Anno accademico 2017/2018 Programmi anni precedenti
Titolo corso in inglese CONTEMPORARY HISTORY 1
Codice insegnamento LT1220 (AF:264780 AR:156618)
Modalità Convenzionale
Crediti formativi universitari 6
Partizione Classe 3
Livello laurea Laurea
Settore scientifico disciplinare M-STO/04
Periodo I Semestre
Anno corso 1
Sede VENEZIA
Obiettivi Formativi
Corso introduttivo alla storia dell´Europa orientale, con particolare attenzione alla storia della Russia e dello spazio eurasiatico nel periodo compreso tra fine Ottocento e gli anni Sessanta del Novecento.

Obiettivi di apprendimento:
- conoscenza e capacità di comprensione dei principali momenti e temi delle vicende storiche in esame;
- possibilità di applicazione di queste conoscenze ad una lettura critica della contemporaneità in termini di continuità/rotture e uso pubblico della storia
- sviluppo e consolidamento della capacità di leggere criticamente la letteratura scientifica in ambito storico
- affinamento delle abilità comunicative
Prerequisiti
Conoscenza dei lineamenti generali di storia moderna e contemporanea.
Contenuti
L´insegnamento mira ad esaminare momenti, personalità e temi che hanno caratterizzato la storia della Russia tardoimperiale poi sovietica. Verranno pertanto discussi i seguenti temi: l’impero russo nel passaggio al XX secolo; la Rivoluzione russa e la guerra civile; la NEP, Stalin e lo stalinismo; politica industriale e collettivizzazione; il Comintern; la Seconda guerra mondiale e i paesi dell´Europa orientale; la morte di Stalin e gli anni di Kruščëv.
Questi approfondimenti verranno collocati in un´ottica comparata, con particolare attenzione all´area dell´Europa centro-orientale e sud-orientale. Verranno quindi presi in considerazione l´Impero asburgico e quello ottomano, gli stati-nazione post-imperiali, i paesi socialisti sorti in quest´area dopo la Seconda guerra mondiale.
Testi di riferimento
Testi obbligatori:
P. Bushkovitch, Breve storia della Russia. Dalle origini a Putin, Torino, Einaudi, 2013 (capp. XII-XVI);
A. Graziosi, L’Unione sovietica, 1914-1991, Il Mulino, 2011 (cap. II-VIII).

Un testo a scelta tra i seguenti:
F. Guida, L’altra metà dell’Europa. Dalla Grande guerra ai giorni nostri, Laterza 2015 (cap. II).
J. Leonhard, U. von Hirschhausen, Imperi e Stati Nazionali nell’Ottocento, Il Mulino, 2014.

Inoltre, per i non frequentanti:
A. Masoero, Linee di frattura nell'Impero zarista. Uno sguardo d'insieme, "Storica", n. 50, 2011, pp. 7-66.
S. Petrungaro, Balcani. Una storia di violenza?, Carocci, 2012 (capp. 2 e 5).
Modalità di esame
scritto
Modalità di verifica dell'apprendimento
L'esame sarà composto di tre parti; ciascuna contribuisce con un massimo di 10/30 a comporre il voto finale.
1) La prima parte mira a verificare la conoscenza del passaggio dal tardo impero zarista fino alla guerra civile inclusa.
2) La seconda parte verte sull´esperienza sovietica tra gli anni Venti e la metà degli anni Sessanta.
3) La terza parte richiederà la conoscenza di alcuni elementi comparativi nel quadro dello spazio europeo-orientale nel periodo coperto dal corso.

In relazione a una di queste tre parti, gli studenti frequentanti dovranno commentare una fonte visiva (mappa, manifesto, opera pittorica), che sarà stata mostrata e discussa durante il corso. Per gli studenti non frequentanti questo punto sarà sostituito da un ulteriore quesito.

La prova è volta a verificare la capacità da parte dello/a studente/essa di formulare giudizi critici sui temi del corso, il grado di approfondimento, le abilità comunicative.
Metodi didattici
Lezione frontale
Lingua di insegnamento
Italiano
Altro
Il corso è particolarmente adatto agli studenti interessati alle lingue e culture dell'Europa orientale, Centro- e Sud-orientale.

Il ricevimento studenti si tiene nello studio del docente dopo le lezioni, vale a dire il martedì, 15:45-17:45.