WESTON Paul Gabriele

Qualifica Docente esterno
E-mail paulgabriele.weston@unive.it
Sito web www.unive.it/persone/paulgabriele.weston (scheda personale)
Struttura Dipartimento di Studi Umanistici
Sito web struttura: https://www.unive.it/dsu
 Laureato in Lettere e successivamente diplomato in Archivistica presso la Scuola di Paleografia, Diplomatica e Archivistica dell’Archivio Segreto Vaticano (1979-80) e in Biblioteconomia presso la Scuola Vaticana di Biblioteconomia della Biblioteca Apostolica Vaticana (1980-81). Al 1983 al 2000 lavora alla Biblioteca Apostolica Vaticana, in qualità di responsabile del sistema bibliografico elettronico. Coordina le attività di conversione in formato elettronico del catalogo a schede e collabora al progetto di biblioteca digitale “Vatican Library available worldwide”. Collabora allo sviluppo della rete URBS (Unione Romana Biblioteche Scientifiche), una organizzazione internazionale di istituti di alta specializzazione alla quale cooperano biblioteche di 10 Paesi (Italia, Francia, Germania, Stati Uniti, Svezia, Norvegia, Danimarca, Finlandia, Olanda, Città del Vaticano). Dal 1985 è docente di Catalogazione bibliografica alla Scuola Vaticana di Biblioteconomia, di cui è Vicedirettore dal 1987 al 2000. Dal 2008 presso la medesima Scuola è docente di Biblioteca digitale.
Dal 1 novembre 2000 insegna all’Università di Pavia. Dal 2002 al 2008 è stato componente del Senato Accademico in rappresentanza dei professori di 2. fascia.
Dal 2007 è docente di Gestione dei testi (in seguito Principi di biblioteconomia digitale) presso l’Università della Svizzera Italia a Lugano.
Dal 2005 partecipa ai lavori per l’allestimento del patrimonio digitale della BEIC  di Milano. E’ stato componente del gruppo di studio per lo sviluppo della piattaforma italiana di MICHAEL un progetto internazionale coordinato dal Ministero Italiano per i Beni e le Attività Culturali. Dal 2000 al 2006 è stato componente del Gruppo di studio sugli standard e le applicazioni di metadati nei beni culturali istituito presso l’ICCU (Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche). Dal 2007 al 2009 è stato componente del Comitato scientifico del Servizio Bibliotecario Nazionale. Dal 2004 è referente scientifico del progetto di biblioteca digitale di testi della tradizione culturale e letteraria italiana Biblioteca Italiana (BibIt), promosso dal CiBit (Centro interuniversitario Biblioteca italiana telematica) e coordinato dall'Università di Roma La Sapienza. Dal 2008 è referente scientifico per i settori librario (CEI-Bib) e archivistico (CEI-Ar) dell’Ufficio Nazionale per i Beni Culturali Ecclesiastici della CEI.
Ha coordinato i progetti digitali relativi ad archivi e biblioteche svolti presso il Dipartimento di scienze storiche e geografiche C. Cipolla dell’Università di Pavia in convenzione con la Regione Lombardia.
Ha svolto attività di consulenza scientifica per numerose istituzioni pubbliche (Regioni, Banca d’Italia, Università) e svolto attività didattica a beneficio della Pubblica amministrazione.
E’ autore di alcuni libri di ambito biblioteconomico e di numerosi articoli pubblicati in riviste italiane ed internazionali.
E’ stato coordinatore del Comitato di programma del convegno internazionale Faster, Smarter, and Richer 2014. Reshaping the library catalogue (Roma-Vaticano, 26-28 febbraio 2014) organizzato dalla Biblioteca Apostolica Vaticana e dall’Associazione Italiana Biblioteche. 
Fa parte del comitato scientifico dei periodici Culture del testo e del documento, Biblioteche Oggi, DigItalia, AIB Studi, Nuovi Annali della Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari, Archivi e Computer.
E’ il presidente della Pavia University Press e coordinatore del Comitato di gestione di Pavia Archivi Digitali.
Le sue attività di ricerca riguardano, attualmente, i dispositivi di interoperabilità e il web semantico, la digital curation e Antonio Panizzi.
Parla correntemente, oltre all'italiano, l'inglese e il francese. Ha una discreta conoscenza del tedesco.