GILIBERT Alessandra

Qualifica
Professoressa Associata
Telefono
041 234 6356
E-mail
alessandra.gilibert@unive.it
SSD
ARCHEOLOGIA FENICIO-PUNICA [L-OR/06]
Sito web
www.unive.it/persone/alessandra.gilibert (scheda personale)
Struttura
Dipartimento di Studi Umanistici
Sito web struttura: https://www.unive.it/dsu
Sede: Malcanton Marcorà
Research Institute
Research Institute for Digital and Cultural Heritage

Dati relazione

Periodo di riferimento
11/01/2018 - 10/01/2021
Afferenza
Dipartimento di Studi Umanistici
Ruolo
Professori Associati
A.A.InsegnamentoCodice VotoVoto medio area
2018/2019ARCHEOLOGIA DEL LEVANTE SP.FM04363.93.3
2018/2019ARCHEOLOGIA FENICIO-PUNICAFT04552.93.3
2019/2020ANTROPOLOGIA E STORIA DELLE IMMAGINI NELL'ORIENTE MEDITERRANEO SPFM04739.78.3
2019/2020ARCHEOLOGIA DEL LEVANTE SP.FM04369.38.3
2019/2020ARCHEOLOGIA FENICIO-PUNICAFT04557.68.3
2019/2020ARCHEOLOGIA FENICIO-PUNICAFT0523
Anno solareTipologiaTesi RelatoreTesi Correlatore
2018Corso di laurea magistrale1
2020Corso di dottorato1
2020Corso di laurea magistrale11
  • Comunità civiche e spazio pubblico nel Vicino Oriente antico
  • Karmir Sar Digital Atlas
  • Le Pietre del Drago armene e l'uso rituale del paesaggio nel Caucaso preistorico
  • Prospezione archeologica e ricerche storiche nella provincia di Wasit (iraq centro-orientale)
  • Art and politics in Early Iron Age Levant (1200-700 BCE)
  • Prospezione archeologica e ricerche storiche nella provincia di Wasit (iraq centro-orientale)
  • The development of visual narratives in ancient Assyria
  • The origin of monumental art in the Caucasus
  • Tophet of Bithia Archaeological Project
  • Gilibert, Alessandra (2021), Urban squares in Late Bronze Age Ugarit: A street view on ancient Near Eastern governance in JOURNAL OF NEAR EASTERN STUDIES, vol. 80, pp. 377-414 (ISSN 0022-2968) (Articolo su rivista)
  • Arshavir Hovhannisyan; Arsen Bobokhyan; Dmitri Arakelyan; Marianna Harutyunyan; Varduhi Siradeghyan; Pavol Hnila; Alessandra Gilibert (2021), Dragons under Microscope: Determination and Identification of the Geological Sources of Vishap Stone Stelae , Archaeology of Armenia in Regional Context, Erevan, PUBLISHING HOUSE OF THE INSTITUTE OF ARCHAEOLOGY AND ETHNOGRAPHY, pp. 115-134 (ISBN 978-9939-886-04-6) (Articolo su libro)
  • Gilibert, Alessandra (2021), Verso un metodo per studiare le piazze nel Vicino Oriente antico: il caso di Ugarit , Egitto e Vicino Oriente antico: tra passato e futuro. II Convegno nazionale. The Stream of Tradition: la genesi e il perpetuarsi delle tradizioni in Egitto e nel Vicino Oriente antico, Napoli, UniorPress, pp. 1-24 (ISBN 978-88-6719-217-5) (Articolo su libro)
  • Arshavir Hovhannisyan; Dmitri Arakelyan; Harald von der Osten; Pavol Hnila; Alessandra Gilibert; Varduhi Siradeghyan; Arsen Bobokhyan (2020), Looking for the tombs of dragons’: preliminary results of archaeo-geochemical prospecting studies at Tirinkatar - Karmir Sar area, southern slopes of Mt Aragats, Armenia. in ARAMAZD, vol. 1-2, pp. 27-51 (ISSN 1829-1376) (Articolo su rivista)
  • Alessandra Gilibert (2020), I višap armeni. Appunti per una storia della ricezione. , L’arte armena. Storia critica e nuove prospettive. in EURASIATICA, Edizioni Ca' Foscari, vol. 16, pp. 151-165 (ISBN 978-88-6969-495-0) (ISSN 2610-8879) (Articolo su libro)
  • Arsen Bobokhyan, Alessandra Gilibert, Pavol Hnila (2020), The place of “Dragon Stone” sanctuaries in context of cultic areas of Ancient Armenia , Proceedings of the 11th International Congress on the Archaeology of the Ancient Near East, Harassowitz, pp. 17-30 (ISBN 978-3-447-11367-0) (Articolo su libro)
  • Gilibert (2019), Art monumental et pratiques céreémonielles des héritiers de l’Empire hittite in LES DOSSIERS D'ARCHÉOLOGIE, vol. 36, pp. 24-29 (ISSN 1169-5153) (Articolo su rivista)
  • Marina Storaci; Alessandra Gilibert (2019), Les poissons muets. Fish-shaped vishaps and cult of water in prehistoric Armenia. in Marina Storaci; Alessandra Gilibert, Vishap between fairy tale and reality, Publishing House of the Institute for Ethnography and Archaeology, pp. 528-545 (ISBN 978-9939-9208-6-3) (Articolo su libro)
  • Pavol Hnila, Gilibert Alessandra, Arsen Bobokhyan (2019), Prehistoric sacred landscapes in the high mountains: the case of the vishap stelae between Taurus and Caucasus , Natur und Kult in Anatolien, Ege Yayınları, pp. 283-302 (ISBN 978-605-9680-96-7) (Articolo su libro)
  • Bobokhyan, Arsen; Gilibert, Alessandra; Hnila, Pavol (2019), The Urartian God Quera and the Metamorphosis of the ‘Vishap’ Cult in Arsen Bobokhyan; Alessandra Gilibert; Pavol Hnila, Over the mountains and far away. Studies in Near Eastern history and archaeology presented to Mirjo Salvini on the occasion of his 80th birthday, Oxford, Archaeopress, pp. 98-105 (ISBN 978-1-78491-943-6) (Articolo su libro)
  • (a cura di) Arsen Bobokyan; Alessandra Gilibert; Pavol Hnila (2019), Vishap between fairy tale and reality in Arsen Bobokhyan; ALessandra Gilibert; Pavol Hnila, Yerevan, Publishing House of the Institute for Ethnography and Archaeology (ISBN 978-9939-9208-6-3) (Curatela)
  • Gilibert, Alessandra ; Gottardi, Caterina (2019), Public Space and Civic Community in the Ancient Near East: Free Access Datasets (Cartografia)
  • Alessandra Gilibert (2018), I vishap. All’origine dell’arte monumentale in Armenia in RASSEGNA ARMENISTI ITALIANI, vol. XIX, pp. 11-22 (ISSN 2280-4269) (Articolo su rivista)
  • von der Osten, Harald; Hnila, Pavol; Gilibert, Alessandra; Bobokhyan, Arsen (2018), Integrated archaeo-geophysical survey on volcanic terrain: the case of Karmir Sar on Mount Aragats (Armenia) in TÜBA-AR, vol. Special Issue 2018, pp. 197-206 (ISSN 1301-8566) (Articolo su rivista)
  • Bobokhyan, Arsen; Gilibert, Alessandra; Hnila, Pavol (2018), Karmir Sar. New evidence on dragon-stones and ritual landscapes on Mount Aragats, Armenia. , Context and Connection. Essays on the Archaeology of the Ancient Near East in Honour of Antonio Sagona. in ORIENTALIA LOVANIENSIA ANALECTA, Peeters Publishers, vol. 268, pp. 255-270 (ISBN 978-90-429-3403-0) (ISSN 0777-978X) (Articolo su libro)
  • Alessandra Gilibert (2018), Teʾumman’s Last Supper – Literary Motifs in Ashurbanipal’s Garden Party and the Scholarly Origin of Assyrian Narrative Art , Übergangszeiten. Altorientalische Studien für Reinhard Dittmann anlässlich seines 65. Geburtstags, Muenster, Zaphon, pp. 289-308 (ISBN 978-3-96327-002-4) (Articolo su libro)
  • Elena Rova; Alessandra Gilibert (2018), “Se la montagna non va a Maometto...” Per un’archeologia delle Alte Terre del Vicino Oriente , Egitto e Vicino Oriente antichi: tra passato e futuro, Pisa, Pisa University Press, pp. 265-275 (ISBN 978-88-3339-030-7) (Articolo su libro)
  • Gilibert, Alessandra Before the Agorà. A Model for Understanding Public Space in the ancient Near East. in ARCHITECTURAL HISTORIES, vol. nd (ISSN 2050-5833) (Articolo su rivista)
2018
revisore esterno per tesi dottorale di Margherita Dallai, curriculum di Storia e civiltà del mondo antico e del vicino Oriente, ciclo 30°, del Dottorato di Studi storici delle Università di Firenze e di Siena.
2020
Correlazione della tesi di diploma in Beni Archeologici di Marta Narducci (Relatore: Lucio Milano), conseguita presso la Scuola Interateneo (Trieste, Udine, Venezia) di Specializzazione in Beni Archeologici, con tesi in Archeologia Fenicio Punica.
Peer Reviews: Cornell University; Routledge; Journal of Ancient Near Eastern Studies; Cambridge Archaeological Journal; PRIN; Borse RL Montalcini; Cambridge Journal of Archaeology; Chicago Oriental Institute
RICERCHE SVOLTE

Nel triennio 2018-2020 la mia attività di ricerca si è articolata principalmente intorno a tre progetti:

1.
Civic Community and public space in the ancient Near East
Ruolo: Principal Investigator
Enti finanziatori: MIUR, Commissione Europea (H2020‐MSCA‐IF‐2015 Project ID 703187)
Durata: 2016–2019
Status: concluso
Pubblicazioni correlate: Gilibert in prep.; Gilibert 2021a; Gilibert 2021b

E’ questo il progetto che, formulato in due varianti tematiche, mi è valso la vincita delle borse “R. L. Montalcini” e Marie Curie, e che ha occupato la porzione più consistente del tempo da me dedicato alle attività di
ricerca nel periodo 2018-2019. Il progetto ha condotto una analisi degli spazi pubblici e in particolare delle piazze delle città del Vicino Oriente antico come luoghi politici, con specifico riferimento al loro uso per attività istituzionali e consuetudinarie fuori della sfera egemonica delle Grandi Organizzazioni palatine e templari. Usando la città di Ugarit (secolo XIII aC) come studio di caso, ho dimostrato la possibilità di ricostruire aspetti della vita civica comunitaria a partire da una analisi urbanistica multivariata, basata metodologicamente sull'intersezione di Space Synatax Analysis, analisi contestuale e analisi architettonica.

2.
Dragon Stones Archaeological Project (Armenia)
Ruolo: Principal Investigator
Enti finanziatori: Fritz Thyssen Foundation, Ateneo, DSU, MAECI, VeDPH
Cooperazioni: Accademia delle Scienze Armena, Yerevan State University, Freie Universitaet Berlin
Durata: 2011–aperto
Status: in corso
Pubblicazioni correlate (dal 2018): Hovannysian et al. 2021; Gilibert 2020; Bobokhyan/Gilibert/Hnila 2020; Hovannysian et al. 2020; Storaci/Gilibert 2019; Hnila/Gilibert/Bobokhyan 2019; Bobokhyan/Gilibert/Hnila 2019; Gilibert 2018; von der Osten et al. 2018; Bobokhyan/Gilibert/Hnila 2018

Si tratta di un progetto di ricognizione e scavo in Armenia da me diretto, in cooperazione con l’Accademia delle Scienze di Yerevan (Responsabile: Dr. Arsen Bobokhyan) e la Freie Universität di Berlino (Responsabile: Dr. Pavol Hnila). Le “pietre del drago” sono stele preistoriche a rilievi teriomorfi alte fino a sei metri, alcune delle quali scolpite in forma di enormi pesci, altre decorate con immagini di velli caprini. Queste stele sono localizzate nei pascoli d’altura del Caucaso meridionale e della Turchia dell’Est. Nonostante si tratti di opere d’arte di grande impatto emotivo, la loro posizione remota ha fatto sì che esse rimanessero a lungo quasi del tutto sconosciute alla letteratura scientifica. Il nostro progetto rappresenta il primo tentativo d’indagine scientifica di questo specifico uso sacrale del paesaggio montano in epoca preistorica. Dopo un periodo di ricognizione estensiva in cui si è mappata la localizzazione di oltre 80 stele, il progetto si concentra ora sull’esplorazione archeologica e la prospezione geofisica del sito di Karmir Sar, situato a 2985m slm sul versante meridionale del Monte Aragats, in Armenia. Karmir Sar è un pascolo d’altura di 40 ettari, che si distingue per l’eccezionale presenza di almeno 12 “pietre del drago”. Gli scavi hanno permesso di identificare il contesto originario d’erezione delle stele, che si sono dimostrate essere state concepite come monumenti solitari.Inoltre, e questo è un dato altrettanto cruciale, siamo riusciti a datare la loro erezione alla fine del sesto millennio a.C. Si tratta quindi di un fenomeno radicalmente inedito, tutto da studiare, destinato ad arricchire significativamente la nostra comprensione delle dinamiche storiche e sociali del periodo Calcolitico in Anatolia e nel Caucaso.

3.
Wasit Archaeological Survey (Iraq)
Principal Investigators: Lucio Milano, Alessandra Gilibert
Enti finanziatori: Ateneo, DSU, MAECI
Cooperazioni: Ministero dei Beni Culturali Iracheno
Durata: 2017–aperto
Status: in corso

Il Wasit è una regione dell'Iraq archaeologicamente largamente inesplorata. Dal 2017 Lucio Milano ed io conduciamo il primo survey estensivo dell'area, coniugando azioni sul campo, telerilevamento e studi di archeologia del paesaggio. Due missioni sul campo hanno consentito di schedare 73 siti archeologici, telerilevandone oltre il triplo. Si tratta di tracce insediamentali precedentemente sconosciute alla letteratura scientifica, distribuite su un arco cronologico che va dal V millennio a.C. al medioevo islamico. I risultati delle missioni sono stati stilati in forma di rapporto ufficiale preliminare (Milano/Gilibert/Felli 2018; Milano/Gilibert/Felli 2019); la loro pubblicazione monografica è in preparazione.

SVILUPPI FUTURI

La ricerca sugli spazi pubblici è da considerarsi conclusa, con l'eccezione di un ultimo articolo su rivista di taglio metodologico attualmente in stampa. Le ricerche archeologiche in Armenia e in Iraq sono invece in pieno svolgimento. Nel corso del tempo si sono aggiunte alle suddette linee di ricerca altri tre progetti, tutti sviluppati ex novo a partire dal 2021. Si tratta di un progetto di scavo nel tofet di Bithia, un sito fenicio della Sardegna meridionale; di un progetto sviluppato in collaborazione con la collega Giovanna Gambacurta sulle narrazioni visuali dell'età del Ferro e infine di un progetto PRIN per la prossima tornata sviluppato insieme all'Orientale di Napoli e all'Università di Palermo per una analisi socio-antropologica dei festival religiosi ittiti. Di questi progetti e del loro sviluppo, che esula dal periodo qui preso in considerazione, si darà conto in altra sede.
RELAZIONI SU INVITO

- Conferenza su invito ad Ascona, Monte Verità, tema "„Beyond All Boundaries: Anatolia in the 1st Millennium BC“, 22/06/2018

- Comunicazione su invito nell'ambito della conferenza internazionale "Archaeology of Armenia in Regional Context", Yerevan (Armania) in data 9-11/07/2019. Titolo della relazione: "The Vishaps of Karmir Sar: history of a sacred site on Mt. Aragats from the Chalcolithic period to present times"

- Conferenza su invito al Bard College di Berlino, tema "Foreign Intervention in Syria in the Late Bronze and Iron Ages", 3/04/2020

- Conferenza su invito all'Ambascieta Italiana di Berlino, tema "Nuove prospettive sull'are megalitica in Armenia", 28/04/2020

- Conferenza su invito alla Freie Universitat di Berlino, tema "The Diversity and Interaction of Style in the Aramaean Kingdoms", 10/06/2020

- Relazione su invito all'Università di Lione, tema "The Armenian Vishaps: state of the research", 10/11/2020


PARTECIPAZIONI A CONGRESSO

- Relazione al International Congress of Archaeology of the Ancient Near East (ICAANE) a Monaco (4-9 April 2018) con un paper intitolato "Civic Community and Public Space at Ugarit"
Seminario su invito al Bard College di Berlino, tema "The Royal Buttress at Carchemish", 4/04/2020
2020
Peer reviewer for Anatolian Studies
Peer reviewer for Cambridge Journal of Archaeology

2019
Peer reviewer for Journal of Ancient Near Eastern Studies

2018
External Tenure Track Assessor per la Cornell University
Peer Reviewer per Levant
Peer Reviewer per la Cambridge University Press
2016-oggi
Membro del Collegio di Dottorato in Scienze dell’Antichità (Consorzio Trieste‐Udine‐Venezia);
2018-2020
Membro del Collegio Didattico delle Lauree Triennali e Magistrali in Storia