LOMBARDO Luca

Qualifica Assegnista
E-mail luca.lombardo@unive.it
Sito web www.unive.it/persone/luca.lombardo (scheda personale)
Struttura Dipartimento di Studi Umanistici
Sito web struttura: https://www.unive.it/dsu

Luca Lombardo (Palermo, 1980) è Marie Skłodowska-Curie Fellow presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università Ca' Foscari Venezia e presso il Department of Italian Studies della University of Toronto nell'ambito del progetto di ricerca "Vernacular Textual Cultures in Dante’s Tuscany: Education and Literary Practices in Context, ca. 1250 - ca. 1321" (VERTEXCULT), che afferisce al SSD L-FIL-LET/13, con la supervisione di Tiziano Zanato ed Elisa Brilli (dal 1° settembre 2019). In precedenza, è stato: Research Assistant Professor in Dante Studies presso il Department of Romance languages and literatures della University of Notre Dame dal 1° luglio 2018 al 30 giugno 2019; Post-Doctoral Research Fellow presso la stessa University of Notre Dame (dal 1° luglio 2015 al 30 giugno 2018) nell’ambito del progetto di ricerca “Dante’s Florentine Vernacular Culture (Italian, Old French and Occitan), 1280-1301”, con la supervisione di Zygmunt G. Barański e Theodore J. Cachey Jr; Assegnista di Ricerca presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università Ca’ Foscari Venezia (dal 1° agosto 2010 al 31 luglio 2011 e dal 1° luglio 2013 al 30 giugno 2014) nell’ambito del progetto di edizione critica delle Epistole metriche di Albertino Mussato, con la supervisione di Saverio Bellomo; Docente a contratto di Didattica della Letteratura Italiana presso la stessa Università Ca’ Foscari Venezia (dal 1° febbraio al 31 luglio 2015). Nel febbraio 2010, ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Italianistica e Filologia classico-medievale presso l’Università Ca’ Foscari Venezia con una tesi sulla presenza della “Consolatio philosophiae” di Boezio nell’opera di Dante, della quale è stato tutor Saverio Bellomo. Nell’ottobre 2004, ha conseguito la Laurea in Lettere moderne presso l’Università di Palermo con una tesi sul “De peccato usure” di Remigio dei Girolami nel contesto intellettuale della Firenze di Dante, della quale è stata relatrice Erminia Dispenza. Fa parte dei comitati di redazione delle riviste "L'Alighieri. Rassegna dantesca" (dal 2013) e "Le Tre Corone. Rivista internazionale di Studi su Dante, Petrarca, Boccaccio" (dal 2018).