FRANK Martina

Qualifica
Professoressa Ordinaria
Telefono
041 234 6209
E-mail
martina31@unive.it
mdccc1800@unive.it - Rivista MDCCC1800
Fax
041 234 6210
SSD
STORIA DELL'ARCHITETTURA [ICAR/18]
Sito web
www.unive.it/persone/martina31 (scheda personale)
Struttura
Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali
Sito web struttura: https://www.unive.it/dip.fbc
Sede: Malcanton Marcorà
Research Institute
Research Institute for Digital and Cultural Heritage

Dati relazione

Periodo di riferimento
02/05/2017 - 01/05/2020
Afferenza
Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali
Ruolo
Professori ordinari
A.A.InsegnamentoCodice Voto (max 4)Voto medio area (max 4)
2016/2017ARCHITETTURA DEL PAESAGGIOFT00193.43.3
2016/2017STORIA DEL COLLEZIONISMO D'ARTE IN ETA' MODERNA SP.FM01732.93.3
2017/2018ARCHITETTURA DEL PAESAGGIOFT00193.43.3
2017/2018STORIA DEI GIARDINI SP.FM01703.13.3
2017/2018STORIA DELLA COMMITTENZA ARTISTICAFT04663.43.3
2018/2019ARCHITETTURA DEL PAESAGGIOFT00193.53.3
2018/2019STORIA DEI GIARDINI SP.FM01703.43.3
2018/2019STORIA DELLA COMMITTENZA ARTISTICAFT04663.53.3
Anno solareTipologiaTesi RelatoreTesi Correlatore
2017Corso di laurea3
2017Corso di laurea magistrale14
2018Corso di dottorato1
2018Corso di laurea11
2019Corso di dottorato1
2019Corso di laurea17
2019Corso di laurea magistrale23
  • Disegni dei Galli Bibiena in collezioni tedesche
  • Garzoni: Apprenticeship, Work, Society in Early Modern Venice (16th-18th Centuries)
  • Garzoni: Apprenticeship, Work, Society in Early Modern Venice (16th-18th Centuries)
  • Il palazzo veneziano del Sei e del Settecento: forme e funzioni
  • Il ritratto nella società veneziana del Seicento
  • L'archivio di Elena Bassi presso l'Accademia di Belle arti di Venezia: materiali inediti e riordino
  • L'attività di artisti bolognesi a Vienna e nell'impero: la bottega dei Galli Bibiena
  • La decorazione degli edifici pubblici e privati in Trentino Alto Adige (XX secolo)
  • Lo studio del collezionismo tra metodo qualitativo e metodo quantitativo
  • Ludovico Pozzoserrato e il giardino veneto
  • Venezia barocca: i rapporti con l'Istria e la Dalmazia
  • Frank, Martina (2019), Representing the Republic in Seventeenth-Century Venice in RADOVI INSTITUTA ZA POVIJEST UMJETNOSTI, vol. 43, pp. 113-122 (ISSN 0350-3437) (Articolo su rivista)
  • Martina Frank (2019), Villa Pisani a Stra nei disegni di un poco conosciuto disegnatore della seconda metà del Settecento in ATENEO VENETO, vol. CCVI, pp. 109-122 (ISSN 0004-6558) (Articolo su rivista)
  • Martina Frank (2018), Sul significato del viaggio in incognito. Note a margine di un convegno in ATENEO VENETO, vol. CCIV, terza serie, pp. 51-55 (ISSN 0004-6558) (Articolo su rivista)
  • Martina Frank (2018), Casini e ridotti veneziani tra Sei e Settecento: per quale comunità? , Comunità e società nel Commonwealth veneziano, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, pp. 261-279 (ISBN 978-88-95996-84-4) (Articolo su libro)
  • Frank, Martina (2017), Osservazioni introduttive in MDCCC 1800, vol. 6, pp. 5-6 (ISSN 2280-8841) (Articolo su rivista)
  • Frank Martina (2017), "Il delizioso ritiro" of Johann Adam von Questenberg , The Early Modern Villa. Senses and Perceptions versus Materiality, Varsavia, Museum of King Jan III's Palace at Wilanow, pp. 91-102 (ISBN 978-8363580-84-1) (Articolo su libro)
  • Frank Martina (2017), From ephemeral to permanent architecture: the Venetian palazzo in the second half of the seventeenth century , Architectures of Festival in Early Modern Europe. Fashioning and Re-fashioning Urban and Courtly Space, Routledge, pp. 119-138 (ISBN 978-1-4724-3200-1; 978-1-315-56780-8) (Articolo su libro)
  • Frank Martina (2017), The Venetian Casino: Form and Function , Looking for Leisure. Court Residences and their Satellites, 1400-1700, Praga, Artefactum, pp. 124-142 (ISBN 978-80-86890-71) (Articolo su libro)
  • FRANK, Martina (2017), Zu Schätzwerten und Preisen von Gemälden im Venedig der zweiten Hälfte des 17. Jahrhunderts , Kunstmärkte zwischen Stadt und Hof. Prozesse der Preisbildung in der europäischen Vormoderne, Petersberg, Michael Imhof Verlag, pp. 207-221 (ISBN 978-3-7319-0393-2) (Articolo su libro)
  • Martina Frank, Valentina Sapienza, Anna Bellavitis (2017), Introduzione , Garzoni. Apprendistato e formazione tra Venezia e l'Europa in età moderna, Universitas Studiorum S.r.l., pp. 5-13 (ISBN 978-88-99459-70-3) (Prefazione/Postfazione)
  • Frank Martina (2017), Difendere e colpire l'arte in tempi di guerra: voci austriache attorno alla distruzione dell'affresco di Giambattista Tiepolo e Gerolamo Mengozzi Colonna nella chiesa dei Carmelitani scalzi di Venezia , Tiepolo e la prima guerra mondiale: dagli Scalzi alle Gallerie dell'Accademia, Edifir, pp. 81-88, Convegno: Tiepolo e la prima guerra mondiale, 2015 (ISBN 978-88-7970-846-3) (Articolo in Atti di convegno)
  • Frank Martina (2017), Viaggiare in incognito , La città, il viaggio, il turismo. Percezione, produzione e trasformazione The City, the Travel, the Tourism. Perception, Production and Processing, Napoli, Cirice, pp. 2581-2581, Convegno: La città, il viaggio, il turismo. Percezione, produzione e trasformazione The City, the Travel, the Tourism. Perception, Production and Processing, 7-9 settembre 2017 (ISBN 978-88-99930-02-8) (Articolo in Atti di convegno)
  • (a cura di) Frank Martina (2017), Garzoni. Apprendistato e formazione tra Venezia e l'Europa in età moderna , Universitas Studiorum S.r.l., pp. 1-345 (ISBN 978-88-99459-70-3) (Curatela)
Miur; FWF (Fonds zur Förderung der wissenschaftlichen Forschung, Austria); DAAD (Deutscher Akademischer Austauschdienst);
Cahiers du Paysage (Ecole Nationale Supérieure du Paysage, Versailles)
MDCCC 1800 (Edizioni Ca' Foscari), direttore
Incroci d'arte (Università di Bologna)
Shared Culture (Edizioni Ca' Foscari)
Storia dell'Accademia di Venezia (Accademia di Belle Arti Venezia)
Annuario dell'Accademia di Belle Arti Venezia
Opus Incertum (Università di Firenze)
I principali filoni di ricerca durante il triennio sono stati: l’architettura veneziana dei secoli XVII e XVIII, la questione della formazione professionale degli architetti nella Repubblica di Venezia, le relazioni artistiche tra Venezia e l’Impero, viaggiatori stranieri e la percezione di Venezia, disegni di architettura del Sei e Settecento. Alcune ricerche sono state svolte all’interno o in collaborazione con progetti e gruppi di ricerca internazionali, mentre altre sono da considerarsi ricerche individuali.
Nel progetto internazionale “Garzoni” (https://garzoni.hypotheses.org/) si inseriscono le ricerche sulla formazione professionale degli architetti nella Repubblica di Venezia. Il progetto, che si basa su una pluriennale ricerca archivistica volta a individuare, trascrivere e inserire in un data base tutti i contratti di apprendistato registrati nell’ufficio della Giustizia Vecchia (Archivio di Stato di Venezia), ha consentito la raccolta di inedite notizie sulle botteghe veneziane e sul loro funzionamento. Un primo bilancio è stato tracciato durante il convegno tenutasi presso la Fondazione Cini e l’Archivio di Stato di Venezia nei giorni 4-5 novembre 2019. Se il convegno era l’occasione per uno scambio e la presentazione di ipotesi, è ora in programmazione una pubblicazione (editore Routledge) nella quale saranno esposti i risultati.
Nell’ambito di un grande gruppo di ricerca internazionale si collocano anche le indagini sui rapporti artistici tra Venezia e l’Impero e sul ruolo delle accademie nel transfer artistico (The Research Group for Baroque Ceiling Painting; https://bcpce.hypotheses.org/; workshop Budapest, giugno 2019). In questo contesto si inseriscono le ricerche sulla famiglia Galli Bibiena, attiva a Venezia e a Vienna, nonché quelle sulla mobilità di artisti e committenti, laddove l’attenzione è stata posta sugli sviluppi urbanistici di Vienna tra Sei e Settecento (vedi relazioni al Congresso AISU 2019 e al convegno modenese su Benedetto Bacchini 2019 ) e sul ruolo degli edifici “satelliti” nell’architettura residenziale aristocratica (vedi il convegno “Comunità e società nel Commonwealth veneziano”).
Se i temi sovraesposti coincidono con ricerche già impostate negli anni precedenti, quelle sulla percezione di Venezia e sul disegno architettonico, che appartengono alla categoria delle ricerche individuali, sono state definite e avviate in tempi recenti. Il primo argomento ha preso il suo avvio in occasione del Congresso AISU del 2017 quando ho curato una sessione che aveva come tema il viaggio in incognito. Da lì è scaturita una riflessione sulla percezione e sull’esperienza di Venezia che potevano fare viaggiatori di alto rango che visitavano la Repubblica senza dichiarare la propria identità. Il periodo preso in considerazione è quello attorno al 1700 che coincide con l’affermazione della cultura teatrale, una specificità veneziana che ha fortemente influenzato i modi di auto-rappresentazione e il comportamento residenziale della stessa classe dirigente lagunare come anche il pubblico di foresti. Ipotesi interpretative sono state formulate in occasione del convegno a settembre 2018 a Herrenhausen (ora in corso di stampa).
Le indagini sul disegno architettonico prendono in esame un corpus molto consistente di rilievi di fabbriche veneziane e venete custodito presso il Victoria & Albert Museum di Londra. Si tratta di una raccolta commissionata e formatasi attorno al 1750 che propone rilevamenti, solitamente in pianta, alzato e sezione, di architetture ecclesiastiche e profane dal tardo Quattrocento al Settecento. L’importanza della raccolta è multipla: da un lato essa prova un inedito interesse per l’architettura barocca veneziana e dall’altro documenta opere non più esistenti o modificate. Promettente sono anche le indicazioni sul gruppo di disegnatori, che si compone di stranieri e italiani, perché affiorano importanti novità su personalità non sempre ben conosciute e su inediti rapporti di committenza. Una prima ricognizione dei disegni dedicati a villa Pisani a Stra è oggetto di un articolo apparso sulla rivista “Ateneo Veneto” (2019). Le ricerche sono tuttora in corso.
2017
9 marzo, Venezia. Convegno internazionale “Comunità e società nel Commonwealth Veneziano. Relazione: “Accademie, casini e salotti nella Venezia tra Sei e Settecento: quale comunità?”.

30 marzo-1. Aprile, Chicago. Annual Meeting of the Renaissance Society of America. Relazione: “Shaping and Sharing Public Space in Venice: Saint Mark’s Square”.

7-11 giugno, Glasgow. Annual Conference of the Society of Architectural Historians. Relazione: “

21-22 giugno, Vienna. Convegno internazionale „Die Karlskirche in Wien im Spannungsfeld von Religion und Politik. Neue Perspektiven der Forschung”. Relazione: “Von der Kirche am Platz zur Platzanlage im Bild: die phantastischen Veduten Giuseppe Galli Bibienas“.

7-9 settembre, Napoli. VIII convegno AISU „La città, il viaggio, il turismo”. Curatrice della sessione: “Viaggiare in incognito”.

6 ottobre, Venezia. Centenario del bombardamento austro-tedesco di Venezia e dell’Ospedale Civile 1917-2017. Relazione: “Il bombardamento di Venezia: le posizioni degli storici dell'arte e dei conservatori”.

24-25 novembre, Venaria Reale. Workshop internazionale sulle residenze napoleoniche in Italia. Relazione: “Palazzo reale a Venezia”.


2018

13-15 giugno, Split. Convegno internazionale “The Power of Media”. Relazione: “Mediatic Culture in Baroque Veneice: A Mirror of the Republic?”

13-15 settembre, Herrenhausen (Hannover). Convegno Internazionale “Barocke Deckenmalerei um 1700. Eine gemeinsame europaeische Sprache?“. Relazione: „Der Funktionswandel venezianischer Palais um 1700“.

8-9 novembre, Firenze. Convegno internazionale “Quadraturismo e grande decorazione nella pittura d’età barocca”. Relazione: “Questioni di scala e di funzione”.

Dicembre, Venaria Reale. Workshop internazionale sulle residenze napoleoniche in Italia. Relazione su Palazzo Reale a Venezia.

2019

15-16 aprile, Modena. Convegno internazionale “Benedetto Bacchini nell’Europa fra Sei e Settecento: libri, arti e scienze”. Relazione: “Vienna, 1700. Strategie culturali e artistiche alla corte imperiale”.

11-14 settembre, Bologna. IX Congresso AISU “La città globale. La condizione urbana come fenomeno pervasivo”. Relazione: “Vienna tra Sei e Settecento: la costruzione di una nuova città”.

31 maggio – 4 giugno, Budapest. Workshop internazionale “New researches for Baroque Ceiling Painting”. Relazione: “Venice: The Struggle for an Academy”.

7-9 ottobre, Venezia. Convegno internazionale “Una grande comunità. John Ruskin’s Europe”. Relazione: “Intorno al John Ruskin Club di Vienna”

19-20 novembre, Venezia. Convegno internazionale “La ‘splendida’ Venezia di Francesco Morosini (1619-1694). Relazione: “Sacri oggetti e la guerra”.
Feb. 2018: Conferenza per il FAI Venezia (Palazzo Labia): Palazzi veneziani attorno al 1700.
Ott. 2018: Conferenza all'Università di Firenze, corso di Storia dell'architettura (prof. Ferretti).
Dic. 2018: France Stele Institute, Maribor, Workshop "Baroque Ceiling Paintings in Central Europe".
Marzo 2019: Czech Academy of Sciences, Praga: conferenza su Bibiena e Piranesi.
Membro del comitato scientifico del progetto "Chiese di Venezia. Nuove prospettive di ricerca" (con convegni annuali - finanziamento SAVE Venice).
Membro del comitato scientifico dell'Osservatorio Regionale per il Paesaggio della Regione del Veneto.
Membro del comitato scientifico e curatrice (con E. Sdegno e M. Pilutti Namer) del convegno internazionale "John Ruskin's Europe" (Venezia, ottobre 2020).
Peer review per le riviste: Opus Incertum, Saggi e Memorie di Storia dell'Arte, Intrecci d'arte, MDCCC1800, RADOVI INSTITUTA ZA POVIJEST UMJETNOSTI.
Ca' Foscari Harvard Summerschool: edizione 2017 (corso di 30 ore in co-teaching con M. Pilutti Namer)
Member of the Evaluation Board of the Czech Academy of Sciences.
Membro del collegio didattico del cdl in Storia delle arti e conservazione dei beni artistici (dal 2017 a oggi).
Membro della Commissione paritetica docenti studenti del DFBC (dal 2017 ad oggi).
Membro del Board della Ca'Foscari Harvard Summerschool (dal 2017 ad oggi).
Coordinatrice del dottorato internazionale in storia delle arti (fino al 31 maggio 2018).