FABER Beatrix Ursula Betti

Qualifica Ricercatrice Universitaria
Telefono 041 234 7864
E-mail faberbe@unive.it
Fax 041 234 7859
Sito web www.unive.it/persone/faberbe (scheda personale)
Struttura Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati
Sito web struttura: http://www.unive.it/dslcc
Sede: Palazzo Cosulich

Dati relazione

Periodo di riferimento 01/03/2015 - 28/02/2018
Afferenza Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati
Ruolo Ricercatori universitari

Attività didattica

A.A.InsegnamentoCodice Voto (max 4)Voto medio area (max 4)
2014/2015LETTERATURA TEDESCA 1 MOD. 2LM0032
2014/2015LETTERATURA TEDESCA 3 MOD. 2LT00423.33.2
2015/2016LETTERATURA TEDESCA 1 MOD. 2LM00323.63.2
2016/2017LETTERATURA TEDESCA 1 MOD. 2LM00323.53.2

Tesi

Anno solareTipologiaTesi RelatoreTesi Correlatore
2015Corso di laurea11
2016Corso di laurea4
2016Corso di laurea magistrale2

Ricerche sviluppate e in corso

  • "Affektpoetik": corporeità, emotività e conflittualità nella letteratura tedesca tra Illuminismo e Naturalismo
  • Heinrich von Kleist: biografia e opera
  • Hölderlin e il frammentismo moderno
  • Il programma schilleriano di "educazione estetica" e la sua trasformazione nel "Hyperion" di Hölderlin
  • Kierkegaard e la sua ricezione nel mondo tedesco
  • Kleist nella dramaturgia di Cesare Lievi
  • L'antropologia del giovane Schiller
  • La concezione dell'arte in Schiller
  • La teoria del tragico in Hölderlin
  • La teoria del tragico in Kierkegaard in rapporto ai modelli dell'Idealismo e del Romanticismo tedesco
  • Letteratura e filosofia: intrecci e incroci tra '700 e '800
  • Ricezione del tardo Illuminismo nei modelli antropologici dello "Sturm und Drang"
  • Strategie e intenti dell'estetica kleistiana
  • Verità e menzogna in Kleist

Pubblicazioni realizzate nel triennio

  • Faber, Beatrix Ursula Betti (2018), «Mein einziges, mein höchstes Ziel ist gesunken, und ich habe nun keines mehr – ». Kleist auf der Suche nach der verlorenen Wahrheit in STUDI GERMANICI, vol. Studi Germanici – «Quaderni dell’AIG» 1, pp. 67-91 (ISSN 0039-2952) (Articolo su rivista)
  • Faber, Beatrix Ursula Betti (2016), "Die Dinge existieren, solange wir an sie glauben" - Cesare Lievis Kleist-Inszenierungen , "Ein blauer Schleier, wie in Italien gewebt". Kleist-Tage in Venedig, Heilbronn, Kleist-Archiv Sembdner, vol. Heilbronner Kleist-Studien 14, pp. 219-241 (ISBN 978-3-940494-77-1) (Articolo su libro)
  • Faber, Beatrix Ursula Betti (2016), Wohin denn Kleist? Stilisierung, Chiffrierung und Wahrhaftigkeit eines Versuchs der Selbstbewahrung , "Ein blauer Schleier, wie in Italien gewebt". Kleist-Tage in Venedig, Heilbronn, Kleist-Archiv Sembdner, vol. Heilbronner Kleist-Studien 14, pp. 32-92 (ISBN 978-3-940494-77-1) (Articolo su libro)
  • Faber, Bettina; Breuer, Ingo (2016), Vorwort , "Ein blauer Schleier, wie in Italien gewebt". Kleist-Tage in Venedig, Heilbronn, Kleist-Archiv Sembdner, vol. Heilbronner Kleist-Studien 14, pp. 7-9 (ISBN 978-3-940494-77-1) (Prefazione/Postfazione)
  • (a cura di) Faber, Beatrix Ursula Betti; Ingo, Breuer (2016), "Ein blauer Schleier, wie in Italien gewebt". Kleist-Tage in Venedig in Ingo Breuer; Maurizio Buscarino; Walter Busch; Anna Maria Carpi; Rudolf Drux; Bettina Faber; Alessandra Giuriola; Cesare Lievi; Elmar Locher; Milena Massalongo; Paolo Puppa, Heilbronn, Kleist-Archiv Sembdner, vol. Heilbronner Kleist-Studien 14, pp. 1-335 (ISBN 978-3-940494-77-1) (Curatela)

Partecipazione a comitati editoriali di riviste/collane scientifiche

Membro del Comitato di redazione della rivista scientifica: Nota bene. Quaderni di Studi Kierkegaardiani (fino al 2002)

Descrizione dell'attività di ricerca svolta nel triennio e gli obiettivi futuri

Nel corso del triennio la mia attività di ricerca si è svolta essenzialmente nei seguenti campi di studio: la biografia e l’opera di Heinrich von Kleist, il rapporto del primo Hölderlin alla teoria estetica di Schiller, la teoria del tragico del tardo Hölderlin e il concetto di tragico in Kierkegaard nel suo rapporto ai principali autori tedeschi dell'era idealista e romantica.

1. Le mie ricerche sulla travagliata biografia di Kleist e sui suoi risvolti nello sviluppo di specifiche strategie poetologiche si sono concretizzate in un ampio contributo a un volume realizzato in co-curatela con Ingo Breuer, uno dei maggiori studiosi nel settore. Nell’articolo ho inseguito le tracce dell’intuizione poetica di Kleist confrontandole con i modelli filosofici ed estetici dell'epoca.

2. In un secondo articolo raccolto nello stesso volume ho cercato di far emergere alcuni dei punti cruciali della ricezione di Kleist nel teatro contemporaneo, in particolare nella drammaturgia e nelle invenzioni sceniche del rinomato regista italiano Cesare Lievi.

3. L’analisi contestuale dell’opera kleistiana si è poi focalizzata sulle conseguenze poetiche della cosiddetta "Kant-Krise" attraversata dall’autore nel superamento della quale Kleist ritrova un concetto di verità tutt’altro che "debole" o relativistico. Queste mie indagini hanno portato alla pubblicazione di un articolo in cui si analizza il fondamentale cambio di valenza della percezione di verità e menzogna spostando l’attenzione verso le dinamiche interattive tra individui nella loro concreta realtà psicofisica. Questa diversa connotazione semantica e semiotica si riflette anche in un cambiamento della comprensione della funzione della scrittura letteraria stessa: Kleist sembra puntare su un progetto estetico fondato su un nuovo principio di autenticità e veridicità che da una parte richiede paradossalmente una crescente estremizzazione poetologica delle incontrollabili e inestricabili insidie del caso e dei rapporti interpersonali. Dall’altra, invece, apre una possibile via d’uscita dal caos suggerendo strategie comunicative diverse che si rivelano diventare risorsa e fonte di resilienza - come anche la letteratura stessa. Sempre in questa linea di ricerca cercherò di proporre in seguito una lettura di alcuni testi di Kleist come realizzazioni di una forma di "Affektpoetik" del tutto particolare e innovativa.

4. Nell’ambito dei miei studi su Hölderlin mi propongo di indagare sul profondo influsso del programma estetico di Schiller, specialmente sulla stesura del "Hyperion", per arrivare a una più adeguata contestualizzazione della poetica hölderliniana che permetta anche di rivisitare la teoria del tragico dell’autore, tuttora considerata piuttosto oscura ed ermetica.

5. Intendo inoltre estendere le miei indagini sul tragico in Kierkegaard in rapporto ai maggiori modelli dell’Idealismo e del Romanticismo tedesco da lui ferocemente criticati ma anche trasformati, sempre nell’impegno filosofico-letterario per una riconquista di autenticità del pensare, del sentire e dei linguaggi attraverso cui questi si articolano.

Altre attività scientifiche

Attività di peer-review per la rivista scientifica: Between. Rivista dell’Associazione italiana di teoria e storia comparata della letteratura

Altre attività didattiche

20-27 aprile 2016: Ca' Foscari Venezia: Rassegna cinematografica "Goethe, Schiller & Kleist"

A.A. 2016/17, 2. sem.: Ca' Foscari Venezia: Seminario "Anleitung zum wissenschaftlichen Arbeiten" per studenti del percorso di Laurea Magistrale

Incarichi accademici e attività organizzative

- Presentazione e moderazione della conferenza "Homo narrans. Erzählen als Kulturtechnik" del Prof. Martin Huber dell'Università di Bayreuth (2 aprile 2015)

- Organizzazione, presentazione e moderazione della conferenza e del seminario "Literaturtheater. Die romantische Literatur als dramaturgisches Verfahren" del Prof. Rudolf Drux dell'Università di Colonia (22-23 marzo 2016)

- Organizzazione, presentazione e moderazione dell’evento "Un teatro da fare" con Cesare Lievi nell’ambito delle manifestazioni "Conversazione con …" del Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati (17 maggio 2017)

- Responsabile di accordi Erasmus con le Università di Bayreuth, Colonia e Tubinga

Attività e incarichi esterni

19/09-23/10 e 7/11-23/12/2016: soggiorno presso l'Università di Colonia in qualità di "visiting researcher" su invito dell'"Istituto I für Deutsche Sprache und Literatur"
23/10-22/12/2017: soggiorno presso l'Università di Colonia in qualità di "visiting researcher" su invito dell’"Istituto I für Deutsche Sprache und Literatur"