TOSCANO Giuseppa

Qualifica Ricercatrice Universitaria
Telefono 041 234 8506 / Lab.: 041 234 8943
E-mail toscano@unive.it
SSD CHIMICA ANALITICA [CHIM/01]
Sito web www.unive.it/persone/toscano (scheda personale)
Struttura Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica
Sito web struttura: https://www.unive.it/dais
Sede: Campus scientifico via Torino
Stanza: studio 103 (edificio Delta, 1° piano)

Dati relazione

Periodo di riferimento 01/01/2016 - 01/01/2019
Afferenza Dipartimento di Scienze Ambientali, Informatica e Statistica
Ruolo Ricercatore universitario

Attività didattica

A.A.InsegnamentoCodice Voto (max 4)Voto medio area (max 4)
2015/2016CHIMICA ANALITICA E LABORATORIOCT03343.13.1
2016/2017CHIMICA ANALITICA E LABORATORIOCT03343.43.1
2017/2018CHIMICA ANALITICA E LABORATORIOCT0366

Tesi

Anno solareTipologiaTesi RelatoreTesi Correlatore

Finanziamenti

  • ECOlogical supporting for traffic Management in cOastal areas By using an InteLlIgenT sYstem (Ecomobility)

Ricerche sviluppate e in corso

  • Evoluzione della distribuzione di microcomponenti e microinquinanti nell'ambiente antartico, relazione con i cambiamenti climatici
  • RUOLO DEL MATERIALE UMICO NEI CICLI BIOGEOCHIMICI DEI METALLI NELLE ACQUE MARINE
  • Valutazione degli effetti di stress abiotici sui processi metabolici di organismi vegetali geneticamente modificati mediante metodologie innovative

Pubblicazioni realizzate nel triennio

  • Battistel, D.; Roman, M.; Marchetti, A.; Kehrwald, N. M.; Radaelli, M.; Balliana, E.; Toscano, G.; Barbante, C. (2018), Anthropogenic impact in the Maya Lowlands of Petén, Guatemala, during the last 5500 years in JOURNAL OF QUATERNARY SCIENCE, vol. 33, pp. 166-176 (ISSN 0267-8179) (Articolo su rivista)
  • Feltracco, Matteo; Barbaro, Elena; Contini, Daniele; Zangrando, Roberta; Toscano, Giuseppa; Battistel, Dario; Barbante, Carlo; Gambaro, Andrea (2018), Photo-oxidation products of α-pinene in coarse, fine and ultrafine aerosol: A new high sensitive HPLC-MS/MS method in ATMOSPHERIC ENVIRONMENT, vol. 180, pp. 149-155 (ISSN 1352-2310) (Articolo su rivista)
  • Barbaro, Elena; Zangrando, Roberta; Padoan, Sara; Karroca, Ornela; Toscano, Giuseppa; Cairns, Warren Raymond Lee; Barbante, Carlo; Gambaro, Andrea (2017), Aerosol and snow transfer processes: An investigation on the behavior of water-soluble organic compounds and ionic species in CHEMOSPHERE, vol. 183, pp. 132-138 (ISSN 0045-6535) (Articolo su rivista)
  • Barbaro, Elena; Padoan, Sara; Kirchgeorg, Torben; Zangrando, Roberta; Toscano, Giuseppa; Barbante, Carlo; Gambaro, Andrea (2017), Particle size distribution of inorganic and organic ions in coastal and inland Antarctic aerosol in ENVIRONMENTAL SCIENCE AND POLLUTION RESEARCH INTERNATIONAL, vol. 24, pp. 2724-2733 (ISSN 0944-1344) (Articolo su rivista)
  • Morabito, Elisa; Radaelli, Marta; Corami, Fabiana; Turetta, Clara; Toscano, Giuseppa; Capodaglio, Gabriele (2017), Temporal evolution of cadmium, copper and lead concentration in the Venice Lagoon water in relation with the speciation and dissolved/particulate partition in MARINE POLLUTION BULLETIN, vol. 128 (ISSN 0025-326X) (Articolo su rivista)
  • Gregoris, Elena; Barbaro, Elena; Morabito, Elisa; Toscano, Giuseppa; Donateo, Antonio; Cesari, Daniela; Contini, Daniele; Gambaro, Andrea (2016), Impact of maritime traffic on polycyclic aromatic hydrocarbons, metals and particulate matter in Venice air in ENVIRONMENTAL SCIENCE AND POLLUTION RESEARCH INTERNATIONAL, vol. 23, pp. 6951-6959 (ISSN 0944-1344) (Articolo su rivista)
  • Turetta, Clara; Zangrando, Roberta; Barbaro, Elena; Gabrieli, Jacopo; Scalabrin, Elisa; Zennaro, Piero; Gambaro, Andrea; Toscano, Giuseppa; Barbante, Carlo (2016), Water-soluble trace, rare earth elements and organic compounds in Arctic aerosol in RENDICONTI LINCEI. SCIENZE FISICHE E NATURALI, vol. 27, pp. 1-95 (ISSN 2037-4631) (Articolo su rivista)

Descrizione dell'attività di ricerca svolta nel triennio e gli obiettivi futuri

L'attività di ricerca è stata principalmente orientata alla messa a punto di metodiche analitiche nuove e alla ottimizzazione di metodiche consolidate, per la determinazione di microinquinanti inorganici ed organici in diverse matrici ambientali, quali particellato atmosferico e acqua di mare. Aree di interesse:Laguna di Venezia, regioni remote, quali Artide e Antartide, Guatemala.

In dettaglio:
Per quanto riguarda la laguna di Venezia, la ricerca ha riguardato la valutazione del contributo del traffico navale e delle altre fonti di inquinamento sulle nano particelle, argomento di grande interesse e di frontiera nel campo delle scienze ambientali.
L'obiettivo generale è di promuovere l’innovazione nella gestione dei principali mezzi di trasporto nelle aree costiere, utilizzando un approccio eco-compatibile.
Lo studio dell'aerosol nell'artico ha contribuito a determinare in questa matrice, elementi in traccia solubili in acqua, elementi delle terre rare e composti organici.
-Valutazione della distribuzione di ioni inorganici ed organici nelle diverse frazioni dell'aerosol campionato lungo la costa e nell'entroterra dell'Antartide.

Una seconda linea di ricerca riguarda la caratterizzazione metabolica di materiale vegetale, come metodo rapido ed efficace per confrontare le specie.
Inoltre identificare e quantificare micro-componenti con proprietà bioattive.

Una terza linea di ricerca è relativa alla ricostruzione degli impatti ambientali,delle attività agricole e metallurgiche delle popolazioni Maya. Esse abitarono il Bacino del Petén, nelle Lowlands del Guatemala, tra 2000 a.C. e il 1600 d.C.. Questo tramite analisi multielementare, di campioni di un record sedimentario, proveniente dal lago Petén Itzá. I campioni sono rappresentativi di un intervallo temporale di circa 5150 anni, dal 3350 a.C. fino all’epoca recente (1800 d.C.).

Obiettivi futuri:
Si prevede il proseguimento e l'ulteriore sviluppo delle ricerche già avviate.
Inoltre si prevede la partecipazione a ricerche rivolte agli effetti dei cambiamenti globali sugli oceani del pianeta. Le conseguenze principali dell'incremento della concentrazione dei gas serra nell'ambiente marino sono: i) il riscaldamento degli oceani in relazione al riscaldamento globale dell'atmosfera e ii) l'acidificazione oceanica dovuta alla dissoluzione dell'anidride carbonica in acqua.
Questi cambiamenti potrebbero causare modificazioni dei principali cicli biogeochimici, e dei principali processi fotosintetici che sostengono la vita negli oceani.
In particolare il progetto dell'impatto del cambio del clima sui processi biogeochimici dei contaminanti nel Mar Mediterraneo, si propone innovative e sistematiche ricerche su:
-circolazione e le proprietà fisiche del Mediterraneo
-distribuzione spaziale del plancton e del materiale organico.
-distribuzione e speciazione chimica di Cd, Cu e Hg, metalli che possono indurre gravi effetti negli ecosistemi, se presenti in forme biodisponibili ad alti livelli di concentrazione.

Relazioni invitate presso convegni o workshops

Metabolic characterization of different species of Helicrysum
Giovanni Rizzato, Marta radaelli, Elisa scalabrin, Giuseppa Toscano, Paolo Uccello,and Gabriele Capodaglio.XIX Euroanalysis 2017,28 August, Stockholm, Sweden